.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

mercoledì 31 luglio 2013

Intervallo


MERCOLEDI 31 LUGLIO
- Piazza Plebiscito ore 21.00
4^ Ediz Rassegna Beat-Music Eric Martin Acoustic Tour concerto
Musicale in collaborazione con i “Bolero” e
Alphard Record

martedì 30 luglio 2013

Intervallo



MARTEDI 30 LUGLIO
- Piazza Plebiscito ore 21.00
4^ Ediz Rassegna Beat-Music Omaggio ai Favolosi anni ‘70
- Ex Albergo Ferrovia ore 19.00
FareArte: Collettiva di Pittura, Fotografia e Pubblicazioni a cura della Proloco di Ceglie M.ca
- Chiesa San Demetrio ore 20.00
“Il corpo umano” di Paolo Giordano.Martedi letterario conversazione con l’autore

lunedì 29 luglio 2013

Intervallo


LUNEDI 29 LUGLIO
- Piazza Vecchia ore 21.00
4^ Rassegna di Teatro in Vernacolo “Quello che non ti aspetti”
A cura dei ragazzi del CSM

domenica 28 luglio 2013

Intervallo



 DOMENICA 28 LUGLIO
- Piazza Sant’Antonio ore 18.00 - 22.00
Mercatino Settimanale
- Piazza Plebiscito ore 21.00
CeglieJazz OpenFestival IX Ediz Pianos in Jazz Giorgio Cucito e Larry Franco Swingtet
- Royal Oak ore 21.00
Gran Galà di Box Thailandese “Ready to Fight”

sabato 27 luglio 2013

Intervallo


SABATO 27 LUGLIO
- Piazza Sant’Antonio ore 22.00
Solenni Festeggiamenti in onore di Sant’Anna
- Piazza Sant’Antonio ore 22.00
CeglieJazz OpenFestival IX Ediz Pianos in Jazz Nico Morelli trio

venerdì 26 luglio 2013

Intervallo


VENERDI 26 LUGLIO
- Piazza Sant’Antonio ore 22.00
Solenni Festeggiamenti in onore di Sant’Anna
- Piazza Sant’Antonio ore 22.00
CeglieJazz OpenFestival IX Ediz Pianos in Jazz Davide Santorsola e Mirko Signorile quintet

giovedì 25 luglio 2013

Volevo andare a Roccella Jonica


Qualche anno fa ascoltavo jazz su Rai Radio 3 brani tratti dai concerti del Roccella Jazz Festival  e nell’occasione è cresciuto il desiderio di partecipare dal vivo a questo festival. Mi chiedo questo “nuovo” CeglieJazz OpenFestival ha mai suscitato in qualcuno il desiderio di venire a Ceglie? Su quali media nazionali (radio, tv, giornali, siti) ha visibilità questo festival e conseguentemente Ceglie? Ebbene, il festival di “nicchia” di Pierpaolo Faggiano aveva tutto questo.
Non esprimo un giudizio sulla qualità dei concertisti di questo festival ma mi chiedo quanta gente porteranno a Ceglie se per esempio Teo Ciavarella suonerà a Bari il giorno dopo, se Mirko Signorile suonerà il giorno dopo a Francavilla Fontana, se Nico Morelli suonerà il giorno prima a Francavilla Fontana, se Davide Santorsola ha già suonato a Ostuni il 9 giugno?

Grazie Pierpaolo per avermi fatto apprezzare il free.

“Da due anni Pierpaolo se n'è andato, con quel messaggio così forte e tragico.
Noi oggi vogliamo ricordarlo per quanto ha dato alla nostra comunità e alla sua cultura.”

We Insist!


Interventi urgenti zona PIP denominata B/2


Al Sindaco
Rag. Luigi Caroli

Al Segretario Comunale
Dott. Davide Cuna



Oggetto: Interventi urgenti zona PIP denominata B/2.


Con questa interrogazione io sottoscritto Consigliere Comunale intendo mettere in evidenza le condizioni di degrado in cui versa la zona PIP nella nostra città ed in particolare la zona B/2 dove ormai da diversi anni vi sono alcuni lotti non ancora edificati in cui sono presenti cumuli di rifiuti, vegetazione spontanea, materiali inerti e di risulta derivanti da scarti di varie lavorazioni. Tale situazione presenta una particolare gravità visto che questi ricettacoli di rifiuti rappresentano un luogo ideale per la presenza di ratti  e quindi costituiscono un vero è proprio pericolo per i residenti della zona. Per questi motivi si rende necessario intervenire al più presto per bonificare l’intera zona e richiamare i proprietari dei lotti non edificati ai loro doveri.

Alla luce di quanto evidenziato

Chiedo

di accertare se le realizzazioni nella zona PIP denominata B/2  sono avvenute tutte secondo tempi previsti dai permessi a costruire dagli atti sottoscritti in sede di assegnazione e soprattutto se il Comune ha introitato tutte le somme dovute. Inoltre si chiede se il regolamento in vigore è stato rispettato.
In caso di inadempienze cosa intende fare l’Amministrazione Comunale per porre fine ad una situazione di violazione di regole in materia, su beni concessi in maniera agevolata per determinate finalità e requisiti.
Se vi sono le condizioni per avviare, nei confronti degli inadempienti, vertenze in tema di azione di risoluzione di contratti di recessione dei suoli nei confronti degli assegnatari.

Alla presente si chiede una risposta scritta.

Ceglie Messapica lì 26-7-2013
Nicola Trinchera
Consigliere Sinistra Ecologia Libertà 

Uffa che caldo ...

