.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

giovedì 31 dicembre 2009

Auguri

Buon Anno





Come ogni fine anno anno ci sarà l'invasione sui media di astrologi e veggenti che tenteranno di prevedere il nostro futuro. C'è qualcuno che verifica la marea di affermazioni fatte all'inizio del nuovo anno? La risposta è si. Clicca qui per leggere.«Uno dei “trucchi” più usati dagli astrologi è quello di fare moltissime previsioni per lo più banali, in modo che difficilmente possano essere veramente sbagliate. In questo modo può facilmente capitare che qualcuna sia azzeccata, e verrà ricordata, mentre le numerose altre, sbagliate, saranno più facilmente dimenticate. C’è addirittura un nome per questo meccanismo: “effetto Barnum”, dal nome dell’impresario del circo nei cui spettacoli tutti potevano trovare qualcosa di loro gradimento».Sulle tv e sui giornali troverete ancora l'elenco dei fatti dell'anno. Peccato che pochi racconteranno di quelle notizie che hanno trovato poco spazio o nullo su tutti i media: la strage in Guinea con 300 morti e duemila feriti; la Turchia che, secondo le Nazioni Unite, non rispetta i diritti umani in Kurdistan  e che abolisce i tribunali minorili,(forse perchè gli vendiamo elicotteri da guerra) ecc. In compenso sappiamo sempre quando l'Italia è stretta nella morsa del gelo, dell'afa, dell'influenza, dei regali (prima di ogni festa, vecchia o nuova che sia) e quando ci sono variazioni negli accoppiamenti fra vip....

Ma la televisione ha detto che il nuovo anno
porterà una trasformazione
e tutti quanti stiamo già aspettando
sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno,
ogni Cristo scenderà dalla croce
anche gli uccelli faranno ritorno.

Consiglio comunale
Quattro delibere e un funerale

martedì 29 dicembre 2009

Progetto per le vetrate artistiche ...

Pubblico una mia sintesi dell'intervento della Prof.ssa Maria Antonietta Epifani in occasione della presentazione del progetto per le vetrate artistiche della Chiesa di San Lorenzo del Maestro Uccio Biondi. 
  
