.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

sabato 31 ottobre 2015

Trekking urbano: a spasso con l'Archeoclub

FOTO
Archeoclub D'italia Sede Di Ceglie Messapica. 
Clicca qui per le altre foto






















La vignetta


“All'ordine Facite Ammuina: tutti chilli che stanno a prora vann' a poppa e chilli che stann' a poppa vann' a prora; chilli che stann' a dritta vann' a sinistra e chilli che stanno a sinistra vann' a dritta; tutti chilli che stanno abbascio vann' ncoppa e chilli che stanno ncoppa vann' bascio passann' tutti p'o stesso pertuso; chi nun tene nient' a ffà, s' aremeni a 'cca e a 'll à”.

venerdì 30 ottobre 2015

Nonostante le sue resistenze e insofferenze amministrative

Lettera aperta al Sindaco di Ceglie Messapica.
Sig. Sindaco, Luigi Caroli,

in data 10.05.2012 il Consiglio Comunale di Ceglie fu convocato sul  problema “Ordine e Sicurezza Pubblica nel Territorio di Ceglie Messapica”. All’interno della Delibera n. 20/2012, oggetto della discussione, come consiglieri comunali del centro sinistra, dopo aver verificato la  reale possibilità di istituire in Puglia nuovi Comandi del Corpo Forestale dello Stato, presentammo un ordine del giorno elaborato, motivato  e preciso, che la impegnava a presentare una proposta specifica al Consiglio Comunale di richiesta all’Ispettorato Generale del Corpo Forestale dello Stato, per l’ istituzione a Ceglie Messapica di un Comando Stazione. Nello stesso ordine del giorno impegnavamo il Presidente del Consiglio  a convocare, a norma di Statuto, entro20 giorni, il Consiglio Comunale per l’approvazione della specifica delibera . Durante il mio intervento, a sostegno della proposta, si notava chiaramente la vostra  insofferenza . Il vostro voto  favorevole fu  finalizzato  solo al superamento del momento,considerato, ed era chiaro, che non credevate a questa possibilità.

In data 13 giugno 2012 , considerato che il  Consiglio Comunale  non veniva convocato, inviavo, sempre a norma di Regolamento, una nota di  sollecito al Presidente del Consiglio, invitandolo a  rispettare  quanto deliberato  dal C.C. del 10.05.2012 . La  nota di sollecito venne inviata per conoscenza  a S. E. il   Prefetto di Brindisi
Il 02.07 2012, come Sindaco di questa città,  finalmente presentava in Consiglio Comunale la Delibera di richiesta di istituzione Comando T. C. F. dello Stato. La Delibera  di C.C. n. 23 riportava integralmente la proposta di delibera   preparata da noi. In pratica avevamo  fatto(ben volentieri) il lavoro che dovevano fare i Funzionari.
Ma nonostante i nostri continui  solleciti, non  davate seguito ad inoltrare  la richiesta . Solo quando vi siete  resi conto che anche  l’Ispettorato Generale del Corpo dello Stato “aspettava” questa richiesta, avete finalmente  dato corso alla pratica. 
Questo è un importante risultato ottenuto dalla comunità cittadina.  Come consiglieri  comunali    riteniamo di aver svolto con serietà e responsabilità il nostro ruolo di proposta e collaborazione  attiva. 
Il nostro impegno amministrativo ha trovato linfa nella collaborazione tecnica di  Enzo Olivieri, Segretario Provinciale  di Brindisi  del Sindacato Autonomo della Polizia Ambientale e Forestale, che, dal mese di    aprile 2012, ha creduto nella fattibilità  di questo obiettivo  è ci ha fornito collaborazione e  suggerimenti  tecnici  per la  realizzare nella nostra città questa presenza istituzionale.
 Ad Enzo Olivieri, che è un nostro concittadino, diciamo  grazie. Il suo contributo tecnico e la passione per la sua terra sono stati elementi  fondamentali per l’istituzione a Ceglie Messapica del Comando Stazione della Forestale.
Verso questo obbiettivo come consiglieri comunali abbiamo dato il nostro contributo e alla fine anche lei è stato quasi costretto a credere  e mettere in essere gli elementi amministrativi di  sua competenza per  dare sostanza alla realizzazione della sede del Comando della Forestale nella nostra città. 
Il Consigliere Comunale, e ne sono convinto,  deve svolgere il suo ruolo con impegno e senza aspettarsi  riconoscimenti. Ma Sig. Sindaco, e chiedo perdono per questa breve parentesi di presunzione, non pensa che  almeno l’invito a partecipare all’inaugurazione della Stazione del Corpo Forestale dello Stato ce lo meritavamo?
Alla fine di questa breve nota di chiarimento sulla istituzione a Ceglie del Comando della Forestale, ritengo che bisogna prendere atto   che Ceglie Messapica ha ottenuto questo importante risultato nonostante le sue  resistenze e insofferenze amministrative. 
Ceglie Messapica 29.10.2015                                               Tommaso Argentiero 

