.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

mercoledì 30 marzo 2011

XVII Stagione Concertistica "Caelium"

XVII Stagione Concertistica "Caelium" 

DOMENICA 03 APRILE ore 20.00

La scuola del clarinetto nel Real Collegio di musica di Napoli: tecnica, virtuosismo, melodia e tradizione
L'ottocento cameristico a Napoli:
dal ‘canto’ allo ‘strumento’

Esecutori:
Piero PELLECCHIA - clarinetto
Rossella VENDEMIA - pianoforte
Musiche di: Sebastiani, Pontillo, Labanchi, Mercadante, Cavallini
 

martedì 29 marzo 2011

Reazionari di Terra di Brindisi


Capitolo terzo
Reazionari di Terra di Brindisi 

«... Piaga insanabile di Terra d'Otranto erano le spie, gli intriganti, i delatori di mestiere. ... Le vendette priva¬te, gli interessi personali, il desiderio di occupare le cariche delle loro vittime, l'abitudine all'intrigo, e la premura di trar vantaggio dai disordini, erano i sentimenti che animavano i membri di tal(i) combriccol(e), i quali avevano tutti un carattere turbolento, molti eran privi di mezzi di sussistenza, altri si trovavano oberati di debiti, la maggior parte immorali (specie quelli del ceto ecclesiastico) ed avevano a loro carico rubriche giudiziarie di misfatti e di delitti».

Sono parole ingenerose, è vero!, ma rispecchiano una convinzione parecchio diffusa. Con esse vengono generalmente presentati ai lettori, indistintamente, tutti coloro che, per le più svariate ragioni, sia personali che politiche e, perché no!, di sentimento, si sentivano legati alla Dinastia borbonica se non dai vincoli dell'affetto, almeno da quelli della decenza, per ripetere quanto si può leggere ne «Il Gattopardo», del Principe siciliano Giuseppe Tomasi di Lampedusa.
Naturalmente, questa posizione e l'orientamento che da essa scaturisce, alla luce delle indagini storiografiche che studiosi attenti, specialmente in questi ultimi tempi, vanno compiendo, non sono ormai più sostenibili e non possono essere ulteriormente scusabili, se si vuole effettuare una ricerca serena - scevra da ogni accentuazione o spirito di parte - che abbia come scopo, per quanto ciò sia possibile, di ristabilire la verità storica di quegli anni e di riequilibrarne la bilancia che fino a noi è stata fatta pendere soltanto da una parte. Perciò, coloro che erano fedeli alla Dinastia regnante e non desideravano alcun cambiamento, almeno, non con i metodi propugnati dai liberali, vennero definiti con disprezzo «reazionari», per bollarne la mentalità retriva e codina, articolantesi nella maniera di vivere, nell'attaccamento al trono ed all'altare, nel non desiderare avventure e novità gratuite.

Le pagine che seguono cercano di delineare - sia pure per sommi capi - la storia della parte sconfitta e, per ciò stesso, automaticamente in torto; dei perdenti, che sempre sono stati sommersi nelle azioni e nelle gesta da una coltre pesante, intessuta di enfasi e di retorica.
Devo però, subito, sgomberare il campo da un equivoco che potrebbe sorgere e da un'accusa che mi si potrebbe rivolgere: non ho mai cercato di identificarmi in nessun modo con il legittimismo borbonico, non fosse altro perché il mio costituirebbe un atteggiamento fuori del tempo. Desidero semplicemente porre l'accento sui fatti e sugli avvenimenti, anche essi costellati di episodi virtuosi.
Continua qui.
GAETANO di THIÈNE SCATIGNA MINGHETTI, Risorgimento in Terra di Brindisi. Liberali e Reazionari, Kailinon, Ceglie Messapica, 1984. 

lunedì 28 marzo 2011

Sport


Dalla redazione sportiva

ahiceglie



Pallacanestro Serie B Dilettanti Maschile - Gir.D
MELFI - CEGLIE 
 76-85
Parziali: 18-24, 11-19, 22-19, 25-23
Classifica: Reggio C. 34, Orlandina Basket 34, Martina F. 32, Asd Nuovo Basket Cb 28, Francavilla 30, Corato 26, M.S. Campobasso 26, Catanzaro 24, Ceglie 22, Melfi 18, Bernalda 16, Ragusa 12, Bari 12, Benevento 8.
Pallacanestro Serie C Regionale
  N.P. CEGLIE - S. VITO 
 67-47
Classifica: Dld Basket Taranto 50, Libertas Taranto 44, Castellana 38, Santeramo 36, Np Nardò 34,  Barletta 32, Mesagne 30, Libertas Trani 28, Invicta Brindisi 28, S. Vito 20,  Eagles Ruvo 20, Assi Brindisi 20, Quelli Che … Brindisi 18, Ceglie 18, Eagles Brindisi 12,  Bari 2. 



Pallavolo Serie C Femminile - Gir. B
 NUOVARREDO TEMPESTA - N.P. CEGLIE
 3 - 0
Parziali: 25-18 / 26-24 / 25-10
Classifica: Maglie 44, Ugento 44, Mesagne 37, Magic Volley 39, Aquarica 33, Collepasso 29, L.Tempesta 26, Ceglie 21, Volleyball 15, Techni Plant 15, ASD Olimpius 11, Assi Brindisi 7.
Pallavolo Serie D Maschile - PlayOff Gir. A 
  Riposo  
Classifica: Trelicium 15, Brindisi 9, Ceglie 9, Grumo 6, Ecana 3, Nardò 3. 

sabato 26 marzo 2011

Musica e cinema

Sabato 26 marzo ore 22,00
Bungaro “ARTE”-TOUR 2011
Petralivemusic
Castello Ducale - Ceglie Messapica  

Bungaro, l’anima femminile della canzone d’autore. Sulla scia dei successi raccolti sui palchi prestigiosi dell’Auditorium di Roma e del Blue Note di Milano, al The Place a Roma, a PARLA CON ME RAI 2 un’assaggio del live di Bungaro che presenta il suo ultimo lavoro ARTE per una data esclusiva in PUGLIA al PETRA live. Bungaro, autore raffinato, le cui canzoni viaggiano con naturalezza tra le voci illustri di icone della musica come FIORELLA MANNOIA, ORNELLA VANONI, PAULA MORELENBAUM, GIUSY FERRERI. Bungaro, un autore capace di interpretare magistralmente l’universo femminile e “al femminile”, ha inoltre appena iniziato una collaborazione con CHIARA CIVELLO e ANA CAROLINA., oltre ad aver scritto e prodotto il nuovo disco di PILAR (vincitrice Musicultura 2007 e finalista al Premio Tenco). Il suo cd "ARTE", da cui è tratto il “live”, ha già riscosso in Italia ampi consensi sia di pubblico che di critica ed uscirà in Brasile nell’autunno 2011 con l’inserimento del pezzo "Notizia di te", tema famosissimo della NOVELA (italo-brasiliana) “PASSIONE” che fa oltre 80 milioni di audience, in
prime time sulla Globo Tv.

