.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

lunedì 31 ottobre 2016

Cronaca ultim'ora

In via Mameli a Ceglie Messapica sono intervenuti i Carabinieri, i vigili del fuoco e un'ambulanza. I presenti parlano di un grave fatto di cronaca.


(ANSA) - BRINDISI, 31 OTT - Una giovane donna dell'est europeo e un feto sono stati trovati cadaveri in un garage a Ceglie Messapica (Brindisi). Sul posto ci sono i carabinieri che stanno eseguendo accertamenti. La donna non dava notizie di sé da diverse ore. Gli investigatori stanno verificando se abbia partorito nel box e quali siano le cause del decesso. Stando ai primi accertamenti la donna, di 27 anni, romena, potrebbe essere morta per un'emorragia in seguito al parto della bambina che portava in grembo. Il feto è stato trovato in una bacinella piena d'acqua. Il cordone ombelicale sarebbe stato reciso con un coltello. A dare l'allarme è stato il proprietario dell'abitazione in cui vivono alcuni dei parenti della giovane trovata morta nel garage dello stesso stabile in cui si trova l'appartamento. Non c'erano notizie della donna da almeno 12 ore. Sul posto oltre ai carabinieri sono intervenuti anche i vigili del fuoco per aprire la porta del garage.

   












Nonna Lucia


CEGLIE MESSAPICA – Lucia Monaco si conferma a pieno titolo la “nonna di Ceglie Messapica” continuando a collezionare record e a stupirci con la sua grande vitalità. Infatti il prossimo 3 novembre 2016, spegnerà le sue prime 104 candeline circondata come sempre dall’affetto e dalle cure amorevoli di parenti e amici.
Nonna Lucia, classe 1912, una dei quattro figli dei coniugi Giuseppe Monaco e Grazia Zaccaria, ha sempre vissuto a Ceglie Messapica. All’età di 20 anni si sposa con Domenico Vinci, unico grande amore della sua lunga vita. Da questo matrimonio sono nati i tre figli, Grazia, Giuseppe e Vincenza, che insieme alle loro famiglie oggi l’accudiscono con amore. 
Una vita dedicata al lavoro e alla famiglia. Durante la sua esistenza nonna Lucia ha lavorato nei campi e presso la masseria Sacramento che, per circa quarant’anni, lei e suo marito hanno gestito, occupandosi degli animali, della preparazione del formaggio, e di tante altre cose.
Ha cresciuto i suoi tre figli, è sempre stata al fianco del suo amato sposo Domenico e non ha fatto mancare il suo aiuto ai figli dando una mano nell’accudire i nipoti. Lucia e Domenico si sono molto amati e hanno lavorato tanto per assicurare una degna esistenza a ciascun figlio, nonostante la loro vita era fatta di sacrifici.
Grande è stata anche l’importanza della religione nella famiglia di Lucia che, con amore e tenerezza, ha cercato di inculcare nei figli i valori fondamentali della fede e della vita. Ancora oggi legge da sola le preghiere e recita spesso il Santo Rosario.
È un prodigio della natura la nostra nonna Lucia, poiché, oltre ad essere molto lucida, è ancora indipendente, riesce a fare da sola anche alcune piccole faccende domestiche e si muove autonomamente in casa.
Raggiungere il traguardo dei 104 anni perfettamente lucida, ricordando benissimo il passato e la sua vita, è davvero una cosa meravigliosa per tutti coloro che hanno il piacere di viverle accanto.
Per questo motivo, anche quest’anno, in occasione dei 104 anni, oltre ai suoi familiari e agli amici, anche l’intera città di Ceglie Messapica la stringe simbolicamente in un affettuoso abbraccio ed è orgogliosa di avere tra i suoi concittadini  una “super nonnina” che è una vera forza della natura e che con il suo sorriso, con la sua grande simpatia e con la sua forte vitalità contagia tutti coloro che hanno la fortuna di incontrala. Auguri nonna Lucia.


