.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

martedì 30 dicembre 2014

I Re Magi a Montevicoli?

COMUNICATO  STAMPA

Il Sindaco e la sua maggioranza continuano a  giocare !!

I Consiglieri Comunali di opposizione ( PD – SEL – UDC – FI - NOI CON FEDERICO) convocati d'urgenza per partecipare al  Consiglio Comunale di oggi 30 Dicembre  per le  ore 15.00 , dopo un' ora di vana attesa ed in assenza di tutta la maggioranza avendo  preso atto che l'urgenza sbandierata, nei fatti non esisteva, hanno ritenuto opportuno  abbandonare l'aula consiliare , considerata l'irresponsabilità e l'inaffidabilità  di chi pensa di continuare ad utilizzare le istituzioni a proprio uso e consumo.

Il Consiglio Comunale era stato convocato in fretta e furia e con urgenza, allo scopo di acquisire le Grotte di Montevicoli,  dopo che l'opposizione aveva denunciato la vergognosa chiusura delle stesse con  la mancata realizzazione del tradizionale presepe punto di riferimento per il turismo invernale.

Questa “strana urgenza”  poteva avere  come unica giustificazione l'accoglienza dei  RE MAGI per il 6 Gennaio 2015.

Ma purtroppo dopo “una serie di informazioni assunte” abbiamo capito i  RE MAGI non potranno far tappa a Montevicoli .

Infatti, la delibera  sottoposta all'approvazione  del  Consiglio Comunale, si è rilevata  una patacca natalizia priva di qualsiasi consistenza e giustificazione di natura amministrativa – tecnico - contabile.

Avevano deciso di acquisire le “Grotte di Montevicoli” senza soldi,  senza alcun impegno di spesa , senza alcuna convenzione, senza il parere dei revisori dei conti, senza il parere del funzionario contabile, senza mai aver discusso nelle apposite commissioni  consiliari delle varie problematiche  che l'eventuale acquisto comporterebbe.

Le Grotte di Montevicoli  a nostro avviso possono  diventare patrimonio artistico-culturale - ambientale  di tutta la Città solo  attraverso  la produzione di atti amministrativi corretti e legittimi a cui come consiglieri  comunali di opposizione daremo come sempre il nostro contributo.

L' Amministrazione Comunale  non può continuare a procedere alla carlona avendo come  chiodo fisso la propaganda per la prossima campagna elettorale.

Cinque mesi sono ancora tanti, i Cegliesi  hanno invece  bisogno di fatti concreti   e di  responsabiltà amministrativa,  di chiacchiere ne hanno sentite abbastanza.

Ceglie M.ca lì 30/12/2014

I Consiglieri Comunali  del PD-SEL-UDC–FI–NOI CON FEDERICO



Consiglio comunale

Convocazione seduta del Consiglio Comunale.

Il Consiglio Comunale si riunirà, presso la Sala Consiliare della Sede Municipale (Via E. De Nicola) in seduta pubblica, alle ore 15,00 del giorno 30 Dicembre 2014 per la trattazione del seguente O d G :

1. Acquisizione al patrimonio comunale delle aree di soprasuolo e sottosuolo del complesso costituente le "grotte di montevicoli".
2. Approvazione Regolamento del Servizio Comunale di protezione Civile.
3. Approvazione, ai sensi dell'art. 14 del T.U. dell'Edilizia, DPR 380/2001 e delle disposizioni impartite dalla DGRP 13 giugno 2006, n. 847, di approvazione della Circolare n. 2/2006 dell'Assessore Regionale all'Assetto del territorio, del progetto per la realinnione di un corpo di fabbrica di interesse pubblico adibito al contenimento di apparecchiature di segnalamento e sicurezza ferroviaria presso l'area della stazione di questo Comune.
4. Bando di concorso a premi e regolamento di partecipazione all'iniziativa "Differenziatissime volte", destinato alle scuole secondarie di P grado del Comune di Ceglie Messapica, per l'a.s. 2014-2015.

lunedì 29 dicembre 2014

Un trasloco particolare

Foto web
Se qualcuno pensa che il mio ruolo di consigliere comunale trova fondamento nella polemica sempre e a tutti i costi, posso assicurare che si sbaglia. Pertanto anche questo intervento è solamente costruttivo.
Chiedo l'immediata chiusura della galleria d'arte "E Notte" perché risulta evidente che, dopo il trasloco recente e forse ancora in corso, non è ancora finito l'allestimento: "la CROCIFISSIONE" è divisa a pezzi e appoggiata su se stessa, la predisposizione dei quadri manca di un ordine e indicazioni, non c'è cura dei locali, ieri sera acqua per terra e non oso immaginare quale danno provocherà l' evaporazione ai dipinti. La realizzazione di una Galleria d'arte non può essere frutto di improvvisazione
Se sbaglio , considerando che non ho competenze, chiedo scusa!

Tommaso Argentiero




A proposito di Emilio Notte ... il sito a lui dedicato e alla Galleria d'Arte Moderna ( http://www.gam-emilionotte.it/) continua a non essere in rete ... stiamo sparagnando 20/30 euro e forse anche meno...

Clicca qui.



Aggiornamento

Ci sarebbero da scrivere tante belle parole sull'utilità del sito in questione, dell'importanza della cultura, dell'informazione, dello sfruttamento dei beni culturali, e tante altre parole ma io sono convinto che ognuno di voi, che leggerà questo post, saprà trovare le giuste motivazioni perchè ci sia in rete un sito dedicato ad Emilio Notte e alla galleria d'arte moderna di Ceglie Messapica
 
Mimmo Barletta (Ahi Ceglie), Antonio Curri, Ceglie è... (associazione dei ristoratori e albergatori) e  Consorzio del biscotto di Ceglie contribuiranno all'acquisto del dominio affinchè venga ripristinato il sito e tu?

domenica 28 dicembre 2014

Carta canta e consigliere dorme...

Giorni fa  io e il collega Donato Gianfreda,  in qualità di consiglieri comunali del PD ponemmo all'attenzione dell'opinione pubblica le criticità legate al servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani.

Tra le altre cose, a ridosso delle festività natalizie  i lavoratori della ditta Cogeir, che gestice il servizio, non avevano percepito gli stipendi e rischiavano di non ricevere neanche la tredicesima.