giovedì 29 ottobre 2015

Sempre più dolce questo paese...

Si è svolto il 24/25 ottobre 2015 il Campionato mondiale dei pasticceri, organizzato da Fip, la Federazione Internazionale Pasticceria nell'ambito di Host, la rassegna internazionale dell'ospitalità professionale in corso alla Fiera di Milano. Fuori gara nell'Art Gallery una serie di opere fra queste un ulivo che abbraccia la terra, opera del maestro cegliese Gianni Bellanova della pasticceria Alter Gusto che si può vedere nel servizio del TG 2 Costume e Società del 28/10/2015.



Al lupo, al lupo

Giovedì 29 Ottobre alle 21
Secondo appuntamento SUL PALCO del Teatro Comunale di Ceglie.
Lupòroom
Paolo Gubello /Santi Teatri Primitivi – Lecce 
max 50 spettatori

di e con Paolo Gubello
Scene, luci e costumi di Maria Pascale
Consulenza artistica Enrica Ciurli
Tecnico di scena Daniele Lasorsa

Spettacolo semifinalista a Premio Scenario 2011.
La storia di “Cappuccetto Rosso” vista dalla prospettiva del Lupo.
Un amore non corrisposto causa nevrosi grammaticali e istinti suicida. È tutto così tragico. È tutto così comico...
Non è uno spettacolo per bambini.
In una stanza, il Lupo si prepara all’incontro con la sua donna in rosso.
È il primo appuntamento. Cosa indossare per la serata? Zeta dolce o aspra? Essere o non essere?
C’è più di un problema.
Un’indagine sul “mostro”e sull’origine delle sue azioni.
Non lo si vuol giustificare, non lo si vuol difendere, si vuol solo scoprire il movente.

Ingresso 5 euro - info e prenotazioni 3892656069


mercoledì 28 ottobre 2015

Terremoto

Un terremoto di magnitudo ML 2.8 è avvenuto nella provincia/zona Brindisi il

28-10-2015 18:53:31 (UTC) 3 ore, 13 minuti fa
28-10-2015 19:53:31 (UTC +01:00) ora italiana
con coordinate geografiche (lat, lon) 40.72, 17.41 ad una profondità di 5 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

La scossa è stata registrata ad una profondità di 5 km, dunque abbastanza superficiale da essere avvertita dalla popolazione, ma non ha causato danni. I comuni prossimi all'epicentro sono Cisternino, Martina Franca, Locorotondo, Ceglie Messapica, Fasano, Ostuni, Alberobello, Villa Castelli, Crispiano.