Gioia: Canzoni del tempo

ASSOCIAZIONE GIOIA – CEGLIE M.CA

COMUNICATO STAMPA

"CANZONI DEL TEMPO"
Reading musicale con l'autore Fulvio Frezza e il M° Domenico Mezzina
Leggere attraverso la musica di Fabrizio De Andrè, Luigi Tenco, Sergio Endrigo e tanti altri...
Venerdì 4 novembre ore 20:30 – Capolinea Cafè – Ceglie Messapica (BR)

***

Parole e note si fonderanno in un connubio perfetto, venerdì 4 novembre, alle ore 20:30, presso il Capolinea Cafè, in occasione della presentazione di "Canzoni nel Tempo- Storie sognate che bisognava sognare", il nuovo libro di Fulvio Frezza edito da Florestano Edizioni. 
Dopo i saluti della Presidente dell'APS “Gioia”, Grazia Gioia e di quelli istituzionali dell'Assessore Grazia Santoro, la serata entrerà nel vivo con il reading musicale a cura dello stesso Frezza, voce recitante, e di Domenico Mezzina, alla chitarra.
Sulla stessa scia dello spettacolo con cui entrambi si sono fatti apprezzare dal pubblico in giro per la Puglia e facendo tappa anche a Ceglie Messapica, lo scorso autunno, con "Meraviglioso. Vita e Amori di Domenico Modugno" , un omaggio a Domenico Modugno, alla sua vita ed alle sue canzoni, attraverso la lettura di dodici racconti dedicati ai brani del grande cantante di Polignano.

Fulvio Frezza e Domenico Mezzina proveranno a ricreare quell'atmosfera magica creata dall'unione di musica, canto e lettura, invitando a fare un viaggio emozionante nel mondo delle canzoni e dei ricordi.
«Niente è per sempre e quando lo sai è già tardi - si legge nella nota di presentazione del libro-. Quando ti accorgi che non c’è più tempo hai dimenticato, e se torni sui tuoi passi, se ripercorri lo stesso fiume, scopri dolorosamente che niente ha più quel sapore, quel profumo, la stessa immagine è mutata irreparabilmente. Vorresti imparare ad amare senza avere paura di perdere. C’è tempo, c’è tempo, c’è tempo. Poi un giorno ti fermerai e ti diranno che il tempo è finito, e allora chiederai ancora un minuto, soltanto un minuto per far ritornare ogni cosa al posto giusto, nella sua casella, dove potresti ritrovarla, ma non hai più nemmeno un secondo, che in fondo servirebbe solo per il rimorso. Perchè c’è tempo ...» 

Un incontro d'autore unico, il secondo dei quattro appuntamenti in programma nell'ambito della II edizione della Rassegna Letteraria “Libriamo”, organizzato dall'Associazione di promozione sociale “Gioia”, con il Patrocinio del Comune di Ceglie Messapica. 
Media Partner: Idea Radio

Pallacanestro

Pallacanestro Serie C Silver
7a Giornata
BARI - CEGLIE
 71 - 83
Parziali: 0-0 / 0-0/ 0-0/ 0-0

Foto 
Nuova Pallacanestro Ceglie 2001
Mola, Ostuni, Udas Cerignola, Monopoli 12,
Ruvo di Puglia, BK Cerignola, Ceglie, Altamura, N.P. Nardò 8,
Foggia, Manfredonia 6,
Vieste,  Francavilla, 4,
Castellaneta, Martina Franca 2,
Adria Bari  0.
La prossima: 8a giornata 3 novembre
N.P. Ceglie - Castellaneta


I biglietti vincenti



I biglietti vincenti della Lotteria abbinata alla realizzazione del Centro di Prima Accoglienza "Madre Teresa di Calcutta" sono pubblicati sulla pagina del blog della Parrocchia di San Rocco. Le persone che sono in possesso dei biglietti vincenti sono invitate la sera del 1° Novembre, alle ore 19.00, in Parrocchia, per ritirare il premio vinto.


domenica 30 ottobre 2016

Buona domenica



ore 10:30 - 12:30,  15:30 - 18:30
Museo Archeologico e di Arte Contemporanea

ore 10:30 - 12:30,  15:30 - 18:30 
Biblioteca "P. Gatti" e Pinacoteca "E. Notte"

Grotte di Montevicoli
info: 3271909148


ore 17:30 Teatro comunale 
Il Posto delle Favole
"AHIA!"
Teatri di Bari_ Progetto SENZA PIUME Teatro


-----------------------------------------

Farmacia di turno
Farmacia Carparelli
Via Cristoforo Colombo, 3/C
Telefono: 0831-388347
-----------------------------------------------

U vangele di iosce
Il Figlio dell'uomo era venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto.
 (Lc 19,1-10)
Clicca qui.

Nu dettèrie
Agnun' tir'li kravun alla pignat' sov'
Ognuno tira i carboni vicino alla sua pignata
L'uomo ha sempre di mira il proprio tornaconto.
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi

Na fotografije
Ceglie Bella? Sì


Foto starpitti


sabato 29 ottobre 2016

Torna... l’ora solare


Nella notte tra il 29 e il 30 Ottobre ricordatevi di portare le lancette dei vostri orologi indietro di un’ora, torna l’ora solare.
Solo per la notte di Domenica dormiremo tutti un’ora in più.

