.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

giovedì 31 dicembre 2015

Capodanno con i BoomDaBash



Piazza Plebiscito, Ceglie Messapica
31 dicembre dalle ore 23.00
TRIBEMOLLE
BOOMDABASH

Il concerto dei BoomDaBash è un viaggio travolgente a metà strada tra la Giamaica e il Salento, in compagnia della loro musica multiforme, imprevedibile, eterogenea; uno stile che sa sapientemente dosare le radici reggae con il soul, la drum’n’bass e l’hip hop, il tutto orchestrato da sintetizzatori, suoni elettronici, chitarre in levare e ritmi one drop, elementi che hanno fatto dei BoomDaBash una delle voci più interessanti ed innovative della scena italiana. La loro musica attrae per la sua forza comunicativa, per l’impatto sonoro e per i testi che animano il pubblico: nessun messaggio politico, solo tanta voglia di trasmettere emozioni positive. Nati nel 2002 come sound system, i BoomDaBash pubblicano Uno, il primo disco, nel 2008 riscuotendo ottimi consensi, cui fanno seguito Made In Italy nel 2011, Superhero nel 2013 prima del recentissimo Radio Revolution. Svariate le collaborazioni artistiche con artisti di prestigio, dai corregionali e amici Sud Sound System a due nomi di riferimento dell’hip hop italiano come Clementino e Dj Double S, fino ad arrivare ai The Bluebeaters, a Bobby Chin dei BlackChiney (storico sound system con base a Miami, Florida), al già citato J-Ax e ai Ward 21, celebre collettivo giamaicano di musicisti e producer dancehall e reggae. 

mercoledì 30 dicembre 2015

La vignetta... riciclata e profetica

... il sindaco separò ... il cantiere (venerdì 7 agosto 2015)

E' tornato Ciro...
[aggiornamento] 
Su invito di Ciro Argese si prepara a separare il mare:
 "Ora, ovviamente, mi aspetto che come Mose' il Sindaco divida le acque perche' noi cegliesi, e' risaputo, non siamo un popolo di pescatori."


Ce pacienze ca ngi vole


"Sarà possibile prenotare il posto dal 28 dicembre c/o Angenzia Turrisi Assicurazioni in corso Garibaldi 65"

"Ch' pacienza ca ce vo” è una commedia comica-brillante di Domenico e Massimo Canzano dove si racconta la vicenda ingarbugliata della famiglia Eccellente, Pasquale il capofamiglia dipendente di una ricevitoria del lotto, la moglie Vera che svolge l'attività di parrucchiera su chiamata e grande appassionata di opera lirica, suo padre Cipriano che vive in casa con loro e tanti altri variegati personaggi che via via arricchiranno la storia.


BIOGRAFIA
I fratelli Canzano, Domenico e Massimo, (meglio conosciuti nell'ambiente come i "Fratelli Tafani"), nascono nel secolo scorso (20-11-1962 e 12-10-1966) da una nota famiglia napoletana. Si ricorda il padre, Mario, gia autore di grande "fame".
Come attori teatrali cominciano a solcare le tavole del palcoscenico nel 1988 in una compagnia di San Giorgio a Cremano (NA), i "Megadera", (nome che deriva dallo scoglio su cui fu innalzato il Castel dell'Ovo) con la quale tutt'ora continuano ad esibirsi per i vari teatri, accompagnati da i suoi componenti, ottimi interpreti e grandi amici, con i quali si divertono a portare in scena con naturale disinvoltura sia testi italiani che commedie nella loro lingua madre, il napoletano. Il repertorio svaria dai classici testi dei grandi autori Napoletani  come i De Filippo, i Scarpetta, i Di Maio sino ad arrivare alle commedie dei grandi Garinei e Giovannini .
Come Autori nel 2005 hanno scritto la  prima commedia  dal titolo "Ch' s'adda fa pè campà" nel 2006 "Chell' nun è mai stata prena". nel 2007 "Ch' pacienz' ca nc' vo"  e di seguito "Pupetta stira e ammira" infine nel 2008 l'ultimo lavoro si intitola "Ospedale degli infermi scalzi – stanza 3-2-7".
Massimo vive a San Giorgio a Cremano e lavora nel campo dei preziosi.
Domenico nel 2006  si è trasferito a Pesaro e lavora in una ditta di Software.
Infine nel 2010 ecco nata l'ultima creatura"Intrigo a villa Sansevero" dove alla velocità del pensiero, come su un immaginaria macchina del tempo ,sarete catapultati nel 1797, dove,  in una Napoli ancora effimera e contraddittoria, il nobile era ancora nobile ed il servo ancora servo.