A cosa servono?
Sono le bocchette dell'aria condizionata?
Perchè non vengono usate?


Se non funzionano, perchè si insiste a fare concerti d'estate in quella sala?


Molta gente andava via per il caldo e per la mancanza di posti a sedere... peccato.

Diniego/Rinvio di accesso agli atti

Al Segretario Generale
Al Responsabile Area Affari Generali ed Innovazione Tecnologica
Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio Comunale
                      
                          Comune di Ceglie Messapica

e, p.c.

-         A  S. E. il Prefetto di Brindisi
-         Al Comando Stazione dei Carabinieri Ceglie Messapica.

Oggetto: Diniego/Rinvio di accesso agli atti  amministrativi riguardanti la Gara per l’individuazione
               del fornitore del servizio di progettazione esecutiva ed organizzativa della fiera
                internazionale della gastronomia”Ceglie food festival 2013”.

Premesso che:

-         il 01.10 2009, con Delibera di Giunta n. 210, l’Amministrazione Comunale di Ceglie Mca guidata dal Sindaco Pietro Federico, approvava il Progetto, redatto dall’Arch. Marina Carrozzo, responsabile dell’Area Storico Culturale del Comune, per la partecipazione ad un  bando di gara, con la proposta progettuale “IN.C.O.ME” International Centre Of  Mediterranean  Gastronomy, finanziato, per la somma di euro 1.359,500,00, dal Programma di Cooperazione Europea Grecia. Italia 2007-2012, Asse Prioritario 1,Obiettivo Specifico 1.2;
-         con Delibera n. 233, del 29.11.2011 la Giunta Comunale di Ceglie Messapica prendeva atto del finanziamento ottenuto;
-         nella programmazione “IN,C.O.ME” il Comune di Ceglie Messapica si impegnava ad assicurare lo svolgimento di una fiera internazionale della gastronomia, e pertanto, sulla base delle precedenti esperienze del  “  Puglia Food & Wine Festival”,  diventato con l’attuale Amministrazione “Ceglie Food Festival”, con Determina n. 358 del 10.06.2013, il Responsabile dell’Area Affari Generali e Innovazione Tecnologica, Ing. Giuseppe Amico, individuato con Delibera di Giunta n. 233, del 29.11.2011, Project Manager e Responsabile del Procedimento, decideva di indire una procedura di cottimo fiduciario per l’individuazione dell’operatore economico cui affidare il servizio di progettazione esecutiva ed organizzativa della fiera internazionale della gastronomia “Ceglie Food Festival 2013” da svolgersi nei giorni 10 e 11 agosto 2013. L’importo a base d’asta , interamente finanziato dal programma di Cooperazione Europea Grecia- Italia 2007-2012 era di 57.377,00 euro;
-   con Determina n. 407, del 26.06.2013 il Responsabile dell’Area Affari Generali e Innovazione Tecnologica nominava la Commissione tecnica interna, preposta per le valutazioni della gara, così come segue: dott. G. Amico (Presidente), dott.ssa P. Gallone (Componente), ing. M. Maurantonio (Componente), dott.ssa  F. Salonna (Segretario verbalizzante);
-         l’Avviso Pubblico del bando di gara fissava  per il 27 giugno 2013 la seduta pubblica  della Commissione  per l'esame della documentazione  di cui alla Busta “A”;
-         con Determina n. 436 del 09.07.2013, il Responsabile dell’Area Affari Generali e I. T., rilevava che in data 05.07.2013, brevi manus, alle ore11,00, in maniera ingiustificata  e idonee a pregiudicare il regolare svolgimento della gara, i due componenti della Commissione comunicavano le loro dimissioni;
-         con la medesima Determina,senza fare alcun riferimento alle eventuali sedute di commissione di gara già effettuate, venivano sostituiti i due componenti “dimissionari” con l'ing. Claudio Cavallo(funzionario interno)e la dott.ssa Emma Pia Solazzo (funzionario del Comune di Ostuni);
-         con Determina n. 465 del 15.07.2013, il Funzionario dell’Area Affari Generali e I.T., prendeva atto dei due  Verbali sottoscritti dalla seconda Commissione in data 10.07.2013 e 12.07,2013 e affidava provvisoriamente, in attesa della sottoscrizione di apposita convenzione e delle verifiche previste dall’art. 71 del DPR 455/2000, i servizi al Raggruppamento Temporaneo di Imprese Maniglia Spettacoli e Negroamaro Wine Festival per una spesa complessiva di 68.176,24 i.c. ;
-         dalla lettura della Determina 465 si evince che la prima Commissione, nominata con  Determina 407/2013,  aveva espletato alcune  fasi di gara, e non è possibile allo stato conoscere i contenuti dei relativi verbali dei lavori;
-         dal Verbale n.1, allegato alla Determina 465, si evince che la seconda  Commissione prende atto dei lavori effettuati dalla  prima Commissione.

