.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

giovedì 31 ottobre 2013

Il nuovo segretario del PD cegliese


L'avvocato Piermassimo Chirulli è il nuovo segretario del Partito Democratico di Ceglie Messapica.


Comunicato di "In Movimento"

Prendiamo atto dell’elezione, alla guida del Pd cegliese, dell’avv.Piermassimo Chirulli con il quale il nostro movimento ha condiviso alcune singole battaglie quali la richiesta del registro tumori e quella sulla trasparenza amministrativa a livello comunale. Dovrà affrontare ora una sfida difficile quale quella di ridare vita e consistenza ad un partito sostanzialmente azzerato da anni e ormai assente dal dibattito all’interno della società cegliese. Auspichiamo che le sue scelte (e quelle della classe dirigente che sarà chiamata a coadiuvarlo) vadano nella direzione di un ricambio e di uno svecchiamento deciso e radicale di quel partito, senza compromessi di sorta.

Vietato fotografare


Il Comune di Ceglie Messapica, si è dotato di un Regolamento di Polizia Mortuaria dove sono elencati una serie di divieti a tutela del decoro e della sacralità del luogo. Ovviamente tutti sanno che al Cimitero è vietato fotografare senza una autorizzazione e peraltro basterebbe il buon senso a capire che in un luogo sacro i defunti meritano il dovuto rispetto.



mercoledì 30 ottobre 2013

Maxi tamponamento

Maxi tamponamento sulla via per Francavilla, coinvolte quattro automobili. Intervenuti i Carabinieri non si segnalano gravi conseguenze per gli occupanti le automobili coinvolte.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Ex mercato coperto


Comunicato Stampa

NO AL DETERIORAMENTO DELL’EX MERCATO COPERTO!

Il Comune di Ceglie Messapica con la precedente amministrazione del sindaco Pietro Federico determinava le condizioni tecniche ed amministrative per accedere ad un finanziamento a valere sul Programma Operativo Fers Puglia 2007-2013 per un importo di 1.200.000,00 euro.
Di questa somma, 450.000,00 euro erano destinati al recupero dell’ex mercato coperto da destinare a galleria commerciale per produzioni tipiche locali.
I lavori iniziati nel febbraio 2011 dovevano terminare dopo 150 giorni e in seguito ad una perizia di variante fu concessa, dalla direzione dei lavori, una proroga di altri 120 giorni.
Finalmente, con due anni di ritardo, il 25 settembre 2013, il Direttore dei lavori consegna al Comune il Certificato di Regolare Esecuzione e Collaudo.
Tre giorni dopo, l’Amministrazione Comunale con in testa il Sindaco, con tanto di fascia tricolore, accompagnato ovviamente dai nuovi consiglieri di maggioranza “UDC”, ha inaugurato la struttura dell’ex Mercato Coperto, con tanto di  discorso bla..bla.. bla.. e relativo rinfresco.
Abbiamo voluto aspettare che la festa finisse, poiché speravamo che i nostri sospetti fossero infondati.
    Quella inaugurazione era una farsa. I locali non erano e non sono  ancora utilizzabili.Infatti, i lavori non sono stati completati .
Il Comune non può chiedere l’agibilità della struttura perche i lavori non sono stati completati.
I lavori non possono essere completati perché i locali non sono stati consegnati ai privati che ne hanno fatto richiesta. i quali a loro volta devono fare i lavori necessari per poi ottenere l'agibilità.
Non tutti locali possono essere consegnati poiché, considerato il ritardo di due anni per la consegna, alcuni privati hanno rinunciato, alcuni non hanno finito di pagare la quota dovuta, altri chiedono la restituzione della somma versata più gli interessi moratori e risarcimento danni con la minaccia di presentazione di denuncia all’Autorità Giudiziaria per il reato di appropriazione indebita.
Nei giorni scorsi, accompagnati dal Responsabile di Area ing. Cavallo, abbiamo effettuato un sopralluogo presso la struttura. Noi che abbiamo contribuito e fatto nascere la progettazione di questo intervento, se non fosse per i residui e immondizia lasciati dopo “l’inaugurazione” non abbiamo alcun problema a sostenere che la struttura ai nostri occhi è sembrata ben fatta e funzionale al progetto iniziale.
L’Amministrazione Comunale, nella parte politica, ha piena responsabilità in merito alla non fruibilità immediata della struttura.
In questi anni non si è preoccupata di acquisire  la disponibilità da parte dei privati per l’utilizzo immediato della struttura, non ha messo a bando i locali  ancori liberi, non ha prodotto nessuna iniziativa per coinvolgere i giovani a utilizzare le normative e agevolazione per iniziare un’attività commerciale e di produzione.
Ribadiamo con forza che quella struttura potrà avere un futuro se verranno rispettate la finalità iniziali, e cioè, la realizzazione di una vetrina per la valorizzazione delle produzioni tipiche locali.
In mancanza di un intervento immediato, serio e risolutivo, la struttura rischia il degrado, noi  non lo permetteremo,  sarebbe un ulteriore sperpero di denaro pubblico e  Ceglie perderebbe l' occasione di legare la commercializzazione dei nostri prodotti tipici al rilancio turistico della città. 
Purtroppo il Sindaco Caroli e i suoi soccorritori, molto attivi  nel taglio dei nastri, in queste cose non ci credono e la città con loro rimane ancorata allo svilimento sociale, culturale ed economico.

Ceglie Messapica 29/10/2013

 I Consiglieri Comunali   del Centrosinistra

                Rocco Argentiero    Tommaso Argentiero      Donato Gianfreda       Nicola Trinchera


martedì 29 ottobre 2013

Seminterrati...


Era una sera fredda e buia, no no … ricominciamo. Era una serata umida (stasera) che la diritta via era smarrita quando mi ritrovai ... a seguire il dibattito congressuale del Partito Democratico cegliese. Mai luogo fu più adatto a contenere i congressisti … un locale seminterrato. Riusciranno i candidati segretari a portare al piano terra, non dico ai piani alti della politica cegliese, il centrosinistra? A parte la folta e numerosa partecipazione … mancante, dove sono i giovani della politica? Il rinnovamento è tutto racchiuso nella presentazione di due giovani candidati? Non basta.
Ora mi metto in poltrona e mi guardo un bel film, Il ritorno dei morti viventi… la serata mi ha ispirato. 