Opinioni: "L'insostenibile leggerezza..."

L'insostenibile leggerezza ...
Dovreste dimettervi tutti, in blocco e, non parlo solo dell'Amministrazione comunale. Questa assise dovrebbe essere sciolta per incapacità totale e passare armi e bagagli all'amministrazione dei ragazzi perchè quelli è sicuro che le cose le leggono, libri d'avventure o scolastici e anche le note o le osservazioni degli insegnanti. E imparano presto. Dovreste dimettervi in blocco già da domani per il quadro desolante uscito fuori dall'ultimo consiglio con l'ennesimo strafalcione che non è da imputare a nessuno in particolare ma all'insipienza totale di un ruolo che non vi si addice, ovvero la politica al servizio della città . Non è possibile che un documento importante, anche perchè triennale, venga approvato e poi pubblicato con quegli errori segno che nessuno, dico nessuno, neppure il campione del copiaincolla, abbia avuto la pazienza di leggerlo non per se stessi ma come rappresentanti di una città, che dagli stessi, forse con la stessa insipienza, ha avuto una mazzata di tasse paurosa, come mai la città ha visto e pagato.
Questa non è stata l'ennesima svista, come qualcuno balbetta per l'ennesima volta, questo è oltraggio al pudore, mancanza di rispetto verso i propri cittadini, verso la città mai precipitata così in basso dal punto di vista dell'immagine politica, della buona politica. Qui, non è in gioco il mare, se arriva o non arriva, piuttosto dà l'idea di una arroganza strafottente al limite di una arroganza del potere tanto da poter ritenere noi cittadini una massa di analfabeti. 
...
Comunque al netto delle parole, dei sentimenti e delle incazzature noi l'ultima dell'anno siamo in piazza a sentire i boom da bash...voi, se non volete sentire i nostri boom...fate il resto!
sempre...i miei più cordiali auguri di buona fine (!?) e buon principio.

Angelo Ciciriello 
Il testo integrale qui.

martedì 29 dicembre 2015

Il concerto di Natale dell'associazione Caelium

Domenica 27 dicembre nella Chiesa di San Rocco si è tenuto un Concerto Natalizio a cura dell’associazione Caelium, presieduta dal M° Massimo Gianfreda.
Le associazioni (Amici del Borgo Antico, Ceglie nel cuore, Centro artistico musicale Caelium, Comunità di Ceglie Messapica Onlus, Lions Club Ceglie Messapica –Alto Salento, Rotary Ceglie Messapica – Terra dei Messapi, Rotary Strasburgo e Unitre di Ceglie Messapica), che si sono unite nell’unico intento di contribuire  all’acquisto dell’arredamento del Centro di Prima Accoglienza della Caritas intitolato a “Madre Teresa di Calcutta”, con questa serata hanno voluto informare e sensibilizzare ancor di più la comunità tutta alla partecipazione solidale per la ristrutturazione del Centro.
Il Parroco don Lorenzo Elia, dopo aver fatto i saluti iniziali, ha sottolineato la sua ferma volontà di portare a termine questo progetto insieme agli altri parroci, proprio in questo Anno giubilare straordinario, prendendo alla lettera il messaggio di Papa Francesco di realizzare un'Opera-Segno a sostegno delle famiglie bisognose della comunità. In seguito, il progettista dell’opera geom. Rocco Urso ha illustrato gli interventi a farsi relativamente agli immobili che ospiteranno il Centro Caritas, che sarà dotato di appartamenti forniti di tutti gli spazi e arredi necessari.
Subito dopo, un concerto di artisti e musicisti ha riempito di note le alte e suggestive navate della chiesa. Gli artisti  Elsa Ernestina Gianfreda (soprano), Mauro Francioso (chitarra), Alessandro Ciracì
(clarinetto) e Benedetta Matarrelli (pianoforte) hanno offerto gratuitamente un momento di alta musica a tutti i presenti. Un momento particolare è stato riservato dal presidente dell'associazione Comunità di Ceglie Messapica Onlus, dott. Gianfranco Elia, in ricordo della socia, l’avvocato Grazia Vitale, prematuramente scomparsa e per la quale è stato eseguito dalle artiste Gianfreda e Matarrelli il brano “Salve Regina “ di Leonardo Leo.
Come da programma, alla fine del concerto, il coro dell’Unitre di Ceglie Messapica si è esibito nell’esecuzione di alcuni brani natalizi.