La nostra posizione sin dall'inizio è stara chiara e lineare, abbiamo denunciato pubblicamente le responsabilità di una gestione fallimentare dell' Amministrazione Caroli e dell' Assessore all'Ambiente.

Abbiamo denunciato  alcune inadempienze della Ditta cosi come abbiamo dovuto prendere atto che il Comune di Ceglie è debitore nei confronti della ditta di circa 1 milione di euro.

A fronte di queste nostre denunce il Ragioniere Caroli e l' Ingegnere Gasparro hanno pensato bene di rispondere con un comunicato che merita qualche precisazione al di là delle considerazioni gratuite a cui si sono lasciati andare i due esperti in aritemtica, diritto civile, diritto amministrativo, in contezioso e sopratutto in gestione ambientale.

Ma per evitare di incorrere nello stesso errore, al fine di chiarire i fatti, ho deciso di pubblicare i documenti ufficiali dai quali si evince che il comune di Ceglie ha debiti per circa 1 milione di euro, vabbè mi correggo per  oltre 900mila euro( scusate l'imprecisione)

Continua qui.

sabato 27 dicembre 2014

La chiusura delle Grotte di Montevicoli

Comunicato stampa

 Oggetto: Chiusura delle Grotte di Montevicoli a Ceglie Messapica


E’ sembrato incomprensibile per i forestieri , in particolare i tanti clienti che in questi giorni di festa sono venuti a pranzare presso i ristoranti di Ceglie Messapica, arrivare all’entrata delle Grotte di Montevicoli e trovare chiuso.
Quella che è una delle cavità carsiche più conosciute della Puglia, da alcuni anni non è più usufruibile ai visitatori. Le grotte di Montevicoli, fin dai primi anni sessanta, da quando furono scoperte, hanno rappresentato un elemento unico e caratterizzante della nostra città.
In questi anni, in più occasioni, ho sollevato la questione, ma da parte de Sindaco Caroli e dell’Assessore al Marketing territoriale Palmisano l’inerzia più assoluta. In questi anni, con questa Amministrazione comunale, è stata sprecata una grande occasione per valorizzare questa risorsa carsica che madre natura ci ha fatto dono.
Infatti, questa Amministrazione ha usufruito, grazie al lavoro e alla passione dell’Amministrazione precedente ,guidata da Sindaco Federico, con la progettazione dell’architetto del Comune Marina Carrozzo, tramite il programma europeo Italia Grecia “C.AV.E.”, un finanziamento finalizzato alla valorizzazione del patrimonio speleologico per un importo complessivo di 265.000,00 euro. Durante la gestione della precedente Amministrazione le Grotte di Montevicoli, dopo diversi anni di chiusura, riaprirono al pubblico per il tradizionale Presepe, ma grazie alla collaborazione dell’associazione Speleocem, le grotte erano visitabili tutto l’anno. Con l’avvento dell’Amministrazione Caroli-NCD le grotte sono state nuovamente chiuse, impedendo ai cittadini di questa città e ai forestieri, di poter godere di questa spettacolo carsico.
Lo sperpero di denaro pubblico perpetrato da questa amministrazione è sotto gli occhi di tutti i cittadini, e se a questo si aggiunge l’incapacità nel valorizzare il patrimonio ambientale, e in particolare quel piccolo gioiello che rappresenta la cavità carsica di Montevicoli, risulta lampante il fallimento dell’azione amministrativa della Giunta di destra che governa la città e, fatto ancora più grave, risulta evidente che questa città ha buttato al vento cinque anni che potenzialmente potevano determinare un ulteriore rilancio sociale, turistico ed economico.
La chiusura delle Grotte di Montevicoli e l’incapacità di costruire un percorso turistico – culturale tale da offrire un pacchetto di opportunità di visita ai forestieri, attirati dal nostro patrimonio ambientale e dal valore aggiunto rappresentato dagli operatori della ristorazione determina un danno d’immagine e ci fa assumere una rappresentazione di città incapace di valorizzare le proprie risorse e ci affibbia un’etichetta di inaffidabilità che sarà difficile da cancellare.
Questo è il danno provocato dall'Amministrazione Caroli -NCD 

Ceglie Messapica 28.12.2014

Tommaso Argentiero
Consigliere Comunale Ceglie Messapica “Noi con Federico”

In corso d'arte

Il comitato provvisorio dei commercianti di Corso Garibaldi hanno organizzato una mostra d’arte e di enogastronomia dal 27 al 30 dicembre 2014. Partecipano:Tony Andriulo, Dora Angelini, Tonino Conserva, Giuseppe di Palma, Angela Elia, Nico Formica, Antonietta Gianfreda, Tina Quaranta, Bianca Rodio e Enza Zizzi.


Natale...Musica e poesia

"Natale...Musica e poesia"
13a Edizione del Premio Concorso di Poesia Religiosa

Recital Musicale "Musica, Parole e ...con Tulio Mancino e Gianfranco Pagliara"
Premiazione Concorso di Poesia Religiosa "Natale: Fraternità e Pace"
a cura de Ass.ne Ceglie nel Cuore e Parrocchia San Lorenzo
presso Chiesa di San Lorenzo da Brindisi ore 19
DOMENICA 28 DICEMBRE

Le altre iniziative della parrocchia "San Lorenzo da Brindisi"