Folli d'amore


Terzo appuntamento con la rassegna letteraria “Libriamo – Parole d'Autunno” organizzata dall'associazione di promozione sociale “Gioia” con il Patrocinio del Comune di Ceglie Messapica, assessorato alla Cultura. “Folli d'amore” (Schena Editore, Collana Biblioteca della Ricerca, Puglia storica) di Maria Antonietta Epifani, Antonietta Latorre e Olga Sarcinella, sarà protagonista giovedì 29 ottobre, alle ore 18.30, presso la Sala del Castello Ducale di Ceglie Messapica. Questo terzo evento è organizzato, inoltre, con il Lions Club Alto Salento di Ceglie Messapica e l’Associazione musicale “Caelium”. 
PRESENTA
Mino De Masi – Direttore “Nuovo Quotidiano di Puglia”
SALUTI
Luigi Caroli – Sindaco di Ceglie Messapica
Grazia Gioia – Presidente Associazione “Gioia”
Massimo Gianfreda – Presidente Lions Club Ceglie Messapica Alto Salento
INTERVENTI
Don Giacomo Lombardi – Parroco “Maria Immacolata” Ceglie Messapica
Fabiano Amati – Consigliere Regionale

Il volume presenta uno spaccato del sud sinora inesplorato, offrendo una visione multidisciplinare e sfaccetta della vita, delle opere e della spiritualità di tre donne mistiche pugliesi, vissute tra la fine del '500 e tutto '800: Maria Manca (nata a Squinzano, 1571-1668), Rosa Maria Serio (Ostuni, 1674-1726) e Palma Matarrelli (Oria, 1825-1888). L'indagine è articolata in più piani di lettura fra loro complementari e organici. Dall'aspetto religioso a quello antropologico, da quello storico a quello psicologico e sociologico, tutti tesi a precisare e delineare contesti storici, vicende umane, forme di spiritualità contrassegnate da esperienze mistiche totalizzanti, in cui si dipanano e si consumano le vite delle protagoniste. Figure femminili pugliesi in odore di santità la cui indagine, sino ad ora, è stata quasi totalmente ignorata. La pubblicazione di questo volume coincide con il 500° dalla nascita di Santa Teresa di Gesù o d'Avila (1515-2015), nel novero delle cui celebrazioni mondiali ben si inserisce e si colloca, considerata l'attenzione dedicata alle figure di tre mistiche pugliesi, che per molti versi legano la loro esperienza spirituale ed umana alla figura della grande mistica riformatrice del Carmelo.

Si inaugura domani

Si inaugura il 29 ottobre, con inizio alle ore 11,00, il Comando Stazione Forestale di Ceglie Messapica. Alla cerimonia presenzieranno Autorità civili e militari della provincia brindisina, in particolare il Sindaco Luigi Caroli, il Prefetto Nicola Prete ed il Comandante Regionale del Corpo Forestale Giuseppe Silletti. All’Autorità religiosa il compito di benedire la nuova struttura che ospiterà il presidio dei Forestali.

Il Corpo Forestale dello Stato, con l’apertura di una nuova Stazione, ha inteso così dare ulteriore impulso alla difesa dell’ambiente, in un’area di
particolare pregio, caratterizzata da alternanza di terreni agricoli e complessi boscati, qual’è quella della collina brindisina. Il Comando di Ceglie si aggiunge a quelli di Brindisi ed Ostuni, in ambito provinciale, ed abbraccia un territorio che comprende l’ “hinterland” fino ad Oria.
Continua qui.

Il nuovo rettore: il video e le foto

S. E. Mons. Vincenzo Pisanello, vescovo di Oria, ha annunciato ieri sera alla comunità parrocchiale della Chiesa Matrice Maria SS, Assunta di Ceglie Messapica che il parroco, nonché vicario della diocesi di Oria, è stato nominato rettore del Pontificio Seminario Regionale Pugliese. Don Gianni resterà in Parrocchia fino al 17 novembre, il 18 assumerà il nuovo incarico.
Il video e le foto.






martedì 27 ottobre 2015

Il nuovo rettore

Don Gianni Caliandro parroco della chiesa matrice Maria SS. Assunta di Ceglie Messapica, nonché vicario della diocesi di Oria, è stato nominato rettore del Pontificio Seminario Regionale Pugliese. 
Questa sera alle 18.00 il vescovo di Oria, Mons. Vincenzo Pisanello, lo annuncerà alla comunità parrocchiale nella Chiesa Matrice Maria SS, Assunta di Ceglie Messapica. 
Auguri don Gianni.
Ad maiora.