Album fotografico della manifestazione sulla pag. Facebook dell'Associazione Caelium. Clicca.

MittAffett au Natal: il video e le foto


MittAffett
Con immenso piacere informiamo tutti voi che l'Associazione MittAffett nella serata di ieri "MittAffett au Natal" è riuscita a raccogliere 300€, devoluti in beneficenza a AIG - Associazione Italiana Glicogenosi. Grazie a chi ha reso reale tutto questo, al gruppo ACR di San Rocco, a tutti i soci e tutta la gente che è venuta.




 Gruppo ACR San Rocco



 Roberta Marseglia
 Marika Oliva
 Gianfranco Sgura

Ieri sera a Ceglie Messapica, in piazza Sant'Antonio, si è svolta la serata di beneficenza a favore di AIG-ASSOCIAZIONE ITALIANA GLICOGENOSI a cura dell'associazione MittAffet. Si sono esibiti i ragazzi del gruppo ACR San Rocco con canti e balli. Roberta Marseglia ha presentato il suo libro, il ricavato della vendita andrà all'AIG. Ha concluso la serata il concerto di MariKa Oliva e Gianfranco Sgura.

Natale in jazz


lunedì 28 dicembre 2015

Il coro dell'Unitre



San Giuseppe 'ccatte a fasse
a Madonne u pigghje i u 'mbasse
lu 'mbasse finu fine
quante j belle Gesù Bambine

Clicca sul LINK per vedere il video

Pietro Maggiore ha aggiunto un nuovo video.
13 ore fa







Il Coro dell'Unitre diretto dalla bravissima Valentina Carriero e con la partecipazione del soprano Mariella D'Urso in concerto di solidarietà nella Chiesa di San Rocco.

Domande...

Ieri sera, in questa piccola cittadina, ci sono stati due presepi viventi in contemporanea organizzati da due parrocchie cegliesi. Evviva, evviva, siamo veramente attivi in questa città. Belli, belli, veramente belli. Uno visto dal vivo l'altro dalle foto su feisbuk (il passaturo, stretto e corto, era intasato di auto... mica si va a piedi... ho rinunciato).  
Ma scusate perchè organizzarne due e nella stessa serata? Perchè i paesi vicini ne fanno solo uno? Perchè non c'è coordinamento tra le parrocchie? Perchè i cegliesi non sanno lavorare in gruppo? Perchè ognuno pensa solo al suo orticello? 
Ahi Ceglie... 

Presepe S. Lorenzo

domenica 27 dicembre 2015

L'opinione: "Provaci ancora,Sam!"

Provaci ancora,Sam!
(W:Allen)

Stavamo col pensiero, in apprensione e non è giusto: rifaranno ancora strafalcioni o prima di pubblicare rileggeranno tutto cominciando dal primo piano fin su al secondo? Invece no, addirittura hanno scritto che lo rifaranno per altri 3 anni, pomposamente nel piano triennale, e stavolta , con piglio deciso, hanno ripreso l'idea del comunista coi baffi, di portare il mare di nuovo a Ceglie dopo inutili tentativi durati 40 anni. Per la misericordia di Giosuè Carducci, ma vi avevo sommessamente consigliato, scongiurato persino, di farli leggere prima a Tommaso non dopo, e voi che fate? manc pè caz come se aveste deciso che una intera città da quando ha rieletto il sindaco è diventata una miniera di inestimabili coglioni.
Mi ricorda tanto quella barzelletta sui manicomi: c'era da inaugurare la piscina e quando si presentò il direttore generale vide che gli ospiti del manicomio avevano cominciato allegramente a fare i tuffi. Al che disse" Ma sembrano tutti felici...? E l'altro rispose: vedrà quando ci metteranno l'acqua!
Non lo so, volete per forza di cose farci felici, uscire i canotti, comprare una villetta al mare, e i giovedì di settembre, con ode o senza ode, farceli passare anzichè in campagna sul litorale cegliese? Andar per la marina invece che per viottoli e masserie? Se è vero come dice Mimmo, è probabile che il mare prima o poi passi da queste parti, intanto aspetteremo tre
anni, giusti giusti quando ci saranno le elezioni politiche e il sindaco potrà dire di aver realizzato un altro nostro sogno! Era come l'ubriaco che aspettò per giorni sul ciglio della strada fin quando qualcuno non gli chiese il perchè e quello per tutta risposta disse: se è vero che il mondo gira , casa mia deve passare di qua! Minchia che roba di fine anno! sarà stato perchè il consiglio è stato troppo breve e le ciucciate troppo lunghe? Comunque per non farla lunga: o licenziate chi ha preparato il documento sottoposto all'assise, o licenziate l'assessore che non lo ha letto, o licenziate il sindaco che non ha licenziato i primi due, oppure licenziatevi tutti perchè non è cosa!
Siamo tutti cattolici, abbiamo nei giorni scorsi offerte ambedue le guance schiaffeggiate a dovere con tasse e sovrattasse anche se per la verità c'entrano poco perchè si trattava di un vero e proprio calcio in culo e purtroppo di culo ne abbiamo solo uno, aggiungendo che di questi tempi anche loro " hanno serrato la porta". Cazzo che botto di fine anno...auguroni!