-------------------------------------------------------

Sabato 26 marzo ore 10,00
Domenica 27 marzo ore 10.00
PIPPO DELBONO incontri e proiezioni
 
Teatro Comunale - Cisternino  

sabato 26 marzo 2011
alle 10,00 la proiezione del film "GUERRA"
e a seguire incontro con Delbono
GUERRA un film documentario diretto da Pippo Delbonoa, prodotto da (h)films di Milano, è il film-documentario con cui Delbono, vincitore del Premio Olimpico del Teatro per la sezione Innovazione, esordisce nel cinema. 


domenica 27 marzo 2011
alle 10,00 proiezione del film "QUESTO BUIO FEROCE"
e a seguire incontro con Delbono
QUESTO BUIO FEROCE
è lo spettacolo di Pippo Delbono (2006) che più coraggiosamente affronta il tabù della morte, scaraventando fin da subito gli spettatori dentro a una scena bianca, candida e abbacinante al tempo stesso, ideata da Claude Santerre.
Clicca qui.

venerdì 25 marzo 2011

PUGLIAMERICA A/R


Venerdì 25 marzo ore 21.00
Maurizio Petrelli & Big Band
"PUGLIAMERICA A/R"

Teatro Comunale Ceglie Messapica

 
"Pugliamerica A/R" è la concretizzazione del percorso musicale del buon cantante e performer Maurizio Petrelli.
Il disco, in cui sono rispolverati brani come "Caravan" di Duke Ellington e "I've Got You Under My Skin" di Frank Sinatra, è da una parte un eccellente tributo al jazz classico/orchestrale americano e dall'altra un omaggio alla cultura musicale pugliese con la reinterpretazione di ben sei brani storici di Domenico Modugno fra cui "Meraviglioso" e la classicissima "Nel blu dipinto di blu". Il sound appare spensierato ed efficace in grado di lasciar trasparire una interessantissima capacità tecnica degna del miglior ensemble musicale. Nel disco sono infatti presenti ben diciannove musicisti e tre cantanti fra cui Guido Pistocchi (solista in una eccellente versione di "Mack The Knife"); il tutto sotto l'attenta regia musicale di Fernando Toma che da due anni dirige il già ben consolidato gruppo.
Trovare un nesso fra due culture musicali così differenti non deve essere stato semplicissimo, il prodotto finale risulta tuttavia uniforme ed equilibrato.
Mario Melillo per Jazzitalia 

giovedì 24 marzo 2011

Umanesimo della Pietra


Il numero unico di Riflessioni-Umanesimo della Pietra, da pochi giorni a disposizione dei lettori, contiene due articoli su Ceglie Messapica.
Continua lo studio del prof. Cosimo Francesco Palmisano del catasto del 1603 di Ceglie del Gaudo, occupandosi nella sesta parte dei bonatenenti di Martina. Il catasto del 1603 fu compilato per fuochi, cioè per singoli nuclei familiari, in cui sono attestati nome, cognome, età, mestiere del capofamiglia e degli altri componenti il nucleo; di seguito compare l'eventuale importo della tassa di testatico, calcolata in onze. Venivano elencati in successione i beni immobili, case e fondi, con i pesi censuari di cui, eventualmente, erano gravati; i capi di bestiame posseduti e la situazione debitoria e creditizia.
Olga Sarcinella si occupa della cripta di san Michele.

il catasto di ceglie del gaudo del 1603 i bonatenenti di martina
COSIMO FRANCESCO PALMISANO

Premessa
UdP 2010In questo trentatreesimo numero dell'annuario Riflessioni-Umanesimo della Pietra, del catasto antico di Ceglie del Gaudo' privilegio le numerose schede intestate ai bonatenenti de Martina che possedeno beni ... in territorio di Ceglie, come contributo alle manifestazioni promosse per ricordare il settimo centenario del riconoscimento istituzionale del Casale della Franca Martina (1310-12 agosto-2010) con privilegio emanato da Napoli dal principe di Taranto Filippo I d'Angiò (1294-1331).
Il vasto territorio di Martina fu disegnato, sebbene in seguito notevolmente decurtato nella parte nord-orientale, con privilegio del 15 aprile 1359 dal principe di Taranto Roberto d'Angiò (1343-1364), figlio di Filippo I.
In questo documento la delimitazione con l'antica terra di Ceglie toccava i seguenti limiti: ... ad Speclam vulgo nuncupatam delli Lupi, et ab inde versus boream de nostro territorio circa, et iuxta territorium terrae nostrae Cilii ... discurrat ... ad Speclam Sancti Martini juxta Sarlum; et a dicta specla ad Padulem dictam Proceliani...
Dei quattro toponimi citati tre sono sicuramente identificabili: Specchia delli Lupi con la Specchia di Facciasquata, antico trifinio tra Ceglie, Taranto e Oria; Sarlo con l'attuale Contrada Fogge di Sauro; la Padula di Proceliano, già termine confinario tra Ceglie e Ostuni nel XII secolo, è l'odierna Contrada Recupero, così ridenominata da un monopolitano commorante in Martina, Giulio Recupero (1744-1799), possessore della Masseria di Pruscigliano in luoco detto Monte d'Oro in territorio di Ceglie.


la cripta di san michele in agro di ceglie messapica
OLGA SARCINELLA

Premessa
UdP 2009Questo contributo sulla Cripta di San Michele in territorio di Ceglie Messapica s'inserisce nel più vasto ambito di ricerca sulle chiese-cripte bizantine del Sud Italia, che, a partire dalla seconda metà del XIX secolo, sono state e sono tuttora oggetto di attente e qualificate ricerche da parte di eminenti studiosi, ai quali va riconosciuto il merito di aver costantemente inverato l'argomento.
L'ultimo orientamento nello studio delle chiese-cripte e degli insediamenti rupestri circostanti ha, infatti, determinato non solo un radicale cambiamento dello schema interpretativo generale ma, anche, un mutamento delle metodologie d'indagine.
Nel corso del Convegno di Studi Speleologici, tenutosi a Frasassi dal 29 ottobre al 1° novembre 2004, sono stati presentati gli esiti di una puntuale analisi speleologica sulla Cripta di San Michele, il che ha permesso un utile e interessante raffronto fra questa grotta cultuale e altre simili, rilevate in ambito italiano e internazionale.