Considerato che:

-         non si conoscono i verbali dei  lavori effettuati dalla prima Commissione, ne sono riportati nei verbali successivi allegati alla determina di aggiudicazione dei lavori;
-     la seconda Commissione ha iniziato i suoi lavori prendendo atto che le buste “A” erano state aperte in precedenza dai commissari dimissionari;
-      ad oggi non si conoscono le reali motivazioni che hanno indotto, contemporaneamente,  i due componenti della prima Commissione a  presentare le proprie dimissioni;
-        tale dimissioni, a nostro parere,  non rientrerebbero  tra le facoltà dei Funzionari;
-      quanto accaduto potrebbe determinare ricorsi dai soggetti interessati, pregiudicando la realizzazione di un evento che da alcuni anni sta caratterizzando in maniera determinante la peculiarità gastronomica della nostra città;
-  il finanziamento europeo dell’evento comporta che nell’affidamento degli appalti l’Amministrazione Comunale è tenuta al rispetto dei principi comunitari nazionali e di trasparenza, concorrenza e par condicio;

Per tutto quanto premesso e considerato, i sottoscritti consiglieri comunali, pur nella consapevolezza  che il Segretario Generale Titolare e il Responsabile dell’Area Affari Generali, risultavano in ferie, prima in maniera verbale il 17 e 18 luglio e successivamente per iscritto il 19 luglio, hanno chiesto di prendere visione  di tutti degli atti amministrativi riferiti alla gara per l’individuazione del fornitore del servizio di progettazione esecutiva ed organizzativa della fiera internazionale della gastronomia”Ceglie Food Festival 2013”.
Nella lettera di richiesta di accesso agli atti del 19 u.s. comunicavano che il giorno  23 c.m..alle ore 16.30 avrebbero esaminato tutti gli atti presso l’ufficio del Segretario Generale.
Martedi 23 alle ore 16:30 si recavano dal Segretario Comunale supplente per prendere visione degli atti richiesti.
Nonostante il congruo tempo a disposizione, gli atti non erano disponibili in quanto  nessuno era nella condizioni di trovare le chiavi della stanza del Funzionario dell’Area Affari Generali, dove si presume fossero conservati i documenti.
A seguito della nostra insistenza a trovare una soluzione, alla presenza del Sindaco, dell' Assessore Manfredi e dell’ing. Sciannameo (sostituto del funzionario dell’Area AA.GG) il Segretario Generale  supplente si rendeva disponibile a mettere a disposizione gli atti della gara per Giovedi 25 alle ore 13:00.
In definitiva, dopo uno scambio di valutazioni, Sindaco e Funzionari, considerato che il problema ovviamente non poteva essere la mancanza delle chiavi o non sapere dove si trovava il fascicolo della gara, chiesero tempo per “catalogare” gli atti presenti all’interno del fascicolo.
La cosa ovviamente ci lasciò perplessi, era la prima volta che si ascoltava che atti di una gara avessero necessità di essere catalogati.
In data odierna, come se gli impegni assunti 24 ore prima fossero carta straccia, con nota prot. 0019531, il Segretario Generale Supplente, comunica che non poteva dare corso alla richiesta, in quanto il fascicolo richiesto non risultava nella sua disponibilità, rimandando il tutto al 29 luglio.
In questa circostanza, come in diverse altre volte, ci siamo sforzati di essere sempre educati e rispettosi del lavoro e delle responsabilità degli altri, compresi i Funzionari del Comune di Ceglie Messapica, ma ora non abbiamo più alcuna intenzione che qualcuno possa scambiare la nostra educazione e pazienza con  qualcosa di diverso e su  cui  magari ridere alle nostre spalle.

I Sottoscritti Consiglieri Comunali , ai sensi dell’art. 43 comma 2 del DLgs n. 267 /2000, comunicano che, come concordato con il Segretario, il Sindaco e il Funzionario, domani, 25 luglio alle ore 13.00, si recheranno presso la stanza del Segretario Generale per avere accesso agli atti in riferimento alla Gara per l’individuazione del fornitore del servizio di progettazione esecutiva ed organizzativa della fiera internazionale della gastronomia”CeglieFood Festival 2013”.

Ceglie Messapica 24.07.2013
Con osservanza

I Consiglieri Comunali

Rocco Argentiero        Tommaso Argentiero      

Interrogazione su incarichi architetti


- Al Sindaco
- Al Responsabile Area Lavori Pubblici
- Al Segretario Generale

                  Comune di Ceglie Messapica

e, p.c.

- Al Presidente del Consiglio Comunale di Ceglie Messapica
- Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
   Dipartimento della Funzione Pubblica
   Ispettorato per la Funzione Pubblica
   c.a. Dott.ssa Simona Massari
  Dirigente Vice Prefetto Aggiunto
  Corso Vittorio Emanuele II  n.116
  00186 Roma
- Al Presidente Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brindisi
    Via F. Consiglio 56
    72100 Brindisi

                                                              Interrogazione

Oggetto: Richiesta di revoca delle Determine nn. 461 e  463 “ Affidamento incarichi di
                progettazione ad architetti  esterni all’ente comunale.

Premesso che:

-         con Delibera n. 132, del  18.06.2013, la Giunta Comunale di Ceglie Messapica decideva di partecipare ai bandi  pubblici -PSL GAL  Alto Salento-  nell’ambito dello sviluppo rurale approvato dalla Regione Puglia per il periodo 2007-2013 , relativamente all’Asse III “ Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale” Misura 313 “Incentivazione di attività turistiche” Azione 1 – Creazione di itinerari naturalistici, enogastronomici(strade del gusto e delle tradizioni ,della transumanza, di turismo equestre, ippovie, ciclo turismo) ed Azione 3 – Realizzazione di sentieristica  e di cartellonistica compatibile con l’ambiente naturale che permetta l’accesso alle aree naturali e alle piccole strutture ricettive;

-         per l’Azione 3 la Giunta Comunale fissava quali obiettivi:
a)      la realizzazione di sentiristica compatibile con l’ambiente naturale che permetta l’accesso all’area naturale denominata Foggia Vetere,
b)      realizzazione di cartellonistica, come la segnaletica stradale a basso impatto ambientale, funzionale al raggiungimento del sito di interesse turistico Foggia Vetere.