Angelo Ciciriello 


Presepi viventi a Ceglie




Mai post fu più profetico... e il mare ritornò a Ceglie.



Mai post fu più profetico... e il mare ritornò a Ceglie (CLICCA QUI)
Il post del 21 dicembre di Angelo Ciciriello, con relativa fotografia, ricordava di un assessore che portava il mare a Ceglie in un documento ufficiale. A distanza di qualche anno un nuovo documento ufficiale parla del mare a Ceglie. Corsi e ricorsi storici di figure di m...

P.S.Sempre a fare ammuina questi commentatori di fatti e misfatti locali. In verità dovete sapere che abbiamo un'amministrazione previdente che prevede il futuro e anticipa le mosse per non farsi trovare impreparata. Jay Simons ha provato a immaginare come sarebbero alcune parti del mondo se il livello dei mari salisse di cento metri. Per far quadrare i conti (e far venire un po’ di ansia) ha fissato nel 2100 la data simbolica in cui tutto questo potrebbe accadere.
Questa, per lui, potrebbe essere l’Italia del 2100, cioè senza nemmeno andare troppo in là con la fantascienza, quella dei nostri nipoti, dopo il riscaldamento globale ed il conseguente innalzamento del livello del mare.




“Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”
Con la Delibera n. 232 del 23.12.2015 la Giunta Comunale di Ceglie Messapica del Sindaco Caroli ha approvato il Documento Unico di Programmazione 2016-2018 . Nella sezione dedicata al turismo c’è il “BOTTO DI FINE ANNO”
STRATEGIA GENERALE
(………….) Riqualificazione del litorale, completamento della passeggiata a mare; miglioramento delle
(………) Miglioramento delle strutture balneari con attenzione all'ulteriore abbattimento di barriere architettoniche
Un consiglio costruttivo: il Documento ,composto da 111 pagine, riporta tante , ma tante, cose che nulla hanno a che fare con la nostra città ,pertanto , per evitare ulteriori figuracce, sarebbe opportuno revocarlo e presentarne uno che parli di Ceglie.

venerdì 25 dicembre 2015

Buon Natale



IL NATALE CHE MI PIACE

Non mi pace il Natale
che viene una volta l'anno.

Gesù lo vedo ogni mattino
al freddo avvolto in un cartone
tra i binari della stazione
davanti al supermercato
con la coppola in mano.
Lo vedo tra la gente in cammino
cercare un rifugio, un panino.
Fuggire impaurito
aggrappato a un filo spinato.
Lo vedo uscire barbuto dai bassi
tra i lussi di luci di mille colori.

Non mi piace il Natale
che viene una volta l'anno.

A me piace il Natale
che m'inquieta tutto l'anno
e cura con amore le ferite
che le persone si portano dietro
tutti i giorni dell'anno.




giovedì 24 dicembre 2015

Gospel: le foto e il video

Will Weldon Roberson & Gospel Italian Singers
Concerto di Natale

Chiesa Madre, Ceglie Messapica







Delle tombe scoperte e risepolte

coccodrillo n.3
...delle tombe scoperte e risepolte, ovvero, alla ricerca del tempo perduto e di una classe dirigente seria...