Che cosa è il sacro?
Il sacro è una realtà polimorfa che ci suggerisce una dimensione compatta distaccata dall’ordinario perché è la sede di una entità straordinaria che trovandosi su un piano ontologicamente diverso rispetto all’uomo, raffigura il puro spirituale, una realtà inaccessibile, il numinoso misterioso e lontano a cui si accede solo attraverso un salto del cuore.
Premessa fondamentale per la comprensione dell’opera: Biondi lo possiamo definire un cristiano anarchico e queste vetrate rappresentano una produzione laica che si fa attraversare dalla dimensione cristologia. Infatti, del Cristo non assume solo la parte sofferente ma assorbe la parte socialista della tolleranza, della non violenza e di speranza di un mondo nuovo che rappresentano i polmoni del messaggio. Cristo è un uomo in grado di gettare al mondo messaggi di pace e fratellanza, esibendo tesi di egualitarismo.
Il sacro di Biondi è altro dal sacro a cui siamo abituati, non stupitevi osservando le bozze delle vetrate, perché non troverete mai i topoi che caratterizzano coloro i quali sono chiamati a fare arte sacra (Madonne, angioletti, mani giunte, banali posture di santità, aureole, occhi rivolti strabicamente verso l’alto), non troverete mai le servili immagini e gli abituali colori a cui ci hanno abituato gli affabulatori di cose sacre.
Questi, con una tale retorica populista, allontanano dal sacro.
Non ci permettono di entrare nel bellissimo mondo simbolico del sacro.
Delle vetrate artistiche dovete cogliere essenzialmente l’essenza laica del vivere l’insegnamento cristologico.
I Sacramenti, progetto per le vetrate è un percorso di lettura del sacro attraverso il linguaggio simbolico. Emerge con nettezza che Biondi, documentatosi ampiamente, fa risaltare le tematiche sacre ma fa innanzitutto risaltare il suo colore, oggetto sul quale rivolge le proprie tendenze formative.
Le vetrate sono 11.
Tralci di vite (ai lati del portale di ingresso) tema assai realizzato nell’iconografia ne testimonia l’importanza nella storia della cultura religiosa poiché è innalzata a contrassegno e metafora di comunione tra il Cristo e i suoi discepoli. Qui i tralci sono rossi, colore-simbolo della divinità.
Pietre vive sempre (ingresso principale) i bambini sono la freschezza con cui il Cristo vuole che si creda, i bambini sorridenti sono la speranza del domani.
Battesimo è la purificazione rafforzata dall’acqua e dalla luce data dall’uso sapiente dei colori; la colomba vuole rappresentare lo spirito santo e la speranza della vita che si salva.
Cresima: ritorna la colomba che nel becco trasporta la fiammella che ha un posto fondamentale nel culto ed è spesso simbolo della divinità. Nell’Antico Testamento, Dio si rivela a Mosè sotto forma di fuoco nel roveto ardente che non si consuma; nella colonna di fuoco Dio Illumina e guida il popolo ebraico nelle notti dell’Esodo; durante la consegna delle Tavole della Legge a Mosè, per la presenza di Dio il Monte Sinai era tutto avvolto da fuoco.
Nelle visioni profetiche dell’Antico Testamento, il fuoco è sempre presente e Dio apparirà alla fine dei tempi con il fuoco e farà giustizia su tutta la terra; anche nel Nuovo Testamento, Giovanni Battista annuncia Gesù come colui che battezza in Spirito Santo e fuoco (Matteo, 3, 11).
Confessione: qui risaltano le mani. C’è quella aperta del Cristo risorto e un intrico di mani che si congiungono rinsaldando un antico legame.
Unzione: in un ostensorio un’ampolla contenente olio, simbolo costante con cui si impartiscono i sacramenti, segno della presenza di Dio"; con gli oli benedetti durante la Messa Crismale del Giovedì Santo vengono somministrati i sacramenti della Cresima, della Consacrazione sacerdotale e dell’Unzione degli infermi. Cristo si prepara alla passione nell’orto degli ulivi del Getzemani. E non dimentichiamo che il termine greco Christhos significa “unto” e il Cristo è appunto il Messia unto dal Signore.
Unione-Matrimonio: la vera nuziale rappresenta il simbolo della unione affettiva degli sposi che in questa vetrata sono abbracciati al suo interno.
Eucarestia: sono presenti tutti i segni tipici il Cristo sulla croce, il pesce, il pane e il calice. Segni discreti, paradossali, come lo è la manifestazione del Figlio di Dio sulla croce; come lo è la sua presenza nel pane e nel vino; cose di tutti i giorni, trasformate in forza e coraggio nel cammino di fede.
Ordine Sacro: ancora il tema delle mani che qui chiuse accolgono e proteggono il fuoco dello Spirito Santo. Ma ci sono ancora le chiavi di Pietro, la stola, il messale, il gregge che Biondi contestualizza nel nostro territorio perché introduce i suggestivi segni antichi e fortemente simbolici posti sui trulli.
Per terminare Volo, 5 colombe- fra l’altro simbolo dell’anima- atterrano in un disco, in un tondo rosso colorato dal sangue del divino. L’uomo non può non concludersi in Dio.
Nonostante la sua laicità, Biondi rimane affascinato dal messaggio cristologico, un fare mosso dallo spirito di un Dio laico che cerca di imprimere sulle cose la sua forza biblica. Biondi utilizza colori di luce, spinta del corpo materico verso il Dio nei dettagli degli oggetti delle vetrate e anche nella loro gestualità.
Le vetrate sono animate dalla luce delle cose invisibili, nel quale il misero laico si converte nel mistero cristiano e la religiosità è qui intesa come disponibilità ad accettare il mistero dell’immanifesto. Per concludere devo sottolineare che questo progetto è contrassegnato dalla plasticità, dalla polisemia e da una grande capacità di adattamento dell’arte alla destinazione d’uso: le vetrate, medium per fare arte, per educare all’arte.


AGGIORNAMENTO
Domenica 3 gennaio 2010 ore 18.30 LECCE
La libreria Nisich via Matteotti 23/A 
nei pressi di piazza S. Oronzo

presenta
FRAGILE
foglio di cultura periferica



Interventi di Uccio Biondi e Maria Antonietta Epifani.
Il sito aggiornato di Uccio Biondi, clicca qui

lunedì 28 dicembre 2009

“Cantieri Urbani” Bollenti Spiriti

L’Associazione intercomunale di Ceglie Messapica e Cisternino organizza, in collaborazione con la Cooperativa Verde e Dintorni, gestore dei laboratori urbani Serendipity, la presentazione dei “Cantieri Urbani” Bollenti Spiriti.