Quanne squagghje a neve

Comunicato stampa dell’associazione della comunità di Ceglie Messapica

L’Associazione della Comunità di Ceglie Messapica, grazie alla collaborazione della Compagnia Teatrale “Nunzia Stoppa”, è lieta di annunciare che il giorno 29 dicembre 2014, presso il Teatro Comunale di Ceglie Messapica, sarà rappresentata la commedia dialettale intitolata “Quanne squagghie a neve” (libero adattamento della commedia in due atti di Pino Antonante, con la regia di Mino Gervasi).
Lo spettacolo di beneficenza è finalizzato alla raccolta fondi da destinare ai bambini della nostra comunità che frequentano il nido comunale e la scuola materna statale. L’iniziativa solidale coinvolgerà, inoltre, alcune famiglie bisognose, individuate tramite i parroci della nostra comunità, alle quali sarà donata una serata all’insegna del buon umore e della spensieratezza.
La nostra associazione, nata nel 2014 con la missione di migliorare la qualità della vita e la cultura del dono tra i membri della comunità di Ceglie Messapica, si è già impegnata in una serie di iniziative di successo come quella denominata “panequotidiano”, realizzata in collaborazione con alcuni panifici della nostra comunità; e come la colletta alimentare, realizzata con la collaborazione di un supermercato.
Ricordo che è possibile, in occasione della dichiarazione dei redditi donare il 5 per mille delle proprie tasse alla associazione, indicando il codice fiscale dell’associazione e firmando nell’apposito riquadro.
Il presidente
Gianfranco Elia

lunedì 22 dicembre 2014

Variazioni nel calendario della raccolta rifiuti

Festività Natalizie, variazioni nel calendario della raccolta rifiuti
Durante le festività Natalizie il calendario della raccolta rifiuti subirà alcune variazioni. Di seguito trovate il calendario dei giorni durante i quali, in via sostitutiva, avverrà la raccolta.


Mudù... tutto a posto?

E' quanto mai imprudente da parte di consiglieri comunali dalla comprovata esperienza amministrativa lasciarsi andare in considerazioni gratuite e prive di fondamento scaturite probabilmente da informazioni assunte per vie traverse, siano esse stampa, network o, addirittura, sentite dire per strada. 

La ormai diffusa leggenda metropolitana che "il Comune non paga la Cogeir e la Cogeir non paga i lavoratori"sta diventando oltremodo di pessimo gusto e discutibile oltretutto dal punto di vista legale: perchè i procurati allarmismi da parte di chicchessia sulla pelle della povera gente in un periodo come questo per scopi di pura campagna elettorale sono altresì moralmente indicibili.

Questa è una vicenda tutta interna alla COGEIR, e come tale deve restare: attribuire all'amministrazione comunale, in regola, ad oggi, con tutti i pagamenti, la responsabilità della condotta di una azienda privata in merito a cui, per rispetto soprattutto dei lavoratori, non vogliamo entrare, ha un peso politico e morale ingiustificabile. Soprattutto se a strumentalizzare certe situazioni sono proprio coloro che, nelle parole e nei proclama si dicono vicini ai lavoratori e che negli anni delle politiche del lavoro ne hanno fatto cavallo di battaglia di tante campagne elettorali. 

Ma andiamo a chiarire ogni dubbio circa la presunta situazione debitoria dell'ente verso l’ Ati Monteco-Cogeir, affinchè i cittadini sappiano e giudichino con quanto pressappochismo venga fatta opposizione in questa città.

I canoni mensili per il servizio risultano essere saldati al 30/11/14
(ovvero all’ultima fattura utile). 
I servizi aggiuntivi risultano essere in saldo al 31/10/14 (ovvero all’ultima fattura utile) e lo stesso dicasi per tutti e ribadiamo tutti i servizi dalla Ati prestati presso il Comune di Ceglie. 
La presunta "inadempienza"riguarderebbe invece due situazioni: 

1. gli oneri di trasporto: le fatture, che avrebbero dovuto essere prodotte dall’Ati Monteco Cogeir con tariffa a peso invece che con tariffa chilometrica, sono in fase di rimodulazione in reciproca collaborazione e sinergia tra Ufficio Ambiente del Comune di Ceglie ed Ufficio Tecnico della stazione appaltante. 
Pertanto, a conclusione dell'istruttoria, potranno serenamente essere liquidate; 

2. il contenzioso per il supplemento del canone mensile: è in fase di definizione la procedura per addivenire ad un componimento transattivo della vertenza che vede in via transitoria (poiché non si è ancora giunti all’ultimo grado di giudizio) perdente l'ente. 

Una breve considerazione sulla percentuale della differenziata nel nostro comune: siamo circa al 50%.
E siccome uno dei principi della aritmetica di base è "I'arrotondamento"che consiste nel prendere, tra i due valori più vicini ad un numero, quello 
prossimo al valore originale, è quantomai paradossale da parte 
di consiglieri comunali che si presuppone sappiano “leggere, scrivere e far di conto”  che si approssimi un 48%  al 40% e non al 50%.
E tutti i cittadini possono consultare i valori ufficiali sul sito della regione Puglia. 
Purtoppo a Ceglie succede anche questo in campagna elettorale: si strumentalizzano i lavoratori, la situazione di disagio della povera gente e persino l'aritmetica! 

Il Sindaco, Luigi Caroli
L'Assessore all’Ambiente, Marta Gasparro 

Mudù




Con Umberto Sardella e il suo MUDU' nelle Grotte di Monte Vicoli a Ceglie Messapica. Il Centro Speleologico dell'Alto Salento ha accompagnato gli amici del Mudù nelle piccole ma spettacolari grotte cegliesi, le uniche in tutto il territorio dell'Alto Salento e della Murgia dei Trulli in grado di ospitare, in completa sicurezza, un team di persone (registi, attori e figuranti con le costose attrezzature di ripresa). Il tutto per effettuare uno spot pubblicitario di beneficenza a favore della lotta contro il fumo che uccide. Infatti Il protagonista principale, il simpaticissimo Umberto Sardella, si risveglia nell'inferno di Montevicoli attorniato da "sexy diavolesse" che accarezzano il nuovo arrivato e gli ricordano gli errori della sua vita terrena.
Noi speleologi dell'Alto Salento siamo protagonisti e testimoni anche di questi eventi sotterranei.