La nostra cittadina sta diventando sempre più strana. E' una vita che scaviamo alla ricerca del tempo perduto e degli antenati famosi. i guerrieri della Messapia. Anche Cantone, presidente della commissione anticorruzione, ha scavato appena in superficie e ha trovato tante di quelle fesserie, certo da non portare al museo, ma un pezzo di cornice da appendere all'albo pretorio la meriterebbero. Già perchè una volta i segretari comunali facevano un mazzo così a tutti quei partiti che volevano la spesa allegra per fare merende con gli amici, non come adesso con la tavola e i piatti dei finanziamenti, appalti appaltucci e appaltini, sempre disponibili. Le tasse, anche la stessa parola, non faceva così impressione, mentre oggi ti fanno salire la febbre in un batter d'occhio e perchè poi, per tanti incapaci che non sanno l'abc del buon governo e non dico poi di quei consiglieri analfabeti, i quali hanno dimostrato che l'unica cosa ad aver capito della politica e quella che con la politica si fanno soldi. Bravi sette più.
Non c'è una classe politica e i leader avuti negli ultimi anni soffrivano di infantilismo precoce e
spariscono come comete senza lasciare nessuna meraviglia dietro anzi l'unica che restiste nel nostro cielo è quella di bestemmie di ogni tipo e consistenza, tanto che qui è sempre un presepe vivente ma di morti. Anche la stessa nascita del comitato alla trasparenza, io ci avrei aggiunto alla salute pubblica tanto non si paga, è la dimostrazione palese del fallimento dellle forze politiche in generale, storiche diciamo, dato che anche lo stesso sindaco ad oggi non sappiamo a che razza padrona appartiene, in quale casta si vuole accasare, visto che come Cristoforo Colombo, va alla ricerca della sua America. ceglie è stato un paese che ha sempre avuto bisogno di un leader ma ha sempre trovato dal 95 in poi, figure narcisistiche che con la politica avevano poco da spartire; quella intesa del buon governo senza strafare, senza grilli per la testa, i coglioni sempre al loro posto, concertazione si ma meglio gli amici e gli amici degli amici e lungo queste coordinate sono nate e morte alleanze poltiche
amicizie storiche, duelli all'ultima stronzata e oggi ci troviamo una sorta di leader, dice lui dopo il secondo mandato, che come cristointerra può fare e disfare ogni cosa, anche mandare al macello tutta la città in quanto a conti, in quanto a onorabilità (ahivoglia a far brillare le stelle dei cuochi che ormai ci sognamo anche la notte quasi come un lungo Decamorane), di gente che strapaga e viene ripagata con euri falsi; spero che quando finiranno di essere lastricate di chianche le strade si cominci con le coscienze, come si dice in cegliese "mittitiv' 'na man' a la cuscienz " e basta con le clientele, con gli amici, con i cugini...basta! E veniamo ai nostri antenati. Anche qui com'è sta storia che più tombe si trovano e più è la volontà di risotterrarle senza vere un minimo di coscienza? Si sapeva da anni che lungo il Paretone che costeggia la collina all'interno le mura c'erano le tombe sistemate a ridosso del muro. Ne furono trovate tre quasi a ridosso dell'incrocio per via francavilla dove esiste ancora un pezzo di paretone, svuotate furono riseppellite e buonanotte. Mò ne abbiamo trovate delle altre perchè per fortuna non sono state costruite palazzine private, quando in altre zone qualcuno si faceva le collezioni private che dovrebbero tornare alla città, e stiamo punto e a capo? Ma come vi permettete signori dell'amministrazione di dare via libera alla soprintendenza e ai suoi rappresentanti locali di rubarci il nostro passato storico venuto faticosamente alla luce? Ma come cazzo pensate di dover difendere le prerogative culturali, storiche economiche di una città se oltre alla terra ci aggiungete sopra a velo il vostro silenzio per rimetterle sottoterra? Dove avete la coscienza e dove pensa di averla la Curia che fregandosene del territorio italiano e del popolo italiano gli ruba un altro pezzo di memoria come successe col convento dei cappuccini? A che serviva un altro tempio quando ce ne sono altre vuote e qualcuna sta marcendo? perchè tanta fretta di distruggere il nostro patrimonio storico culturale con le stralunate di questa amministrazione? Mettiamo le prime pietre e sfasciamo i lastroni delle tombe, non credo che qualcuno ci guadagni!
E questa soprintendenza che ormai si è trasformata in una società di trasloco e in maniera indelicata calpesta una terra un dì consacrata alla morte con tanto di riti funebri? La prossima volta non credo che sarà decisione saggia avvisarla, meglio lasciarla perdere e conservare tutto in silenzio, farci la nostra area archeologica e neanche invitarli alla cerimonia. Ma per fare questo avremmo bisogno di un sindaco cegliese, non dico messapo, di una amministrazione che difende il suo passato coi denti e con le carte bollate e non lasciare che le tombe rimangono incustodite dove i cani ci vanno a pisciare, magari sentendosi anche importanti per la pisciata storica!
Sveglia perchè Ceglie è dei cegliesi non della soprintendenza , nè del sindaco nè dei suoi consiglieri lunatici. E se non vi svegliate speriamo solo che i fantasmi che abitavano le tombe vi vengano ad augurare buon natale e buone feste.
angelo ciciriello‎ 