-         per l’Azione 1 la Giunta Comunale fissava quali obiettivi:
a)      studi ed individuazione di itinerario turistico da Foggia Vetere  al Castello Ducale;
b)      realizzazione di azioni di pubblicità e informazione sull’itinerario;
c)      ristrutturazione, ammodernamento ed acquisto di attrezzature necessarie all’allestimento di punti di esposizione e vendita dei prodotti commerciali lungo l’itinerario prescelto.

-         con Determina  461 del 12. 07.2013 il Responsabile dell’Area Lavori Pubblici, Ing.
Maurantonio, in riferimento all’Azione 3 della Misura 313, richiamando il parere del Consiglio di Stato n. 382 /97 “ omissis… i progetti di intervento sui beni vincolati devono essere sempre sottoscritti da un architetto…..” richiamando l’art. 90 comma 6 del DLgs 163 /2013  “ omissis….. in caso di carenza di organico, ovvero di difficoltà di rispettare i tempi  della programmazione dei lavori…”,  evidenziando  la carenza nell’organico dell’Ente di Architetti, riteneva necessario affidare all’arch. M. Antonella Maggiore, professionista esterno, iscritto nell’apposito Albo  Comunale dei Professionisti, l’incarico di progettazione esecutiva e del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione dei lavori, stabilendo di impegnare la somma di 5914,26 euro dal capitolo “Realizzazione opere di urbanizzazione”;

-         con Determina n. 463 del 12,07.2013, il Responsabile dell’Area Lavori Pubblici, Ing.
Maurantonio, in riferimento all’Azione 1 della Misura n.313, con le stesse motivazioni della Determina n. 461, con la sola differenza che questa volta il professionista non è iscritto all’Albo Comunale dei Professionisti, affidava l’incarico della progettazione esecutiva e del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione all’arch. Mario Cucinella, stabilendo di impegnare la somma di 7502.00 sempre dal capitolo delle opere di urbanizzazione.

Considerato che :

-         i bandi per la Misura 313 Azioni 1 e 3 furono  pubblicato sul sito del Gal Alto Salento il 25.05.2013 e la scadenza  per la presentazione dei progetti è   il 25.07 2013;

-         la Giunta Comunale di Ceglie Messapica, in data 18.06.2013, dopo 25 giorni dalla pubblicazione,  deliberava il proprio atto d’indirizzo per partecipare ai bandi;

-         il responsabile dell’area affidava l’incarico per la progettazione  ai professionisti esterni il 12.07.2013, dieci giorni prima della data della scadenza dei bandi;

-         l’arch. Antonella Maggiore è iscritta all’Albo Comunale dei Professionisti al gruppo 20 “ Certificazione energetica degli edifici” ma non al gruppo 2 “ opere di edilizia architettonica sui beni sottoposti a tutela”;

-         l’arch. Mario Cucinella,  stimato e apprezzato professionista di  grande spessore, non è iscritto all’Albo Comunale dei Professionisti;

-         il  parere del Consiglio di Stato, citato nelle Determine nn. 461 e 462,  fa riferimento art. 52 del R.D. del 1925 per  le opere di edilizia civile che presentano rilevante carattere artistico ed il restauro e il ripristino degli edifici contemplati dalla L. 20/6/1909, n.364, per l’antichità e le belle arti. Queste opere sono di spettanza specifica  della professione di architetto. Cosa diversa rispetto alla realizzazione, come nel nostro caso, di sentieristica , cartellonistica, informazioni sull’itinerario turistico. Inoltre, nei progetti in questione, non risultano individuati locali, sottoposti a vincoli, da ristrutturare e   destinare a punto vendita ed esposizione di prodotti locali;

-         il ritardo  per la realizzazione dei progetti è attribuibile, in  maniera esclusiva, alla lenta azione amministrativa del Comune, pertanto non può essere questo il motivo che   giustifica il ricorso, che rimane sempre un fatto  eccezionale, all’affidamento di incarico esterno;


-         sono in corso  delle verifiche da parte dell’Ispettorato della Funzione Pubblica in merito al ricorso ad altre  collaborazioni esterne, peraltro in maniera reiterata e continuativa ed in assenza di adeguata motivazione e in assenza di previa verifica di analoghe professionalità interne al Comune di Ceglie Messapica.


Ritenuto che:

-         la realizzazione dei progetti della Misura n. 313 Azioni 1 e 3  non sono di spettanza esclusiva degli architetti, pertanto il Comune di Ceglie, con i suoi ingegneri, ha le professionalità  per la loro realizzazione;

-         non c’è corrispondenza sulla individuazione dei due professionisti e l’iscrizione all’Albo Comunale delle Professioni.


Tutto ciò premesso, considerato e ritenuto,

                                                                     si chiede:
  
-         la revoca in autotutela delle Determine nn. 461 e 463 del 12.072013;

-         una relazione dettagliata da parte  del Funzionario dell’Area Lavori Pubblici sui motivi che hanno determinato il ritardo per la realizzazione degli atti amministrativi in esecuzione alla Delibera di Giunta n.132 del 18.06.2013.
  