Robin Hood


martedì 1 novembre - inizio ore 18.00
max 15 spettatori a replica (tre repliche)
ingresso 10€
prenotazione obbligatoria al 3892656069

ROBIN HOOD
La storia di Roberto di Legno che colpiva nel segno
di e con Enrico Messina e Giuseppe Ciciriello

“Miei signori date orecchio se di sangue franco siete,
del valente Robin Hood or le imprese ascolterete ...”


Ladro e brigante, bandito e gentiluomo, il “miglior arciere d’Inghilterra” diventa, nella tradizione delle ballate popolari, la figura di colui che si ribella alle ingiustizie sociali e alle prepotenze dei dominatori. Brigante e paladino insieme, offensore dei ricchi, dei potenti e dei proprietari terrieri titolati, Robin è dunque dalla parte dei contadini e dei pastori: “ruba ai ricchi per dare ai poveri”.
Difensore del popolo angariato dai potenti o più semplicemente coraggioso furfante che ignora i vincoli del diritto, Robin incarna in sé l’aspirazione universale dell’uomo alla libertà. Le sue gesta sono la ricerca, se non l’affermazione, di una dignità umana che riscatti una vita marginale e degradata.

C’era una volta un famoso bandito che si sforzò di diventare qualcos’altro...

"ROBIN HOOD" è l'ultimo di tre appuntamenti del “ciclo dei malviventi nelle Grotte di Montevicoli” - Teatro di Nascosto, organizzato nell’ambito del "PROGRAMMA REGIONALE DI SPETTACOLO DAL VIVO PER LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE CULTURALI ED AMBIENTALI DELLA PUGLIA - 2016" finanziato dal Fondo di sviluppo e coesione FSC 2007-2013 – APQ rafforzato “Beni ed attività culturali”, Armamaxa teatro - Residenza teatrale di Ceglie Messapica ha organizzato due rassegne all’interno di alcuni beni naturalistici del paese. Questa programmazione punta a portare anche fuori dal teatro gli spettacoli, a far vivere il teatro in orari e modalità nuove, più smart.

E' tornato



E' tornato in largo Amendola e mi dicono che stia bene... sto preparando il pacco per la visita con zucchero, caffè, succhi di frutta e pesche sciroppate.



venerdì 28 ottobre 2016

Storie di zingari e violini



lunedì 31 ottobre
Teatro Ciclabile#2 - Storie di Zhoran

Raduno piazza Plebiscito ore 9.00
Partenza ore 9.30 - Rientro: previsto ore 13.00
Itinerario: Parco Eolico “Masseria Renna” (Villa Castelli), direzione Oasi Fogge di Sant’Anna e Murgia circostate. Arrivo in Pineta Ulmo.

partecipazione 10€
prenotazione obbligatoria al 3892656069
*l’uso del casco è obbligatorio, controllare lo stato del proprio per mezzo al fine di garantire la sicurezza di tutti i partecipanti

ZHORAN - Storie di zingari e violini
di e con Giuseppe Ciciriello
musiche in scena di Piero Santoro

“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento, perché rubacchiavano...
Poi vennero a predere gli omosessuali,
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. ...
Un giorno vennero a prendere me,
e non c’era rimasto nessuno per protestare.”
Bertold Brecht

Accompagnato dalla fisarmonica del suo amico Borhat con le melodie, i ritmi e le armonie della tradizione Rom e Balcanica, Zhoran lo Zingaro cerca di rispondere a queste domande raccontando storie. Solo storie, senza pretesa di verità. E con il suo violino narra di come uno zingaro aiutò Dio a creare il mondo; di come uno zingaro vinse il violino al Diavolo; di come gli Zingari si dispersero sulla terra...
Le storie di Zhoran sono la conoscenza della cultura orale che, tramandata di generazione in generazione, è sopravvissuta al tempo e a chi ha sperato di sopprimerne la radice. Lo spettacolo è una narrazione che intreccia racconti, tratti o ispirati dalla tradizione Rom, riscritti o reinventati, come è nella natura del raccontare, intervallandoli con riflessioni filosofiche e ironiche, sulla diversità e sull’uomo. Uno spettacolo sarcastico e divertente che, con leggerezza, forse ci aiuta a chiederci chi è l’altro diverso da noi.