mercoledì 23 dicembre 2015

XXII Stagione concertistica "Caelium"



STAGIONE CONCERTISTICA 2016 -  ASSOCIAZIONE CAELIUM – CEGLIE MESSAPICA.
Musica ed emozioni: potrebbe essere riassunto così il senso della XXII edizione della  rassegna musicale dell’Associazione Caelium di Ceglie Messapica che si terrà al Teatro Comunale della città.  Il nuovo anno, infatti, si apre con incontri musicali a teatro, su un palcoscenico adeguato alle numerose realtà musicali del territorio. Portare la musica all’interno di un teatro non è semplice ma la scommessa formativa, lanciata diversi anni fa da Caelium, continua a sedurre perché punta sulla crescita culturale di una comunità.
Una stagione, con ben 10 concerti, otto appuntamenti serali e due mattutini, dedicati agli studenti della città. I matinèe, novità Caelium 2016, consentiranno di proporre la cultura musicale come momento di scambio interdisciplinare: dall’approfondimento storico di correnti culturali a quello  artistico dei brani ascoltati, a dibattiti costruttivi con i docenti.
I concerti serali avranno le seguenti date: domenica 17 gennaio alle ore 19,00 aprirà la rassegna Maurizio Nazzaro e la sua band con Saluti e baci,  un percorso di brani della tradizione napoletana (Maurizio Nazzaro - voce e chitarra classica, Nico Berardi - cornamusa, ciaramelle, flauti andini e charango, Alessandro Di Donna - piano e tastiere, Walter Di Stefano - basso el. e basso fretless, Massimo Negro - batteria e percussioni).
Seguiranno incontri musicali con giovani talenti: domenica 31 gennaio sarà la volta di Ensemble Caelium in InCanto (Elsa Gianfreda – soprano, Carlo Monaco – baritono, Domenica Giannone - Maestro collaboratore al pianoforte); domenica 14 febbraio si esibirà il Duo violino e chitarra, (Ferdinando Trematore – violino, Luciano Pompilio – chitarra).
Domenica 28 febbraio si esibiranno i New Made Ensemble, Ensemble in residence del Centro Musica Contemporanea di Milano (Rephael Negri – violino, Raffaele Bertolini – clarinetto).
Il 12 marzo apriranno Pino Forresu ed Ensemble Chitartarentum con i Colori della chitarra (Pino Forresu - chitarra solista, Chitartarentum - ensemble di chitarre); nel corso della serata sarà assegnato il Premio Donna 2016 del Lions Club di Ceglie Messapica.
Il 16 aprile, alle ore 20,00, sarà un duetto femminile ad esibirsi il Duo voci di luna, (Francesca Salvemini – flauto, Silvana Libardo – pianoforte). Sabato 30 aprile il maestro Francesco Palazzo,  con I colori della fisarmonica, allieterà la mattina a teatro a studenti e docenti e la sera alle ore 20,00 agli ospiti e spettatori del Teatro. La rassegna si concluderà nella mattinata del 14 maggio con i Teatralmusicanti che chiuderanno in Napoli: Anema e Core  la stagione iniziata sotto l’auspicio della mediterraneità, (Ciro Greco – baritono, Leonardo Lospalluti – mandolino, Donato Schena – chitarra, Floriana Uva - voce narrante-recitante) rappresentazione che verrà ripetuta nello stesso giorno alle ore 20,00 per ospiti e spettatori del Teatro.