Ceglie Messapica 23.07.2013


                                                           Tommaso Argentiero
                                          Consigliere Comunale Ceglie Messapica

mercoledì 24 luglio 2013

Il castello


Sulla questione della torre del Castello ducale, i componenti del gruppo In Movimento si interrogano sul perchè, nonostante il notevole ribasso del prezzo d'asta, il Comune di Ceglie Messapica non abbia ancora chiesto l'assegnazione dello stessa, visto che questa possibilità è prevista dal codice di procedura civile.
Cosa sta bloccando la politica, in questo senso, ai piani alti del Comune?
 L'assegnazione, a parere dei componenti del gruppo, consentirebbe di compensare il credito che il Comune vanta nei confronti dei proprietari del Castello e, cosa ancora più importante, consentirebbe alla comunità cegliese di appropriarsi di una pezzo della propria storia, anzi, del simbolo della cittadina messapica.
 Ad oggi, inoltre, nulla è dato sapere ai cittadini cegliesi dell'annunciata commissione di tecnici, promessa dagli attuali amministratori, che avrebbe dovuto valutare la questione dell'acquisizione al patrimonio comunale del Castello.
Sono stati espressi dubbi sulla staticità della torre e la cosa ci preoccupa. Vogliamo che questi dubbi vengano sciolti al più presto con uno studio adeguato, affinché gli eventuali interventi di consolidamento possano essere svolti nel più breve tempo possibile, considerando la difficoltà della ricerca di fondi e i tempi lunghi necessari alla fase amministrativa e progettuale da espletare.
 Mentre si impegna il denaro pubblico in iniziative, culturali e non, molto discutibili, non ci si impegna a recuperare un pezzo di storia cegliese; tutto ciò è inaccettabile.
 La soluzione, certamente non indolore dal punto di vista economico, ma comunque fattibile, è una soltanto: chiedere l'assegnazione dell'immobile e nelle more della progettazione ed esecuzione degli interventi di consolidamento e ristrutturazione stipulare una polizza di assicurazione per la responsabilità civile per danni a terzi.
 In mancanza, se l'attuale inerzia dovesse protrarsi ancora, ci sarebbe il rischio concreto che qualche privato, con ingenti disponibilità economiche, acquisti il Castello a "quattro soldi", privando i cegliesi di un pezzo della propria storia.
Il tempo è tiranno, muovetevi prima che sia troppo tardi. 

                 “In Movimento” -  Cittadini in rete per una Ceglie migliore

Info e contatti: ceglieinmovimento@gmail.com


martedì 23 luglio 2013

Paolo Giordano


SCRIVERE A CEGLIE
Paolo Giordano
ore 18.30 MasseriaLoJazzo - Ceglie Messápica
A cura dell’Associazione Graphein.


Paolo Giordano è nato a Torino nel 1982. Nella stessa città ha conseguito la laurea specialistica e il dottorato in fisica teorica. Nel 2008 ha esordito con il romanzo La solitudine dei numeri primi (Mondadori), tradotto in oltre 40 paesi e vincitore di numerosi premi, tra cui il Premio Strega, il Premio Campiello Opera Prima, il premio Merck-Serono per la letteratura scientifica e il Premio Alassio Centolibri. Il suo secondo romanzo s’intitola Il corpo umano (Mondadori, 2012).

Paolo Giordano collabora con Il Corriere della Sera e con Vanity Fair.

La ricerca della solitudine
Come, per scrivere Il corpo umano, ho perso e ritrovato la mia compagna.
di Paolo Giordano
pubblicato su io Donna del 13/10/2012

Nell’estate del 2010 lavoravo a un’idea fiacca per il secondo libro. La mia mente non riusciva a districarsi nella storia, sempre appannata, e i protagonisti, se li avvicinavo troppo, svanivano come miraggi. Esasperato, iniziai a dare la colpa del mio girare a vuoto alle circostanze. A quel tempo mi ero già equipaggiato di una strana specie di famiglia, altre persone vivevano insieme a me giorno e notte, e avevo una relazione stabile che mi riempiva la testa e il cuore appena più di quanto avrei auspicato. C’era sempre troppa confusione intorno, troppa pienezza: come potevo fare spazio a un nuovo romanzo in quelle condizioni? Stabilii che avevo bisogno di solitudine per scrivere, di concentrazione. 

lunedì 22 luglio 2013

Una sera a Ceglie ...

Zona U





 Premio Primo Cittadino Ecologico - Pro Loco al sig. Cataldo Bellanova 


Solenni Festeggiamenti in onore di San Lorenzo da Brindisi





Passeggiando nella Storia


Da lunedì 22 luglio, prenderà avvio, a Ceglie Messapica, l’evento culturale e turistico “Passeggiando nella Storia”. 
Si tratta di interessanti visite guidate nei luoghi storici della città. I diversi appuntamenti sono organizzati e curati dall’associazione Ceglie nel Cuore, dalla locale Proloco e dall’Archeoclub d’Italia - sede di Ceglie, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale messapica ed in collaborazione con la Facoltà di Scienze Geologiche dell’Università degli Studi di Bari e dell’associazione Speleocem. 
 Il primo appuntamento del 22 luglio prevede la visita di sette storiche chiese della città (Chiesa Madre, Chiesa dell’Annunziata, San Demetrio, San Domenico, San Gioacchino, San Rocco e Sant’Anna). Il luogo d’incontro è la Chiesa San Demetrio (centro storico) alle ore 19.00 e alle ore 21.00 (sono previste due visite per sera).
 Il secondo appuntamento, dedicato al Borgo Antico, si terrà lunedi’ 5 agosto. Luogo d’incontro sarà il Centro di Documentazione Archeologica (in via De Nicola nei pressi del Municipio) alle ore 19.00 e alle ore 21.00 (due visite).
 Il terzo e ultimo appuntamento, di lunedì 20 agosto, riguarderà una brave conferenza con esperti di speleologia e scienze geologiche e la visita delle Grotte di Montevicoli. I partecipanti si incontreranno direttamente presso le Grotte (nelle vicinanze del Ristorante Tre Trulli in c.da Montevicoli) alle ore 19.00 e alle ore 21.00.
 I percorsi sono facili e senza difficoltà.
 Si consiglia di portare macchina fotografica e video camera e di indossare un abbigliamento comodo. 
Tutte le visite sono gratuite.
 E’ gradita la prenotazione : entro le ore 12.00 del 22 luglio, del 5 agosto e del 19 agosto ai numeri : 320/7232549 – 338/5968209 – 339/1149074.