TANTO FUMO E POCO ARROSTO........HANNO SPESO BEN 190MILA EURO IN FESTE E FESTINI MA NON SONO STATI CAPACI DI ALLESTIRE UN PRESEPE NELLE SUGGESTIVE GROTTE DI MONTEVICOLI.............
POVERA CEGLIE...........

sabato 20 dicembre 2014

La zampogna

Comunicato Stampa: “zampogna annunziatrice” spettacolo itinerante a Ceglie Messapica




La “zampogna annunziatrice” è uno spettacolo itinerante nel quale due musicisti di grande livello artstico, in abiti tradizionali e con zampogna e ciaramella suonano melodie natalizie per le principali vie dei paesi, riportando l’antica e tuttora molto sentita tradizione del suono delle zampogne che annunciano l’arrivo del Natale. 
Il repertorio è quello tipico della coppia zampogna/ciaramella: melodie popolari natalizie o di compositori del 1700/1800 (Sant’Alfonso de Liguori, Gruber ecc) i cui celeberrimi motivi (Tu scendi dalle stelle, Quanno nascette ninno, Astro del ciel ecc.) fanno oramai indissolubilmente parte del patrimonio di tutti noi. 
Alla zampogna vi è il M° Nico Berardi, già docente al Conservatorio Tito Schipa di Lecce, cattedra “Fiati popolari”, tra i massimi interpreti e conoscitori dello strumento e delle tradizioni ad esso associate. Insieme al M° Berardi, come sempre da anni, vi è alla ciaramella la dott.ssa Patrizia Fazio, ricercatrice di tradizioni popolari. 
Il M° Berardi, che nel 2000 ha pubblicato il cd “La zampogna annunziatrice” (documento sonoro considerato tra i più importanti per il recupero e la valorizzazione della zampogna), è stato il primo “zampognista” in assoluto a suonare il proprio strumento nel prestigioso Teatro San Carlo di Napoli, sotto la direzione del M° De Simone. 
Nel settembre di questo anno è inoltre stato insignito dall'Accademia dei Transumanti degli Abruzzi del prestigioso premio "Pasquale Pizzoli" per meriti didattici, artistici e di ricerca.


Ceglie Messapica (Br)
Domenica 21 dicembre dalle ore 18.45 alle 21




E io pago bis...

Dopo aver preso atto che il Comune di Ceglie, solo alla ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti deve pagare fatture e servizi arretrati per circa 1 milione  di euro e pare anche che da circa 10 mesi  non viene pagata la discarica di brindisi che riceve i rifiuti indifferenziati della  nostra città.

Su questo sarò più preciso non appena riuscirò ad avere qualche "carta" dagli uffici di via de nicola e vi garantisco che mai come ora è veramente difficile.

Ma come  se non bastasse, in questi giorni il Comune  ( in pratica i cittadini) ha dovuto pagare  due piccole fatturine che i responsabili di area non avevano pagato per tempo.

Un geometra e una ditta  di fronte al mancato pagamento hanno chiesto e ottenuto dal giudice il decreto ingiuntivo con notevole aggravio di spese, spese che ...

continua qui.

E io pago


I CITTADINI PAGANO ed IL COMUNE HA 1 MILIONE DI DEBITI

Come è oramai noto, in queste ultime ore è scoppiato un’altra “questione rifiuti” che vede protagonisti il Comune e la Ditta Cogeir e, di riflesso, ha gravi conseguenze sui servizi resi alla Città e sul destino dei i lavoratori impegnati nella raccolta dei rifiuti.
Il Comune non paga la Cogeir e la Ditta non paga i dipendenti!
I lavoratori, in gran parte cegliesi, hanno dichiarato lo stato di agitazione.
Di conseguenza non possono essere garantiti al meglio i servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti della Città, con grave disagio per tutti i cittadini.
Il Partito Democratico esprime ai lavoratori piena solidarietà e ribadisce quanto affermato da tempo: la Giunta Caroli ha fallito clamorosamente anche nel settore dei rifiuti.
I fatti sono chiari e parlano da soli:
a) Dopo circa 5 anni di Amministrazione di centrodestra la raccolta differenziata è di poco superiore al 40% mentre per contratto e capitolato doveva essere al 65%.
b) Per colpa del Comune che realizzò un abuso edilizio, rilevato dalla magistratura con una sentenza di qualche settimana fa, oggi la Città non ha un Isola Ecologica;
c) Nel giro di 2 anni i cittadini cegliesi sono stati chiamati a pagare oltre 1 milione di euro di tassa sui rifiuti in più, rispetto agli anni precedenti;
d) Oggi il Comune di Ceglie M.ca ha DEBITI nei confronti della ditta Cogeir per circa 1 MILIONE di Euro, debiti accumulati a partire dal febbraio 2012.
Ci chiediamo, se solo per i rifiuti il debito ammonta a circa 1 milione di euro quanti sono i debiti totali che la Giunta Caroli ha accumulato nei 5 anni di “malgoverno” ?
E' evidente il fallimento politico-amministrativo del Sindaco, dell'Assessore all' Ambiente e di tutta la maggioranza di centrodestra: irresponsabilmente stanno accompagnando il Paese verso il disastro finanziario e forniscono servizi alla Città sempre più scadenti.
Con furbizia stanno tentando di spostare più lontano nel tempo i pagamenti da effettuare, magari immediatamente dopo le elezioni amministrative di primavera.
Se da un lato il Sindaco non riesce e/o non vuole e/o non può pagare 1 milione di euro per il servizio di raccolta dei rifiuti, dall'altro ha la faccia tosta di spendere ben 190mila euro per Natale, Carnevale e Pasqua.
Perchè prima non vengono pagati i debiti e garantiti così adeguati servizi alla Città e poi, se ci sono soldi, si pensa a finanziare le feste???
Intanto per i lavoratori sarà un Natale triste come per gran parte dei cegliesi.

Il Segretario del PD
 Avv. Piermassimo Chirulli
I Consiglieri Comunali del PD
Rocco Argentiero Donato Gianfreda


venerdì 19 dicembre 2014

La bottega dei giocattoli

Il posto delle Favole 
LA BOTTEGA DEI GIOCATTOLI
Domenica 21 dicembre ore 17,30 
Teatro Comunale di Ceglie Messapica 



testo e regia Sandra Novellino e Delia De Marco
con Giovanni Di Lonardo, Valentina Elia, Delia De Marco