Nell’ambito del "PROGRAMMA REGIONALE DI SPETTACOLO DAL VIVO PER LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE CULTURALI ED AMBIENTALI DELLA PUGLIA - 2016" finanziato dal Fondo di sviluppo e coesione FSC 2007-2013 – APQ rafforzato “Beni ed attività culturali”, Armamaxa teatro - Residenza teatrale di Ceglie Messapica ha organizzato due rassegne all’interno di alcuni beni naturalistici del paese. Questa programmazione punta a portare anche fuori dal teatro gli spettacoli, a far vivere il teatro in orari e modalità nuove, più smart.

mercoledì 26 ottobre 2016

Ahia


"Il Posto delle Favole IX ed"
domenica 30 ottobre - inizio ore 17.30
Teatro Comunale di Ceglie Messapica

"AHIA!"
Teatri di Bari_ Progetto SENZA PIUME Teatro

drammaturgia e regia Damiano Nirchio
assistente alla drammaturgia e alla regia Anna de Giorgio
con Lucia Zotti / Monica Contini
e Raffaele Scarimboli / Michele Stella

Lassù... O laggiù... Insomma, in quel luogo dove le anime si preparano a nascere per la prima o per l’ennesima volta, c’è un problema: una piccola anima proprio non ne vuole sapere di venire al mondo.
L’Ufficio Nascite e il Signor Direttore le hanno provate tutte per convincerla, ma niente! Possibile? Tutti fanno la fila, si danno dei gran spintoni pur di vedere com'è fatta la Vita... e lei invece proprio non ne vuole sapere.

Una donna anziana che racconta dell’essere bambini, della paura del Dolore e delle piccole e grandi diffcoltà: la fatica, la delusione, la paura di non farcela, la malattia. E di quel rifiuto, dei piccoli come dei grandi, di affrontare e attraversare tutto ciò che non è piacevole, facile, immediatamente ottenibile, faticoso. Ma soprattutto per raccontare la gioia della Vita. E scoprire che forse, proprio come nelle fiabe, senza quegli scomodi “Ahia!” non si può costruire nessuna felicità. Uno spettacolo pensato per tutte le età, in cui provare a mettere in delicato e poetico equilibrio la narrazione di contenuti profondi e la colorata ironia del gioco scenico.

ingresso 5€ - omaggio per ogni nonno che accompagna un nipotino
per info e prenotazioni 3892656069

Prossimo appuntamento con "Il Posto delle Favole" domenica 13 novembre con "ALICE" dei Cantieri Teatrali Koreja.


Giornata Trekking Urbano

Giornata Trekking Urbano: Ceglie Messapica protagonista con altre 50 città italiane per una edizione record dedicata ad arte, cultura, fede e cibo. Anche quest’anno, per la seconda volta la nostra città ha aderito alla Giornata nazionale del Trekking Urbano. Cos’è il Trekking Urbano? Il trekking urbano è un’attività che coniuga sport, arte, gusto e voglia di scoprire gli angoli più nascosti e curiosi delle città, attraverso itinerari caratterizzati da forti dislivelli del suolo e da scalinate. Si tratta di una forma di turismo “vagabonding”, libera e ricca di sorprese, adatta a tutte le età, senza un particolare allenamento preventivo. Oltre ad essere un’attività che fa bene al fisico e alla mente, il trekking urbano fa bene alle città perché permette di decongestionare le zone attraversate dai flussi turistici tradizionali, allargare il raggio delle visite alle aree più periferiche dei centri urbani e prolungare i soggiorni. Sono cinquantuno le città d’arte che hanno aderito alla tredicesima edizione del turismo sostenibile, in programma per lunedì  31 ottobre 2016 in tutta Italia. Nell’anno del Giubileo, da Nord a Sud, passando per il Centro e le Isole, 51 Comuni italiani, guidati da Siena, offriranno un ricco programma di iniziative per scoprire, camminando, i luoghi più suggestivi delle città italiane, attraverso percorsi che uniranno arte, cultura, fede, gusto e prodotti tipici.
Tra le 17 Regioni partecipanti la Puglia anche quest’anno è rappresentata esclusivamente da Ceglie Messapica.  L’edizione 2016 del Trekking Urbano, intitolata “Nell’anno del Giubileo un cammino interiore a passo di Trekking” vedrà impegnati molti Comuni italiani nel fare conoscere le loro bellezze storico/culturali sotto il profilo del sacro e del profano in onore del Giubileo.
Ogni percorso propone itinerari ‘prelibati’, adatti anche ai meno sportivi, che inizieranno camminando alla scoperta di luoghi suggestivi e si concluderanno con la degustazione di prodotti e piatti della tradizione enogastronomica italiana.
La Giornata a Ceglie Messapica propone itinerari attraverso i percorsi poco ‘battuti’ dal turismo tradizionale, i gioielli storico-artistici, le testimonianze archeologiche e di fede. In cammino su sentieri "colorati" da emozioni e spiritualità attraverso gli orti urbani, di stradina in stradina, raggiungeremo il Monumento del Calvario (XIX sec.) volontà popolare per ringraziare il Signore per aver protetto la città dall’epidemia di colera, qui è anche presente una statua di san Francesco realizzata dallo scultore C. Pecere. Come pellegrini, arriveremo alle Grotte di Montevicoli un suggestivo ambiente carsico noto già dagli anni '60; tornando in città entreremo nella Chiesa Matrice consacrata alla Vergine Assunta, l'edificio sacro fu ampliato e ristrutturato nel XVIII sec., l'interno è decorato con affreschi e ricchi altari di cui uno dedicato al santo patrono Sant'Antonio da Padova, infine un "tuffo artistico" nel Sistema Gusto d'Arte, il polo culturale con la Biblioteca “Pietro Gatti”, la Pinacoteca “Emilio Notte” ubicate nell’imponente Castello Ducale e, collocato in un edificio pubblico a pochi metri dal centro storico, il Museo Archeologico e d’Arte Contemporanea (MAAC).