Più tardi un breve filmato.

Cento scaloni e ICI


      -     Al Sindaco
-         Al Presidente del Consiglio Comunale
-         Al Presidente del Collegio dei Revisori
                                               Comune di Ceglie Messapica
e p.c.
                 Alla Soprintendenza BAP per le provincie
        LE-BR-TA
        Via Galate n. 2
        73100 LECCE
                                               
INTERROGAZIONE

                    Oggetto: Degrado del camminamento medievale “Cento scaloni”



Premesso che:

-         il camminamento medievale “Cento scaloni”, antico ingresso alla città di Ceglie, si trova
in una situazione di degrado tale da rendere non consigliato il suo attraversamento; 
-      il crollo di un muro in pietra che da tempo invade la scalinata, scritte sui muri, odori maleodoranti provocati da varie escrementi, erba non tagliata sul terrazzino, rendono questo nostro bene storico un bruttissimo biglietto da visita nei confronti di turisti e forestieri che in particolare durante i giorni festivi e prefestivi, prima o dopo aver pranzato nei ristoranti della città, decidono di visitare il nostro centro storico;

 Considerato che:

-         nel 2006, questo bene storico, sottoposto a vincolo paesaggistico  e  tutela del Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza per i Beni Storici Artistici  ed  Etnoantropologici , con l’amministrazione del Sindaco Federico, tramite un
           finanziamento del Gal Alto Salento, fu possibile strapparlo al degrado, recuperando  la
           scalinata, realizzando  l’illuminazione  e sistemando  le  aree  di pertinenza; 
-         di fronte a tale situazione di degrado, che da tempo anche semplici cittadini hanno segnalato, diventa difficile capire l’immobilismo dell’amministrazione comunale.

Tutto ciò premesso e considerato si chiede di sapere::

1)      se la situazione di degrado cui si trova l’antico camminamento medievale “Cento Scaloni” è stato segnalato alla competente  Soprintendenza  BAP  LE-BR-TA, e se è stato presentato un progetto per la sua sistemazione e recupero; 
2)      quali provvedimenti urgenti, considerato l’approssimarsi delle festività di tutti i Santi, dove si prevede nella nostra città, come consuetudine, un buon afflusso di forestieri, intende prendere per garantire la fruibilità dei “Cento Scaloni” bene storico e monumentale  della città.
           Alla presente interrogazione si chiede risposta scritta.
.
Ceglie Messapica 28.10.2013                                           Tommaso Argentiero
                                                                           Consigliere Comunale “Noi con Federico”

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------

-         Al Sindaco
-         Al Presidente del Consiglio Comunale
-         Al Presidente del Collegio dei Revisori

                                      Comune di Ceglie Messapica

e p.c.
    
         Spett. Corte dei Conti
                    Procura Regionale della Puglia
                   Via Matteotti 56
                    70121 BARI 

INTERROGAZIONE
  
Oggetto: Entrate Titolo 1 Capitolo 1015/0 “ I.C.I. anni precedenti” Bilancio di previsione 2012
               -Comune di Ceglie Messapica (BR)
  
Premesso che:

-         con Delibera n. 34 del 02.07.2012 il Consiglio Comunale di Ceglie Messapica approvava il Bilancio di Previsione per l’esercizio finanziario 2012; 
-         al Capitolo 1015/ 0 del Titolo 1 delle entrate “ICI anni precedenti”, a fronte di un accertamento dell’ultimo esercizio chiuso di euro 134.125,22, si prevedeva per il 2012 un entrata di 637.574,75; 
-         con Delibera n.42 del 02.10 2012 il Consiglio Comunale approvava la Variazione n. 2 al Bilancio 2012, aumentando di euro 300.000,00 il Capitolo 1015/ 0 del Titolo 1 delle entrate “ICI anni precedenti”, assestando il Capitolo a euro 937.574,75; 
-         con Delibera n. 72 del 28.12 2012 il Consiglio Comunale approva la Variazione n.4 al Bilancio di Previsione 2012, aumentando di euro 186.000,00 il Capitolo 1015/0 del Titolo 1 delle Entrate “ICI anni precedenti”, assestando il Capitolo a 1.123.574,75 (  fortunatamente l’anno finì).


Considerato che:

-         durante le diverse  discussioni in Consiglio Comunale su  tutti provvedimenti amministrativi evidenziati, come forze di opposizione, abbiamo espresso il nostro voto contrario, evidenziando che: le previsioni di entrate sul Capitolo “ICI anni precedenti” 2012  ci sembravano gonfiate e  non realistiche, pertanto non rispettavano il principio di veridicità e annualità; 
-         nel Consiglio Comunale del 16.10.2013, durante l’ intervento   sul Bilancio di Previsione del 2013,  chiedevo, a distanza di un anno,  di avere notizie delle entrate effettive concretizzatesi sul Capitolo 1015/ 0 del Titolo 1 delle entrate “ICI anni precedenti” anno 2012, di tutte le spese finanziate con quelle previsioni di entrate e  di quelle eventualmente  liquidate pur non trovando la corrispettiva copertura  ; 
-         in merito, Sindaco, Assessore con delega al Bilancio, Funzionario e Collegio dei Revisori, hanno ritenuto di non rispondere e non   dare alcun chiarimento. 

Tutto ciò premesso e considerato,

                                                             Si chiede:

1)       Di conoscere le entrate effettivamente concretizzatesi sul Capitolo1015/ 0 del Titolo 1 delle entrate “ICI anni precedenti” anno 2012; 
2)      La lista completa di tutte le spese impegnate e liquidate con le entrate previste (1.123.574,75 euro) sul Capitolo1015/ 0 del Titolo 1 delle entrate “ICI anni precedenti” anno 2012; 
3)       Quale provvedimenti amministrativi intende adottare per porre rimedio ad  eventuali impegni di spesa e liquidazioni fatte senza una reale capienza   sul Capitolo 1015/ 0 2012; 
4)      Alla luce di quanto evidenziato, al Collegio dei Revisori una verifica e una relazione dettagliata su tutto quanto  riguarda il Capitolo 1015/ 0 del Titolo 1 delle entrate “ICI anni precedenti”anno 2012.