28 Dicembre alle ore 18.00

presso l’Ex Macello comunale
in via San Paolo della Croce a Ceglie Messapica


Nella vecchia struttura del macello del comune di Ceglie Messapica il progetto prevede la realizzazione di un centro polivalente destinato ad ospitare:
- Sala prove per gruppi musicali per rispondere alle esigenze didattiche ma anche alle esigenze espresse dai numerosissimi gruppi che necessitano di uno spazio attrezzato a prezzi accessibili. Il mercato privato offre affitto di sale prove a costi proibitivi e con rigide limitazioni orarie, inoltre l'attrezzatura e la cura dei servizi di supporto sono spesso scadenti. 
- Sala produzione e montaggio audiovisivi per consentire a gruppi musicali, cantautori e cantanti il perfezionamento delle tecniche esecutive e lo sviluppo del proprio materiale ottimizzando il livello delle proprie proposte nonché per incentivare lo sviluppo di cortometraggi, piccole produzioni cinematografiche e documentari;
- Sala polivalente – contenitore culturale dove verranno realizzati eventi culturali e socio-ricreativi quali videoproiezioni ma anche percorsi di apprendimento sulle tematiche ambientali, della sicurezza e della qualità della vita al fine di stimolare la partecipazione attiva delle fasce giovanili e dei comuni all’iniziativa politica del territorio.
- Caffetteria ex legge 287/91, destinata ad operare all’interno del centro, sarà il luogo di incontro giovanile e favorirà lo “stare insieme” informale, senza alcuna costretta partecipazione alle attività ma con la possibilità di osservare ed apprezzare ciò che viene svolto all’interno.  I prodotti del bar saranno venduti a prezzi di mercato.

sabato 26 dicembre 2009

Vetrate

Conoscemmo così Nicola da Morimondo, maestro vetraio dell'abbazia. Ci spiegò che nella parte posteriore della fucina si soffiava anche vetro, mentre in quella anteriore, dove stavano i fabbri, si fissavano i vetri ai piombi di riunione per farne vetrate. Ma, aggiunse, la grande opera vetraria, che abbelliva la chiesa e l'Edificio, era già stata compiuta almeno due secoli addietro. Ora ci si limitava a lavori minori, alla riparazione dei guasti del tempo.
“E con gran fatica,” aggiunse, “perché non si riesce più a trovare i colori di un tempo, specie il blu che potete ancora ammirare nel coro, di una qualità così limpida, che a sole alto riversa nella navata una luce di paradiso. I vetri della parte occidentale della navata, rifatti non molto tempo fa, non sono della stessa qualità, e lo si vede nei giorni estivi. E' inutile,” soggiunse, “non abbiamo più la saggezza degli antichi, è finita l'epoca dei giganti!”
“Siamo nani,” ammise Guglielmo, “ma nani che stanno sulle spalle di quei giganti, e nella nostra pochezza riusciamo talora a vedere più lontano di loro sull'orizzonte.”
Il nome della rosa, Umberto Eco.


La parrocchia di S. Lorenzo da Brindisi di Ceglie Messapica ha affidato la realizzazione del progetto delle vetrate della chiesa al maestro Uccio Biondi, artista cegliese.


 DOMENICA 27 DICEMBRE
ore 19.00 Chiesa San Lorenzo da Brindisi
-Presentazione del progetto
per le vetrate artistiche della Chiesa di San Lorenzo
del Maestro Uccio Biondi
Intervento della Prof.ssa Maria Antonietta Epifani
sarà presente l’autore


a seguire
-Flutes Legères Ensemble
Musiche per Flauto,
Direzione Mº Angelo Ragno
a cura dell'Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica


12






N.B. Le foto sono solo informative, pertanto non rappresentano fedelmente i colori e le dimensioni.

giovedì 24 dicembre 2009

Auguri

Auguri 2009
GIOVEDÌ 24 DICEMBRE

dalle ore 18.00 Piazza Sant'Antonio
Babbo Natale arriva in trenino
in giro per le vie del centro sul trenino di Babbo Natale