martedì 25 ottobre 2016

Meriloqui



Meri Nigro
MERILOQUI
[soffro di un complesso di interiorità]
IN [IL] LUDOTECA
[raccolta di illusioni ludiche]
SINOSSI
L'illudoteca è un posto immaginario dove intrattenere illusioni con giochi di pensieri. "Poesie" e "Meriloqui" si alternano in questo spazio: un piccolo viaggio.

NOTE
Meri Nigro (Ceglie Messapica, 1982), esordisce nel 2010 con "Il mendicante di pensieri" (Edizioni La Gru), romanzo vincitore del Premio della Critica al "Premio Valentina 2011", e vince il premio "Zero a Zero 2014" con il racconto "il cielo tra le righe". Pubblica nel gennaio 2015 il romanzo "In dispensa, bile" (Edizioni La Gru).


Lions Club Ceglie Messapica

Lions Club Ceglie Messapica Alto Salento

COMUNICATO STAMPA

Il presidente del Lions Club Ceglie Messapica Alto Salento, Leonardo Urso, comunica alla cittadinanza che il Lions Club, nell’ambito della sua decennale organizzazione sul territorio, intende promuovere una serata teatrale nel mese di dicembre che prevede la partecipazione gratuita e quindi l’esibizione di giovani artisti locali (età compresa tra i 10 e 35 anni). La finalità è di premiare i talenti locali che operano nel settore della danza, del canto, del teatro e della musica. 
Pertanto, chiunque volesse partecipare alla serata teatrale ed esibirsi, potrà farlo Inviando entro martedì 8 NOVEMBRE 2016 il proprio curriculum vitae ai seguenti Indirizzi email:
ursoleonardo63@gmail.com
i.vitale68@gmail.com
annamariabellanova@yahoo.it
immacolataelia@gmail.com


BORSA DI STUDIO IN RICORDO DEL
Dott. MICHELE CALIANDRO

Iniziativa presa dal Lions Club Ceglie Messapica Alto Salento per non dimenticare un socio fondatore, che con il suo esempio e la testimonianza della sua vita ha incarnato lo spirito e l’etica lionistica, dimostrando che l’“ESSERE” vale più dell’ “APPARIRE”.
Tale borsa di studio è rivolta ai giovani cegliesi, che vogliano intraprendere un iter formativo simile a quello già percorso da Michele Caliandro, in modo tale che la stessa funga da stimolo per il loro impegno professionale e umano.
La borsa di studio è riservata ad uno studente, residente a Ceglie Messapica, che abbia conseguito il diploma presso un Istituto di Istruzione Secondaria Superiore con la votazione di almeno 100 ed abbia intrapreso il corso di laurea in Medicina presso un’Università Pubblica o Privata con sede nel territorio italiano.
Nel caso in cui vi siano più concorrenti, sarà premiato lo studente che abbia riportato la lode e che abbia superato il test di Medicina con la votazione più alta in assoluto.
La borsa di studio consiste nel conferimento della somma di € 1.000,00 ed è riservata agli studenti diplomatisi a luglio 2016.
La cerimonia di premiazione avverrà nel mese di dicembre 2016 presso il Teatro Comunale di Ceglie Messapica.
I candidati devono inviare il loro curriculum-vitae, nonché idonea documentazione attestante la votazione conseguita agli indirizzi di posta elettronica riportati in calce. La documentazione deve pervenire entro il 30 novembre 2016.