Don Gianni Caliandro è il nuovo rettore!

La Comunità del Pontificio Seminario Regionale Pio XI di Molfetta (BA) è lieta di dare il BENVENUTO al Nuovo Rettore DON GIANNI CALIANDRO.
Oggi alle 12 l’Arcivescovo di Bari, Mons. F. Cacucci, presidente della CEP, alla presenza di altri eccellentissimi vescovi tra i quali il vescovo di Oria, Mons. V. Pisanello, del rettore uscente Mons. L. Renna, vescovo eletto di Cerignola-Ascoli Satriano, dell’equipe educativa, del corpo docente dell’ITRA e dei seminaristi ha presentato il nuovo rettore. Don Gianni è stato accolto con grande gioia e stima per la sua passione educativa spesa per le vocazioni.
Chi è don Gianni Caliandro? Originario di Ceglie Messapica, provincia di Brindisi e diocesi di Oria, è nato nel 1967, si è formato presso il Pontificio Seminario Romano Maggiore, ricevendo l’ordinazione presbiterale nel 1992. Ha conseguito il dottorato in teologia dogmatica presso la Pontificia Università Lateranense. Ha ricoperto diversi incarichi: segretario del vescovo di Oria Mons. A. Franco; animatore presso il Seminario Romano Maggiore; per due anni rettore al Seminario vescovile di Oria e per ben sei anni responsabile dell’Anno propedeutico presso il Nostro Seminario Regionale. Al momento della nomina ricopriva l’incarico di vicario generale della diocesi e parroco della Chiesa Matrice di Ceglie Messapica.
A don Gianni da parte di tutti noi il più caloroso ed affettuoso Augurio per un fecondo ministero pastorale in mezzo a noi.

Don Gianni Caliandro, cegliese, classe 1967, dopo la maturità classica ha intrapreso gli studi di filosofia e teologia presso il Pontificio Seminario Romano Maggiore, ricevendo l’ordinazione presbiterale nel 1992. Segretario del vescovo di Oria Armando Franco, poi animatore presso il suo stesso Seminario Maggiore, nel 2001 è stato nominato rettore del Seminario Vescovile “San Carlo Borromeo” di Oria e due anni dopo responsabile dell’Anno Propedeutico presso il Pontificio Seminario Regionale “Pio XI” di Molfetta, incarico che ha tenuto fino all'estate 2010 quando ha ricevuto la cura della Chiesa Matrice di Ceglie Messapica, sua città natale.