Storie intorno a giocattoli che si animano di vita propria abitano da sempre le fantasie dei bambini, che naturalmente giocano dando un’anima agli oggetti.
La nostra storia accade in una bottega di giocattoli, e le botteghe di giocattoli non sono forse delle città nelle quali i giocattoli vivono come delle persone? O meglio, le città non sono forse delle botteghe di giocattoli nelle quali le persone vivono come dei giocattoli? C’è sempre una bambola più bella e c’è la bambola invidiosa, un orsacchiotto che si innamora e un soldatino geloso, una mamma cattiva e una buona fata, giostre e macchinine che non si stancano di girare. Un mondo parallelo che aiuta i bambini a fare esperienza di emozioni, imparando a non perdere “la bussola”, passando dalla gioia alla delusione, dalla malinconia all’allegria, dall’amore al risentimento. Una città solitamente notturna, perché vive nel profondo dei sentimenti. Non solo infantili.
Destinato ai bambini più piccoli, il lavoro è l’esito di un percorso avviato da un gruppo di attrici e di insegnanti di scuola materna intorno al linguaggio teatrale più efficace rispetto ad un’utenza così particolare e impegnativa, per verificare linguaggi e tecniche di lavoro che, ovviamente, lasciano poco spazio alle parole a favore di immagini, musica e… gioco.
Lo spettacolo prende corpo anche dalle musiche originali di Mirko Lodedo, vero tappeto sonoro di azioni, danza e racconto che danno vita ai giocattoli. O sono i giocattoli a dar vita agli attori?
Lo scoprirete solo visitando la nostra bottega.

Info e prenotazioni:389 2656089
Posto unico 6€
Ingresso gratuito per ogni nonno/nonna che accompagna il nipotino, W I NONNI.
Biglietteria aperta:- sabato 20 dicembre dalle 10,30_12,30;
-domenica 21 dicembre a partire dalle 16,00.

Rufino Clown Show



Rufino clown in arte Fausto Barile
Piazza Plebiscito
Venerdì 19 dicembre ore 18.30- 20.00

Fausto Barile e’ un personaggio fantastico che nasconde dentro di sé qualcosa di speciale. Nelle pance degli uomini, si sa, ribollono pensieri, paure, umori ed emozioni. Fausto piuttosto che aprir bocca preferisce aprire la sua pancia; sbottona cappotto e camicia e spalanca il suo pancione per mostrarvi che al suo interno vi e’ un teatro con tanto di pubblico, luci e palco: il Teatro Dentro. E lo spettacolo? Non tarda. Seguitelo in un angolino, vi porterà in un altro mondo.

Rufino Clown

Roberto di Lernia è nato a Milano nel 1965, dal 1992 è Rufino.
Artista di strada di esperienza ormai consolidata, si è esibito in festival, teatri, piazze e feste in Europa (Italia, Spagna, Germania, Svizzera, Francia, Romania) e nel mondo (Brasile, India, Nepal ed Egitto).
Ha studiato con Jean Paul Denizon, i Fratelli Colombaioni, Mark Eriksson, Jango Edwards, Jean Menigault, Pierre Byland, Eric de Bont, Johnny Mellville, Rita Pelusio.
Nella sua carriera ha collaborato tra gli altri con Girovago e Rondella Family Theater, Ambrogio Sparagna e la Bosio Big Band ed ha partecipato ad alcune scene del film Pinocchio di Roberto Benigni.
Vive in Italia ma viaggia molto.

Dice di se…

“Sono un clown la cui principale occupazione è comunicare. Non posso fare a meno di restituire ciò che imparo della vita a tutti coloro che incontro sul mio cammino, attraverso un gioco semplice. Pochi mezzi, essenziali e nel rispetto delle dinamiche teatrali. Quello che più mi piace è scoprire, al termine di ogni spettacolo, negli occhi dell’occasionale pubblico cuori leggeri, sognanti e sorridenti”.

Rufino è un elegante artigiano del divertimento.
Lo spettacolo è già nella presentazione: nelle vesti di un improbabile sindaco, si fa strada tra la folla al ritmo di una musica che sa di allegria e semplicità.
Quando il cerchio è pronto intorno a lui l'esibizione può cominciare, o forse è già cominciata.
La giocosa capacità di comunicare con lo sguardo e il sapiente utilizzo della mimica clown permettono a Rufino di attirare l'attenzione e la curiosità dei passanti senza far rumore.
Grazie alla sua lucida follia questo clown, infaticabile collezionista di sorrisi e poeta del buonumore, riesce nel suo spettacolo a fotografare la realtà ritoccandola con leggere pennellate d'assurdo con uno stile da gangster gentiluomo.
La disarmante demenzialità e la comicità surreale conquistano piano piano il pubblico, portando adulti e bambini a farsi complici e protagonisti di un gioco magico fatto di risate, continue sorprese e abilità comiche.
Rufino è stato definito "Francescano dell'arte comica", il suo lavoro si nutre di piccole azioni e sollecita quel tipo di ascolto profondo al quale, forse, non siamo più abituati. Il suo linguaggio, privo di parole, è universale e quindi adatto ad un pubblico di ogni età, cultura, estrazione sociale, nazione e religione.

giovedì 18 dicembre 2014

Rock e burlesque



Mercoledì 24 dicembre riapre il Petra a Ceglie Messapica, bellissimo club nel centro storico della Città, ai piedi del Castello Ducale, questa volta con una veste insolita; Rock e Burlesque insieme, lontani, ma in fondo vicini nella capacità di far vibrare i sensi e l’anima. Una serata da fotografare, ballare, cantare, guardare, ascoltare, da godere.
L'idea nata dal gruppo Zion, unisce lo spirito malizioso del burlesque a quello avvolgente del dj set Rock.
Carlotta De Bono, dancer, fra le più famose del sud Italia, presenterà due burlesque show, che, vi lasceranno senza fiato.
Prima, durante e dopo, Serpentine dj set con la selezione dei più grandi successi Rock, ma anche indie, electro e pop.
ore 23.00
PETRA, via Pietro Elia, 11 - Castello Ducale - Ceglie Messapica
info e prenotazione tavoli
tel : 327/7435996 - 331/4799402

 

Open Day


mercoledì 17 dicembre 2014

Un bel regalo di Natale

L'AVIS di Ceglie Messapica
organizza
per domenica 21 dicembre 2014
LA GIORNATA DEL DONATORE

Gli interessati possono presentarsi presso i locali dell'ospedale di Ceglie dalle ore 8:30 alle ore 11:30.

E' consigliabile fare una leggera colazione prima della donazione con tè, caffè, succo di frutta, qualche biscotto secco o fetta biscottata ma senza latte e derivati del latte, quindi niente latte, yoghurt, cappuccino, paste alla crema, burro, uovo e cibi contenenti grassi in genere.