Responsabile rapporti con i Media, Prof.ssa Olga Sarcinella

Associazione
CENTRO ARTISTICO MUSICALE CAELIUM
Via Ospedale Vecchio n. 16  - 72013 Ceglie Messapica (Br) - Tel/Fax 0831 388580 - 0831 377049
e-mail: info@associazionecaelium.it          sito web: www.associazionecaelium.it

Gospel



Will Weldon Roberson & Gospel Italian Singers
Concerto di Natale

Mercoledì 23 dicembre
Chiesa Madre ore 21:00
Ceglie Messapica

Will Weldon Roberson è originario del Connecticut. Nel corso della sua carriera si è esibito al Broadway Musical Theatre di New York lavorando in numerosi musical: ha interpretato Hair, The Wiz con la cantante-attrice Grace Jones, Judah in Jesus Christ Superstar, Rocky in Rocky Horror Picture Show; ha coreografato oltre 25 spettacoli tra i quali Jesus Christ Superstar, West Side Story, Chicago, Rocky Horror Picture Show, Godspell, Mistero Buffo, Saturday Night Fever, Sweet Charity, Maria Antonietta, Dreamgirls. Trasferitosi in Italia da alcuni anni, lavora con Mariah Carey e Paolo Conte ed è solista del Coro gospel di Vicenza.
In questo concerto di Natale, diretto dal maestro Francesco Finizio, la sua straordinaria voce "black" incontra il coro dei Gospel Italian Singers, accompagnati da tre musicisti.




martedì 22 dicembre 2015

Concerto natalizio



COMUNICATO STAMPA

Service: Contributo all’arredamento del Centro di Prima Accoglienza “Madre Teresa di Calcutta”.

Si comunica che domenica 27 dicembre 2015 presso la Chiesa di San Rocco a Ceglie Messapica, alle ore 19:30, si terrà il Concerto Natalizio a cura dell’Associazione Caelium.
Solisti: Elsa Ernestina Gianfreda (soprano), Mauro Francioso (chitarra), Alessandro Ciracì (clarinetto), Benedetta Matarrelli (pianoforte).
Con la partecipazione del Coro dell’Unitre di Ceglie Messapica diretto da Valentina Carriero.

In questo Anno Giubilare straordinario, voluto da Papa Francesco, molte associazioni si sono unite nell’intento di realizzare un servizio nel segno della accoglienza e della solidarietà.
Il Centro di Prima Accoglienza “Madre Teresa di Calcutta” - Caritas di Ceglie Messapica, vede l’adesione di diverse Associazioni che hanno condiviso l’appello dei Parroci. Il progetto vuole favorire non solo il flusso dei rifugiati e dei migranti provenienti dal Nord Africa o dal Medio ed Estremo Oriente, ma anche i nostri connazionali, concittadini, che per motivi dovuti alla mancanza di lavoro o ad una separazione matrimoniale conflittuale, si ritrovano da un giorno all’altro ad aver bisogno di un rifugio abitativo, almeno per un certo periodo di tempo.
Le Associazioni aderenti sono: Amici del Borgo Antico, Ceglie nel Cuore, Centro Artistico Musicale Caelium, Comunità di Ceglie Messapica Onlus, Lions Ceglie Messapica - Alto Salento, Rotary Ceglie Messapica - Terra dei Messapi, Rotary di Strasburgo, Unitre di Ceglie Messapica. Le Associazioni sopra elencate hanno dato un contributo economico finalizzato all’acquisto di una parte dell’arredamento del Centro di Prima Accoglienza.

Quanti vorranno contribuire con un aiuto economico al progetto, possono rivolgersi presso i Parroci delle Parrocchie cittadine.

Una nuova scoperta

A pochi mesi dalla pubblicazione su Affaritaliani.it della notizia del ritrovamento di antiche tombe a Ceglie Messapica in zona don Guanella, torniamo a parlarne grazie a nuove, straordinarie scoperte e sorprese di questo sottosuolo ricco di storia in provincia di Brindisi. Avevamo scritto della presenza di un’area archeologica importante. Ora un'ulteriore conferma: una nuova scoperta di tomba messapica,con età da confermare,si presume 3,4 secolo avanti Cristo.

Continua qui.


lunedì 21 dicembre 2015

Presepe vivente



Domenica 27 dicembre dalle ore 17:00 alle ore 21:00
Tenuta Montecchie, Ceglie Messapica

I ragazzi, i giovani e gli adulti dell'Oratorio Damasco della Parrocchia Maria Immacolata organizzano la PRIMA EDIZIONE del Presepe vivente...
Per festeggiare la nascità di Gesù in allegria ricordando i vecchi mestieri, con musica e sapori tipici del nostro Natale...
Vi aspettiamo numerosi!!!


.