Il Pontificio Seminario Regionale Pugliese fu fondato dal Sommo Pontefice San Pio X. Diede ufficialmente inizio alla sua attività l’11 novembre 1908 a Lecce presso l’Istituto “Argento” sotto la direzione dei padri gesuiti, mentre accoglieva i chierici dell’intera regione ecclesiastica per la frequenza dei soli corsi teologici. Il 20 maggio 1911 lo stesso papa concesse al collegio dei professori la facoltà di conferire i gradi accademici.
Scoppiata la prima guerra mondiale, l’Istituto “Argento” fu requisito come ospedale militare e il Seminario Regionale nel novembre 1915 si trasferì a Molfetta nei locali del seminario vescovile. Nel frattempo il Santo Padre Benedetto XV affidò al clero secolare la direzione dell’Istituto nel quale furono istituiti i corsi liceali. Requisito poi anche il seminario vescovile, il Regionale fu trasferito temporaneamente nella vicina città di Terlizzi per il periodo 1917-1918. Cessata la guerra, il Regionale si stabilì definitivamente a Molfetta e, oltre ai chierici della Puglia, cominciò ad accogliere anche quelli della Basilicata, divenendo così  Appulo-Lucano.
L’accresciuto numero degli alunni spinse il Sommo Pontefice Pio XI ad avviare la costruzione del nuovo Seminario, di cui si pose la prima pietra il 7 giugno 1925. Dopo appena un anno, il 4 novembre 1926, l’edificio fu solennemente inaugurato dal Legato pontificio, Card. Gaetano Bisleti, Prefetto della Sacra Congregazione dei Seminari. Inaugurate poi anche le nuove sedi dei Pontifici Seminari Regionali della Basilicata a Salerno, nel 1932 e della Capitanata a Benevento nel 1934, quella di Molfetta rimase la sede del Seminario maggiore per le diocesi della Puglia centro-meridionale.
Dal 1° luglio 1968, per disposizione della Sacra Congregazione per l’Educazione Cattolica, il Seminario passò sotto la giurisdizione della Conferenza Episcopale Pugliese. Dal 1° ottobre 1969, per decisione della stessa Conferenza Episcopale il liceo fu trasferito a Taranto presso il seminario arcivescovile di Poggio Galeso, mentre la sede di Molfetta fu riservata agli studi filosofici e teologici. Il 12 settembre 1976, la Sacra Congregazione di Vescovi, nell’ambito della ristrutturazione delle regioni ecclesiastiche d’Italia, stabilì che le diocesi della Capitanata facessero parte della Regione conciliare pugliese.
Attualmente nel Seminario ha sede l’Istituto Teologico Pugliese “Regina Apuliae”, sezione della Facoltà Teologica Pugliese, eretta dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica con decreto del 20 giugno 2005; l’Istituto conferisce i gradi accademici del baccellierato, della licenza e del dottorato in Sacra Teologia.

“Il ritrovamento dello zio bambino” a Ostuni

Il “Presidio del libro” di Ostuni, diretto dalla prof.ssa Paola Cirasino, presenta, domani Mercoledì 28 ottobre alle ore 18 presso il ristorante “Il Fienile”, il libro “Il ritrovamento dello zio bambino” di Caterina Emili. Dialogherà con l’autrice con Mariafilomena Magli.

“Il ritrovamento dello zio bambino” è un noir appassionante e avventuroso, che parte dal misterioso ritrovamento dello scheletro di un bambino trovato dal nuovo proprietario di una vecchia casa di Ceglie Messapica, nascosto in una vecchia cisterna. Il macabro rinvenimento porterà alla luce ricordi, inquietanti personaggi del passato e memorie che sembravano perdute e lontane.

Caterina Emili, giornalista, è stata inviata speciale di quotidiani nazionali e autrice e conduttrice di programmi radiofonici sulle reti RAI. Nata a Roma, dopo aver vissuto in varie città italiane ed estere, attualmente vive tra l’Umbria e la Puglia, Ceglie Messapica. Per indies g&a ha scritto anche L’innocenza di Tommasina (IV Premio letterario Montefiore - Premio della critica) e per Besa Editore L’autista delle slot (Premio Internazionale Città di Cattolica), entrambi ambientati a Ceglie Messapica.

Giornata Trekking urbano: il programma

Sabato 31 ottobre 50 città, guidate da Siena, proporranno percorsi tra arte, cultura e food. 
Giornata Trekking urbano: edizione record dedicata al cibo con 50 città italiane. Nell’anno di Expo un’edizione ‘polisensoriale’ alla scoperta dei prodotti di 19 regioni e 50 Comuni italiani.
         