La casetta di Babbo Natale
Consegna delle letterine a Babbo Natale

La casetta dei dolciumi, caldarroste e vino novello intrattenimento
Concertino Musica Tradizionale a cura di Casarmonica

ore 22.00 Parrocchia San Lorenzo da Brindisi
Gruppo natività vivente

VENERDÌ 25 DICEMBRE

dalle ore 19.00 rione "Mammacara - Sant'Anna'
ricostruzione di scene e ambienti dell'epoca
a cura della parrocchia di San Rocco

SABATO 26 DICEMBRE

dalle ore 18,00 Borgo Antico
X edizione del presepe vivente
a cura della parrocchia Santa Maria Assunta

dalle ore 18,40 Piazza Sant'Antonio
La casetta di Babbo Natale
Consegna delle letterine a Babbo Natale
La casetta dei dolciumi, caldarroste e vino novello
intrattenimento Concertino Musica Tradizionale a cura di Casarmonica

ore 19.00 Parrocchia San Lorenzo da Brindisi
Pettolata e Fiera del Dolce

ore 20.00 Art Cafè wine bar di Ceglie Messapica presenta una mostra di pittura intitolata : “Le café du dialogue”...sentimenti ed emozioni intorno ad una tazza di Patrick Depin.
Intervento a cura della scrittrice Donatella Caprioglio.
Clicca qui

DOMENICA 27 DICEMBRE

ore 18.00 Chiesa Padri Passionisti
Concerto della Corale M. Immacolata di Villa Castelli Diretta dal M° G. Grati

ore 19.00 Chiesa San Lorenzo da Brindisi
Presentazione delle vetrate artistiche della chiesa di San Lorenzo
Progetto di Uccio Biondi
Intervento della Prof.ssa Maria Antonietta Epifani sarà presente l'autore
a seguire Flutes Legères Ensemble Musiche per Flauto
Direzione M° Angelo Ragno

ore 21.00 Piazza Plebiscito
II grande racconto
a cura di Casarmonica musiche originali del M° Mirko Lodedo
(in caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà nel Teatro Comunale)

mercoledì 23 dicembre 2009

Promozione della città

Si è svolto ieri sera il secondo incontro con la città del gruppo “Ceglie nel Cuore” nel Salone parrocchiale della Chiesa di San Rocco sul tema della “Promozione della città”. Sono intervenuti: Antonella Ricci, Antonio Chirico, Gaetano di Thiene Scatigna Minghetti, Damiano Leo, Michele Laveneziana, Vincenzo Suma, Gianfranco Antico, Francesco Nacci, Antonello Laveneziana, Domenico Matarrese, Agostino Dematteis.(clicca qui)
Gli interventi dei relatori hanno aggiunto nuove proposte (centro nazionale dedicato ai poeti dialettali italiani, Damiano Leo; ritorno nella nostra comunità delle nostre opere d’arte esposte nel museo diocesano di Oria, Gaetano di Thiene Scatigna Minghetti), che saranno integrate nella bozza di proposta di “Promozione della città” elaborata dal gruppo.
La bozza della proposta prevede numerosi punti molti dei quali di facile attuazione, altri con un maggiore impegno organizzativo ed economico.
Le proposte in sintesi:
Qualificazione della promozione della città, Creazione di un circuito delle città d'arte e delle città con importanti tradizioni gastronomiche, Pacchetti promozionali, Ceglietime, Passeggiate cegliesi, Agrietour, Tourintrain, Realizzazione e promozione di itinerari di turismo scolastico, Promozione di marchi tipici di Ceglie Messapica, Campionato o festival per barman acrobatici, Ceglie cooking festival, Festa di inizio estate, Festival dei messapi, Festa della letteratura, delle arti e delle scienze, Giornate letterarie, Archeologia e speleologia, Iniziative musicali, Teatro, Arredo urbano e verde pubblico, Illuminazione artistica dei monumenti.




