.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

giovedì 31 marzo 2016

Brasciole

LA RICETTA:
BRASCIOLE AL SUGO
(DI VITELLO O DI CAVALLO)

Oggi il nostro chef Francesco Nacci (clicca qui) vi presenta e racconta una ricetta tradizionale che più tradizionale non si può: le Brasciole al sugo.
Nascono come piatto domenicale con il cui sugo e involtini si condisce ancor oggi un bel piatto di orecchiette di semola. Si possono realizzare sia di carne di vitello che di cavallo. Il consiglio dello chef: chiedere al proprio macellaio di fiducia il taglio di prima scelta, ovvero fesa esterna, controgirello o girello, daranno il massimo in termini di succolenza e sapore con questa cottura.

Ecco ricetta e dosi:

Ingredienti: 4 persone circa
350 grammi di fettine (vitello o cavallo)
sale, pepe, olio evo pugliese, prezzemolo
parmigiano grattugiato e pecorino di masseria
1 litro di passata di pomodoro (fatta in casa meglio) 
Preparazione:
Il macellaio vi darà le fettine di carne che vi consiglio di batterle leggermente con il batticarne per renderle leggermente più sottili e stendentele sul banco di lavoro; condite con pepe sale formaggio misto parmigiano e pecorino, prezzemolo e un poco di aglio tritato fine.
Andremo poi a creare degli involtini che chiuderemo con degli stecchini.
In una padella calda versiamo l'olio d'oliva evo e appena caldo anche un po di cipolla tritata.
Un paio di minuti di cottura a fuoco vivo per chiudere la carne esternamente e una sfumata con vino bianco o rosato.
Infine aggiungiamo la salsa di pomodoro e qualche foglia di basilico e alloro e facciamo cuocere ancora a pentola non coperta per almeno un ora a fuoco basso.
Servire da sole, o con le classiche orecchiette che andremo a cuocere nello stesso sugo.


La memoria e l'impegno: le foto e il video.

Giornata cittadina della memoria e dell'impegno
Giovedì 31 marzo ore 10:30
Piazza S. Antonio, Ceglie Messapica













Avviso Pubblico

COMUNICATO STAMPA
“L’idea Comune”

Oggetto : Ceglie Messapica aderisce ad “Avviso Pubblico”.

Martedì 29 Marzo u.s., durante la seduta del Consiglio Comunale, è stato approvato all’unanimità l’Ordine del Giorno presentato dal Gruppo Consiliare de ‘L’idea Comune’ riguardante l’adesione del Comune di Ceglie Messapica ad Avviso Pubblico, la rete degli Enti locali e delle Regioni per la formazione civile contro le mafie.
Si tratta di una Associazione nata nel 1996 con l’intento di collegare ed organizzare gli Amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica Amministrazione e sui territori da essi governati.
“Abbiamo presentato questo O.d.G. perché siamo fermamente convinti che ogni istituzione deve fare la propria parte e tanto più devono farla le istituzioni più vicine ai cittadini, come ad esempio il Comune, fortemente legittimate dal voto popolare diretto – ha spiegato il Capogruppo in Consiglio Comunale e Coordinatore cittadino del Movimento ‘L’idea Comune’ Antonello Laveneziana – In esse una nuova classe dirigente, che sta seriamente lavorando pur tra mille difficoltà, al di là dell’appartenenza politico – ideologica, colloca il Bene Comune al di sopra delle proprie posizioni, si cimenta con l’etica della responsabilità, ricerca un dialogo con i cittadini e ne sollecita la partecipazione. A questa classe dirigente spetta oggi il compito di ‘organizzare la legalità’, offrendo ai cittadini le occasioni e gli strumenti per sottrarsi all’invasione del contropotere criminale. Pertanto la scelta del nostro Comune di aderire ad Avviso Pubblico va proprio in questa direzione e testimonia concretamente l’impegno del Consiglio e dell’Amministrazione Comunale per la promozione della legalità ed in difesa dei diritti di tutti i cittadini”.
“A nome del Movimento ‘L’idea Comune’ – ha concluso il Consigliere Laveneziana – esprimo profonda soddisfazione per questa importante decisione del Consiglio Comunale e ringrazio ogni singolo Consigliere Comunale ed il Sindaco Luigi Caroli che, all’unanimità, hanno accolto la nostra proposta portata avanti con convinzione insieme alla Consigliera Vanessa Santoro ed al Vice Sindaco Angelo Palmisano. Una buona notizia per Ceglie e per tutti i cegliesi”.