Il segretario Isabella Vitale
Il PresidenteLeonardo Urso

E-mail:
leonardo.urso@fastwebnet.it,
studio@avvocatovitale.it

Giro d’Italia 2017 passa da Ceglie


Il Giro d’Italia 2017 passerà dalla Valle d’Itria, toccherà tutte le principali località itriane concludendosi ad Alberobello, che sarà il traguardo della 7ª tappa. Data probabile della tappa venerdì 12 maggio.

Continua qui.


La vignetta aggiornata


Già alla fine di ottobre dello scorso anno (clicca qui) avevamo (plurale maiestatis) fatto una vignetta sul futuro politico delle due personalità politiche di maggior spicco di questa città. Ieri in una trasmissione di una tv locale il consigliere comunale Perrino ha parlato del futuro del sindaco come probabile candidato alle regionali del 2020 e contemporaneamente ha fatto un identikit del probabile candidato alla sua successione. Pertanto, ho, anzi, abbiamo aggiornato la vignetta con l'unico candidato che corrisponde alla sua descrizione.
Più tardi parliamo di piano regolatore ops di piano di fabbricazione ops PUG o come diavolo si chiama...

lunedì 24 ottobre 2016

GIOIA: Il caso Tortora

Mercoledì 26 ottobre 2016 ore 17:30
Castello Ducale Ceglie M.ca (BR)

“IL CASO TORTORA: Il Fatto, il diritto, l’uomo”
In occasione della presentazione del libro
“LETTERE A FRANCESCA di Enzo Tortora”
della giornalista Francesca Scopelliti

Saluti
Avv. Stefania Ester Spina
Presidente A.I.G.A. Brindisi
Grazia Gioia
Presidente A.P.S. GIOIA Ceglie M.ca (Br)
Avv. Mariangela Leporale
Ass. alla Cultura Ceglie M.ca (BR)

Introduce e modera
Avv. Alessandra Galetta
del Foro di Brindisi – Consigliere Nazionale AI.G.A.

Interventi
Sen. Francesca Scopelliti
Presidente della Fondazione Internazionale per la Giustizia "E. Tortora”
Avv. Domenico Attanasi
del Foro di Brindisi – Componente di Giunta Nazionale A.I.G.A.
Dott. Vincenzo Sparviero
Capo Redattore Gazzetta del Mezzogiorno
Avv. MIchele Vaira
del Foro di Foggia - Presidente AIGA

L’evento, valido ai fini della formazione professionale continua di Avvocati e Praticanti, è in corso di accreditamento.
Per info e prenotazioni – entro il 24.10.2016 - è possibile scrivere all’indirizzo di posta elettronica: segretario@aigabrindisi.it

Enzo Tortora 
Lettere a Francesca

Aprite questo libro: sentirete l’urlo di un innocente straziato dall’assenza di diritto e di verità. Leggete queste lettere: traboccano di incredulità e indignazione, ma anche di dolcissimo amore per la sua Francesca.
A quasi trent’anni dalla morte di Enzo Tortora, la sua compagna Francesca Scopelliti consegna alla memoria degli italiani una selezione delle lettere che il celebre giornalista e presentatore televisivo le scrisse dall’inferno del carcere nel quale era stato sbattuto per “pentito” dire. Arrestato nel 1983 per associazione camorristica e spaccio di droga, la star amata da decine di milioni di italiani vive in quei giorni l’incubo di una giustizia ferma al Medioevo e promette di battersi fino all’ultimo non soltanto per affermare la sua estraneità alle accuse ma anche per denunciare le aberranti condizioni di vita dei detenuti. Promessa mantenuta: Enzo Tortora diventerà di lì a poco il grande leader politico della battaglia per una giustizia giusta, culminata con la vittoria schiacciante (poi tradita dal Parlamento) del referendum per la responsabilità civile dei magistrati. Aprite questo libro: sentirete l’urlo di un innocente straziato dall’assenza di diritto e di verità. Leggete queste lettere: traboccano di incredulità e indignazione, ma anche di dolcissimo amore per la sua Francesca. Scoprirete così di non poter restare indifferenti alle parole – purtroppo ancora attuali – di un detenuto dalla coscienza limpida e libera che lancia la sua accusa a magistrati prigionieri di un teorema giudiziario e a giornalisti corrivi con la Procura di Napoli, ingabbiati dal pregiudizio e dalla malafede.

