.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

mercoledì 24 giugno 2015

Il ritorno dei grani antichi



Nella bellissima campagna di Tonino e Mariagrazia si svolge ogni anno un incontro libero tra persone provenienti da luoghi ed esperienze diverse, accomunate dall’obiettivo di preservare e valorizzare le risorse del territorio.
Nel corso della giornata ci sarà l'allestimento di una Mostra delle Cultivar Locali e delle Erbe Magiche spontanee, scambio di sementi autoctone, presentazione del libro : il grano senatore cappelli - Stilo Editore, laboratori con le farine integrali di grani autoctoni.
Gli amici di Trullo Arakne terranno una lezione dimostrativa sulle tecniche di danza della pizzica.
La serata si concluderà con la condivisione dei cibi a impatto zero, si arriva con un piatto o prodotto autentico autoprodotti e automuniti di stoviglie.
Domenica 28 giugno, dalle 17 00 in poi.

Passoditerra

I fondi musicali ...





martedì 23 giugno 2015

Due libri


Il prof. Gaetano di Thiène Scatìgna Minghetti ha dato alle stampe due piccoli volumi
"Il riverbero del divino - Lorenza Palazzo e la religione della famiglia nel culto di Maria SS. della Croce in Ceglie Messapica", Kailinon, Ceglie Messapica 2015
Entriamo nel momento più luminoso della storia nostra ...  - Pier Fausto Palumbo e la storia di Francavilla Fontana nelle pagine di Pietro Palumbo", Kailinon, Ceglie Messapica 2015

Il primo volume è dedicata alla memoria della madre dell'autore e al culto familiare della Madonna della Croce, viaggiando tra la storia, scampoli, di Ceglie, e i brani di Francavilla, in cui ha sede un santuario della Croce, la storia della famiglia Palazzo e le immagini e le iscrizioni dedicate alla Madonna presenti nella nostra città.

"Ora, io sono qui, a vent'anni dalla sua scomparsa: sono, essi, giorni, stagioni, in cui ho fatto tesoro della sua esperienza; giorni nei quali ho posto a frutto i suoi insegnamenti e ne ho raccolto, in special modo, l'eredità morale che si compendia, si raggruma nella conservazione, nella magnificazione di tutto ciò che Ella ha ereditato, sia in beni materiali che morali e spirituali; beni che, in maniera icastica, sono incarnati dallo strepitoso, unico in sé, simulacro della Madonna della Croce che, attraverso gli anni, sia belli che avversi, è stato di continuo il punto nodale, l'imprescindibile referente dell'intera nostra gens, articolata nel cognome Scatigna nel quale si sono innervati di volta in volta quelli dei Cavallo, dei Palazzo, dei Minghetti."

Il secondo volume si occupa della storia francavillese e più in generale di quella salentina e di  Pier Fausto Palumbo nipote del francavillese Pietro Palumbo (1839-1915),storico importante della Puglia, e figlio Giovanni (1876-1952), che di professione era magistrato ma che si dedicò con risultati significativi alla poesia e agli studi del folklore. Nel Ventennio Pier Fausto completò la sua formazione di medievista a Roma e a Berlino.


Gaetano di Thiène Scatigna Minghetti

Getano di Thiène Scatigna Minghetti, appartenente ad una famiglia salentina molto antica, è nato a Ceglie Messapica, in Terra di Brindisi, il 15 luglio del 1945, da Pietro e da Lorenza Palazzo.
Il padre, profondo cultore di studi sul dialetto cegliese, ha lasciato una raccolta inedita di proverbi in vernacolo - "Ci pàss' da Cegghij" - ed un lessico incompiuto, comprendente l'origine ed il significato dei termini più tipici dell'idioma di Ceglie.
Scatigna Minghetti ha studiato "Pedagogia" presso l'Università degli Studi di Lecce, laureandosi con Tarcisio Amato; "Scienze Politiche" presso quella di Bologna, con Pier Giorgio Camajani.
Si è avviato agli Studi storici con Fausto Ponzi ed a quelli d'Arte con Paola Barocchi.
La sua attività scientifica lo qualifica come ricercatore attento del fenomeno risorgimentale nell'Italia meridionale che, al di là delle correnti e dei metodi storiografici, possa trovare la propria giustificazione in una sintesi che sia al tempo stesso rigorosa ed avvertita.

lunedì 22 giugno 2015

Carrettoni e drift trike


Bellissima serata con i carrettoni ai giochi tradizionali ..... ma non ci dimentichiamo che domenica 28 giugno si parte con la seconda edizione dei carrettoni e dei drift trike in via Emilio Notte dalle ore 15,00 alle 21,00 non mancate vi aspettiamo in tanti grandi e piccoli.
Paolo Delgrado


Festival dei giochi: ieri ed oggi












AVVISO IMPORTANTE PER IL FESTIVAL
Domani [oggi]22 giugno continuiamo a divertirci! La pioggia di ieri verrà sostituita dal sole di domani e dal vostro entusiasmo! Armatevi di cuscini e venite a trovarci..
IL FESTIVAL CONTINUA...passate parola!