INTERPELLANZA

                                                    Circolo “Rocco Spina “   Gruppo Consiliare

                                                                   CEGLIE MESSAPICA

Al Sig. Sindaco
Ceglie Messapica

e.p.c. 

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale
Ceglie Messapica

Al Sig. Presidente dell ' ARO Br1
San Pancrazio Salentino

Al Sig. Segretario Comunale
Ceglie Messapica


INTERPELLANZA

Oggetto: Applicazione del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro da parte dell' Ati  MONTECO-COGEIR in relazione all' Appalto per il Servizio di Raccolta dei Rifiuti nel Comune di Ceglie Messapica.

Premesso che :

l'Ati Monteco-Cogeir gestisce  il servizio di raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani  per conto dell' Aro br1 e del Comune di Ceglie Messapica,

il servizio viene espletato a seguito di regolare gara d'appalto e che è regolato da un contratto sottoscritto riveniente dal capitolato d'appalto a cui la ditta  necessariamente deve attenersi,

Considerato che :

in data 15 Dicembre 2014 ai lavoratori impiegati nel servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani non sono state corrisposte le spettanze economiche previste dal CCNL ( lo stipendio di Dicembre e la 13° Mensilità) senza alcuna giustificazione da parte della Ditta Appaltatrice e senza alcuna prospettiva certa anche in vista delle festività natalizie.

quanto sta accadendo è davvero grave, anche in considerazione dei precedenti tentativi da parte della Ditta Appaltatrice di disattendere il capitolato d'oneri attraverso una inusuale richiesta di cassa integrazione, al momento rientrata, oltre al ritardo nel pagamento della 14° Mensilità;

le condizioni contrattuali sottoscritte tra l ' Ati Monteco -Cogeir e i soggetti pubblici titolati non sono cambiate  ne peggiorate dal punto di vista  economico;

il Comune di Ceglie Messapica  come prassi consolidata paga regolarmente il canone mensile per il servizio svolto;

i lavoratori in un  questo periodo particolare hanno la necessità di svolgere le loro mansioni in tranquillità e con le garanzie previste dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro, ad iniziare dalla salubrità dell''ambiente di lavoro e dal rispetto di tutte le norme di sicurezza;

che oramai da troppo tempo abbiamo segnalato una serie di criticità nella gestione del servizio da parte della ditta  che potrebbero evidenziare  una serie di inadempienze contrattuali sulle quali è urgente intervenire;

le percentuali di raccolta differenziata mese dopo mese continuano a precipitare , a Novembre  del 2014 siamo fermi al 43% contro il 51 % del Febbraio 2010 ,nonostante per contratto la percentuale da raggiungere era del 65% a partire dal 2010;

i cittadini in questi giorni vengono chiamati a pagare un servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti che meriterebbe maggiore attenzione sia da parte della  Ditta Appaltatrice che da parte del Comune, da troppo tempo  oramai  assente su tale problematica;

SI CHIEDE DI SAPERE:

quale iniziative intende intraprendere l' Amministrazione Comunale  per chiedere all' Ati Monteco-Cogeir il rispetto del Capitolato d' Appalto e quindi del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro,

se l' Amministrazione Comunale non ritenga avviare da subito le procedure previste dall'art.5 del dpr  207/2010 che prevede la facoltà da parte della stazione appaltante (quindi il Comune) di trattenere, (in caso di inadempienza da parte della ditta) le somme spettanti ai lavoratori dal Canone Mensile pagato alla Ditta Appaltatrice,

quali determinazioni intende assumere l' Amministrazione Comunale affinché il capitolato d'appalto ed il relativo contratto vengano rispettati ed applicati nella loro totalità, atteso che i cittadini da troppo tempo reclamano disservizi e disagi.

La presente interpellanza, ai sensi dell'art. 26 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale di Ceglie Messapica, dovrà essere iscritta all'ordine del giorno della prossima seduta del Consiglio Comunale.

Ceglie Messapica  lì 17/12/2014
                                                                                                   I Consiglieri Comunali del PD
                                                                                   

                                                                                             Rocco Argentiero   Donato Gianfreda

Consiglio Comunale dei Ragazzi

Comunicato Stampa

Oggetto:  Seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Ceglie Messapica


L’Amministrazione Comunale comunica alla cittadinanza che in data di oggi, mercoledì 17 dicembre, alle ore 16.00, presso la Sala Consiliare del Comune di Ceglie Messapica si terrà una seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze con il seguente o.d.g :

Surroga di n.1 Consigliere Comunale
Proposte per eventuale attività natalizia.
Premio letterario artistico sulla “Shoah”
Varie ed eventuali

Ceglie Messapica, 17 dicembre 2014


                                                                                                 L'Assessore alle Politiche Scolastiche
                                                                                                Avv. Mariangela Leporale

Capatosta

Teatro a tutti i costi
Giovedì 18 dicembre
Teatro Comunale Ceglie Messapica 
Capatosta
scritto da Gaetano Colella
regia Enrico Messina
con Gaetano Colella e Andrea Simonetti

composizione sonora Mirko Lodedo, scene Massimo Staich, disegno luci Fausto Bonvini, datore luvi Vito Marra, foto di scena Lorenzo Palazzo, in collaborazione con Armamaxa teatro.

Siamo nello stabilimento più grande d’Europa, l’Ilva. Siamo in uno dei tanti reparti giganteschi della fabbrica, Acciaieria 1 reparto RH. Qui l’acciaio fuso transita per raggiungere il reparto della colata e gli operai sono chiamati a controllare la qualità della miscela. La temperatura è di 1600 gradi centigradi.
Due operai sul posto di lavoro. Il primo è un veterano, venti anni di servizio alle spalle e un carattere prepotente, di chi si è lavorato la vita ai fianchi e il poco che ha lo difende coi denti, compreso il suo piccolo
desiderio: fuggire da Taranto, coi suoi figli, per non tornarci più. Il secondo è una matricola, un giovane di venticinque anni appena assunto nello stabilimento. I due potrebbero essere padre e figlio.
In questo stabilimento dal 1962 ci sono generazioni di operai che si avvicendano, si confrontano, si scontrano e si uniscono. I padri hanno fatto posto ai figli e ai nipoti senza che nulla sia intervenuto a modificare questo flusso di forza lavoro. Si sono tramandati saperi ed esperienze così come usi e abusi, leggi tacite e modi di fare. Sembra che in questo
scenario nulla sia destinato a mutare, che i figli erediteranno fatica e privilegi dei padri. Ma è davvero così?
Nuova drammaturgia, teatro civile… etichette possibili per una urgenza che non vuole essere chiusa o bollata con un’etichetta, ma vuole essere un prendere parola, restituire un sentimento di dolore e di impotenza insieme, condividendolo con una città e non solo, come solo il teatro può fare. Solo i gesti, i volti, le voci di attori possono riuscire a raccontare il sangue di una città ferita e divisa. Oltre l’informazione.