Con la presente Interrogazione, inviata per competenza ai responsabili amministrativi e tecnici del  Comune di Ceglie Messapica,  si invita la Procura Regionale della Corte dei Conti, alla luce di quanto esposto, di verificare se sussistono gli estremi di eventuali illegittimità amministrative, con conseguente danno erariale, determinati dall’Amministrazione Comunale e/o dai Funzionari del Comune di Ceglie Messapica. 

Ceglie Messapica  28.10.2013                   
                                                                                  Tommaso Argentiero
                                                                  Consigliere Comunale “Noi con Federico” 

lunedì 28 ottobre 2013

Appello a sostegno di Piermassimo Chirulli

Ricevo e pubblico
          
       Appello a sostegno di Piermassimo Chirulli a Segretario del Circolo del PD di Ceglie
Un PD plurale per ritornare protagonista

Le ultime vicende amministrative hanno visto le varie anime della destra cegliese trovare altri equilibri di palazzo su nuovi assetti di potere, che nulla hanno a che vedere con il bene della Città.
A fronte di questa sconsiderata azione politica si è palesata ancor più l’assenza dalla scena locale del Partito Democratico.
Negli ultimi anni l’onere di fronteggiare la destra cegliese è ricaduto sulle spalle dei rappresentanti istituzionali del PD (consigliere comunale e assessore provinciale) insieme a tutti i consiglieri comunali del centrosinistra.
È mancato un partito di riferimento per informare, ascoltare le istanze della cittadinanza ed elaborare insieme una linea politica condivisa.
Tale situazione necessita di un radicale cambiamento.
È tempo che il Partito Democratico ritrovi la sua centralità nel panorama politico cegliese; che rilanci un’iniziativa politica forte e partecipata.
È tempo che le donne e gli uomini che si riconoscono in una prospettiva di centrosinistra abbiano un punto di riferimento, un luogo in cui confrontarsi, uno strumento che consenta di operare per costruire una Città migliore.
Per questo, come gruppo di iscritti al Partito Democratico di Ceglie, in vista dell’imminente congresso cittadino, avanziamo la candidatura di Piermassimo Chirulli a segretario del Circolo.
Quarant’anni, avvocato specializzato in diritto amministrativo e professore a contratto di diritto pubblico nell’Università del Salento, ha da sempre militato nel campo del centrosinistra, sia a livello locale che nazionale.
Siamo mossi dalla consapevolezza che sia necessario ricostituire un luogo di partecipazione e di elaborazione politica aperto a quanti hanno a cuore il futuro del centrosinistra cegliese.
Vogliamo un partito nuovo.
Un partito che cambi prospettiva, che guardi la realtà dal punto di vista dei cittadini, delle categorie produttive, delle associazioni, e che sappia ascoltare le istanze di tutti.
Un partito che sappia valorizzare le competenze senza anteporre l’appartenenza di corrente.
Un partito che valorizzi i giovani: non amiamo il giovanilismo di maniera, ma crediamo che le nuove generazioni debbano poter esprimere tutta la loro potenzialità di idee, entusiasmo, creatività, in piena libertà e senza condizionamenti da parte di eventuali “padrini politici”.
Un partito inclusivo, aperto alla partecipazione di quanti, singoli o associazioni, vorranno fare un pezzo di strada con noi.

Vogliamo un partito plurale nel vero senso della parola.
Le idee diverse sui candidati a segretario nazionale non ci impediscono di avere un’idea condivisa del futuro di Ceglie e di lavorare insieme per perseguirla.
Dopo questi tre anni di “deserto” locale è necessario ricostruire daccapo il tessuto connettivo che ci tiene insieme come comunità di donne e uomini impegnati in politica.
Vogliamo costruire un partito che sappia fare oggi una ferma opposizione a questa destra populista e inconcludente e si candidi domani al governo della Città, insieme alle energie migliori che Ceglie sa esprimere, con il  coinvolgimento ampio del popolo del centrosinistra nella scelta dei candidati.
Non sarà facile e lo sappiamo bene.
Sarà necessario impegno; e l’impegno di tutti.
Non crediamo nell’uomo solo al comando o a decisioni prese da pochi. Crediamo alle “stanze trasparenti”, alla partecipazione collettiva, al coinvolgimento di tutti quelli che vogliono dare il loro contributo.
Crediamo che Piermassimo Chirulli, per la sua storia politica e per la sua sensibilità, potrà coordinare al meglio la rinascita del Partito Democratico di Ceglie.
Ceglie M.ca lì 28/10/2013
Un gruppo di donne e uomini iscritti al PD Ceglie

Visita guidata agli scavi di Pompei

Si è svolta ieri domenica 27 ottobre 2013 la visita guidata agli scavi di Pompei organizzata dall’Archeoclub d’Italia – sede di Ceglie Messapica. 


Foro
Vicolo del Lupanare

Anfiteatro
Clicca qui per vedere le foto.


sabato 26 ottobre 2013

Corsi di teatro



ARMAMAXA teatro - Residenza Teatrale di Ceglie M.ca
Progetto TEATRI ABITATI - STAGIONE 2013/2014


DON GIOVANNI Corso di Recitazione dal testo alla messa in scena
Un percorso che parte dalla lettura del dramma, arriva alla costruzione del personaggio e delle azioni sceniche e termina con la messa in scena di uno dei classici più importanti del teatro, il Don Giovanni di Molière, maschera senza tempo, seduttore, provocatore, irriverente, condotto da Giuseppe Ciciriello
inizio giovedì 14 novembre ore 19.30 - 22.00 - info: 393 9556442

BARBABLÙ Corso di Teatro Danza dal movimento alla messa in scena
Un viaggio e un'esplorazione delle infinite possibilità espressive del corpo attraverso i temi di una grande fiaba: l'amore, la curiosità, la vanità, la solitudine, la violenza, la speranza. Linguaggio del movimento e testi originali confluiranno in uno spettacolo finale, condotto da Micaela Sapienza
inizio martedì 5 novembre ore 19.30 - 22.00 - info: 349 8074342