martedì 22 marzo 2011

Giornata mondiale dell'acqua


Il 22 marzo si celebra la 'Giornata mondiale dell’acqua', una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 per porre l’attenzione sull’importanza delle acque dolci e sulla gestione sostenibile delle risorse idriche. Ogni anno la Giornata Mondiale dell’Acqua sceglie un tema relativo ad uno degli aspetti delle acque dolci. Nel 2011 il tema è  «Acqua per le città, rispondere alla sfida urbana», ricorda che il bene acqua sarà sempre più conteso anche nelle metropoli. La sfida delle acque urbane non è dovuta alla scarsità della risorsa, ma alla cattiva gestione e alla cattiva politica, che non contrastano l’inquinamento, i cambiamenti climatici e l’avidità delle multinazionali che si accaparrano questo bene comune.
I dati sul rapporto tra acqua e urbanizzazione, pubblicati sul sito ufficiale del World Water Day 2011 (www.worldwaterday2011.org), parlano chiaro. La crescita della popolazione urbana avanza al ritmo di due persone al secondo, metà della popolazione mondiale vive ormai nelle città, entro due decenni saranno il 60% con punte del 95% nei Paesi in via di sviluppo.
In un mondo sempre più ingiusto, il prossimo referendum italiano potrebbe costituire una tappa importante nella nostra società: il controllo sull’acqua dovrebbe essere pubblico, sociale, equo e non destinato alla creazione di profitto; deve rispettare l’ecosistema, le sorgenti e le falde.
Principi difficili da realizzare se si considera la Terra solo come un business, un deposito infinito di materie prime. 

26 marzo 2011
Ore 14.00 - Piazza della Repubblica
Manifestazione nazionale a Roma
Vota si' ai referendum per l'acqua bene comune.
SI' per fermare il nucleare, per la difesa dei beni comuni, dei diritti, della democrazia

lunedì 21 marzo 2011

Sport


Dalla redazione sportiva

ahiceglie

Pallacanestro Serie B Dilettanti Maschile - Gir.D
Riposo 
Classifica: Reggio C. 34, Orlandina Basket 32, Martina F. 30, Asd Nuovo Basket Cb 28, Francavilla 28, Corato 26, M.S. Campobasso 24, Catanzaro 24, Ceglie 20, Melfi 18, Bernalda 14, Ragusa 12, Bari 10, Benevento 8.
Pallacanestro Serie C Regionale
  N.P. CEGLIE - CASTELLANA
 64-75
Classifica: Dld Basket Taranto 48, Libertas Taranto 42, Castellana 36, Np Nardò 34, Santeramo 34,  Barletta 32, Libertas Trani 28, Invicta Brindisi 28, Mesagne 28, Quelli Che … Brindisi 18, Ceglie 18, S. Vito 18,  Eagles Ruvo 18, Assi Brindisi 18, Eagles Brindisi 12,  Bari 2. 



Pallavolo Serie C Femminile - Gir. B
  N.P. CEGLIE - CENTROVOLLEY OLIMPIUS
 3 - 1
Parziali: 23-25 / 25-20 / 25-17 / 25-21
Classifica: Maglie 41, Ugento 41, Mesagne 37, Magic Volley 36, Aquarica 33, Collepasso 29, L.Tempesta 23, Ceglie 21,  Volleyball 15, Techni Plant 12, ASD Olimpius 11,  Assi Brindisi 7.
Pallavolo Serie D Maschile - PlayOff Gir. A 
  N.P. CEGLIE - NARDO'
 3 - 1
Parziali: 29-27 / 27-25 / 17-25 / 25-22
Classifica: Trelicium 15, Brindisi 9, Ceglie 9, Grumo 6, Ecana 3, Nardò 3. 

-------------------------------------------------------

FOTO D'AUTORE

E' una foto di Lane Turner. Dopo il sisma tremendo che ha colpito il Giappone, e lo tsunami che ne è seguito un uomo verifica le liste di evacuati presso un centro di evacuazione.

sabato 19 marzo 2011

Buona domenica


Sabato

Ore 18.30 Sala polivalente del MAC 9cento
Presentazione Agenda del Comitato Regionale
Comitato pugliese 150° anniversario dell’Unità d’Italia
Info 


Ore 18.30 Palazzetto dello sport
N.P. CEGLIE - 
CENTROVOLLEY OLIMPIUS
Pallavolo Serie C Femminile - Gir. B

Ore 18.30 Palestra Scuola Media Leonardo da Vinci
N.P. CEGLIE -  NARDO'
Pallavolo Serie D Maschile - PlayOff Gir. A

Domenica

Ore 10.00 - 12.30 Galleria d'Arte Moderna Emilio Notte
Info qui.

Ore 13.00 Pranzo
Info qui.

Ore 15.00 Passeggiata nel centro storico

Ore 17.30 Teatro Comunale
IL GATTO E GLI STIVALI
Teatro Kismet Opera (Bari)
Rassegna di teatro per le famiglie


Ore 18.00 Palazzetto dello sport
N.P. CEGLIE -  CASTELLANA
Pallacanestro Serie C Regionale


Ore 21.00 Cena 
Info qui.


Farmacia di turno
Farmacia Caputo
Via Umberto I, 47
Telefono: 0831-377159


-------------------------------------------------------------

Salviamo l’ospedale
Sabato 26 marzo 2011 ore 10.30
Manifestazione pubblica
in difesa del nostro
ospedale

L’Amministrazione Comunale, il Presidente del Consiglio, i gruppi consiliari: PDL-PPDT-DC-UDC-LISTA MAGNO e il Comitato di salvaguardia del presidio ospedaliero
Invitano tutta la cittadinanza a partecipare alla manifestazione pubblica che partirà da Piazza Plebiscito per raggiungere l’ospedale civile.

-------------------------------------------------------------

Stage residenziale presso La Luna nel pozzo
CLOWN  INTERCULTURALE

condotto da ROBERT McNEER
Il clown è la celebrazione di tutte le cose che non sappiamo fare nella vita."

dal 29 marzo al 3 aprile 2011
 
Il naso del clown, 'la maschera più piccola del mondo', è la maschera che smaschera. Attraverso il clown, scopriamo le qualità interiori dell'apertura, della spontaneità, del gioco. Il clown lascia volare la nostra 'immaginazione, mentre tiene i nostri piedi saldamente a terra. Il lavoro proposto in questo stage è sul clown teatrale, non quello circense, quindi pone una grande attenzione sul processo interiore che ci porta un'attenzione tenera ai rapporti umani.  Questo clown si veste in modo eccentrico e porta un naso rosso, ma non deve saper fare giocoleria, acrobatica o gag comici. Ci aiuta semplicemente a trovare la porta verso la nostra ingenuità umana, dando il benvenuto a tutto quello che emerge. Lavorando con il gioco, l'improvvisazione e il palco vuoto, troveremo i nostri clown, dentro di noi,  L'ingrediente che da il suo sapore così particolare e divertente a questo stage è il fatto che i partecipanti sono in parte Italiani e in parte stranieri, un miscuglio di culture, età e percorsi di vita. Comunicare con tutti diventa un impresa spesso disperatamente comica e molto coinvolgente per il clown di ciascuno. E tutto questo in un ambiente naturale, protetto e caloroso. E il cibo pugliese...
Questo stage è adatto a tutti, con o senza esperienza clown.