Spiritus mundi 2009-2010 
Ceglie Messapica, MERCOLEDÌ 23 DICEMBRE

ore 20.00 Chiesa Matrice
Recital Pianistico

di Maria Pezzolla e Vincenzo Recchia
Musiche di J. S. Bach; C. Franck, M. P. Musorgskij
 
ingresso libero

martedì 22 dicembre 2009

Le muse

CONSIGLIO COMUNALE


Affascinato da Talia, ieri ho dimenticato di segnalarvi la seduta del consiglio comunale, che aveva all’ordine del giorno diversi argomenti interessanti. Ho assistito agli attimi precedenti lo scioglimento della seduta per mancanza del numero legale. Giusto il tempo di ascoltare lo scambio di alcune battute, tra un consigliere della maggioranza e due dell’opposizione, che ha avuto come epilogo il ritiro dei consiglieri della minoranza dal consiglio. Senza dubbio anche qui c’era una delle muse.
In breve.

Il regolamento del cosiddetto, impropriamente, “Piano casa” è stato approvato. Le ratifiche delle delibere sulla “Variazione al Bilancio di previsione 2009 ed istituzione di nuovi capitoli” non sono state votate.


 

CEGLIE NEL CUORE
Questa sera alle ore 18.30 presso il Salone parrocchiale della Chiesa di San Rocco
"PROMUOVIAMO INSIEME LA NOSTRA CEGLIE"
(enogastronomia, arte, cultura, storia e tradizioni per realizzare con le "eccellenze cegliesi" la promozione della città)
A cura del gruppo "Ceglie nel Cuore".



 

LE LINGUACCE
Fare la linguaccia, per deridere qualcuno, e' un reato. Questa è una delle ultime sentenze della Cassazione. E non finisce mica qui. L'entità della riparazione sarà decisa nel corso di una causa civile.
Per una bazzecola del genere sono stati attivati tutti e tre i gradi giudizio del nostro sistema giudiziario, con il risultato di convalidare la decisione presa dal giudice di pace. In Cassazione, oltre a queste banalità, ci si occupa anche di multe per sosta vietata, per eccesso di velocità e simili. E intanto i processi veri si ammucchiano e aspettano. A qualcuno questa situazione può far comodo ad altri no. Fatele le riforme, ma quelle vere.

lunedì 21 dicembre 2009

Sport



Dalla redazione sportiva
ahiceglie


Pallacanestro Serie C Dilettanti Maschile - Gir. G
BASKET CEGLIE - MONTERONI
69-47
Classifica: Ceglie 20, Mens Sana Cb 18, Termoli 16, Francavilla 18, Monteroni 16, Mola 14, C. Campobasso 14, Giulianova 12, Pescara 10, Lucera 10, Sulmona 12, Ascoli 6, Fondi 6, Monopoli 4, Venafro 2.
Pallacanestro Serie C Regionale
NARDÒ - N.P. CEGLIE
76-48
Classifica: Juve Trani 24, S. Vito 18, Bari 18, Trinitapoli 18, Barletta 16, Nardò 16, N.P. Ceglie 2001 14, Castellana 12, Invicta Brindisi 10, Falcon Mesagne 8, Taranto 8, Assi Brindisi 6, Quelli che... Brindisi 6, Eagles Brindisi 4, FBK Trani 2.


Pallavolo Serie C Femminile - Gir. B
CEGLIE - CORSANO
3 - 0

Parziali: 26-24 / 25-20 / 25-20
Classifica: Trepuzzi 26, Galatina 28, Brindisi 23, Mesagne 25, Ceglie 18, Maglie 17, Techni Plant 14, U.S.Lightning 14, Ugento 14, L.Tempesta 10, Corsano 6, Monopoli 6, Taranto 5, Cantine 2 Palme 1.

sabato 19 dicembre 2009

Buona domenica

BabboNataleSabato

Ore 18.30 Per le vie principali del paese
Animazione con trampolieri, giocolieri, sputafuoco e pupazzoni che distribuiranno caramelle e palloncini

Ore 18.30
Parrocchia S. Lorenzo
INTORNO ALLA CAPANNA
Concerto a cura della Leonard's Band

Ore 19.00
Piazza S.Antonio
LA CASETTA DI BABBO NATALE
nella casetta in piazza S.Antonio i bambini potranno consegnare le letterine scritte direttamente a …. Babbo Natale
LA CASETTA DEI DOLCIUMI, CALDARROSTE E VINO NOVELLO
degustazioni di dolciumi per i bambini, caldarroste e vino novello per gli adulti

Ore 19.30 Palazzetto dello sport
VOLLEY CEGLIE - CORSANO
Pallavolo Serie C Femminile - Gir. B


Ore 21.00 Piazza Plebiscito
Spettacolo dei trampolieri


Domenica


Ore 10.00 - 12.30 Galleria d'Arte Moderna Emilio Notte
Info qui.