Un’edizione record quella di quest’anno per la Giornata nazionale del Trekking Urbano. Sono infatti cinquanta le città d’arte che hanno aderito alla dodicesima edizione del turismo sostenibile, in programma per sabato 31 ottobre in tutta Italia. Nell’anno di Expo, da Nord a Sud, passando per il Centro e le Isole, 50 Comuni italiani, guidati da Siena, offriranno un ricco programma di iniziative per scoprire, camminando, i luoghi più suggestivi delle città italiane, attraverso percorsi che uniranno arte, cultura, gusto e prodotti enogastronomici tipici. I numeri: le città del Trekking urbano 2015. Amelia, Ancona, Arezzo, Asciano, Ascoli Piceno, Asolo, Avellino, Biella, Bologna, Cagliari, Catania, Ceglie Messapica, Chieti, Cividale del Friuli, Conegliano, Correggio, Cosenza, Favignana, Feltre, Forlì, Grosseto, Iglesias, La Spezia, Lucca, Macerata, Manciano, Mantova, Murlo, Napoli, Narni, Oderzo, Padova, Palermo, Palmanova, Pavia, Pistoia, Ragusa, Rieti, Salerno, Salsomaggiore Terme, San Giustino, Siena, Spoleto, Tempio Pausania, Terracina, Trento, Treviso, Urbino, Valdobbiadene, Vittorio Veneto. Sono queste le 50 città che, con Siena capofila, si appresteranno a far vivere ai partecipanti esperienze ed emozioni, lungo le vie, sulle piazze, nei vicoli e tra scorci storici e naturalistici più suggestivi in Italia. Saranno 19 le Regioni rappresentate (Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia,. Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Veneto) e 6 i capoluoghi di regione (Ancona, Bologna, Cagliari, Napoli, Palermo, Trento). Un’edizione da ‘leccarsi i baffi’ alla scoperta della cucina italiana. L’edizione 2015 del Trekking Urbano, intitolata“Cibo per l’anima, cibo per il corpo”, sarà un evento da vivere attraverso i cinque sensi. Ogni percorso propone itinerari ‘prelibati’, adatti anche ai meno sportivi, che inizieranno camminando alla scoperta di luoghi suggestivi e si concluderanno con la degustazione di prodotti e piatti della tradizione enogastronomica italiana.

 


Info Percorso:
Giorno percorso: sabato 31 ottobre
Tempo di percorrenza: circa 3 ore e 30’
Lunghezza: circa 4 Km
Difficoltà: bassa, media
Punto di partenza: Via Enrico De Nicola ( adiacenze Municipio )
Orario di partenza delle visite guidate: ore 9
         
Per Informazioni:
Associazione Turistica Pro Loco di Ceglie Messapica 
Via Chiesa, 17
Tel.: 320 7232549
E-mail: proloco.cegliemessapica@email.com
Web: www.ceglieturismo.it

I.A.T. Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica
Comune di Ceglie Messapica

Tel. 0831 371003

lunedì 26 ottobre 2015

T' 'a vuó' fá fá na foto?



OpenCeglie con il patrocinio del Comune di Ceglie Messapica e la collaborazione di Instagramers Valle d'Itria, sono i promotori dell’iniziativa ONE DAY CHALLENGE #CEGLIEGRAM, volto a promuovere il territorio di Ceglie Messapica e le sue bellezze, in un solo giorno.

In cosa consiste? Il 1° NOVEMBRE vi invitiamo a pubblicare le foto più belle, scattate di recente a Ceglie Messapica, con i tag #CEGLIEGRAM #IGERSVALLEDITRIA e #CEGLIEMESSAPICA.
Le foto dovranno essere pubblicare solo tra le ore 9 e le ore 23 del 1 novembre.
Tutte le foto pubblicate (2 al massimo per lo stesso autore) saranno esposte in una mostra dal 6 al 8 novembre presso il Castello Ducale.

Ma non finisce qui: una giuria composta da Instagramers Valle d'Itria OpenCeglie e Turismo a Ceglie Messapica omaggerà la foto più bella con un weekend da sogno, 2 notti per 2 persone, a Ceglie Messapica presso B&B Trullo Santangelo, partner dell’evento.
Durante la mostra, invece, sarete voi a votare la foto più bella e, l’autore della foto più votata dalla giuria popolare, potrà aggiudicarsi una 80s Style Polaroid.

Appuntamento a Domenica 1 novembre ore 9,00 per dare inizio al ONE DAY CHALLANGE!