LABAN-BARTENIEFF Corso di Espressione Corporea
Dominare il movimento significa essere padroni della propria energia vitale, fisica e mentale, muscolare ed emozionale. Con il metodo Laban- Bartenieff si arriverà ad armonizzare gli impulsi interiori e le manifestazioni esteriori e ad incanalare l'energia vitale e quella creativa, condotto da Micaela Sapienza
inizio mercoledì 6 novembre ore 9.30 - 11.00 - info: 349 8074342

IGNIS Corso di Teatro Danza col Fuoco
Utilizzando il linguaggio del Nuovo Circo si darà forma ad una performance di teatro-danza con il fuoco. Progetto artistico/formativo di Tessuto Corporeo, condotto da Alberto Cacopardi in collaborazione con Antonio Bonurna e Casarmonica week-end intensivi da febbraio a maggio 2014 - info: 340 2296084

STAGE INTENSIVO NARRAZIONE E MOVIMENTO
Narrazione e Movimento
condotto da Enrico Messina e Micaela Sapienza 29 - 30 novembre e 1 dicembre


ARMAMAXA teatro - Residenza Teatrale di Ceglie M.ca
 Teatro Comunale di Ceglie Messapica
 Largo San Rocco, 1
 inforesidenza@armamaxa.it



CORSI DI TEATRO 2013-2014 per Bambini 
 i corsi si terranno in teatro e nella nuova sala prove completamente ristrutturata e insonorizzata!!!

 LE AVVENTURE DI SINBAD MARINAIO
 per bambini da 6 a 8 anni, il Martedì dalle 17 alle 19
 inizio del corso 22 Ottobre

 SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
 per ragazzi da 9 a 14 anni, il Mercoledì dalle 17 alle 19
 inizio del corso 23 Ottobre

 Costo dei laboratori per bambini e ragazzi: 30 euro al mese


venerdì 25 ottobre 2013

Che faccia...

Le maschere apotropaiche dei palazzi a Ceglie Messapica

Era abitudine antica, ultimata la fabbricazione della casa, porre sull'architrave e sulla chiave di volta dell'arco, una maschera in pietra o in terracotta per tenere lontano dalla nuova fabbrica il malocchio e gli spiriti maligni.
Spesso era una figura demoniaca, con fauci aperte, la lingua di fuori e le corna vistose sulla fronte. Visione sicuramente attinta dai prototipi magno-greci.
Una raccolta di foto di Francesco Salonna per Turismo a Ceglie Messapica

Clicca qui per vedere le altre foto.

Sull'argomento si consiglia la lettura di:
Mala cuncta... vos spernam : il motivo apotropaico nella città di Ceglie Messapica, scritture esposte ed espressioni demiche di Cosimo Francesco Palmisano, presentazione di Rosario Jurlaro. - [Ceglie Messapica] : [Regione Puglia CRSEC n.21], stampa 1997.


Disconnessioni

Egregi consiglieri della maggioranza e della minoranza (vecchia e nuova) del consiglio comunale di questa città, se vi resta un po' di tempo occupatevi anche di via Dante perchè mi sono stufato di fare il rally, visto lo stato in cui versa la pavimentazione di questa strada. Se potete sollecitare chi di competenza gli ammortizzatori della mia auto ve ne saranno grati. Grazie.




giovedì 24 ottobre 2013

In Movimento



All'inizio dell'estate, come gruppo di cittadini, davamo vita a “In Movimento". Una sfida che qualcuno considerò folle: dare voce a chi in questi anni aveva dato fiducia a quell'area politica che ha visto insieme moderati e progressisti, e che negli ultimi anni era andato via deluso, e arrabbiato, per i silenzi e l'immobilismo per troppo tempo offerti dai partiti di quell'area. In questi primi mesi abbiamo posto all'attenzione dell'opinione pubblica cittadina, rivolgendoci direttamente ai cittadini senza mediazioni e spesso inascoltati dalla classe politica, argomenti che riteniamo importanti: la salute, la trasparenza, la sicurezza dei più piccoli, la valorizzazione del nostro patrimonio culturale e storico, le tasse.

Alloggio, vitto, lavatura, imbiancatura.... e stiratura ... a Martina.


Ricordate l'evento estivo o meglio gli eventi di questa estate?
L’Associazione Culturale la “Ghironda” di Martina ha organizzato la Ghironda Summer  Festival con il seguente programma:
9 agosto 2013  concerto di Simona Molinari
15 Agosto 2013 Vinicio Capossela e la Banda della Posta
18 Agosto 2013 Ray Gelato e la sua Band
5 e 6 settembre 2013 Summer Festival
Costo complessivo  € 90.000,00 iva inclusa.

Non è finita qui. La "Determina n.652 DEL 11-10-2013" ha liquidato alcune fatture per servizi di
ospitalità riguardanti le "spese di vitto, alloggio e trasferimento degli artisti-opinion leaders collegati all’evento “Ghironda Summer Festival"" svoltosi il 5 e il 6 settembre.

TOTALE  €. 24.717,00

Di questa somma solo € 3890.00 sono rimasti ad attività cegliesi. 

La delibera con la quale sono stati individuati i fornitori di servizi.

Mille lire al mese, alloggio, vitto, lavatura, imbiancatura.... e stiratura.

 

mercoledì 23 ottobre 2013

Unitre Ceglie Messapica


L'inaugurazione del13° a.a.2013-14 si terrà lunedì 28 ottobre alle ore 18,00 presso la Chiesa di San Demetrio nel centro storico. Dopo i saluti delle autorità sarà presentato il programma 2013-14 e,in collaborazione con l'associazione musicale Caelium,ci sarà il concerto di chitarra tenuto dal M.° Pino FORRESU  e dal quartetto CHITARTARENTUM. 

CALENDARIO DEI CORSI
a.a. 2013-2014
Sito
 
 BALLI LATINO AMERICANI
 Docente: M.o Giuseppe DE PAOLA
 Sede del corso: Palestra I Circolo “E. De Amicis” Via Machiavelli
 Inizio lezioni mercoledì 6 novembre 2013 ore 17:00

2. corso di ginnastica dolce
 Docente:  prof.ssa Maria VENERITO
 Sede del corso I Circolo “E. De Amicis” Via Machiavelli
 Inizio lezioni: lunedì 4 novembre 2013 ore 17.00.

