.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

Ahi Libri


Domenico Caliandro


Domenico Caliandro (Ceglie Messapica 1929-2009), autodidatta negli studi, consegue il diploma di Abilitazione Magistrale, quello di laurea in Pedagogia presso l'Università degli Studi di Bari e frequenta, in seguito, un corso triennale di Teologia. E stato docente nella Scuola Elementare. Classificato con "ottimo" dal Ministero della Pubblica Istruzione per la conduzione dei corsi d'orientamento musicale, ha valorizzato, con particolare impegno, l'educazione musicale. Ha scritto "Orme di vita", "Una voce", "Piccole storie", "Cartoline della memoria", "Angela Salamina, storia di una vita esemplare", "Parole di vita".


Parole di vita (2011)
Clicca qui per la copertina
           qui per il libro
   
“Ho scritto queste pagine considerando spiritualmente presente la mia Angela. É stata il mio angelo buono, il faro luminoso che ha sempre rischiarato il mio cammino”.
“Se ci guardiamo intorno e osserviamo i tanti disastri che imperversano nel mondo degli uomini, penso che a provocarli sia, per me senza ombra di dubbio, l’assenza di amore, l’incapacità di immettersi nei piani e nei voleri di Dio”.
“Nella misura in cui siamo capaci di impegnarci in atti di solidarietà, in prestazioni di un servizio assistenziale di ordine fisico, morale e spirituale, ci si accorge, e io l’ho constatato, che migliora la nostra umanità”.
“Come spiegare nella realtà della nostra umanità il vivere e il sopravvivere di un amore così grande?
Siamo nella dimensione dello Spirito, incommensurabilmente grande”.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Angela Salamina
Storia di una vita esemplare (2008)


Angela è la donna esemplare che offre spunti di riflessione a chi vuole o vorrebbe vivere una vita serena, sorretta da un amore vero, grande, sincero.
E ' necessario partire dalla certezza di fede che l'Amore viene da Dio, che informa il nostro animo, la nostra vita a rigorosi princìpi morali e che ritorna a Dio. Da tale consapevolezza deriva che gli sposi che hanno cominciato a volersi bene, continueranno con l'impegno di rafforzare e consolidare la loro intesa, la loro unione matrimoniale, senza limiti di durata nel tempo. Gli ostacoli lungo il cammino vanno superati, la stessa malattia fortifica l'amore perché acuisce la sensibilità e il senso di responsabilità. Si sente fortemente il dovere di alleviare la sofferenza altrui. Si dona di più perché si ama di più.
Clicca qui per scaricare la copertina
          qui per scaricare il libro

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Cartoline della memoria (2005)

Ciò che hanno scritto su CARTOLINE DELLA MEMORIA
Le scene raccontate sono immediate e suggestive, semplici e cariche di ciò che qualifica la persona e le sue scelte. Non si tratta di un semplice ricordo, ma di esperienza vissuta.
Giuseppe Desantis - Sacerdote
Parroco "Santa Maria Assunta" - Ceglie Messapica

Tutto il volume riflette la sua visione della vita basata su valori genuinamente umani e cristiani... belle le pagine in cui descrive iprimi anni della sua esperienza nella Scuola elementare di Villa Castelli...
Domenico Epicoco
Preside Scuola Media "Zingarelli" Bari

Uno stupendo diario d'amore... con i suoi scritti ma soprattutto con la vita Domenico Caliandro sta sicuramente contribuendo a costruire e determinare valori che riempiono di significato l'esistenza terrena di ognuno di noi.
Damiano Leo - poeta

E' quasi scontato che il libro sia destinato a edificare il lettore... Ritrovi nelle sue pagine, parte di te stesso, della tua esperienza di vita, del tuo modo di pensare e di agire... capisci che quel libro in qualche modo ti appartiene, lo aspettavi... ogni pagina trasuda di passione civile e umana.
Cosimo Ligorio
Direttore Didattico - Scuola Statale - Villa Castelli

Clicca qui per scaricare la copertina
          qui per scaricare il libro

Piccole storie, Una voce, Orme di vita sono stati pubblicati anche in PDF su http://www.ideanews.it