domenica 21 luglio 2013

Buona domenica


dalle ore 19.30-21.30 Centro Documentazione Archeologica
Info qui.

dalle ore 18.30-21.30
Galleria d'Arte Moderna Emilio Notte
Info qui.



ore 18.00- 22.00 Piazza Sant’ Antonio
Mercatino Settimanale

ore 10.00 - 24.00 Pineta Ulmo 
FareArte 4^ Ed.ne ZonaU Degustazione, AnimazioneBambini, LandArt, Conferenza LeggeRifiutiZero, Canti e Balli Popolari


ore 19.00 MasseriaLoJazzo
1^ Torneo campestre di tiro con l’arco.



ore 20.30 Via San Lorenzo da Brindisi
Solenni Festeggiamenti in onore di San Lorenzo da Brindisi




Edicole di turno
Piazza Plebiscito
Viale Aldo Moro
Via Martina



Farmacia di turno
Farmacia Lagamba Galante
Viale Moro Aldo, 14
Telefono: 0831-377167



Distributori carburanti
ESSO Via Ceglie - V. Castelli
AGIP ex Aviol. Via Ceglie - Francavilla


-----------------------------------------------------------------


sabato 20 luglio 2013

La Educacion Prohibida


Sabato 20 Luglio ore 21,30
SCUOLA – L’EDUCAZIONE PROIBITA.
MasseriaLoJazzo - Ceglie Messápica


L’educazione odierna è per lo più volta al controllo sociale, non alla piena crescita degli individui come membri attivi di una società. Il meraviglioso documentario “La Educacion Prohibida” (4 milioni di download in un mese) ci spiega il perché e il percome. Segue discussione con operatori del settore scolastico pubblico e privato.

 Educaciòn Prohibida: il documentario sulla scuola pubblica che divide
Oltre 4 milioni di download in sei mesi per il documentario “La Educaciòn Prohibida” del ventiquattrenne argentino Doin Campos. Una laurea in Produzione Radio e Televisione (iser) alla Scuola di Comunicazione di Buenos Aires, 704 cofinanziatori per un budget di circa cinquantamila euro per realizzare una pellicola totalmente gratuita e liberamente fruibile della durata di 145 minuti. L’obiettivo? Tentare di evidenziare tutti i mali dell’istruzione pubblica made in Occidente.

“A tutti i bambini e i giovani che vogliono crescere in libertà”. Questa è la dedica del film che appare prima ancora che la voce narrante inizi a raccontare il mito della caverna di Platone. Gli uomini, legati all’interno di una caverna devono guardare tutto il giorno le ombre proiettate da alcune sagome che passano ciclicamente davanti a un focolare. Tra questi, un individuo, più scaltro degli altri, riesce a liberarsi e scappa per osservare la realtà.

Campos usa il mito come incipit alla sua critica alla scuola pubblica. Una scuola che non tiene conto dei singoli individui, che uniforma le persone e le appiattisce con un obsoleto sistema di valutazione per ottenere un insegnamento vuoto, noioso e, tanto per ribadire, inutile.

La prima accusa è contro il sistema. Sistema di per sé incoerente perchè da un lato l’essere umano viene stimolato alla pace, alla felicità, alla cooperazione, all’uguaglianza, alla libertà e alla solidarietà mentre a scuola ciò che viene trasmesso è la concorrenza, la discriminazione, l’individualismo, il materialismo e la violenza emozionale. Una sorta di vaso di Pandora. La colpa non sembra risiedere nei professori che non nascono buoni o cattivi ma piuttosto vengono corrotti dal sistema in quanto tale. Non esiste più l’insegnamento in base alle esigenze del ragazzo o in vista dell’apprendimento in sè. L’unica cosa che sembra essere importante è il programma. Un piano di studi scelto dal sistema. Un elenco di studi da seguire, completare e del quale va verificato il corretto apprendimento.
Continua qui.



Richiesta di revoca Determina "CegliEstate 2013”


Al Responsabile dell’Area Economica e Finanziaria
Al Responsabile dell’Area Servizi Sociali e Marketing Territoriale
Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio Comunale
Al Segretario Generale
Al Collegio dei Revisori dei Conti

                                      COMUNE DI CEGLIE MESSAPICA


Oggetto:Richiesta di revoca in autotutela della Determina n. 448 del 10.07.2013 ad oggetto:    “Provvedimenti di esecuzione alla delibera G.C. 147 “CegliEstate 2013- Impegno di spesa”

I sottoscritti consiglieri comunali,
  
Premesso che:

-         la Giunta di Ceglie Messapica con Delibera n. 147 del 2 luglio 2013 approvava il calendario degli eventi e relative determinazioni per le manifestazioni di “CegliEstate 2013”, determinando l’importo presumibile per la copertura delle spese degli eventi in euro 124.5000,00 e individuava, nei capitoli di spesa del redigendo Bilancio 2013, una disponibilità di euro 124.738,84

-         la Responsabile dell’Area Servizi Sociali e Marketing Territoriale in data 10.07.2013, con
Determina n. 448 del 10.07.2013,verificato che la disponibilità dei capitoli individuati dalla Giunta Comunale non era di 124.738,84 ma 123.538,84, approvava il provvedimento di impegno di spesa per gli eventi di CegliEstate 2013. La Determina era provvista del visto di regolarità contabile e l’attestazione della copertura finanziaria da parte  del Responsabile dell’Area Economica e Finanziaria ;
   
-         l’anno precedente, per CegliEstate 2012, con Determina n. 420 del 04.07.2012, venne
impegnata la somma di euro 92.638,00. Questa somma, in fase di  liquidazioni delle singole iniziative e di naturali inconvenienti, aumentò. In merito non c’è mai stata alcuna relazione o atto amministrativo di rendicontazione delle spese effettivamente sostenute;

-         è possibile immaginare che in sede di liquidazioni delle relative fatture anche l’impegno di spesa per CegliEstate 2013 sia destinato ad aumentare.