 3.LABORATORIO: Il RITMO della TRADIZIONE: PIZZICA e TARANTA
 Docenti:  Dott.Mario GALLONE(tradizione),Sig. Davide CHIARELLI(tamburrello),Sg.na Daniela MAZZA(ballo)
 Sede del corso: Via Ospedale Vecchio,12
 Inizio lezioni: da definire

4 .I PERSONAGGI CHE HANNO FATTO LA STORIA che hanno fatto la storia
 Docente coordinatore : Avv. Carlo GASPARRO
 Sede del corso: Via Ospedale Vecchio,12
 Inizio lezioni: martedì 5 novembre ore 17,00

5.CINEMA D’AUTORE: il grande cinema del neorealismo italiano
 Docente coordinatore: Dott. Pietro MAGGIORE
 Sede del corso: Via Ospedale Vecchio,12
 Inizio lezioni: da definire

6.CEGLIE UNA CITTA’ DA SCOPRIRE : le masserie
 Docente:  prof. Gaetano di Thiene SCATIGNA MINGHETTI
 Sede del corso: Via Ospedale Vecchio,12
 Inizio lezioni: Primavera 2014

7.Educazione alla salute
 Docente:  dott.ssa Rosa GIORDANO
 Sede del corso: Via Ospedale Vecchio,12
 Inizio lezioni: da definire

8.CORSO DI ASTRONOMIA: Uno,Nessuno,Centomila...Siamo soli nell'Universo?
 Docente: Prof. Francesco DELL’ATTI
 Sede del corso: Via Ospedale Vecchio,12
 Inizio lezioni da definire

9.CORSO DI LINGUA INGLESE I e II livello
 Docente: Prof.ssa Gabriella Rodio
 Sede del corso: Via Ospedale Vecchio,12
 Inizio lezioni:Giovedì 7 novembre 2013, ore 17,00

10.CEGLIE: LA STORIA DEL PAESE ATTRAVERSO I SUOI MONUMENTI
 Docente: prof. Gaetano di Thiene SCATIGNA MINGHETTI
 Sede del corso: Via Ospedale Vecchio,12
 Inizio lezioni: da definire

11.CORSO SUL METODO FELDENKRAIS(conoscersi attraverso il movimento)
 Docente:Sig. Domenico LIGORIO
 Sede del corso: Via Ospedale Vecchio,12
 Inizio lezioni: Martedì 5 novembre ore 18,15 presentazione del corso

Durante l’anno accademico potranno essere istituiti altri corsi attualmente non previsti. I corsi saranno attuati con almeno otto iscritti.

Per informazioni sui corsi e le iscrizioni rivolgersi presso la sede dell’Associazione in via Ospedale Vecchio, 12 dalle ore 18.30 alle ore 20.00 o c/o  le sedi dei corsi. Per informazioni telefonare ai seguenti numeri:

368/3680211 oppure  339/1251676

Il Presidente
Dott. Pietro MAGGIORE

La bicicletta rossa


IL POSTO DELLE FAVOLE - VI° edizione
 rassegna di teatro per le famiglie

DOMENICA 27 Ottobre 2013 - h 17.30
Teatro Comunale

Principio Attivo Teatro 
 LA BICICLETTA ROSSA 
di Giuseppe Semeraro 
con Dario Cadei, Silvia Lodi, Otto Marco Mercante, Cristina Mileti, Giuseppe Semerano
regia di GIUSEPPE SEMERARO


“La bicicletta rossa” nasce da una forte necessità di raccontare e tradurre per la scena la storia di una famiglia capace di parlare dell’oggi.A tenere il filo della narrazione c’è Marta che come se sfogliasse un album fotografico ci racconta le strampalate ed eroiche avventure della sua famiglia.Le vicende di cui Marta ci parla appartengono al nostro tempo pur essendo incastonate in un’epoca indefinita e lontana rendendo quasi fantastiche e surreali le azioni.La famiglia di Marta per vivere mette le sorprese negli ovetti di cioccolato ma a complicare la sua vita, come la vita di un intero paese, c’è BanKomat il personaggio negativo, proprietario di tutto, della fabbrica degli ovetti, della casa ma anche della luna e delle stelle e nulla può essere fatto senza pagare qualcosa a BanKomat.


Premio EOLO AWARDS 2013 come migliore drammaturgia dell’anno 
“Utilizzando i ritmi e gli stilemi parossistici del cinema muto ma non solo, lo spettacolo strizza l’occhio a Eduardo, muovendosi però con le cadenze di una fiaba, e concedendo numerosi tributi al teatro di figura. Un coacervo di forme e rimandi stilistici tutti protesi a condurre per mano, emozionalmente, i piccoli spettatori, in una storia dai sapori antichi ma del tutto in sintonia con i momenti difficili che stiamo vivendo.
“La Bicicletta rossa” risulta infatti essere anche e soprattutto uno spettacolo in qualche modo politico, dove, sotto la crosta dell’incanto favolistico, pulsa l’indignazione per una società che non riesce a risanare le contraddizioni del mondo in cui viviamo”. 

Menzione speciale Festebà Festival 2013 – Ferrara
-  lo spettacolo ha saputo toccare le diverse corde emotive delle differenti età, bambini, adolescenti e adulti, grazie alla scelta coraggiosa di una tematica sociale rivolta all’attualità;
-  la voce fuori campo, armoniosa e rasserenante, ha ben accompagnato lo spettatore nel corso della storia;
-  una messinscena che attraverso una molteplicità di tecniche ha suscitato nel pubblico variegate emozioni.

martedì 22 ottobre 2013

Il Sindaco e la sua Claque ...


... utilizzano qualche lavoro al cimitero per farsi un po di propaganda di democristiana memoria.

 Peccato che  non spiegano alla gente come mai ancora dopo TRE anni non riescono a consegnare 18 cappelle gentilizie il cui bando risale ai tempi della Giunta Federico.

 Non spiegano come mai hanno buttatto un vecchio progetto che prevedeva il nuovo ossario comune, gli ossarietti, il monumento ai defunti, la risistemazione dei vecchi e fatiscenti colombari, un nuovo parcheggio e una nuova viabilità su via martina.