Pallacanestro

Pallacanestro Serie C Silver
6a Giornata
N. P. CEGLIE - RUVO
 70 - 80
Parziali: 0-0 / 0-0/ 0-0/ 0-0

Foto 
Nuova Pallacanestro Ceglie 2001
Mola 12,
Ostuni, Udas Cerignola, Monopoli 10,
Ruvo di Puglia, BK Cerignola 8,
N.P. Ceglie, Foggia, Altamura, N.P. Nardò 6,
Vieste,  Francavilla, Manfredonia 4,
Martina Franca 2,
Castellaneta,  Adria Bari  0.
La prossima: 7a giornata 30 ottobre
Bari - N.P. Ceglie 


domenica 23 ottobre 2016

Buona domenica



ore 10:30 - 12:30,  15:30 - 18:30
Museo Archeologico e di Arte Contemporanea

ore 10:30 - 12:30,  15:30 - 18:30 
Biblioteca "P. Gatti" e Pinacoteca "E. Notte"

Grotte di Montevicoli
info: 3271909148


ore 9:00 Piazza Plebiscito 
Mercatino dell'antiquariato

ore 18:00 Palazzetto dello sport 
Pallacanestro serie C Silver
NP Ceglie 2001 - TS Ruvo


-----------------------------------------

Farmacia di turno
Farmacia Galante 
Viale Moro Aldo, 14
Telefono: 0831-377167
-----------------------------------------------

U vangele di iosce
Il pubblicano tornò a casa giustificato, a differenza del fariseo.
 (Lc 18,9-14)
Clicca qui.

Nu dettèrie
A cci Kumann' na-ssut'
Chi comanda non suda
In tutti i campi.
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi

Na fotografije
Ceglie Bella? Sì


Foto Niki GD Dirnt


sabato 22 ottobre 2016

Danni per la pioggia

Numerosi i danni segnalati da diversi cittadini nella città dopo la pioggia intensa di ieri sera. Nella foto i danni in via Roma segnalati da  Ass. di Vol. KAILIA - Ceglie Messapica. Oltre ai danni alle strade numerosi allagamenti di garage e piani interrati.
Altri danni all'incrocio semaforico di via Don Rocco Gallone oltre a quello nei pressi di via Pasquale Gatti.

Caduti ieri dalle 19 alla mezzanotte 23.9 mm di pioggia. (Mass. Nisi)











Pallacanestro


6° Giornata Serie C Silver!
Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 - Tecnoswitch Ruvo di Puglia Basket
DOMENICA 23 OTTOBRE 2016, ORE 18.00

venerdì 21 ottobre 2016

Un tombino pericoloso


Oramai è diventato un pericolo , in via Don Rocco Gallone angolo via P. Gatti quando piove un tombino della fogna salta lasciando aperta la condotta.Pericolosissimo per gli automobilisti che rischiano grosso è da ieri sera nessun interviene.....in serata alcuni cittadini si sono rivolti alle forze dell'ordine speriamo .....
Rocco Argentiero

Video
Da via P.Gatti e dintorni.... in diretta....



-1:07

Rocco Argentiero
Sono almeno 12 ore che siamo in queste condizioni......fogna e cielo aperto.Qualcuno in via De Nicola riuscirà a fare qualcosa? Ahh dimenticavo oggi è sabato.....

Ceglie Amatrice

Il progetto “Ceglie Amatrice”realizzato da Alphard record col patrocinio del Comune di Ceglie Messapica, prevede una serie di iniziative in programma tra novembre e dicembre p.v.: 
giovedì 24 novembre sarà inaugurata al Castello ducale la mostra di beneficenza dal titolo “Un’opera cegliese per Amatrice”, che si terrà sino al 9 dicembre. La mastra si concluderà con un’asta di beneficenza in programma per venerdì 9 dicembre. 
Il concerto “Insieme per Amatrice LIVE” è in programma per sabato 10 dicembre, seguirà domenica 11 dicembre nella Chiesa di san Rocco la Santa Messa, in suffragio delle vittime del sisma. Subito dopo ci sarà il concerto per organo del maestro Graziano Semeraro. 
Dal 3 dicembre all’6 gennaio si terrà il mercatino natalizio “Regalati un regalo per Amatrice”.
Ciascun artista di Ceglie e non potrà donare una propria opera artistica (libri, cd, manufatti artigianali, ecc.) da vendere per tutto il periodo natalizio al prezzo deciso dal donatore. Il materiale sarà catalogato e il ricavato del venduto andrà completamente in beneficenza; l’invenduto tornerà al proprietario. Sarà possibile donare le proprie opere per il mercatino entro venerdì 25 novembre.