Il PD e il castello

Di seguito il comunicato stampa congiunto del segretario del Circolo Piermassimo Chirulli e del consigliere comunale PD Rocco Marrazza sul mancato finanziamento al Castello, ripreso ieri dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

L’incapacità della Giunta Caroli danneggia la Città. 
Ceglie perde il finanziamento per il Castello.
Il progetto per il recupero del Castello ducale di Ceglie non compare nell’elenco degli interventi finanziati dalla Regione Puglia. Ciò per esclusiva responsabilità dell’Amministrazione Caroli.
Quando si tratta di predisporre serie politiche per il turismo e per la cultura, l’Amministrazione Caroli mostra tutta la sua debolezza e il suo pressapochismo, non avendo una strategia e personale adeguato. Nella passata consiliatura il Sindaco Caroli ha usufruito dei finanziamenti ottenuti dalla precedente amministrazione di centrosinistra guidata da Pietro Federico, che aveva dimostrato visione strategica e grande capacità di intercettare finanziamenti esterni. 
Alla prima prova importante per ottenere finanziamenti la Giunta Caroli ha fallito!
Il tentativo del Sindaco di sminuire la questione, facendo intendere che la Determina regionale n. 244/2015 ammetterebbe ancora finanziamenti legati al medesimo bando è privo di ogni fondamento e mostra ancora di più la grave confusione in cui versa l’Amministrazione. È sufficiente leggere la
Determina per rendersi conto che gli elenchi degli ammessi al finanziamento sono definitivi, e tra questi - purtroppo - non c’è il Castello di Ceglie. E il fatto che, a quanto sembra, l’errore sia del funzionario che avrebbe inviato la documentazione oltre il termine previsto non esonera l’Amministrazione da responsabilità. Il rispetto del termine era chiaramente indicato a pena di decadenza dall’ammissione alla valutazione. L’Amministrazione aveva, dunque, il dovere di vigilare nell’interesse della Città e
verificare che la documentazione fosse inviata per tempo: ridursi agli ultimi dieci minuti prima del limite mostra superficialità e scarsa capacità. Viene il sospetto che la documentazione non fosse completa o non rispettasse le indicazioni del Bando.
Per questo stiamo valutando se vi siano gli estremi per segnalare alla Procura della Corte dei Conti l’accaduto, affinché vengano individuati i responsabili e sanzionati eventuali danni erariali alla Comunità cegliese. Bene farebbe il Sindaco a svolgere la medesima verifica e adottare gli opportuni atti (sia sul piano politico che amministrativo).
Il Partito Democratico non esulta certo per questo grave smacco dell’Amministrazione Caroli: questa è una sconfitta per la Città. Il Partito Democratico è una forza responsabile, che antepone sempre gli interessi di Ceglie a quelli della battaglia politica. Per questo ci auguriamo che vi siano presto altre possibilità di finanziamento per il Castello e che, questa volta, l’Amministrazione si faccia trovare preparata. Da parte nostra, nel rispetto dei ruoli di maggioranza e opposizione, vi sarà sempre massima collaborazione nel superiore interesse di Ceglie.
Il Castello ducale è centrale per l’economia cegliese, per uno sviluppo legato a cultura e turismo. Il
precedente finanziamento per alcune opere fu ottenuto dall’Amministrazione guidata da Annese e poi con il sindaco Federico si determinarono le condizioni tecniche e amministrative per iniziare e completare quei lavori. Ora sono necessari ulteriori interventi. Per questo il Partito Democratico e l’intera coalizione del centrosinistra ne aveva fatto una bandiera durante la campagna elettorale. Avevamo predisposto un progetto significativo che è stato consegnato al Presidente della Regione Michele Emiliano quando è venuto a Ceglie a supporto della campagna elettorale del centrosinistra.
Per tale ragione abbiamo già chiesto un incontro all’Assessore con la delega al ramo, Loredana Capone, già intervenuta a Ceglie per un’iniziativa del Partito Democratico, per rappresentarle le esigenze della Comunità per la salvaguardia e la valorizzazione del Castello ducale.