Considerato che:

-         il Comune di Ceglie Messapica non ha approvato il Bilancio di Previsione 2013, ed è, pertanto, in regime di esercizio provvisorio che consente, in base all’art. 163 del Testo Unico degli Enti Locali , la possibilità di effettuare, per ciascun intervento, spese in misura non superiore mensilmente ad un dodicesimo delle somme previste nell’ultimo bilancio approvato, con esclusione delle spese tassativamente regolate dalla legge o non suscettibili di pagamento frazionato in dodicesimi;

-         che il calendario di CegliEstate 2013, approvato dalla Giunta Comunale, addirittura supera la somma della disponibilità dei capitoli individuati, tant’è vero che la responsabile dell’Area nella Determina n. 448, pur impegnando al 100% la disponibilità dei capitoli di spesa individuati, ha dovuto diminuire l’impegno economico totale per le iniziative.
  
Tutto ciò premesso e considerato,
                                                                si chiede:

-         di revocare in autotutela la Determina n. 448 del 10.07.2013 ad oggetto: “Provvedimenti di esecuzione alla delibera G.C. 147 “CegliEstate 2013- Impegno di spesa”, poiché in contrasto con l’art. 163 del testo Unico degli Enti Locali, che non consente di effettuare, in caso di non approvazione del bilancio di previsione spese superiori mensilmente a un dodicesimo delle somme previste nel bilancio approvato;

-         determinare un nuovo atto dirigenziale, per garantire una corretta programmazione degli eventi per CegliEstate 2013, compatibili con l’esercizio provvisorio del bilancio comunale.

Inoltre si invita il Collegio dei Revisori dei Conti, per quelle che sono le proprie competenze, in base all’art. 239 lettera e del Testo Unico degli Enti Locali, di relazionare in Consiglio Comunale sulle eventuali  irregolarità evidenziate , con contestuale denuncia ai competenti organi giurisdizionali ove si configurino ipotesi di responsabilità.
  
Ceglie Messapica 19.07.2013

I Consiglieri Comunali

Rocco Argentiero                Tommaso Argentiero          Donato Gianfreda        Nicola Trinchera

giovedì 18 luglio 2013

TIRO CON L’ARCO


DOMENICA 21 LUGLIO, ORE 19.00 
1^ TORNEO CAMPESTRE DI TIRO CON L’ARCO.
MasseriaLoJazzo - Ceglie Messápica

“Se gli esseri umani non mirano alla luna, stanno puntando troppo in basso.”

Dopo il successo del Corso Estivo di Tiro con l’Arco, ecco una serata speciale: un percorso-sfidanella macchia mediterranea al chiaro di luna con diversi livelli di difficoltà e tanto, tanto divertimento. Premi finali. Aperto a tiratori esperti o principianti. Chi non ha mai tirato può godersi la gara da spettatore, ed eventualmente partecipare al prossimo corso di Tiro con l'Arco.
In collaborazione con l’Associazione Arcieri d’Alceste.

I giovedì dell'archeologia


mercoledì 17 luglio 2013

L'ULTIMA CORSA


Ricevo e pubblico volentieri "una sorta di diario con pensieri in libera uscita".
L'ULTIMA CORSA
Terza parte