Ore 13.00 Pranzo
Info qui.


Ore 18.00 Palazzetto dello sport
CEGLIE - MONTERONI
Pallacanestro Serie C Dilettanti Maschile


Ore 19.00
Auditorium parrocchia S. Lorenzo
"Ci na si uast, na si giust"
Commedia in Vernacolo
Gruppo teatrale Amici del Teatro di Villa Castelli

Ore 20.30
Teatro Comunale
Antonio Castrignanò
Gruppo Popolare del Salento
Spettacolo musicale

Info qui.


Io Sabato Starò in Piazza, e tu?

Per chi vuole ribadire che la Piazza è Nostra e non accetteremo condizionamenti da bulletti!
Il gruppo nato su Facebook. Clicca qui.

venerdì 18 dicembre 2009

Sport

Cambia la classifica di C1 girone G di pallacanaestro a causa del ritiro dal torneo del Lecce per problemi economici. I punti assegnati alle squadre che avevano già affrontato e battuto i leccesi vengono così tolti di classifica. Per questo motivo la squadra del Basket Ceglie Messapica passa in testa nella classifica. Dietro segue un quartetto composto da Termoli, Mens Sana Campobasso, Monteroni e Francavilla. Intanto il Ceglie si prepara al match di domenica in casa contro il Monteroni secondo in classifica.

ZUMPATI TE CORE

Teatro Comunale di Ceglie Messapica
Domenica 20 dicembre 2009 ore 20.30

ZUMPATI TE CORE
Antonio Castrignanó, Gruppo popolare del Salento

con Antonio Castrignanò - voce, tamburello, percussioni e danza,
Enza Pagliara – voce,
Ninfa Giannuzzi – voce, violino,
Attilio Turrisi – chitarra battente e classica,
Rocco Nigro – fisarmonica,
Riccardo Laganà – tamburello,
Gianluca Longo – mandole,
Giulio Bianco – zampogne e flauti,
Giuseppe Spedicato – basso acustico


Antonio Castrignanò, protagonista indiscusso della Notte della Taranta dal 2003, ha suonato e collaborato con S.Copeland (Police), Mauro Pagani,Vittorio Cosma, Trilok Gurtu, Giuliano Sangiorgi, Negramaro, Vinicio Capossela, Giovanni Lindo Ferretti, Caparezza, Raitz, ecc. esibendosi su palchi e festival di grande prestigio (womad, estival jazz, med festival, 1°maggio, S.Siro, ecc.). E' l'autore della colonna sonora del film Nuovomondo (Leone d'Argento 2006) di Emanuele Crialese e per questa candidato ai Nastri d'Argento e Ciak d'Oro 2007. Riporta nella sua travolgente narrazione musicale melodie e ritmi arcaici, sonagli e membrane che riconducono a pietre e colori del fascinoso lembo di terra salentino. Canti di lavoro che scandiscono da sempre i tempi e la fatica quotidiana della gente che gli appartiene, senza tralasciare l'espressione musicale più travolgente: la pizzica tarantata.


giovedì 17 dicembre 2009

Ceglie nel Cuore

Il prossimo 22 dicembre dalle ore 18.30 presso il Salone parrocchiale della Chiesa di San Rocco, si terrà una manifestazione pubblica sul tema "Promuoviamo insieme la nostra Ceglie", a cura del gruppo "Ceglie nel Cuore".  Dopo l'incontro dell'11 novembre nel quale è stato presentato il gruppo e la proposta "Ceglie città ecologica", la serata sarà l'occasione per discutere insieme, partendo dalle eccellenze cegliesi, di Promozione della Città. 