Per informazioni ed iscrizione
La Luna Nel Pozzo    tel 0831/330353,    335/8037241 
 teatro.lunanelpozzo@tiscali.it
sito: www.la-luna-nel-pozzo.com

-----------------------------------------------------------

Libia, il governo italiano esclude interventi via terra. Peccato, avremmo strisciato benissimo.
[edelman]

Il gatto e gli stivali

Domenica 20 marzo ore 17.30
 
Teatro Comunale Ceglie Messapica
IL GATTO E GLI STIVALI
Teatro Kismet Opera (Bari)
 
IL POSTO DELLE FAVOLE III Ed.
Rassegna di teatro per le famiglie
 

Condito di una verve tutta originale, ironico e divertente, ma al contempo pregno di quei messaggi propri della fiaba, Il gatto e gli stivali in versione Lucia Zotti attinge alla storia popolare, riletta e personalizzata grazie alle scelte registiche, all'interpretazione dei tre attori e alle musiche originali.
Un giovane alle prese con l'assunzione di responsabilità della propria vita viene guidato e condotto al successo da un gatto molto particolare. Il padre muore e lascia in eredità i suoi pochi e apparentemente poveri averi ai tre figli. Al più giovane tocca il gatto di famiglia  e il ragazzo se ne lamenta considerandolo inutile e soltanto sufficiente per una magra cena. Ma il gatto, che non ha intenzione di finire arrosto con le patate, mette in atto tutto il suo ingegno per dimostrarsi straordinario e indispensabile salvandosi, così, la vita. Aiutato da un paio di stivali magici che gli consentono di spostarsi velocemente, conduce il suo padrone al successo e alla felicità.

venerdì 18 marzo 2011

La Costituzione

PARROCCHIA SAN ROCCO
Azione Cattolica - Acli - Centro Giovanile - Gruppo Famiglie

La Costituzione Italiana
“lievito”
per una società solidale

VENERDI' 18 MARZO

Ore 18.00 - nella chiesa di San Rocco: Santa Messa di suffragio per il 21° anniversario della morte di Don Oronzo Elia

Ore 18.30 - nel salone parrocchiale di San Rocco:
Conversazíone sul tema in occasione del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia...

 
- Introducono
Tommaso Argentiero: Acli - Ceglie Messapica
Antonello Laveneziana: Presidente Azione Cattolica di San Rocco
- Intervengono
Corradino De Pascalis: Segretario Generale CISL - Provincia di Brindisi
Antonio Petraroli: Delegato Regionale Movimento Lavoratori di AC-Regione Puglia `
- Conclude
Don Angelo Principalli: Parroco di San Rocco
- Modera
Michele Laveneziana: Responsabile Gruppo Famiglie San Rocco

DURANTE LA SERATA SARA' PRESENTATO IL NEO COSTITUITO MLAC DELLA DIOCESI DI ORIA A CURA DEL SEGRETARIO DIOCESANO GIUSEPPE D'AMBROSIO.


--------------------------------------------------

Nucleare


Come previsto in un mio commento precedente il governo frena sul ritorno del nucleare in Italia perché la vittoria del fronte del 'no' al referendum di giugno sembra più probabile. In un clamoroso fuori onda il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo si è sfogata con il titolare dell'Economia Giulio Tremonti: "E' finita. Non possiamo mica rischiare le elezioni per il nucleare - ha detto - non facciamo cazzate: dobbiamo uscirne ma in maniera soft".
Prima delle lobby conta la propria sopravvivenza. Alla faccia degli italiani.
Intanto, però, meglio lasciare aperte tuttte le porte. Cosa succede in Parlamento?
Si approva una piccola legge he prevede la possibilità di costruire centrali nucleari e depositi radioattivi anche con un atto di forza contro il parere degli enti locali, nonostante le ultime dichiarazioni “nucleare sì, ma solo se le Regioni lo vogliono” . 
Amen

giovedì 17 marzo 2011

W l'Italia 3


Tra allori alita il Tricolore con ardimento sul colle
in venti scorsi il vessillo è in tripudio
tra festa e allegria erge baldanzosa velatura filata d’onore
Ti piegano le mani che ti hanno ammainata del pianto sei lavata
anela tepore tra tanta immolazione
nel dirti Italia sei arditezza del valore, decoro, lealtà
eppur il mero risentimento contrapposto
all’impavido giuramento animoso
del morente gagliardo emblema l’amor di Patria

Vagheggia nostalgico vento sfarzoso
sfiora remissiva accondiscendenza
mentre depredata leggiadra speranza sussulta la sorte fulgida
Rifulgono le strofe di fiero commiato d’eroico spiraglio
esultano le brezze di aspri vati novellano ameni valorosi
s’apprestano nell’avvenire echi fluttuando squillanti suoni d'una fine
lenta s’espande evoca il soldato morente d’agonia
d’ora eroe da intrepida audacia

Antonio Conserva © 2011

Il Risorgimento in Terra di Brindisi.  
Per gentile concessione del prof. Gaetano di Thiène Scatigna Minghetti, che ringrazio, pubblico la prima parte di un suo studio  “Il Risorgimento in Terra di Brindisi. Liberali e Reazionari”, un contributo alla conoscenza del Risorgimento in ambito locale, e non solo, molto utile per capire come si muove nella realtà più vicina la storia.

GAETANO di THIÈNE SCATIGNA MINGHETTI, Risorgimento in Terra di Brindisi. Liberali e Reazionari, Kailinon, Ceglie Messapica, 1984.

PREFAZIONE

Risorgimento in Terra di BrindisiOrmai da qualche anno, superate serenamente parecchie prevenzioni e mortificanti visioni di parte per mezzo di studi più approfonditi e di analisi più rigorose, si sono venute precisando visuali meno faziose e maggiormente consone al rigore storico postulato dallo studio del nostro movimento risorgimentale, anche riguardo alle realtà ritenute oscure o controverse.
Gli scritti di Carlo Alianello insieme con quelli di Giorgio Cucentrentoli di Monteloro, di Giuseppe del Ninno e di tanti altri, fino ai recentissimi di Pier Giusto Jaeger e di Giuseppe Coniglio, unitamente alle pagine - anche se prospetticamente diverse - che Giacinto de' Sivo redasse, con spirito autenticamente partigiano e forse anche cortigiano verso i caduti Borboni, han¬no posto giustamente a fuoco una realtà quasi sempre volutamente distorta e troppo spesso comodamente celata: la realtà dell'altra Italia nel secolo decimonono; dell'Italia, cioè, degli Stati a dimensione «regionale». In pratica dell'Italia dei vinti e, per ciò stesso, da cancellare.
«... molte accuse sono state lanciate alla dinastia borbonica specialmente da parte dei liberali negli ultimi anni del suo dominio, e nella sua politica liberticida venne identificata l'origine della maggior parte delle disgrazie meridionali di cui il governo "negatore di Dio" parve avesse assunto tutte le responsabilità. Ma é giustizia riconoscere, che la politica borbonica fu quasi sempre superiore alla sua fama, e che molte colpe attribuitele furono piuttosto il risultato di una complessa eredità storica, di cui il primo e più grande merito spetta alla politica economica spagnuola, "arrendatríce" - per usare un vocabolo dell'epoca - oltre ogni limite non di giustizia ma di umanità».
D'altronde, se è necessario focalizzare conveniente¬mente il valore, il coraggio, la fedeltà e lo spirito di sacrificio che, senza dubbio, furono presenti dalla parte dei «nemici dell'unità», caratterizzandone costantemente le azioni e le reazioni; e se è pure doveroso riconoscere onestamente gli ideali che informarono il cosiddetto mondo della legittimità ai prìncipi e ai sovrani della Penisola, sarebbe in ogni caso davvero eccessivo dare vita o alimentare una gratuita mitologia ed una vieta letteratura agiografica sugli «eroici e nobili» staterelli che avrebbero opposto, sino ad arrivare all'olocausto finale, una strenua resistenza all'aggressione borghese e massonica del Piemonte liberale.
Anche perché non si deve e non si può combattere la «retorica» del Risorgimento per sostituirla con quella altrettanto deleteria dell'Antirisorgimento. Si cadrebbe così nell'identico peccato che si imputa agli altri.