Pallacanestro

Pallacanestro Serie D Regionale
N.P. Ceglie 2001 - Pall. Lecce
84 - 62


N.P. Ceglie, Basket Corato 10, 
Pall. Molfetta, S. Rita Basket 8, 
Assi Basket Brindisi, Cestistica Barletta, Murgia Santeramo, Mens Sana Mesagne, AP Monopoli  6, 
Pall. Lecce  4, 
Angiulli Bari, Club Giganti Cisternino, Basket Calimera, Virtus Taranto, Aurora Brindisi 2, 
Olympia Rutigliano 0.

La prossima
6a giornata di andata
Club Giganti Cisternino - N.P. Ceglie

domenica 25 ottobre 2015

Pallacanestro oggi



Dopo la memorabile vittoria nella tana della capolista Santeramo, la Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 a punteggio pieno si appresta ad affrontare una temibile Pallacanestro Lecce autrice attualmente di un buon inizio di campionato che l'ha vista vincere due gare su quattro mettendo in difficoltà formazione attrezzate come quella santermana.
Tutti al Palasport 2006 per sostenere i nostri ragazzi!
ABBIAMO BISOGNO DI VOI!
Nuova Pallacanestro Ceglie 2001

In diretta su Radio Capital



Radio Capital in 5 dirette per raccontare la Puglia 
Da lunedì 26 a venerdì 30 ottobre, alle 12.00, a Ceglie Messapica (Br)

INSIEME A LONELY PLANET
Dopo la RAI e altri media nazionali, anche la radio sceglie di dare voce alla nostra Puglia. Da lunedì prossimo e per cinque giorni di seguito lo farà Radio Capital. Da tempo - come molti sapranno - la nota emittente radiofonica, insieme a Lonely Planet (casa editrice australiana che diffonde guide turistiche in tutto il mondo, in Italia tradotte e pubblicate dalla casa editrice EDT di Torino) gira il mondo narrando in diretta alcuni viaggi alla radio.

IN DIRETTA DA CEGLIE MESSAPICA
Da lunedì 26 a venerdì 30 ottobre alle 12.00 e per un’ora al giorno "scenderanno in strada", Doris Zaccone, nota conduttrice, incontrerà persone, presenterà le eccellenze di questa terra. Si trasmetterà in diretta da Ceglie Messapica. Una cittadina  che vanta il riconoscimento di "città d'arte e terra di gastronomia". Un paesino in provincia di Brindisi tra i più antichi della regione, fondato attorno al XV secolo a.C. ,  da visitare per un paesaggio caratterizzato da trulli, masserie, oliveti secolari e  grotte carsiche. Qual è l’essenza più autentica di questo Comune e della Puglia intera ?  Quali sono le sue bellezze e quali i suoi testori da scoprire. Lonely Planet e Radio Capital proveranno a farli scoprire a tutti gli italiani. Racconteranno le esperienze imperdibili da fare fuori stagione in questa terra - quando tutto diventa più accessibile ma non per questo meno esclusivo - e le storie virtuose di uomini e donne legate alla propria terra: storie di cibo, di riscatto e di impegno sociale.

sabato 24 ottobre 2015

Cambiooooooo....


Questa notte tra il 24 e il 25 ottobre alle 3 c’è il cambio ufficiale dell'ora: si torna all'ora solare e si abbandona quella legale. Sarà necessario però ricordarsi di portare indietro le lancette dell'orologio di un’ora: le 3 diventeranno le 2.
Nnà 'vvi scurdate cu mittite angrete stanotte.

Colpo grosso

Questa notte alle 2.00 colpo grosso alla CREDEM di Ceglie Messapica. Esplosivo al bancomat. In corso la valutazione dell'entità del bottino. Danni alle suppellettili della banca. 
Presenti sul posto le autorità competenti.







L'articolo di Brindisireport clicca

.