note di drammaturgia
Lavoro a Taranto da tanto tempo. La mia Compagnia abita il quartiere Tamburi da più di cinque anni. Abbiamo un teatro a poche centinaia di metri dallo stabilimento siderurgico. Viviamo quotidianamente gli odori, le polveri, i rumori, le nubi spettacolari che si levano, ma anche le testimonianze, le storie e tutte le chiacchiere inutili dette e scritte su questa città, su questo disastro ambientale, su questa gente. Io, per raccontare quello che sta avvenendo, sono andato a parlare con gli operai. Solo loro potevano restituire la dimensione del dramma, di quella frattura irreconciliabile fra salute e lavoro che si sta vivendo in maniera sempre più violenta negli ultimi mesi. Solo così ho capito che il mondo operaio non è come lo vediamo in tv, quando scorrono quelle interviste in cui sono schierati di fronte alle telecamere con gli elmetti in testa e la faccia incazzata. Non è un blocco unico di coscienze allineate su una posizione. Ho trovato invece un universo pieno di uomini soli, spesso sbandati, che non sanno esattamente cosa fare né cosa sarà di loro, che non hanno punti di riferimento, che non conoscono i loro diritti e altri pronti a inventarne di nuovi; un universo profondamente lacerato da posizioni molto distanti, fra chi medita soluzioni, chi vendette, chi rancore, chi invece non se ne frega niente come non se n’è mai fregato. Chi pensa di scappare via, chi di lottare. E da queste figure che sono nati i due personaggi di questa storia. Perché incarnano lo spirito di una comunità intera e, probabilmente, di tutta la nostra nazione lacerata fra l’indifferenza da un lato e la voglia di cambiare dall’altra.
Gaetano Colella
note di regia
L’impatto quando ci arrivi di notte dalle colline del nord Brindisino è stupefacente. Un corpo unico: si confondono la fabbrica e la città, si mescolano, si compenetrano. Sembrano amanti distesi sul golfo in un abbraccio che pare non possa sciogliersi mai. A guardare gli sbuffi, le improvvise gigantesche nuvole di fumo che si alzano dai camini sembra di sentire il respiro affannoso del loro amplesso; il respiro delle molte vite che li abitano, li fanno vivere, li nutrono e se ne nutrono da generazioni. Generazioni, che si succedono, e scorrono in quei due corpi come sangue vivo. Padri, madri, figli. Ma quando ci arrivi di giorno, dalle stesse colline, il panorama cambia. L’abbraccio sembra trasformarsi in una morsa, un morso anzi. Soffocante. I camini altissimi, le immense costruzioni dei corpi della fabbrica, gli spazi sterminati occupati da distese di coils che non ce la fai a contarli, sono invadenti, la schiacciano la città, la costringono in un angolo; alle corde. Velano tutto di un rosso che non sa risplendere, polvere di una passione ormai sbiadita; di una promessa non mantenuta. E quell’abbraccio allora svela le contraddizioni, il tradimento, le divisioni ormai profonde e le lacerazioni di quei corpi che non si amano più. Generazioni che per troppo tempo non si sono parlate, si sono tradite. Padri che hanno scelto per i figli; madri che non hanno saputo lasciarli andare. Figli che, mollemente, si sono adagiati a subire il quotidiano senza speranza di una storia finita ma che non si risolve mai.
La luce del giorno è crudele, spietata, non lascia spazio al dubbio: il fumo dei camini è veleno, le costruzioni degli impianti sono “bruttezza”, il corpo della città disfatto, cadente, malato. Bisogna che qualcosa accada, che si rompa quel precario equilibrio eppure immoto. Bisogna che si separino gli amanti. Bisogna che si scontrino quei padri e figli. Bisogna. E per farlo serve che qualcuno cominci a urlare.
Enrico Messina

martedì 16 dicembre 2014

Ordinazione presbiteriale


La Corale Maria Immacolata MDP, accompagnata dall'Ensemble "Eufonia", animerà la S. Messa di Ordinazione di sabato 20 Dicembre (ore 18.00) e la successiva prima Messa di domenica 21 Dicembre (ore 10.30).



Da Washington a Ceglie ... via Martina


Comunicato Stampa: Il gospel di Mike McCoy, da Washington a Ceglie Il Natale del Ghironda Winter Festival.

E’ con il grande gospel di Mike McCoy, in arrivo in Puglia direttamente da Washington DC. Dopo aver inaugurato l’ottava edizione invernale della Ghironda nel segno di Chris Jarrett e Luca Ciarla, Ceglie Messapica ospita il gruppo del musicista statunitense in un concerto molto atteso, in programma sabato 20 dicembre, nella chiesa di San Rocco (ore 20.15, ingresso libero), con il sostegno dell’amministrazione comunale e della Regione Puglia. L’appuntamento anticipa l’esibizione di Mike McCoy & Voices United Gospel all’auditorium Parco della Musica per il Roma Gospel Festival, diventato il più grande appuntamento in Europa riservato alla musica religiosa nero-americana.
Dunque, c’è anche la Puglia, in esclusiva per il Ghironda Winter Festival organizzato da IdeaShow, tra le mete scelte da questa straordinaria formazione per celebrare ilventennale di attività con i suoi principali componenti, tutti pastori, predicatori ed evangelisti di varie chiese dell’aera metropolitana della capitale americana. Ed è proprio daWashington che McCoy e il suo ensemble partono nel 2006 alla conquista del Gospel Heritage Praise & Worship Choir Competition, preludio alla nomina, quattro anni dopo, agliStellar Awards, gli Oscar della musica gospel.
Genere musicale ormai consolidato anche nel Vecchio Continente, il gospel possiede una grande capacità di coinvolgimento incentrata su una forte impronta spirituale e una straordinaria carica gioiosa. E nonostante una lunga tradizione, ben radicata, questo genere continua a evolversi spaziando tra tendenze musicali diverse, dal soul al pop, dal rap allo r&b. In particolare, lo stile dello formazione di McCoy riprende i suoni della contemporaneità mantenendo, però, un forte legame con il passato in un’esplosione di gioia ed entusiasmo.
Non a caso, Mike McCoy ha avuto l'opportunità di lavorare con alcuni giganti della musica gospel, da Byron Cage a Kurt Carr, da Maurette Brown-Clark a Vickie Winans, imponendosi come uno dei principali custodi di un genere che con il disco «Continue to Continue», secondo album dell’ensemble guidato dal musicista di Washington, si riaggancia direttamente alle radici della grande esperienza musicale afro-americana.