Ufficio Stampa
 “L’idea Comune”

martedì 29 marzo 2016

Il PD e il consiglio comunale

Ricevo e pubblico

Documento Circolo PD in vista del Consiglio comunale del 29 marzo 2016

In vista del Consiglio comunale del 29 marzo si è riunita la segreteria del Circolo PD composta, oltre che dal segretario Piermassimo Chirulli, da Maria Antonietta Spalluti, Domenico Biondi, Vito Caroli, Carlo Leo, Giuseppe Nisi. Alla riunione ha partecipato il consigliere comunale Rocco Marrazza.
Con riferimento al secondo punto all’ordine del giorno, il PD esprime contrarietà all’adesione alla Stazione unica appaltante della Provincia di Brindisi. Il Pd ritiene che sarebbe stato opportuno l’adesione alla Stazione unica appaltante della Valle d’Itria (pure in corso di costituzione). Alla Valle d’Itria ci accomuna la storia, le tradizioni, la cultura. Inoltre riteniamo che il brand Valle d’Itria sia uno straordinario volano per lo sviluppo turistico ed economico di Ceglie. Il PD ritiene che vi debbano essere sempre maggiori occasioni di reale collaborazione tra i Comuni della Valle d’Itria, e quella della Stazione unica appaltante sarebbe stata un’ottima opportunità. Non è certo con qualche foto sulla SS172 (come vuole farci credere qualche consigliere comunale di maggioranza) che si costruisce una sempre maggiore collaborazione con i Comuni della Valle d’Itria: la cooperazione si costruisce sulle cose concrete. Rileviamo ancora una volta l’incapacità della Giunta Caroli di fare rete sulle cose che contano.
Per quel che riguarda il terzo punto all’ordine del giorno, rileviamo con particolare soddisfazione che solo a seguito della presa di posizione dell’opposizione finalmente il Comune di Ceglie Messapica aderisce alle iniziative volte alla valorizzazione della cultura e della civiltà messapica.
Con riferimento al quinto punto all’ordine del giorno, il PD rileva che abolire del tutto le fideiussioni a carico dei proprietari dei suoli in zona P.I.P. sia un danno per tutti i cittadini cegliesi. Il PD riconosce le problematiche derivanti dall’attuale situazione economica. Ma segnala che il Comune di Ceglie - quindi tutti i cittadini - hanno sopportato spese ingenti per le opere di urbanizzazione della zona e che gli imprenditori interessati si erano assunti ben precisi impegni, per favorire sviluppo e occupazione. Scaricare solo sui cittadini l’inerzia degli imprenditori ci pare assolutamente non giusto. L’Amministrazione avrebbe potuto utilizzare altri strumenti eventualmente per ridimensionare l’importo della fideiussione, ma è inaccettabile che questa venga del tutto eliminata, liberando completamente gli imprenditori dagli impegni che avevano assunto nei confronti della collettività. 
Con riferimento all’ottavo punto, si chiede che siano più trasparenti i criteri per i quali il Comune concede finanziamenti (diretti o indiretti) per iniziative di qualsivoglia genere, in modo che non vi possa essere neppure il sospetto che siano finanziate solo iniziative “comode” o organizzate da soggetti “amici” e siano ignorate le altre.
Infine, non è ben chiaro quali siano le società partecipate dal Comune: si chiede dunque un ulteriore approfondimento sul punto.

Camminata Rosa



Domenica 3 aprile scegli di sostenere la LILT. Partecipa anche tu alla “Camminata Rosa”.
Pubblicato da Adele Galeata su Martedì 29 marzo 2016