Continua qui:
Prefazione.
Cap. I - La rivoluzione napoletana del 1799 e i suoi influssi in Terra di Brindisi. Gli Alberi della Libertà.

Seguiranno nei prossimi giorni gli altri capitoli.

mercoledì 16 marzo 2011

W l'Italia 2

Domani una sorpresa per i lettori del blog. 
--------------------------------------------------------


Centrosinistra: "niente soldi per i nostri defunti"
A distanza di 2 mesi a seguito di una nostra interrogazione la Giunta Caroli si ricorda del Cimitero Comunale e delibera di costituire la commissione per l’assegnazione dei Lotti per la edificazione di 76 Cappelle Gentilizie Private.
Con la stessa delibera ha deciso di accantonare la realizzazione dell’Ossario Comune,dei Nuovi Loculi per i Colombari, del Monumento ai Defunti e delle 16 Edicole Funerarie da realizzare direttamente dal Comune.
E intanto nel nostro Cimitero accade che:
Continua qui. 

martedì 15 marzo 2011

W l'Italia

Comitato Cittadino“Ceglie nel Cuore”
Associazione“Ceglie Città Cultura”
Ceglie Messapica (BR)
 
con il Patrocinio di :
Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica
Amministrazione Provinciale di Brindisi


In occasione della ricorrenza del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, con l’obiettivo principale di coinvolgere quanti più è possibile in un percorso di riflessione, approfondimento e partecipazione per un evento capace di mettere in risalto il lungo e complicato processo di unificazione nazionale, sono indetti i seguenti concorsi:

· CONCORSO DI POESIA (in lingua)
· CONCORSO DI FOTOGRAFIA
· CONCORSO DI ARTI FIGURATIVE (pittura, scultura e creazioni artistiche varie) 

“L’Italia: Nata per Unire” 

REGOLAMENTO
1)    La partecipazione al Concorso è aperta a tutti, purché gli elaborati e le opere siano in linea con il tema indicato.
2)    Si concorre con un massimo di tre opere.
3)    Per le poesie è necessario inviare cinque copie in forma anonima ed inserire in busta chiusa a parte :  cognome, nome, data di nascita, indirizzo, recapito telefonico ed e-mail.
4)    Le  opere devono pervenire al seguente indirizzo: CONCORSO “L’Italia : Nata per Unire” –  Via Petrarca 6 – 72013 Ceglie Messapica (Br), entro e non oltre sabato 16  aprile 2011.
5)    Non è richiesto contributo di partecipazione.
6)    Per eventuali contatti chiamare al numero 339/1149074.
7)    Una apposita qualificata giuria, valutate in modo insindacabile le opere in concorso, assegnerà premi e diplomi in occasione della manifestazione 

“Buon Compleanno Italia”

che si terrà giovedì 28 aprile 2011 ore 20.00 
------------------------------------------------------------------------------

Scuole e Amministrazione comunale
In occasione della festa nazionale dell’Unità d’Italia, il 17 marzo, il Comune di Ceglie Messapica celebra i 150° anni con una manifestazione mercoledì 16 marzo in collaborazione con l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Cataldo Agostinelli”, con la Scuola Secondaria di Primo Grado “G. Pascoli”, il 1°Circolo “E. De Amicis”, il 2°Circolo Didattico Statale “Giovanni Bosco”, e la Scuola Paritaria Istituto Sacro Cuore.
Il programma prevede la partenza degli alunni dai rispettivi plessi scolastici alle ore 9.30 per confluire in piazza Sant'Antonio da dove insieme all'Amministrazione Comunale si raggiungerà Piazza Plebiscito. Alle ore 10.30 la manifestazione celebrativa continuerà con il canto dell'inno nazionale e con brevi interventi commemorativi da parte dei singoli circoli scolastici.

-------------------------------------------------------------------

A questo scempio c'è rimedio


si possono usare i tetti delle costruzioni esistenti
a questo no

lunedì 14 marzo 2011

Sport


Dalla redazione sportiva

ahiceglie



Pallacanestro Serie B Dilettanti Maschile - Gir.D
VIOLA REGGIO C. - CEGLIE 
 84-79
Parziali: 00-00, 00-00, 00-00, 00-00
Classifica: Reggio C. 34, Orlandina Basket 32, Martina F. 30, Asd Nuovo Basket Cb 28, Francavilla 28, Corato 26, M.S. Campobasso 24, Catanzaro 24, Ceglie 20, Melfi 18, Bernalda 14, Ragusa 12, Bari 10, Benevento 8.
Pallacanestro Serie C Regionale
 RUVO - N.P. CEGLIE 
 78-53 
Classifica: Dld Basket Taranto 46, Libertas Taranto 40, Castellana 34, Barletta 32, Np Nardò 30, Santeramo 30, Libertas Trani 28, Invicta Brindisi 28, Mesagne 26, Quelli Che … Brindisi 18, Ceglie 18, S. Vito 18,  Eagles Ruvo 18, Assi Brindisi 16, Eagles Brindisi 12,  Bari 2. 



Pallavolo Serie C Femminile - Gir. B
 Riposo 
Classifica: Maglie 41, Ugento 38,Magic Volley 36, Mesagne 34, Aquarica 30, Collepasso 29, L.Tempesta 20, Ceglie 18,  Volleyball 15, Techni Plant 12, ASD Olimpius 11,  Assi Brindisi 7.
Pallavolo Serie D Maschile - PlayOff Gir. A 
 BRINDISI - N.P. CEGLIE
 3 - 0
Parziali: 25-16 / 25-18 / 25-20
Classifica: Trelicium 12, Brindisi 9, Ceglie 6, Grumo 3, Ecana 3, Nardò 3. 

sabato 12 marzo 2011

Buona domenica


Sabato

Ore 22.00 Art Cafè Wine Bar
**DJ SET**OneNight ART CAFE

Ore 22.00 PetraLiveMusic
Francesco Loccisano in "Battente Italiana"
Francesco Loccisano- chitarra battente/voce
Mico Corapi cajon /voce
Stefano Simonetta basso
Vincenzo Gagliani- tamburello/percussioni

Domenica

Ore 10.00 - 12.30 Galleria d'Arte Moderna Emilio Notte
Info qui.