Mike McCoy
&
Voices United Gospel
Chiesa di San Rocco
Ceglie Messapica (Br)
Sabato 20 dicembre ore 20.15
Ingresso libero

lunedì 15 dicembre 2014

... sono di una elementarità disarmante, ...

Altri Consiglieri Comunali di Ceglie Messapica, in questi ultimi giorni, in maniera chiara e condivisibile, hanno evidenziato, ancora una volta, lo sperpero di denaro pubblico messo in atto dall’Amministrazione Caroli e dai sui sostenitori. Non è servito a nulla, da parte della Maggioranza di destra che governa la città costruire degli specchietti per le allodole per dimostrare che le opposizioni mentivano quando dicevano che lo sperpero di denaro pubblico alla fine lo avrebbero pagato i cittadini. In questi giorni i Cegliese, anche i più diffidenti verso la nostra opposizione, stanno facendo i conti con questa drammatica realtà. Da parte mia, oltre ad evidenziare che questo è un problema reale che sta condizionando in maniera negativa anche i prossimi Bilanci e lo sviluppo sociale per i prossimi anni, ritengo di dover continuare a mettere in evidenza l’incapacità da parte dell’Amministra Caroli nel realizzare gli atti amministrativi in maniera corretta e rispettosi delle normative. Questo è un problema molto serio, che non può essere messo in conto solo ai Funzionari del Comune che materialmente realizzano gli atti amministrativi, ma è evidente che la determinazione di atti viziati è frutto di incapacità e di una non corretta programmazione da parte dell’amministrazione comunale. Ricostruire la macchina amministrativa, ridare fiducia e responsabilità al personale dipendente del comune, mantenendo divisi i compiti di indirizzo da quelli di gestione, è una priorità per la prossima amministrazione. In questa ennesima Mozione evidenzio, ancora una volta, questa necessità. Nella Determina riferita alla spesa delle feste Natalizie, Carnevale e Pasqua per un importo di 190.000,00 metto in luce alcuni “vizi” che la rendono nulla. La cosa strana e incomprensibile è che non sono errori dovuti a problematiche difficili o di dubbia interpretazione, ma sono di una elementarità disarmante, riscontrabile da chiunque, anche da me . 


-          Al  Sindaco 
-          Al Presidente del Consiglio Comunale
-          Al Segretario Generale
-          AL Collegio dei Revisori
                                 Comune di Ceglie Messapica
MOZIONE
Oggetto: Determina n. 833 del 02.12,2014 “Realizzazione eventi di Natale,Carnevale e delle Festività  Pasquali-   Approvazione programma 2014/2015- CIG :5852521”
Premesso che:

-          con Delibera n. 227 del 28.11.2014 la Giunta Comunale di Ceglie  Messapica Deliberava un atto di indirizzo finalizzato  alla  programmazione e  realizzazione di eventi per il periodi di Natale, Carnevale e Festività Pasquali. L’atto amministrativo  indicava una programmazione degli eventi con uno stanziamento di euro 190.000,00. Nell’atto si evidenziava  che la somma disponibile per l’esercizio in corso era di 22.000,00. Inoltre, autorizzava il Funzionario ad avvalersi di primarie società e agenzie di spettacolo  per l’organizzazione degli eventi,  alla contrattualizzazione  e ai necessari adempimenti per la loro realizzazione;
-          con Determina n. 833 del 02.12,2014 ad oggetto : Realizzazione eventi di Natale,Carnevale e delle Festività Pasquali- Approvazione programma 2014/2015- CIG :5852521” Il Responsabile dell’Area Affari Generali Economica Finanziari del Comune di Ceglie Messapica, Dr. Guidotti, affidava alla ditta Idea Show srl, con sede a Martina Franca,  la realizzazione di tutti gli eventi indicati dall’Amministrazione con la Delibera n. 227, impegnando la somma di euro 140.000,00 (oltre Iva)  e determinava di procedere alla liquidazione,previa presentazione di fattura, ad avvenuta prestazione di servizi oggetto di affidamento.
In riferimento alla Determina n. 833 del 02.12,2014 si evidenzia che:

Mura e Biblon

Con il riposizionamento di alcuni blocchi è stata completata questa fase di messa in luce e protezione di un tratto delle mura messapiche emerse in viale S. Aurelia. Il tutto è stato possibile grazie alla tenacia e alla volontà di Don Domenico Argentiero, dell'Opera Don Guanella e della Soprintendenza Archeologica della Puglia.



Foto Pinuccia Caliandro

Intanto a Cisternino...
XI edizione di BIBLON dal 15 dicembre all'11 gennaio nell'Area Archeologica di San Nicola a Cisternino. Biblon è una rassegna del libro di archeologia, architettura, arte, etnologia, paletnologia, speleologia, storia locale con la partecipazione di: Mario Adda Editore, Edipuglia, Schena Editore, Congedo, Capone, Artebaria e tante altre case editrici.


Oltre a Biblon, da lunedì prossimo e sino all'11 gennaio, la mostra ANGELI RIAPPARSI di G. Marchioli, nell'area archeologica di San Nicola a Cisternino.



Basket


SERIE D REGIONALE
U.S. SAN PIETRO - N.P. CEGLIE 
61-74


.