Camminata Rosa
Domenica 3 aprile dalle ore 9:30 alle ore 12:30
Ceglie Messapica

Una camminata a sostegno della ricerca sul tumore al seno. Ceglie Messapica si tinge di rosa domenica 3 aprile grazie alla collaborazione di Associazione Gioia, Atletica Ceglie Messapica, Amici del Borgo Antico, Bicilona e Rotaract Club. 
Una camminata non competitiva in un circuito cittadino di circa 3 km da effettuarsi a piedi, accompagnati dalla Famiglia, dagli amici o dal proprio amico a quattro zampe o in bici. Si attraverserà il centro storico per ammirare le bellezze architettoniche della città messapica, partendo da Piazza Sant'Antonio ( ore 9:30) per arrivare in Piazza Plebiscito ( ore 12:30 circa). 
La quota simbolica d'iscrizione sarà devoluta alla LILT sezione provinciale di Brindisi. È possibile prendere una maglietta, palloncini e fiocchi rosa fino ad esaurimento scorte. 
Le iscrizioni potranno effettuarsi anche nei giorni venerdì 1 e sabato 2 aprile, dalle ore 17 alle ore 19, presso la sede de "Amici del Borgo Antico" in Piazza Vecchia a Ceglie Messapica.

Due sono i circuiti previsti, da effettuarsi una sola volta:
Circuito pedonale di circa 2 km: Piazza Sant'Antonio (partenza), Corso Garibaldi, Piazza Plebiscito,
si prosegue per Chiesa Madre, Arco Antelmy, visita guidata nel centro storico, Via Muri direzione via Sant'Anna, incrocio semaforico via Martina, svolta a sinistra per la Chiesa di San Rocco, Corso Verdi, via Francesco Argentieri, via Cristoforo Colombo, Strada Provinciale 23 (zona Moretto), via Moretto, incrocio semaforico via Martina, svolta a destra direzione via San Rocco, Corso Garibaldi, Piazza Plebiscito (arrivo);
Circuito ciclistico di circa 3 km: Piazza Sant'Antonio (partenza), Corso Garibaldi, Piazza Plebiscito,
si prosegue per Chiesa Madre, Arco Antelmy, visita guidata nel centro sorico, Via Muri direzione via Sant'Anna, incrocio semaforico via Martina, svolta a sinistra per la Chiesa di San Rocco, Corso Verdi, Vico 4° Monte, via Mancini, Villa Cento Pini direzione Viale Aldo Moro, svolta a destra direzione Centro Anziani (via Maresciallo Maggiore), via Daunia, incrocio via San Lorenzo, incrocio via Cristoforo Colombo, Strada Provinciale 23 (zona Moretto), via Moretto, incrocio semaforico via Martina, svolta a destra direzione via San Rocco, Corso Garibaldi, Piazza Plebiscito (arrivo).

Sulla situazione finanziaria dell'ente

COMITATO CITTADINO VOLONTARIO PER LA TRASPARENZA E LEGALITA’ DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CEGLIE MESSAPICA

- Al Collegio Revisori Comune di Ceglie Messapica
- Alla Corte dei Conti di Bari  Procura Generale Via Matteotti n. 56   70121 BARI
- All’Ispettorato Generale di Finanza IGF Via XX Settembre 97   00187 ROMA

               Oggetto:  Rendiconto Bilancio  2014 del Comune di Ceglie  Messapica- Provvedimenti