Ore 13.00 Pranzo
Info qui.

Ore 15.00 Passeggiata nel centro storico

Ore 15.30 Corso Garibaldi

Scasciapignata
Organizzata da Raffaele Carriero 

Ore 19.00 Teatro Comunale
Amata terra mia
 COMPAGNIA TEATRALE "I SENZA VERGOGNA"

 
Ore 21.00 Cena 
Info qui.

Farmacia di turno
Farmacia Ricci
Corso Garibaldi, 18
Telefono: 0831-377118
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Il Mercoledì delle Ceneri è il primo giorno della Quaresima, ovvero il primo giorno del periodo penitenziale in vista della Pasqua cristiana che ha inizio dopo il cosiddetto Martedì grasso, ultimo giorno di Carnevale.
“Come ricordano spesso gli anziani, ai loro tempi, questo periodo era caratterizzato da pesanti digiuni e severe penitenze. Era, infatti, vietato mangiare carne, ma solo baccalà, il sardone salato affumicato, le acciughe e qualche frutto, per purificarsi dalle lunghe feste del Carnevale.
Questa antica tradizione rappresentava anche un momento di incontri tra famiglie, in una comunità dove erano quasi assenti i luoghi di incontro dove socializzare.
Questo momento particolarmente austero veniva interrotto nella prima domenica di Quaresima, quando ad opera del più piccolo o anziano di casa, veniva rotta la pentolaccia: una antica pignatta ormai inservibile, riempita di cenere o di legumi. Era un’impresa rompere questa pignatta appesa al soffitto di casa e fatta penzolare per rendere più difficile l’operazione. La persona incaricata, bendata e fatta girare per far perdere l’orientamento veniva munita di un lungo bastone e buttava fendenti a destra e a manca per cercare di colpire la pignatta, chi la rompeva, poteva prendere il contenuto.”
Tratto da Quaremme in Ceglie Plurale
 

Fiumi di parole

OSPEDALE: LE PROPOSTE DEL CENTROSINISTRA.
Abbiamo appreso dalla stampa che il Sindaco , i Capigruppo Consiliari del Centrodestra e dell’UDC hanno emesso un comunicato sulla chiusura del nostro Ospedale. L’azione amministrativa del Sindaco è stata totalmente fallimentare in quanto non ha saputo affrontare la situazione con ponderatezza. Anzi ha peggiorato tutto con la sua arroganza e la sua incapacità amministrativa scegliendo una strada completamente diversa da quella concordata e decisa all’unanimità dall’ultimo Consiglio Comunale. Il Sindaco quando ne ha voglia o meglio bisogno, chiama a raccolta tutti i consiglieri comunali, quando invece ritiene di poter fare da solo va avanti per la sua strada senza il coinvolgimento di chi non la pensa come lui. Il problema reale, che purtroppo sfugge al Sindaco, è quello che non deve strumentalizzare la situazione, sulla pelle dei cegliesi, per creare condizioni favorevoli per le future prospettive politiche di chi lo porta per mano.

COMUNICATO STAMPA A FIRMA DEL SINDACO Luigi Caroli, DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Mario Annese E DEI CAPIGRUPPO CONSILIARI Nicola Ricci, Pasquale Santoro, Nicola Ciracì, Ciro Argese, Antonio Piccoli 
Malgrado gli impegni e le promesse della Regione Puglia e del Direttore Generale della ASL/BR1, la triste realtà è che la decisione di sopprimere il locale ospedale di Ceglie Messapica è definitiva. A ciò si aggiunga che nessun servizio alternativo verrà attivato, come sbandierato nelle scorse settimane, evidentemente per calmare le popolazioni. Al danno inoltre si aggiunge la beffa visto che il Direttore Generale dott. Rollo e i suoi collaboratori hanno deciso di trasferire nell’unica struttura che verrà chiusa, malgrado sia idonea e a norma, gli ambulatori di Odontoiatria, Allergologia, Oculistica, tutti i servizi distrettuali e a breve anche qualche reparto dell’Ospedale di Francavilla Fontana che necessita di interventi di ristrutturazione e consolidamento per milioni di euro.