 

"PROMUOVIAMO INSIEME LA NOSTRA CEGLIE"
(enogastronomia, arte, cultura, storia e tradizioni

per realizzare con le "eccellenze cegliesi" la promozione della citta')


Programma

• interventi di

Antonella Ricci e Vinod Sokar, chef "Al fornello da Ricci"
Antonio Chirico, "Art Cafè "'
Gaetano di Thiene Scatigna Minghetti, storico
Damiano Leo, poeta
Michele Laveneziana, vice presidente "Comitato feste" parr. san Rocco
Vincenzo Suma, resp. cultura "Ceglie nel Cuore"
Gianfranco Antico, resp. archeologia e speleologia "Ceglie nel Cuore"
Francesco Nacci, commissario "Azienda Promozione Turistica" Brindisi
Antonello Laveneziana, coordinatore "Ceglie nel Cuore"

• adesione alla campagna "Porta la sporta" (per l'abolizione dei sacchetti di plastica) e presentazione dell'iniziativa "Un albero per ogni neonato"
a cura di : Domenico Matarrese, resp. ambiente "Ceglie nel cuore",
Agostino Dematteis, resp. innovazione "Ceglie nel Cuore"
• pubblico dibattito con interventi dei rappresentanti istituzionali e dei cittadini

Al termine della serata degustazione di prodotti tipici cegliesi delle festivita' natalizie
con la collaborazione di:
Antonella Ricci e Vinod Sokar, chef "Al fornello da Ricci"
Francesco Chirico, "L'angolo della pasta"
Domenico Maffei, resp. enogastronomia "Ceglie nel cuore"
Degustazione del nuovo cocktail "Ceglie nel cuore"
con la collaborazione di :
Antonio Chirico e Alessandro Baglivo, staff "Art Cafè"'
Piero argentiero, resp. giovani "Ceglie nel cuore"

mercoledì 16 dicembre 2009

Trilogie

mercoledì 16 dicembre 2009
Ceglie Messapica ore 18.00
Atrio Casa Comunale
GIULIO MARCHIOLI
TRILOGIE
PHOTOS
16 dicembre 2009 - 8 gennaio 2010

saluti istituzionali:
Sindaco Pietro Federico
Ass. alle Politiche Culturali Patrizio Suma
relatore: prof. Gaetano Scatigna Minghetti

-----------------------------------------------
Siamo in tempi caratterizzati da impulsi verso la negazione del bello. La "costruzione dell'anti-bello" ha determinato lo spostamento degli interessi in ambiti diversi, intervenendo, con ferocia e violenza, anche sulla stessa natura relegando quest'ultima al ruolo di pattumiera, di territorio da contaminare, degradare, deculturalizzare,omologare. Contagio che si ritrova in molti atteggiamenti neo-culturali, dove la "contaminazione” giustifica la ragione per la quale tutta deve deter¬minare virulenza, decomposizione, angoscia, morte.
Questa emancipazione del "brutto" avanza tra "vapori olezzanti", tra "odori micidiali ", forme informi e terminologie giustificanti svuotate di sostanza, riempite di non senso. . . La dispersone del nulla...
II nostro è, sicuramente, un territorio privilegiato e particolarissimo, non certo esente da deturpazioni, ma sinceramente direi ancora "naturale". Cosa voglio dire? Siamo dentro aree in cui ancora è possibile trovare
il bello, ciò che riconduce il vivere verso la visione del "Cosmico”.
La radice del bello riemerge, riappare, fino a condensarsi, a farsi “Epifania della Luce”, in queste terre assolate,ventose,pietrose... Io fotografo. Conosco quanto sia necessaria la luce per determinare ciò che ti rivela nell’irrivelato.
Credo necessario, vitale, ri-conoscere questi attraversamenti del bello, questi passaggi unici, irripetibili dello splendore, negli ambiti del nostro quotidiano. La luce, permette di penetrare il visibile per scoprire i luoghi dell'invisibile, gli spazi ritmici universali.
"Il Grande Progetto Cosmico".
Non c'è anti-bello che tenga di fronte a tali manifestazioni rivelatrici. Entriamo all'interno di soluzioni atemporali, di luce che produce altra luce, di meraviglia; oserei dire di "folgorazione', dove altra traccia non c'è se non quella della contemplazione. . .
NESSUNO PUÒ VIVERE SENZA BELLEZZA
Giulio Marchioli





PIAZZA PLEBISCITO


Io Sabato Starò in Piazza, e tu?
Clicca qui.

Leggi anche qui da Smemo.

.