Con verbale n. 92 del 26.05.2015 il Collegio dei Revisori del Comune di Ceglie Messapica esprimeva parere non favorevole all’approvazione della proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione dell’anno 2014.
Il parere  motivato da parte del Collegio dei Revisori trovava fondamento nel ritenere che  le entrate previste al capitolo 003140 “Sanzioni violazioni codice della strada” erano sovrastimate e che le entrate previste al capitolo 003800 “Introiti e Rimborsi diversi “ non erano in linea con l’art. 179 del TUEL.
Che le entrate previste dalle  sanzioni al Codice della Strada, di euro 161.066,00,  erano chiaramente sovrastimate era facilmente intuibile dal fatto che erano state calcolate al lordo della riduzione del 30%  prevista dalla legge e per l’accertato incassato al 31.12.2014 di soli   euro 81.203,62.
In merito al capitolo di entrata per introiti diversi il  parere negativo riguardava la certificazione da parte del Responsabile di Area Lavori Pubblici che, alla chiusura  dell’esercizio 2014,   dava per “Liquidi,certi ed esigibili” la somma di euro 296.599,20 che sarebbe scaturita dalle sanzioni combinate alla ditta che gestisce l’appalto del servizio di raccolta rifiuti ,ATI Monteco-Cogeir . I Revisori nel loro verbale evidenziavano che la somma prevista aveva origini da accadimenti gestionali riferiti ad esercizi remoti e pertanto soggetti ad un elevato tasso di aleatorietà ,derivanti dall’incertezza del grado di esigibilità.
Il Consiglio Comunale di Ceglie Messapica, pur in presenza del parere negativo da parte del Collegio dei Revisori, approvava  la Delibera di Rendiconto 2014, prendendo atto di  una specifica nota del  Responsabile  dell’Area dei lavori pubblici che assicurava che la somma prevista sarebbe entrata nelle casse comunali già a partire dal mese di giugno 2015.
Questo Comitato cittadino  oltre a sollevare serie perplessità sull’aspetto  della trasparenza degli atti amministrativi prodotti dall’ente, evidenzia anche serie preoccupazioni sull’ aspetto finanziario
Giungono voci inquietanti rispetto alla possibile  mancanza di liquidità di denaro  presso la Tesoreria Comunale.  Tanti pagamenti vengono rinviati agli  esercizi finanziari successivi  creando un circolo vizioso che potrebbe essere drammaticamente esplosivo e di difficile rimedio. In merito si fa un esempio fresco di pubblicazione: con Determinazione n. 144 del 22.03.2016 “Impegno di spesa indennità Revisori dei Conti per gli anni 2014-2015” è stata impegnata oltre la metà della somma necessaria dal redigendo Bilancio 2016. Questo , ovviamente,pone serie perplessità in merito alla correttezza e validità dell’atto amministrativo.

Ritornando all’argomento specifico della presente nota, si evidenzia  la reale possibilità  che le  entrate, garantite  dai funzionari in sede di approvazione del Rendiconto 2014 , non si siano  realmente  concretizzate , cosi  come avevano indicato i Revisori e  alcuni Consiglieri Comunali di opposizione. Considerata tale situazione, questo Comitato Cittadino   ritiene  necessaria ed urgente   una  Vostra  verifica specifica in merito  agli  atti amministrativi riferiti al Rendiconto 2014 ed una profonda analisi  su tutta la situazione finanziaria del Comune di Ceglie Messapica, prima che sia troppo tardi.
Si chiede, inoltre , che siano comunicati a questo Comitato Cittadino eventuali segnalazioni e provvedimenti
Si allega alla presente: copia del Verbale n.92 del 26.05.2015 del Collegio dei Revisori
                                                                                                        Con osservanza
                                                Tommaso Argentiero
Presidente del Comitato Cittadino Volontario per la Trasparenza e Legalità degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica.
Ceglie Messapica 24.03.2016
 




sabato 26 marzo 2016

Ahi ... Francavilla

Qualcuno ha urlato di sorpresa e anche un po’ per lo spavento, altri hanno gridato al miracolo. L’argomento farà storcere il naso e discutere, ma qui ci si limiterà a riportare la cronaca di quel che è successo o, per meglio dire, delle reazioni a quel che sarebbe (condizionale d’obbligo) successo. “La statua di Gesù ha mosso gli occhi”, e i Misteri si sono tinti di mistero. Della fede o della suggestione?
Continua qui.

Processione "Misteri" Francavilla












Processione dei "Misteri"















venerdì 25 marzo 2016

Giornata cittadina della memoria e dell'impegno



Giornata cittadina della memoria e dell'impegno
Giovedì 31 marzo ore 10:30
Piazza S. Antonio, Ceglie Messapica