 Non spiegano come mai dopo 1200 giorni ancora non sono capaci di risolvere l'annoso problema degli impianti elettrici .

 Sono stati invece capaci di sperperare circa 150mila euro ogni anno  alla solita cooperativa per dei lavori che prima venivano fatti in economia con i Lavoratori Socialmente Utili.


VINCITORE 1° PREMIO ... che ve lo faccio vedere a fare?

O


VINCITORE 2° PREMIO concorso di idee “Proposte progettuali per la costruzione di un nuovo ossario ed altre opere annesse nella nuova area cimiteriale”
Matteo Foresti, Nicola Agazzi, Stefano Tacchinardi.

Il progetto, terzo classificato al Concorso Internazionale per l’ampliamento e la ristrutturazione del cimitero di Ceglie Messapica, prevede un edificio per ossario comune e ossari singoli.
Beyond Architecture Group

Doniamo il sangue


L'AVIS di Ceglie Messapica
 organizza
 per domenica 27 ottobre 2013
 LA GIORNATA DEL DONATORE


Gli interessati possono presentarsi presso i locali dell'ospedale di Ceglie dalle ore 8:00 alle ore 11:30.

 E' CONSENTITA UNA LEGGERA COLAZIONE CON THE, CAFFE', SPREMUTA, SUCCHI DI FRUTTA, TUTTI PREFERIBILMENTE NON ZUCCHERATI. NON E' AMMESSA LA COLAZIONE CON LATTE, CIOCCOLATO, YOGURT, FORMAGGIO, BRIOCHES, BISCOTTI.


Gran Bazar



Da mercoledì 23 a domenica 27 ottobre, torna a Lecce il Gran Bazar, banco dell’editoria, degli autori e della poesia salentina promosso dal Fondo Verri. 

Una nuova edizione, la settima - completamente indipendente - dopo l'ultima tenutasi nel 2006. La rassegna si inscrive nell'esperienza del banco letterario che lo scrittore e operatore culturale salentino Antonio Verri inaugurò con il Caffè Greco e con il Pensionante dè Saraceni negli anni Ottanta. Il banco letterario si proponeva come luogo ideale di scambio, di vendita e di discussione sulla scrittura, sui libri e sul fare autoriale e culturale. Gli autori - con il racconto diretto dei loro lavori - saranno i protagonisti della cinque giorni che avrà luogo negli spazi dell'Associazione Culturale in via Santa Maria del Paradiso 8 a Lecce. 

 Tra gli ospiti Mario Carparelli, Ada Fiore, Santa Scioscio, Caterina Gerardi, Angela De Gaetano, Antonio Zoretti, Maurizio Nocera, Francesco Aprile, Rossano Astremo, Simone Giorgino, Orodè Deoro, Simone Franco, Fernando Bevilacqua. E ancora, Antonio Errico, Enzo Mansueto, Stefano Cristante, Elio Ria, Elio Coriano, Vito Aluisi, Piero Manni, Enzo Ligori, Elio Scarciglia, Ler Poeta, Matteo Maria Orlando, Rosemily Paticchio, Irene Ester Leo, Ilaria Seclì, Vito Antonio Conte, Giuseppe Greco...

Come sua tradizione Gran Bazar sceglie di approfondire, di fare esplorazione, di tendere un filo tra le esperienze letterarie e poetiche del territorio, allargando l’orizzonte alla realtà di una contemporaneità sempre più esposta al disagio, dove l’esprimersi - il trovar lingua nell’arte e nell’agire creativo - diviene leva di emancipazione personale e plurale nel volgersi alla comunità, all’altro, nel tentativo di fondare una qualità differente della “relazione”. Nel certo limite dell’evento che proponiamo sentiamo, con il nostro lavoro ideativo ed organizzativo, di operare per la costruzione di una qualità, da condividere con chi, come noi, intende la cultura patrimonio degli artefici, di quel lavoro costante e quotidiano capace di modificare il pensiero, di crescerlo in armonia col mondo.

lunedì 21 ottobre 2013

Comunicato stampa: Tommaso Argentiero


Comunicato stampa

- Agli Organi di Stampa

e p.c.
          - Al Sindaco
          - Al Presidente del Consiglio Comunale
                                             Ceglie Messapica

Oggetto: C.C. Ceglie Messapica 16.10.2013- Rinvio Verbali sedute precedenti- Ricorso TAR.

In questi giorni, come forze di opposizione, abbiamo evidenziato i limiti e l’inconsistenza politica e 

amministrativa della maggioranza di destra che sostiene il sindaco Caroli alla guida del Comune di Ceglie Messapica.