Clicca per nascondere

Ospedale: le proposte del centrosinistra

Abbiamo appreso dalla stampa che il Sindaco , i Capigruppo Consiliari del Centrodestra e dell’UDC hanno emesso un comunicato sulla chiusura del nostro Ospedale. L’azione amministrativa del Sindaco è stata totalmente fallimentare in quanto non ha saputo affrontare la situazione con ponderatezza.
Anzi ha peggiorato tutto con la sua arroganza e la sua incapacità amministrativa scegliendo una strada completamente diversa da quella concordata e decisa all’unanimità dall’ultimo Consiglio Comunale.
Il Sindaco quando ne ha voglia o meglio bisogno, chiama a raccolta tutti i consiglieri comunali, quando invece ritiene di poter fare da solo va avanti per la sua strada senza il coinvolgimento di chi non la pensa come lui.
Il problema reale, che purtroppo sfugge al Sindaco, è quello che non deve strumentalizzare la situazione, sulla pelle dei cegliesi, per creare condizioni favorevoli per le future prospettive politiche di chi lo porta per mano.
Facendo tra l’altro finta di non sapere che i tagli alla sanità pugliese sono quelli imposti dal suo governo e dai suoi ministri con in testa il pugliese Fitto.
I Consiglieri Comunali del centro sinistra, pur respingendo questo atteggiamento non rispettoso e non democratico, come sempre con responsabilità hanno continuato a svolgere il ruolo che i cittadini di Ceglie hanno ritenuto di assegnare loro coinvolgendo altri soggetti istituzionali.
In qualità di rappresentanti dell’opposizione il nostro impegno è stato sempre teso a portare a casa il miglior risultato possibile per la nostra comunità.
Dal Sindaco e dai suoi consiglieri non abbiamo ancora ascoltato una proposta concreta che potesse garantire servizi reali ed assistenza sanitaria adeguata alla nostra popolazione.
Per il ruolo che rivestiamo, noi anziché dire quello che non si deve fare, al punto in cui siamo, diciamo quello che bisogna fare e che sosterremo con forza in tutte le sedi affinché possa essere realizzato.
CHIEDIAMO CHE DA SUBITO LA NOSTRA STRUTTURA DIVENTI PRESIDIO TERRITORIALE SPECIALISTICO per garantire i seguenti servizi:
a) Punto di primo intervento territoriale con postazione mobile 118 medicalizzata a presidio della emergenza-urgenza e gestione codici bianchi e verdi.
b) Poliambulatorio specialistico con attività anche sotto forma di “day service” per la cura e la riabilitazione delle malattie croniche ( scompenso cardiaco, diabete mellito, broncopolmonite, ecc)
c) Centro di Assistenza Dialitica per i pazienti con insufficienza renale cronica e in trattamento dialitico, il cui bando per la realizzazione è in fase di pubblicazione e sarà finanziato con i fondi FESR.
d) Laboratorio di Patologia Medica Territoriale di primo livello ( laboratorio analisi) per l’esecuzione di tutte le indagini di laboratorio.
e) Servizio di Radiologia Territoriale con l’installazione di apparecchiatura TAC, il cui bando per l’acquisto è in fase di pubblicazione e verrà finanziata con i fondi FESR.
f) Servizio per la continuità assistenziale , a potenziamento della sicurezza sanitaria dei cittadini del territorio,
g) Servizio di Medicina di gruppo, con particolare riferimento alla gestione dei percorsi assistenziali per la cronicità,
h) Punto di accesso al sistema della integrazione socio-sanitaria con particolare riferimento all’assistenza domiciliare e attivazione con i servizi sociali comunali della Porta Unica di Accesso (PUA) i) Articolazione territoriale dei servizi del Dipartimento di Prevenzione,
l) Consultorio Familiare, nel rispetto da quanto previsto dalla riorganizzazione della rete consultoriale regionale. m) Centro di Salute Mentale attivo 12 ore giornaliere.
CHIEDIAMO INOLTRE CHE LA REGIONE PUGLIA,AUTORIZZI IN TEMPI RAPIDI, PER LA NOSTRA STRUTTURA L’ ATTIVAZIONE :
Di una Residenza Assistenziale Sanitaria (RSA) e/o Socio Sanitaria (RSSA) per complessivi 40 Posti , con 1 modulo di 20 Posti letto per la riabilitazione e 1 modulo di 20 Posti letto per l’area della senescenza,
CHIEDIAMO ANCORA CHE:
I Reparti di Lungodegenza e di Psichiatria restino operativi nella nostra struttura in considerazione dei lavori in corso in quella di Francavilla F.na .
La nostra struttura venga utilizzata nella sua complessità anche per allocare reparti e servizi che la struttura di Francavilla F.na non potrà contenere nel tempo sia per lavori, che per assenza di spazi adeguati.
A questo punto, con realismo e senza alcun intento propagandistico, porteremo avanti questi impegni e queste proposte, che in silenzio e da tempo abbiamo elaborato e costruito. Abbiamo chiesto al Consigliere Regionale Pino Romano di sostenere fino in fondo ed in tutte le sedi quanto da noi richiesto, questa è la nostra proposta-risposta alle strumentalizzazioni, alla demagogia che il Sindaco e la sua Maggioranza a giorni alterni si inventano per nascondere la loro incapacità amministrativa e politica che ha fatto diventare Ceglie la cenerentola della Provincia di Brindisi e della Puglia.
Le parate dei diversi soggetti istituzionali che sono venuti a Ceglie in Consiglio Comunale, alle manifestazioni non sono servite a nulla, il Sindaco da buon padrone di casa ha permesso loro di mettersi in mostra .
I Consiglieri Comunali del Centrosinistra: Rocco Argentiero, Tommaso Argentiero, Donato Gianfreda, Nicola Trinchera


COMUNICATO STAMPA A FIRMA DEL SINDACO Luigi Caroli, DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Mario Annese E DEI CAPIGRUPPO CONSILIARI Nicola Ricci, Pasquale Santoro, Nicola Ciracì, Ciro Argese, Antonio Piccoli 
Malgrado gli impegni e le promesse della Regione Puglia e del Direttore Generale della ASL/BR1, la triste realtà è che la decisione di sopprimere il locale ospedale di Ceglie Messapica è definitiva.
A ciò si aggiunga che nessun servizio alternativo verrà attivato, come sbandierato nelle scorse settimane, evidentemente per calmare le popolazioni.
Al danno inoltre si aggiunge la beffa visto che il Direttore Generale dott. Rollo e i suoi collaboratori hanno deciso di trasferire nell’unica struttura che verrà chiusa, malgrado sia idonea e a norma, gli ambulatori di Odontoiatria, Allergologia, Oculistica, tutti i servizi distrettuali e a breve anche qualche reparto dell’Ospedale di Francavilla Fontana che necessita di interventi di ristrutturazione e consolidamento per milioni di euro.
E’ lecito chiedersi quanti milioni di euro serviranno per rimettere a norma l’intera struttura di Francavilla Fontana e se gli interventi programmati garantiranno la staticità positiva della struttura nel tempo, come è lecito chiedersi a cosa sono serviti i milioni di euro derivanti dall’ex art. 20 che la Regione Puglia ha investito per rendere l’Ospedale di Ceglie Messapica il più a norma dell’intera provincia. Evidente lo scempio del denaro pubblico perpetuato dalla Regione Puglia e dal direttore dell’ASL/BR1 incapaci di un attenta e oculata gestione e di una equa distribuzione dei servizi sul territorio.
I capigruppo consiliari di Ceglie Messapica, malgrado il silenzio assordante sulla questione della chiusura dell’Ospedale di Ceglie che offende ed umilia una popolazione di 20.000 abitanti ritenendo di dover continuare la battaglia in difesa di un ospedale che fino ad oggi ha rispettato tutti gli standard qualitativi richiesti dalle vigenti normative, hanno convenuto di:
1. inviare alla Corte dei Conti un esposto al fine di accertare le eventuali responsabilità nello sperpero di denaro pubblico;
2. inviare alle autorità competenti una richiesta di verifica della staticità, sicurezza e salubrità dell’Ospedale di Francavilla Fontana;
3. richiedere in via ufficiale le dimissioni del direttore Generale dell’ASL/BR 1 dott. R. Rollo per evidente e manifesta incapacità a rispettare gli impegni assunti con le istituzioni e la popolazione cegliese, per gli evidenti disagi arrecati oltre che per la pessima gestione delle risorse disponibili; Per i motivi innanzi riportati i capigruppo consiliari hanno deciso di avviare un presidio permanente all’interno dell’Ospedale Civile dal giorno 16 marzo sino al 24 marzo giorno in cui verrà proclamato lo Sciopero Generale della città di Ceglie Messapica con una manifestazione che si terrà alle ore 11.00 nei pressi del locale Ospedale Civile alla quale verranno invitati tutti i sindaci e i comitati in difesa degli ospedali dei comuni interessati.
COMUNICATO STAMPA A FIRMA DEL SINDACO Luigi Caroli, DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Mario Annese E DEI CAPIGRUPPO CONSILIARI Nicola Ricci, Pasquale Santoro, Nicola Ciracì, Ciro Argese, Antonio Piccoli

venerdì 11 marzo 2011

I senza vergogna


Domenica 13 marzo 2011 ore 19,00
Amata terra mia
COMPAGNIA TEATRALE "I SENZA VERGOGNA"
Teatro Comunale Ceglie Messapica