Organizzata da:
Presidio Libera (Ceglie Messapica)
Libera (Brindisi)
Flai e CGIL (Brindisi)
con il patrocinio del Comune di Ceglie Messapica
- - -
Il 21 marzo oltre 2000 piazze italiane si sono trasformate in “Ponti di memoria luoghi di impegno” per la XXI “Giornata in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie”, promossa da Libera e da Avviso Pubblico. Per una rinnovata primavera di legalità hanno sfilato migliaia di cittadini, soprattutto studenti, che si sono stretti intorno ai tanti familiari di coloro i quali hanno perso la vita, al Nord come al Sud, per mano della criminalità organizzata. Nella nostra regione epicentro di una grande rete ideale di città è stata Foggia, teatro negli ultimi mesi di numerosi e inquietanti episodi criminali, che ha sentito riecheggiare tra sue strade le voci di speranza di quanti si sono detti scambievolmente “insieme ce la possiamo fare” senza retorica, ma in modo forte e deciso.
- - -
Piazza Sant’Antonio accoglierà il corteo colorato degli studenti che cureranno spazi da loro animati, dedicati alle vittime pugliesi delle mafie e del lavoro sfruttato nei campi.
Insieme ai familiari, ricorderemo le donne cegliesi morte per caporalato nel 1980 e nel 1991: Pompea Argentiero (anni 16), Lucia Altavilla (17), Donata Lombardi (23), Cosima Valente (36), Domenica Abruzzese (47). A loro continueremo a dedicare il
nostro impegno, perché i nomi di ognuna non vengano dimenticati ed entrino nella memoria collettiva. A sostenere questa battaglia per il riconoscimento delle vittime del caporalato anche come vittime di mafia sarà presente Giovanni Mininni della segreteria nazionale della Flai Cgil. Con le rappresentanze studentesche racconteremo le storie interrotte per incidente stradale delle cinque braccianti cegliesi che si trovavano accalcate le une sulle altre sul pulmino dei caporali mentre si recavano sul posto di lavoro, ma racconteremo anche le storie di chi ancora oggi sacrifica la propria vita per una misera paga come Mohamed Abdullah, Zakaria Ben Hassine ,
Paola Clemente, Arcangelo Demarco, morti nelle nostre belle e contraddittorie terre di Puglia nell’estate torrida del 2015. Intessendo ponti di verità, frutto di laboratori attivati in classe grazie alla collaborazione dei Dirigenti scolastici, dei Docenti e dei Soci del Presidio, tenteremo di ridare dignità a chi la dignità della vita se l’è vista strappare.
- - -
(Nel caso di maltempo la manifestazione si svolgerà nella Chiesa di San Rocco)

A S. Domenico


giovedì 24 marzo 2016

Trasparenza Amministrativa

COMITATO CITTADINO VOLONTARIO PER LA TRASPARENZA E LEGALITA’ DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CEGLIE MESSAPICA

- Al Dott. Domenico Ruggiero  Responsabile della Trasparenza del Comune di Ceglie Messapica
- Al N.I.V. Comune di Ceglie Messapica
- All’ ANAC  Via di Ripetta, 246 – 00186 Roma
- Al Ministero della Pubblica Amministrazione  e Semplificazione - La Bussola della Trasparenza dei siti web      ROMA

OGGETTO : Richiesta verifica sezione “Trasparenza Amministrativa ” del sito istituzionale del Comune di    Ceglie Messapica (BR).

Questo Comitato Cittadino  avverte la necessità di  evidenziare che la sezione “Trasparenza Amministrativa” all’interno del sito online del Comune di Ceglie Messapica potrebbe non essere rispettosa del DLgs n.33 del 14.03.2013  che impone ai Comuni  la corretta  e trasparente pubblicazione  di atti , note, informazioni ecc.
In merito si portano alcuni esempi:
- l’articolazione ,l’organizzazione e l’organigramma degli uffici è posta in maniera generica ed è ferma ad un atto deliberativo del febbraio 2015, nonostante modifiche determinate successivamente;
- in riferimento ai provvedimenti  degli organi di indirizzo politico viene riportata la sola Delibera di C.C. del 2009 riferita all’approvazione del Regolamento di Contabilità il cui file, peraltro, non è presente. Non è possibile accedere ad un atto deliberativo della Giunta, del Consiglio Comunale o  ad una Ordinanza  ;
- la sezione “Consulenze e Collaborazioni, fatto salvo  gli incarichi legali, non è aggiornata;
- Il Piano della Performance si limita alla pubblicazione di atti amministrativi e PEG del 2014. Nessuna relazione dell’ OIV. Non esistono   dati sul benessere organizzativo,nessun dato o indicazione sui premi concessi al personale ed ai dirigenti;
- Non è pubblicato il sistema di misurazione e valutazione della Performance;
- Il patrimonio immobiliare è fermo al 2013 e mancano del tutto informazioni sui canoni di locazione e affitto;
- I dati relativi al personale non a tempo indeterminato è fermo ai riferimenti del 2014;
- manca la tabella trimestrale con i riferimenti ai costi del personale a tempo non indeterminato;
- non viene riportato alcun dato in merito alla carta dei servizi o il documento sulla qualità dei servizi;
- nella sezione “controllo delle imprese” non c’è alcuna indicazione. C’è invece  da evidenziare che in questo Comune gli affidamenti  di  lavori,servizi e forniture sotto i 40 mila euro sono molto spesso privi dell’assegnazione del CIG.
- In merito alle modalità e criteri per la concessione di contributi,sovvenzioni e vantaggi economici non esiste alcuna indicazione;
- l’elenco di  chi ha ottenuto, da parte dell’ente, pagamenti e sovvenzioni,superiori a mille euro  è fermo  al 2013;
- nella sezione Controlli e rilievi sull’amministrazione non viene riportato alcun verbale o rilievo da parte dell’organo di Revisione interno,da parte della Corte dei Conti, dell’Anac o dell’ispettorato della Funzione Pubblica;
- la pubblicazione dei curriculum e delle retribuzioni degli incarichi di posizione organizzativa è ferma all’anno 2014;
- l’indennità di risultato degli incarichi di posizione organizzativa è ferma all’anno 2011.