In maniera chiara abbiamo avuto modo di rimarcare quello che è avvenuto con l’approvazione del Bilancio di Previsione 2013, sugli aumenti sconsiderati della tassa dei rifiuti (Tares), sulla mancata volontà, da parte della maggioranza,  di  inserire, su proposte delle forze di opposizione, delle riduzioni sull’IMU, TARES e addizionale IRPEF per le persone meno ambienti o per chi  usufruisce  dei servizi solo per alcuni masi all’anno.
Con questa  breve nota si vuole mettere in rilievo un’altra situazione venutasi  a creare nella seduta del Consiglio Comunale del 16 ottobre u.s.
Alcuni giorni prima della riunione del Consiglio Comunale il Sindaco, il Presidente del Consiglio e  tutti noi  Consiglieri Comunali abbiamo ricevuto una notifica di Atto Giudiziario in riferimento ad un ricorso al TAR per l’annullamento, previa concessione di misura cautelare, della deliberazione del Consiglio Comunale n. 42 del 28.08.2013 avente ad oggetto “Revoca Presidente del Consiglio Comunale” e della successiva  deliberazione n. 43 ad oggetto “Elezione del Presidente del Consiglio Comunale”.
Tra i verbali delle sedute precedenti, posti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale del 16.10.2013, il primo, in ordine cronologico, era proprio quello della seduta consiliare oggetto della notifica dell’Atto Giudiziario.
Un consigliere comunale di maggioranza, sottoscrittore della mozione che aveva determinato la revoca del Presidente del Consiglio, chiedeva il rinvio del punto dell’o.d.g. che riguardava i Verbali delle sedute precedenti con la motivazione che non aveva avuto tempo di leggerli.
La maggioranza poneva in votazione la proposta e otteneva il rinvio  della discussione dei Verbali .
E’ apparso subito chiaro che l’indento della maggioranza di destra e del trio UDC era quello di  determinare un ostacolo e  un cavillo legale  al procedimento del ricorso al TAR contro la decadenza del precedente Presidente del Consiglio.
Ancora una volta questa maggioranza si è dimostrata non rispettosa dei doveri istituzionali e delle   norme, leggi e regolamenti  del Consiglio Comunale  che  determinano il  ruolo,  le funzioni e  le competenze dei consiglieri comunali.
Inoltre, questa  “idea geniale” non aveva nessuna possibilità di utilizzo per  il loro piano.
Infatti, è necessario rendere noto ai Consiglieri di maggioranza al Sindaco e al  nuovo Presidente del Consiglio  che:
a) l’approvazione dei Verbali delle sedute precedenti non rientrano nelle competenze del Consiglio Comunale. E’sufficiente  leggere l’art. 42 del Testo Unico degli Enti Locali per rendersi  conto che questa non è una funzione del Consiglio Comunale;
b) alla redazione e sottoscrizione dei Verbali provvede direttamente il Segretario Comunale in maniera autonoma quale specifica prerogativa allo stesso attribuita nella sua qualità di Pubblico Ufficiale;
 c) il Verbale assume rilevanza giuridica con la pubblicazione della stessa  deliberazione della quale il verbale fa parte integrante;
d) il Verbale, redatto dal Segretario Comunale, ha valore di ufficialità all’esterno quale atto pubblico redatto da pubblico ufficiale sino a querela di falso;
e) i Consiglieri Comunali  hanno facoltà, anche in una seduta successiva, di fare constatare, all’inizio di  seduta, eventuali errori  e incongruenze sul voto espresso o  su interventi  come riportati  a verbale. Questi interventi di correzione non modificano il verbale già redatto, in quanto atto pubblico valido sino a querela di falso, ma dandone atto a verbale nella seduta di Consiglio Comunale in cui ha luogo l’eventuale rettifica, e viene inserita, con apposito documento, dal  Segretario Comunale nella prima deliberazione posta al’ordine del giorno a valore di verbale.

Pertanto ai fini amministrativi e  giuridici il Verbale della seduta del Consiglio Comunale oggetto del ricorso al TAR risulta  valido con la pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune delle Delibera di riferimento.

I Consiglieri Comunali di  maggioranza del Sindaco Caroli  e del trio UDC hanno ancora una volta dimostrato la loro  approssimazione amministrativa e perso l’occasione per correggere  eventuali errate dichiarazioni.

Un esempio per tutti : Un consigliere di maggioranza , firmatario della richiesta di revoca e tra i più accaniti avversari del Presidente revocato,nel suo breve intervento, in più occasioni, accusava il Presidente del Consiglio di essere “ imparziale”.
 E’chiaro che l’intendo del consigliere era quello di accusare  di “parzialità” il Presidente del Consiglio.
 Un errore, come può capitare a chiunque, a me ne capitano tanti, ma quel consigliere  e tanti di noi hanno perso l’occasione di correggere le proprie dichiarazioni .

In conclusione possiamo solo mettere in luce  che l’escamotage, “l’idea geniale”, di non “approvare” i verbali, è servito, ancora una volta, ad evidenziare che la  maggioranza di destra del Sindaco Caroli  con il trio UDC.  si è  dimostrata, ancora una volta, incapace di essere forza di governo per la nostra città.

Ceglie Messapica 21.10.2013                                   Tommaso Argentiero
                                                    Consigliere Comunale Ceglie Messapica “Noi con Federico”

Storico Gran Concerto Bandistico Ceglie Messapica


sabato 19 ottobre 2013


Comunicato Stampa


IL SINDACO e I SUOI SOCCORRITORI HANNO DETTO NO SU TUTTO.

Il 16.10 2013 il Consiglio Comunale di Ceglie M.ca, con i voti del Sindaco, dei Consiglieri di maggioranza e in particolare dell'UDC di Argese, Convertino e Locorotondo, giunti in soccorso dell’agonizzante maggioranza di centrodestra  oramai orfana del PDL, ha approvato il peggior Bilancio di Previsione che il Comune di Ceglie M.ca ricordi.

La maggioranza  ha detto NO a tutte le proposte di modifiche dei Consiglieri Comunali del Centrosinistra ed in particolare:

All'Esonero dal pagamento dell' addizionale IRPEF per il 2014 i redditi che non superavano gli 11mila euro( cosi come avviene in tantissimi comuni d'italia)

Per l' IMU  avevamo proposto:

a) L'esenzione totale dell’IMU per i trulli;
b) L'applicazione dell'aliquota IMU come prima casa, per le case concesse in comodato d’uso    gratuito dai genitori ai figli ivi residenti e dai figli ai   genitori ivi residenti.
c) La riduzione del 25% dell’IMU  per le abitazioni utilizzate per solo uso stagionale o per altro uso limitato
d) Equiparare, per il pagamento IMU, alle abitazioni principali le unità immobiliari non locate dei cittadini cegliesi residenti all’estero;
e) Equiparare, per il pagamento dell’IMU, alle abitazioni principali le unità immobiliari, non  locate, di proprietà di anziani e disabili che acquisiscono la residenza negli istituti dove sono ricoverati;

Per  la TARES  avevamo proposto la riduzione del 30% per i seguenti  casi:

1) Abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o discontinuo;
2) Locali, diversi dalle abitazioni ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o da uso non continuativo ma ricorrente;
3) Abitazioni occupate da soggetti che risiedono all’estero o abbiano la dimora per più di sei mesi all’estero;
4) Fabbricati rurali ad uso abitativo;

Pur  avendo dimostrato anche, che sarebbe stato possibile ridurre l'aumento della TARES  di almeno  400 mila euro, il Sindaco Caroli e i 10 Consiglieri Comunali della Maggioranza hanno detto ancora NO!!

Il Bilancio approvato, si basa su grosse spese poco oculate e su entrate gonfiate ed incerte che rischiano di creare un serio buco economico tale da portare il Comune al dissesto finanziario.