Per maggiori informazioni e per offrire il proprio contributo alle iniziative contattare via mail gigliola@alphardrecord.com, telefonicamente +39.0831.385532 oppure +.39.339.1256260.
Ufficio stampa Alphard record Miriam Gigliola 
gigliola@alphardrecord.com; +39.388.1771680; 
Twitter: gigliola_miriam; Skype: miriam.gigliola

e nisciune se ne 'mporta...


... o importa a pochi. Chi si deve occupare del restauro della chiesa di San Domenico? 
L'acqua non "trapana" più? Con le piogge invernali è possibile che la situazione peggiori? Se l'acqua non "trapana" più, il degrado progredirà? 

Toc, toc... c'è nessuno?



La chiesa di san Domenico è tra le più significative espressioni del barocco presenti nella città di Ceglie Messapica. Sobria e leggera all’esterno, con una imponente scalinata d’accesso, la chiesa rappresenta da un punto di vista architettonico, un complesso alquanto diverso da altri edifici sacri dell’epoca per una intima pacatezza che la rende anello di passaggio tra il barocco leccese e quello meno carico della vicina Martina Franca. La facciata è percorsa sia nella parte superiore che inferiore, da paraste laterali; presenta come elemento decorativo preponderante, il ricco portale bugnato, separato dal timpano e interrotto nella parte sommitale, da un cornicione con aggetti laterali. La chiesa è ad una sola navata, sulla quale si affacciano le cappelle con altari barocchi in pietra viva, sormontati da pale e medaglioni. Tra questi, di particolare interesse, è l’altare che custodisce un quadro raffigurante la Madonna tra i santi Domenico di Guzman e Caterina da Siena. La tela si inserisce in una scenografia barocca che offre al visitatore  la visione di colonne tortili finemente intarsiate e decorate con stucchi color oro ed una singolare cornice costituita da quindici piccoli tondi raffiguranti episodi della Via Crucis. Altro altare riccamente decorato è quello che conserva il quadro raffigurante la Presentazione al Tempio di Gesù, con ai lati le statue dei santi Agostino e Alberto Magno, Dottori della Chiesa. Di pregevole fattura, invece, l’altare centrale in marmo intarsiato con il portello del ciborio, donato nel 1866 da Pietro Allegretti Cavallo, dietro al quale troviamo il coro ligneo dall’impianto ancora medievale e mirabile esempio del paziente lavoro di intarsio compiuto dalle maestranze locali. Ad esso fanno da pendant i due pulpiti di legno, uno più antico e più basso e l’altro, aulico e solenne, situato al di sopra di un confessionale, che presenta ricche decorazioni a motivi fitomorfi, incorniciati da colonnine tortili e sormontate da capitelli compositi che ricordano quelle degli altari laterali. Sulla porta centrale è collocata L’Ultima cena del Casale, del 1776, dal segno sicuro e dagli ariosi colori, mentre sulla cantoria che sovrasta – come nella chiesa Madre di Grottaglie – il marmoreo altare maggiore, troneggia uno splendido organo i cui legni, laccati di verde pastello e filettati di oro zecchino, attendono la mano attenta di un accorto restauratore. In una nicchia discosta troviamo la statua di san Domenico di Guzman, che fornisce il nome alla chiesa. La chiesa fu dedicata proprio a san Domenico dai frati domenicani, nel 1688, perché santo fondatore del loro Ordine, e fecero di tutto per mantenere vivo quel nome. Collocato nei punti importanti, si vede lo stemma dei Domenicani che espressero in questa chiesa – ricca in ogni dove di statue di santi dell’Ordine – e nell’attiguo convento, in passato sede del Comune di Ceglie Messapica, tutta la devozione al grande Padre Fondatore. Nella sacrestia si conserva, sovrastato dal busto della duchessa, il sacello di Isabella Noirot del Belgio, consorte del duca di Ceglie don Diego Lubrano, deceduta in giovane età nell’anno 1641.

Informazioni
La chiesa è chiusa al pubblico.
Bibliografia
Turrisi, C. (1978), La Diocesi di Oria nell’Ottocento, Roma, Università Gregoriana Editrice.
Conte, Is. – Scatigna Minghetti, G. (1987), Ceglie Messapico. Arte – ambiente – monumenti, Martina Franca, Nuova Editrice Apulia. 
Scatigna Minghetti, G. (2008), Ceglie Messapica, in La Via di Maria. Fede, Arte, Storia. Percorsi Mariani nella Diocesi di Oria, Manduria, pubblicazione a cura dell’Azione Cattolica Italiana, Diocesi di Oria.

.