Festival dei Giochi e delle Tradizioni

domenica 21 giugno 2015

FESTIVAL DEI GIOCHI E DELLE TRADIZIONI: OGGI



DOMENICA 21 “Il Gran Finale”

LARGO MONTERRONE
- h 18 Il biliardone Umano Un calcio balilla fatto di persone vere!
CIRCUITO MUNICIPALE
- h19 “I Carrettoni”
CORSO GARIBALDI
- h 20.30 “Il Grande Tiro alla fune” 200 contro 200
LARGO OGNISSANTI
- h 21.30 “La Cuccagna dei Maggiori” Finali
- h 23 “In Cupa Trance” in Concerto 
- h 00 “Finali Torneo di FIFA”
- h 00,30 Festa di inizio dell’ Estate



sabato 20 giugno 2015

SERENATA DIURNA


"SERENATA DIURNA"
per via Pitagora
domani mattina ore 11.30
alle spalle del Teatro

La Soglia era stretta, la Via è più larga.
L'abbiamo pulita, colorata con le piante, abbellita con le panchine. Ora ci si può stare, con piacere: i bambini a giocare, i grandi a chiacchierare.
Ma non è finita! Bisogna continuare a prendersi cura di quel posto restituito alla città. Perché non sia solo l'entusiasmante avventura di pochi giorni.

Il Festival dei Giochi e delle Tradizioni di Casarmonica da 11 anni coltiva a Ceglie l'amore e la cura per l'identità della Città.
La Residenza Teatrale di Armamaxa, da 8 anni con la stessa passione si prende cura del Teatro, lo abita e sta cercando di renderlo sempre più accessibile, a tutti.
Comunitazione, che ha li il suo ufficio insieme al nostro, sta costruendo progetti per rendere migliore la città in cui viviamo, per costruire partecipazione.

INSIEME hanno "Osato Inventare L'Avvenire" di un luogo che la rassegnazione alla prepotenza e alla poca civiltà di alcuni, aveva trasformato in discarica e orinatoio.

E nonostante tutto qualcuno, sempre il solito, ha continuato a lasciare li i suoi rifiuti. Chissà come dorme male la notte...

Per questo vi diamo appuntamento a Domenica Mattina, alle 11,30 per un piccolo concerto "classico" per festeggiare Via Pitagora, portate se vi va qualcosa da condividere.!

Per cantare una "serenata" a quella strada!

Armamaxa Residenza Teatrale 

Festival dei giochi e delle tradizioni: oggi


SABATO 20 “Largo ai Giovani"
FOGGIA VETERE
- h 19 Partita di Rugby 
CORSO GARIBALDI 
- h 20.30 “Gara di lentezza” – Una gara di bici in cui vince chi arriva per ultimo! 
LARGO OGNISSANTI
- h 21.30 ‘A Mammaredda sostenuta dai ritmi di Zona 167
- h 22.30 “The Big Ska Swindle Band” in concerto
- h 24 DJ Flower “Il mondo che Balla”

Festival dei giochi: La Città che Gioca. Le foto.

 Laboratorio di Circo a cura di Fuma che nduma (Cuneo)




 La Partita della Salvezza Partita a calcetto di Preti



Cuccagna dei Maggiori







venerdì 19 giugno 2015

Plastica

Rosangela Chirico
PLASTICA
Storia di Donato Chirico
operaio petrolchimico.

Dalla prefazione di Mario Desiati

[...]
Taranto e Brindisi oggi sono territori che pagheranno per sempre l’inclusione telecomandata dall'alto, di un’idea industriale che non era possibile, quanto meno senza una formazione delle coscienze di chi ha diretto questa scelta politica prima che umana. La Puglia dei petrolchimici e dei siderurgici è nelle terre sfregiate, ma anche e soprattutto nei corpi di chi si è ammalato, e nei corpi, negli occhi, nei cuori di chi ha perso i propri cari. La nostra terza guerra mondiale, la più cruenta, perché sul suo altare (in parte un altare di fango come scrive nel finale la Chirico) hanno versato il sangue migliaia di padri di famiglia, che sapevano di essere operai ma non sapevano di essere in guerra.
[...]