CORRERE !
Non immagianava il perchè lo dovesse fare ma quello del medico più che un consiglio aveva la veste di un comando, un imperativo categorico che non poteva essere in alcun modo neanche discusso e non intendeva farlo pur con tutti i dubbi e le perplessità del caso e forse anche per via del fisico asciutto e malaticcio che certo non dava segni di fiducia su eventuali sforzi fuori dal suo quotidiano, dove il massimo impegno fisico era fare la fila al supeemercato o l' attesa stressante allo sportello dell'ospedale cittadino per la richiesta di una visita e nemmeno tanto urgente.
Tutto sommato, pensò Rocco, non sarà un impegno difficile da assolvere visto che tanti già lo fanno e se non corrono veloci camminano più spediti del solito in una specie di maratona senza il necessario movimento di ginocchia e tallone sincronizzati, Un passo accellerato che di certo non lo avrebbe messo in difficoltà nè sul respiro nè sulle gambe abituate comunque a camminare su e giu per  le salite e le discese del  paese.
Aveva notato anche che sia nella villa comunale che nelle strade perioferiche tanti usavano correre indossando tute di marca, scarpe adeguate per la corsa o quelle  da passeggio, comunemente dette da "ginnastica", un tipo di scarpa che lui comunque calzava da anni senza mai togliersele per un altro tipo perchè molto comode, e quindi non avrebbe dovuto comprarne un paio apposta per cominciare a correre o camminare. 
Magari pensò, visto che certemente si sarebbero consumate prima del tempo (anche per loro!) in estate le avrebbe alternate con un paio di mocassini in cuoio aperte tipo francescane e in inverno con un paio di suole buone per non bagnarsi i piedi. 
Si, di certo avrebbe fatto così e lo pensò guardandosi ripetutamente i piedi magari che gli rispondessero e approvassero le sue scelte. Provò un paio di volte un tacco e punta, accellerò diverse volte il passo scegliendo anche la salita che portava in piazza per sondarne lo sforzo, non visto eseguì un paio di accellerate a testa alta per respirare meglio e scoprì che il respiro del passo era molto diverso da quello della corsa. Che se camminava a testa bassa guardandosi i piedi respirava a fatica e mentre correva invece a testa con la fronte leggermente alzata riusciva ad avere ossigeno per spingersi oltre l'angolo, superarlo senza minimo sforzo nè fiatone ammazzarespiro. Di certo non avrebbe corso per le viuzze del paese dove oltre gli sguardi avrebbe avuto la zavorra di un percorso molto frammentato; non gli avrebbe nemmeno fatto piacere che qualcuno lo avesse additato come uno scimunito (gli venne in mente Giannino, una sorta di stallone urbano con tanto di nitrito in petto e un cervello da bambino che si metteva a correre appena varcato l'uscio di casa e si fermava  solo quando gli ofrrivano da bere o un gelato o una caramella e lui ringraziava nitrendo all'impazzata  e scalpitando con le scarpe grosse sul selciato...); solo se qualcuno gli avesse detto " corri proprio come un bambino" non si sarebbe offeso perchè di certo lo era  e di corse ne aveva fatto tra le viuzze del centro storico dove spesso per la velocità si colpiva qualche muro andando a sbattere contro un uscio scaranzato per arieggiare le alcove senza finestre.
Da bambino, ricordò, si correva per tutto: tanti tipi di gioco prevedano la corsa, la velocità d'esecuzione e poi la fuga per vicoli o per angoli, poi dietro ad un cerchione svuotato, ad una palla di plastica, ad un dispetto di un amico. Si correva senza risparmio di fiato, senza consapevolezza del tempo, prigionieri solo dell'alba e del tramonto quando si usciva di csa e poi il rientro la sera e in mezzo una pausa breve giusto per un piatto di pasta e per evitare sgrida e schiaffi alla nuca. Il tempo che passava non aveva un volto, un corpo da guardare e da toccare; passava accanto invisibile o ti attraversava lasciandoti come segno un ricordo, una corsa appena finita mentre lentamente si cresceva quasi senza accorgesene. C'erano poi le stagioni e le feste patronali, i frutti diversi e qualche volta la neve e poi i primi peli sul viso, i pantaloni che si allungavano, gli sguardi delle ragazze ad avvisare che il tempo stava trascorrendo in fretta e lo sentivi se solo ti fermavi un attimo a pensare guardandoti alle spalle. Anche il sigillo del primo bacio annunciava che dentro  e fuori, il tempo si prendeva la sua parte in maniera inesorabile e cercò un orologio da polso, il primo alla prima comunione, che lo rese prigioniero inconsapevole del meccanismo della vita, un conto alla rovescia senza sapere una data precisa per quando abbandonare.
continua
cicirielloangelo

Parte precedente

martedì 16 luglio 2013

Fuga per la vittoria ?

 L'O.d.G. sulla “Riduzione aliquote IMU” è stato spostato all'ultimo punto della seduta. Quando poi la maggioranza ha chiesto il ritiro del punto, perchè gli uffici stavano ancora elaborando i dati sull'IMU, c'è stato il rifiuto dei proponenti e quindi conseguentemente l'abbandono dell'aula da parte dei consiglieri della maggioranza e di tutta la giunta. C'è stato ugualmente l'intervento del consigliere Gianfreda, ma alla fine è stata sciolta la seduta per mancanza del numero legale.
Si poteva arrivare al rinvio della discussione in modo più elegante senza questa fuga?
P.S. Anche questa sera c'è stata la solita ammuina durante le interrogazioni... 


Non gioco più, me ne vado...


... l'ultimo chiuda la porta...



... ed io tra di voi / capisco che ormai / la fine di tutto e' qui.

Le chiacchiere sull'Imu 
Clicca qui

ANONIMO CEGLIESE
Detto questo, ho l'impressione di vivere in un film di romero o dario argento con tanti zombi che girano per le aule municipali e cittadine. E mi riferisco ai redivivi del pdl che dopo un silenzio durato tre anni hanno cominciato a redigere comunicati, analisi denunce mentre nei tre anni precedenti sembrava che tutto andasse bene nonostante l'andazzo di governo non è ...
Continua qui.

Consiglio comunale


Il Consiglio Comunale si riunirà, presso la Sala Consiliare della Sede Municipale (Via E. De Nicola) in seduta pubblica, alle ore 17.00 del giorno 16 Luglio  2013, per la trattazione del seguente O.d.G.:
  
 1) O.d.G. richiesto dal Cons. Rodio Cataldo avente ad oggetto “Integrare il programma teatrale con una serata Giovedì – Sabato - Domenica di ogni settimana  per la proiezione di film.”
 2) O.d.G. richiesto dai Consiglierei Gianfreda G. ed altri avente ad oggetto “Riduzione aliquote IMU”.
  
 3)  Bicentenario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri – Adesione all’iniziativa patrocinata dell’ANCI.
 4) Redazione Piano Urbanistico Generale – Adozione del documento programmatico preliminare ai sensi dell’art.11, comma 1, L.R. n.20/2001.
 5)  Legge Regionale 10 giugno 2008, , n. 13 e ss.mm.ii. "Norme per  l'abitare sostenibile" - Incentivi.
 6)  Piano di recupero del Centro Storico – Approvazione.



.