La nostra azione politica e amministrativa di opposizione alla maggioranza di Caroli e del trio UDC è rivolta a salvaguardare innanzitutto gli interessi della città.

Grazie alla nostra vigilanza e alla nostra opposizione ferrea e documentata si è  evitato un vero e proprio disastro, infatti, con un semplice emendamento volevano utilizzare 800mila euro dell'avanzo di amministrazione, se ciò fosse accaduto il Comune di Ceglie M.ca non avrebbe  più rispettato il patto di stabilità e le conseguenze sarebbero state tremende (riduzioni dei fondi statali, diminuzioni delle spese correnti, niente  mutui, niente assunzioni, ecc)

Solo la nostra opposizione, le nostre argomentazioni,  il nostro senso di responsabilità  ha impedito, che l’Armata Brancaleone che sostiene il Sindaco, provocasse un guaio serio ed irreparabile alla nostra città.

La maggioranza, con la coda tra le gambe, non sapendo che pesci pigliare,  ha dovuto ritirare quell’emendamento, anche perché fatto gravissimo erano assenti 2 componenti su 3 del Collegio dei Revisori dei Conti il cui parere era indispensabile e vincolante !!!

Ora Basta la misura è davvero colma

Caroli e i suoi soccorritori devono prendere atto del loro fallimento  e del loro pressapochismo, prima che sia troppo tardi  devono lasciar stare il governo della città, proprio per il bene della città stessa.

Nei prossimi anni questa città pagherà le conseguenze disastrose di questa amministrazione che è stata la peggiore tra tutte le amministrazioni che hanno governato negli anni la Città di Ceglie Messapica.

Ceglie Messapica 19/10/2013

I Consiglieri Comunali del Centro Sinistra

       Rocco Argentiero  Tommaso Argentiero  Donato Gianfreda  Nicola Trinchera


Buon compleanno










Siamo arrivati a 10 anni e ci stiamo preparando come si deve.... saranno due giorni di festa per noi, per tutte le associazioni presenti e per tutti coloro che vorranno partecipare... mandate anche voi i vostri auguri a Casarmonica, i più significativi verranno letti durante la festa...

Casarmonica Associazioneculturale



Volantini




COMUNICATO
del Forum di Cittadini del centrosinistra di Ceglie Messapica "In Movimento"



E alla fine la mazzata dell'aumento delle tasse per i cegliesi arrivò. All'ordine del giorno del Consiglio comunale previsto per domani in prima convocazione (giovedì in seconda) i nostri rappresentanti saranno chiamati ad approvare le nuove aliquote dell'Imu e della Tares. Per quest'ultima, è previsto un introito per il Comune di 3 milioni di euro contro i 2.050.000 dell'anno scorso. Un milione di euro in più spalmato sui cittadini e sulle attività commerciali. Nell'ultimo Consiglio la maggioranza prese tempo per valutare tre emendamenti presentati dal centrosinistra che prevedevano una qualche forma di riduzione. Chissà ...

Passeranno? Ce lo auguriamo. La constatazione che il precedente di qualche mese fa - quando la proposta di riduzione Imu presentata dal centrosinistra e dall'Udc (pensate, sono stati per tre anni all'opposizione della Giunta Caroli) fu respinta da tutto il centrodestra di allora (c'era anche la componente ciraciana, oggi fiera oppositrice degli aumenti delle tasse) – non lascia spazio al facile ottimismo. Verosimilmente questi aumenti saranno approvati. 

C'è da dire che l'aumento della tassa sulla spazzatura (che oggi si chiama Tares e andrà a finanziare i costi di altri servizi come illuminazione pubblica e una serie di servizi comunali) era previsto già da mesi. In vista di ciò, un Comune che si fosse voluto comportare come un “buon padre di famiglia” (per citare una frase che leggiamo spesso dalle parti del centrodestra) avrebbe dovuto iniziare, nell'interesse dei cittadini, a risparmiare qualcosa, sul superfluo, come una "formichina" in vista del freddo inverno. Invece, si è deciso il contrario, in primis con un cartellone di eventi estivi costati circa 300mila euro. Non era la cifra in sé il problema; un Comune che ne avesse la possibilità, sarebbe stato anche "normale" investisse una cifra così alta in eventi per favorire il turismo. Il problema era piuttosto: alla vigilia della valanga di aumenti che già si annunciava, non sarebbe forse stata più opportuna un'attenzione maggiore ai costi? 

La strada seguita fu naturalmente quella di andare comunque avanti e realizzare eventi importanti e di successo, funzionali all'immagine di grandeur della “nuova “Amministrazione. Ma il conto alla fine è arrivato. E lasciano abbastanza perplessi frasi commoventi che si leggono un una lettera scritta in queste ore dall'amministrazione e inviata nelle case di noi cegliesi del tipo: “Sulla Tares non possiamo farci nulla perchè il governo ce l'ha imposta”. Il governo ha imposto la tassa, è vero, ma non l'aliquota la cui decisione spetta al singolo Comune e che oggi, a seguito delle scelte dei mesi passati, difficilmente potrà essere modificata.

La logica che stanno seguendo è che le colpe sono sempre di qualcun altro, loro non c'entrano mai niente nelle proprie decisioni. Ma se vale il ragionamento per cui la colpa delle tasse locali è del governo che le ha imposte (al netto del discorso che abbiamo fatto poco fa) perchè i nostri politici lo fanno valere soltanto ora, per l'ambito fiscale, facendo le vittime? Perchè quando gli stessi governi (sostenuti anche dal centrodestra) hanno imposto alle regioni, con la spending review, la chiusura degli ospedali (tra cui quello di Ceglie) con meno di un certo numero di posti letto, ci hanno riempito di comunicati e di manifestazioni in cui dicevano che la colpa era della Regione guidata da Nichi Vendola, accusata di aver chiuso gli ospedali?

Ad ogni modo, le tasse vanno pagate, anche quando il carico è pesante. Naturalmente anche su questo ci sarà il successivo giudizio dei cittadini nelle urne. L'auspicio è che almeno le proposte di emendamento presentate dall'opposizione, di cui accennavamo all'inizio, vengano prese in qualche modo in considerazione.

.