-------------------------------------------------------------


Gaetano di Thiène Scatigna Minghetti

Getano di Thiène Scatigna Minghetti, appartenente ad una famiglia salentina molto antica, è nato a Ceglie Messapica, in Terra di Brindisi, il 15 luglio del 1945, da Pietro e da Lorenza Palazzo.
Il padre, profondo cultore di studi sul dialetto cegliese, ha lasciato una raccolta inedita di proverbi in vernacolo - "Ci pàss' da Cegghij" - ed un lessico incompiuto, comprendente l'origine ed il significato dei termini più tipici dell'idioma di Ceglie.
Scatigna Minghetti ha studiato "Pedagogia" presso l'Università degli Studi di Lecce, laureandosi con Tarcisio Amato; "Scienze Politiche" presso quella di Bologna, con Pier Giorgio Camajani.
Si è avviato agli Studi storici con Fausto Ponzi ed a quelli d'Arte con Paola Barocchi.
La sua attività scientifica lo qualifica come ricercatore attento del fenomeno risorgimentale nell'Italia meridionale che, al di là delle correnti e dei metodi storiografici, possa trovare la propria giustificazione in una sintesi che sia al tempo stesso rigorosa ed avvertita.
E' autore di uno studio sul filosofo Oronzo Suma, discepolo di Franz Brentano; di una analisi estetico-critica dell'opera del pittore romano Valter Selfi; della silloge poetica "Versi d'amore"; dei saggi sul poeta Damiano Leo, sul pittore normanno Bernard Mandeville e sullo storiografo Feliciano Argentina; di una monografia sui liberali e i reazionari di Terra di Brindisi durante il Risorgimento; di una indagine sulla vita associativa in un comune del Mezzogiorno d'Italia; con Michele Giraci, del volume "Ceglie Messapica, una città".
In varie note d'arte, ha parlato dei pittori Rosalba Allegretti, Domenico Biondi, Giuseppe Marinosci, Nicola Nocente, Ernesto Gennaro Solferino e della scultrice Antonia Ricci. E' stato docente ordinario di Materie letterarie, collabora alle riviste "Riflessioni. Umanesimo della Pietra" di Martina Franca e "Analisi storica" di Bari ed al quotidiano "Corriere dell'Umbria" di Perugia.



Il Risorgimento in Terra di Brindisi. 
Liberali e Reazionari

- Prefazione.
- Cap. I - La rivoluzione napoletana del 1799 e i suoi influssi in Terra di Brindisi. Gli Alberi della Libertà. 
- Cap. II - Liberali di Terra di Brindisi
- Cap. III - Reazionari di Terra di Brindisi
- Cap. IV - Clero liberale e Clero reazionarioBibliografia







Bibliografia
1. CIRACÌ MICHELE- SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, L'immagine ritrovata. Vedute di Ceglie Messapica dal XVI al XIX secolo, MI.RA & GA.MI., 2001.
2. SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, Un operatore di Fede. Don Rocco Gallone, Progetto Physis, Latiano, 1999.
3. SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, “Jesu Christi Passio”. I figli di S. Paolo della croce a Ceglie Messapica, Scansioni socio-storiche di un'esperienza centenaria, Confartigianato, Brindisi, 1998.
4. SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, Vestigia di icone sacre a Ceglie Messapica, Associazione turistica Pro Loco, Ceglie Messapica, 1995.
5. SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, “Adiutor si mihi Rochus erit”. Immagini di San Rocco nella Città di Ceglie Messapica, pubblicazione realizzata dalla Regione Puglia, C.R.S.E.C.-Ceglie Messapica, Italgrafica, Oria, 1988.
6. SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, Risorgimento in Terra di Brindisi. Liberali e Reazionari, Kailinon, Ceglie Messapica, 1984.
7. SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, Vita associativa in un comune del sud. Il Circolo Commerciale-Operaio di Ceglie Messapico, Kalinon, Ceglie Messapico, 1984.
8. CIRACÌ MICHELE- SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, Ceglie Messapica, una Città. Cronaca fotografica 1847-1947, Editrice Salentina, Galatina, 1980.
9. SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, Breve discorso su un pittore normanno in Puglia: Bérnard Mandeville, Graphika PB&C, Manduria,1980.
10. SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, Oronzo Suma. Profilo bibliografico, Grafischena, Fasano, 1972.
11. CONTE ISIDORO-SCATIGNA MINGHETTI GAETANO, Storia di Ceglie Messapico, Arte –Ambiente – Monumenti, Nuova Editrice Apulia, Martina Franca (TA), 1987.

Volumi presenti nella Biblioteca-Pinacoteca Comunale
“Emilio Notte” di Ceglie Messapica.

.