L’elenco potrebbe essere ancora più consistente, ma si ritiene che una attenta e puntuale Vostra verifica o ispezione potrebbe far emergere, in maniera certa, quelle che sono le criticità ed ulteriori eventuali omissioni di dati e riferimenti all’interno della sezione “Trasparenza Amministrativa”  del sito istituzionale del Comune di Ceglie Messapica.
Inoltre questo Comitato Cittadino porta a conoscenza di aver  chiesto, tramite l’Accesso Civico, la pubblicazione dei Verbali di ultimazione dei lavori di tre opere pubbliche. L’Accesso Civico è stato negato  dal Responsabile della Trasparenza del Comune di Ceglie Messapica poiché ha ritenuto che questa certificazione “non rientra tra quella prevista e ricompresa negli obblighi di pubblicazione”  e su questo solleviamo molte perplessità.
 Tutto ciò evidenziato si chiede, per quelle che sono le Vostre specifiche competenze, un’azione di verifica in merito alla situazione segnalata
Si chiede inoltre che siano comunicati a questo Comitato Cittadino   eventuali segnalazioni e provvedimenti.

                                                                                                                Con osservanza
                                                                                        Tommaso Argentiero
Presidente del Comitato Cittadino Volontario per la Trasparenza e Legalità degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica.

Ceglie Messapica 23.03.2015

Pasquetta in pineta Ulmo


PASQUETTA 2016 IN PINETA ULMO
Un giorno speciale per la Pineta Ulmo.
Scampagnata classica nel parco Pineta Ulmo, famiglie e gruppi di amici potranno trascorrere questa giornata all'insegna della natura, del respirare sano e del relax.
Si parte alle 9.00 del mattino con escursioni fra i percorsi ed il bosco, alla ricerca di asparagi o di orchidee cegliesi.
Iniziano poi i preparativi per il pic nic libero, in attesa di disciplinare le attività del parco, è consentito solo l'uso del barbecue con carbonella e/o pranzo a sacco; è assolutamente vietato accendere fuochi.
Ci sarà una zona Food, dove si potranno degustare ottimi panini con la carne ed un servizio Bar (E' possibile effettuare prenotazioni presso lo stand/food). E' disponibile l'area giochi attrezzata per bambini. Inoltre la possibilità di noleggiare gli Eco go-kart (a pedali) e di avventurarsi fra i percorsi. Nel pomeriggio i tornei di calciotennis, il torneo di briscola e scopa (di beneficenza) e tanta buona musica con Casalgallo DJ.
Vi aspettiamo.
ps: IL BOSCO E' ANCHE TUO, RISPETTALO!
Zion

info: 3277435996 Riccardo - zioncegliem@gmail.com
gps: 40.654922,17.444572 - ctrd Ulmo/Marangi -
Ceglie Messapica (Br)
strada provinciale Ceglie M. - Martina F. km 6 —

Ecco gli scrutatori

E' stato usato il metodo del sorteggio con il sistema informatizzato in dotazione al Comune di Ceglie Messapica. Niente da fare per disoccupati o inoccupati. Ne avevamo parlato qui.

LA LISTA DEGLI SCRUTATORI TITOLARI E SUPPLENTI.

.