Petizione on line

Comunicato stampa del Comitato promotore della Consulta comunale delle associazioni di Ceglie Messapica

Il comitato promotore è lieto di annunciare che domenica 14 giugno 2015 presso la villa cento pini di Ceglie Messapica, nell’ambito della festa dello sport e delle associazioni, oltre ad aver effettuato la prima raccolta fondi a favore della nostra piccola concittadina Paola, è stata avviata la petizione popolare per salvare la storia millenaria di Ceglie Messapica dal cemento.
La raccolta fondi per Paola si è conclusa con l’apertura del salvadanaio alla presenza del papà della piccola e con il versamento alla Associazione per la Gangliosidosi GM1, della somma raccolta: ben €. 281,45.
La petizione per salvare la nostra storia millenaria dalla cementificazione, ha raccolto in una sola giornata oltre 120 firme di nostri concittadini e questo, unitamente agli stimoli provenienti da tutti quelli che hanno Ceglie nel cuore, incluso gli organi di informazione e i blogger, ci ha motivati ancor di più a  proseguire nella campagna di sensibilizzazione, PASSANDO AD UNA PETIZIONE ON LINE.
L’obiettivo della petizione è quello di ottenere che tutti gli enti interessati, ognuno per la propria parte e competenza, mettano in atto tutte le iniziative possibili per:
1.      Evitare l’ennesima colata di cemento sulla nostra storia millenaria;
2.      Procedere alla caratterizzazione del sito archeologico;
3.      Valutare tutte le possibili soluzioni alternative per realizzare la nuova Chiesa in altra area non interessata dalla presenza di resti archeologici;
4.      Elaborare un piano economico volto alla conservazione, valorizzazione e a rendere fruibile l’intera area di interesse archeologico;
È una questione molto importante e insieme possiamo fare la differenza! Se firmeremo in molti e poi la condivideremo con amici e contatti, riusciremo a modificare il corso degli eventi.
Clicca qui per saperne di più e per firmare:
Campagne come questa partono sempre in piccolo, ma crescono se persone come noi si attivano: vi prego di prendervi un momento per dare una mano firmando e spargendo subito la voce.
Il comitato, auspica un ampio e concreto sostegno da parte di tutte le associazioni operanti nel nostro territorio, dei loro associati e dei beneficiari delle loro attività.
Ceglie Messapica, 18/06/2015
Firmato
Il comitato promotore per la costituzione della Consulta Comunale delle associazioni

Festival dei giochi e delle tradizioni: oggi



VENERDI' 19 “La Città che Gioca”
- dalle h 18 alle h 21 In tutte le piazze del Centro Storico, nei Palazzi Storici, nelle Chiese e nel Castello Ducale saranno installati campi di gioco di tutti i tipi (Bocce, Tiro con l’arco, Gara dei Fischi, Rugby, La Stanza delle Favole, Giochi tradizionali, Gara di Briscola e scopa, Torneo di FIFA PS4, Laboratori di danze popolari, ecc, ecc, ecc.).
LARGO OGNISSANTI
- h 18 – h 21 Laboratorio di Circo a cura di Fuma che nduma (Cuneo)
PIAZZA PLEBISCITO
- h 21 La Partita della Salvezza Partita a calcetto di Preti
LARGO OGNISSANTI
- h 22 Cuccagna dei Maggiori
- h 23 Concerto di “AnnaCinzia Villani” de La Notte della Taranta
- h 00.30 “La Mazurka Clandestina”

Festival dei giochi: l'inaugurazione. Le foto












giovedì 18 giugno 2015

Festival dei Giochi e delle Tradizioni: oggi


GIOVEDI' 18 “La Cerimonia Inaugurale”

PER LE VIE DELLA CITTA'
- h 18 Corteo del Piccolo Popolo animato da 200 bambini della scuola E. de Amicis e da tutte le associazioni ospiti dell’Undicesima Edizione
PIAZZA PLEBISCITO
- h 21 Cerimonia Inaugurale a cura di Casarmonica-Armamaxa-Flic Scuola di Circo contemporaneo-Fuma che nduma scuola di Circo per Bambini-Zona 167-In cupa Trance.
- h 22,30 La cuccagna dei piccoli
- h 23,30 Concerto dei Quacezz musiche e Danze Popolari del Mondo
- h 00.30 Nascondino notturno

Foto della prima giornata  “Aspettando il Festival”
“Stretta la soglia, larga la Via” - Non uno spettacolo, ma una “spettacolare” azione comune per provare, giocando, a regalare una nuova “strada” alla città.

Armamaxa Residenza Teatrale




Le Foto sono del drone di Progetti per Comunicare!

.