Nello spettacolo "Amata terra mia" si narrano le gesta del brigante Rinaldo Dragonera, che ha il suo covo vicino a Catania. Rinaldo è un brigante gentiluomo, che ruba ai ricchi per dare ai poveri. S'innamora di Angelica, baronessa di Valscutari, sostenitrice di Garibaldi. Sarà grazie ad Angelica che il brigante Dragonera subirà una metamorfosi: da brigante a patriota. Prende atto che rubare, sia pure per aiutare i poveri, è pur sempre reato; e, pertanto, decide di unirsi a Garibaldi per la liberazione della sua Sicilia dall'occupazione dei Borboni.
Angelica è anche l'artefice dell'educazione sentimentale di Rinaldo: da rubacuori, che ama tutte e nessuna, da uomo siculo, che dichiara "la fidanzata mia la Sicilia è", Rinaldo si apre a sentimenti nuovi e autentici, innamorandosi e sposando Angelica e abbracciando anche come suo il desiderio dell'unità d'Italia.

COMPAGNIA TEATRALE "I SENZA VERGOGNA"
È possibile occuparsi di teatro, solidarietà e scuola contemporaneamente? La risposta è affermativa e per soddisfare la curiosità di quanti possano aver posto questa domanda ci soffermiamo sulle caratteristiche de “I Senza Vergogna” composta da Dirigente, insegnanti, collaboratori, genitori e alunni del III Circolo Didattico “Don Bosco” di Grottaglie. Valore aggiunto della compagnia è la risorsa umana di insegnanti che il tempo ha collocato a riposo ma non il fervore e la voglia di restare comunque nel mondo della scuola. L’armonia e la magia del teatro hanno quasi trasformato l’esperienza in una sorta di “dopolavoro”, strumento positivo di aggregazione e partecipazione collettiva. La compagnia de “I senza vergogna” è cresciuta fino a farsi apprezzare sul territorio e anche oltre i confini delle mura grottagliesi. È nata come per scherzo quattro anni fa fino a giungere alla quinta edizone del suo tanto atteso appuntamento con il territorio. Da subito si è messa in luce con “Un Natale da favola” opera che le è valso il premio Vittorio Gassman di Castro dei Volsci, la compagnia ha proseguito con “La vera magia” e “Burrasca… in collegio”. Lo scorso anno c’è stato l’ulteriore salto di qualità con “S…travolti da un insolito naufragio”. La chiave vincente della nostra compagnia sta: nella semplicità e nella freschezza del linguaggio che coinvolge sia i più piccoli ma anche le famiglie con musical che attingono dalla letteratura per l’infanzia; e nell’obiettivo che si pone nella “difesa ad oltranza” del mondo dei più piccoli. I musical sono inediti e scritti per mano di tutti i componenti che fanno “lievitare” il lavoro su una “bozza” di partenza in cui si incastonano strada facendo battute, parodie e risate a go go. Ogni lavoro porta con se oltre alla freschezza dei componenti, al talento e alla genialità, tutta una “carovana” di sentimenti e di emozioni che risultano alla fine impagabili. Ma se c’è qualcosa che alla fine ha a che vedere con il denaro questo è solo in funzione della solidarietà. Gli spettatori contribuiscono in maniera volontaria alla raccolta dei fondi che ogni anno sono serviti per sostenere associazioni benefiche senza scopi di lucro.

SENZA VERGOGNA II

Oggi.
L'approccio europeo non può essere quello primitivo di esportare la democrazia come se fosse un McDonald’s. Giulio Tremonti
L'Europa non deve esportare la democrazia. Franco Frattini
Ieri
La democrazia si esporta con tutti i mezzi necessari. Franco Frattini

giovedì 10 marzo 2011

Celebration

COMUNICATO STAMPA ore 12.30

  Il Responsabile dell’Ufficio Ambiente congiuntamente all’Assessore all’Ambiente, Ecologia e Tutela delle Acque comunicano che, ad ottemperanza della richiesta emessa dallo scrivente ufficio, i tecnici dell’Arpa accompagnati dagli agenti di polizia municipale domani 11.3.2011, a partire dalle ore 11,00, preleveranno campioni di aria, terreno, acqua dalle cisterne, verdure e ortaggi sul territorio urbano ed extraurbano per le analisi del caso.
Si prega i cittadini di fornire la massima collaborazione, ringraziandoli anticipatamente.
Dalla Residenza Municipale, lì 10.3.2011

  
------------------------------------------------------------------

I libri per la scuola e l’educazione nell’Italia unita
Il Presidio del Libro di Ceglie Messapica, Villa Castelli, San Michele Salentino
L'Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica
L'Università della Terza Età UNITRE di Ceglie Messapica


In occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia

Presentano
Giovedì 10 marzo ore 17.00
I libri per la scuola e l’educazione nell’Italia unita - 150 anni di scuola in Italia

Programma
Saluti
Rag. Luigi Caroli – Sindaco
Dott. Nicola Ciracì – delegato alle attività culturali
Dott.ssa Donatella Nisi – referente Presidio del Libro


Introduce
Dott. Pietro Maggiore – Presidente Unitre


Relatori
Prof. Vito Antonio Leuzzi – direttore IPSAIC
Prof.ssa Maria Carla Maggiore – docente di Lettere


Sarà allestita una Mostra di libri e materiale didattico
in uso nelle scuole italiane a partire dal 1862
---------------------------------------------------------------------

Tutto qui?
Il 17 marzo, il giorno della  ricorrenza dei 150 anni dall’Unità d’Italia, sarà festa nazionale. Il sito comunale piange, nessuna notizia in merito.
Vabbè, vuol dire che andrò ad ascoltare qualcosa su Ceglie Qui


Carovigno, 15 aprile. Ore 18.00. Castello “Dentice di Frasso”

Indirizzi di saluto
Massimo Ferrarese - Presidente della Provincia di Brindisi
Nicola Pepe - Assessore alla Cultura Comune di Carovigno


Interventi
• Dr.ssa Antonia Barillà. Carovigno. Salvatore Morelli.
• Prof. Dino Ciccarese. Il risorgimento in Ostuni.
• Dr.ssa Antonella Golia. L’episcopato locale nella transizione unitaria.
• Dr. Michele Ciracì, Donne nel brigantaggio nell’area di Ceglie Messapica."

Il 28 gennaio UNIVERSITÀ DELLE TRE ETÀ ha iniziato il corso "150 ANNI DI UNITA’ D’ ITALIA", aperto ai docenti e agli studenti delle scuole medie e superiori, con “Il Risorgimento in Terra di Brindisi”, incontro tenuto dal prof. Gaetano da Thiene Scatigna Minghetti .

.