.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

lunedì 24 aprile 2017

La Bussola e lo stadio

Ricevo e pubblico

Dopo gli entusiasmi per la inaugurazione del Campo Sportivo di Calcio che coinvolge migliaia di tifosi di questo sport, e senza alcuna vena polemica, perché non siamo abituati a dire sempre NO a tutti i costi, torniamo con i piedi per terra e facciamo una valutazione serena dal punto di vista amministrativo e delle priorità di cui ha bisogno questa città. 
Sappiamo che solitamente le amministrazioni tendono a trovare consenso (questo è un esempio) , ma in alcuni casi bisogna adoperarsi perché la gestione amministrativa sia portata avanti secondo il criterio del Buon Padre di Famiglia. 
In un primo momento avevamo anche gioito, perché pensavamo che la fonte di finanziamento dell’opera derivasse da somme stanziate a suo tempo in occasione di Italia 90. Non poteva essere così, perché in passato si tentò, insieme al Dirigente ed al Direttore dei lavori, di risolvere il problema cercando di sbloccare quei fondi. Cosa non semplice per via di un contenzioso ancora in atto. Abbiamo appreso che le somme di finanziamento derivano dall’avanzo di Amministrazione derivanti da altre amministrazioni. 
Bene. In un momento in cui l’amministrazione comunale da anni ricorre all’anticipazione di Cassa (segnale non incoraggiante ma molto preoccupante di cui gli organi di revisione dovrebbero tenero conto), a nostro avviso quelle somme sarebbero state opportune destinarle per esempio a migliorare la viabilità cercando di bituminare quante più strade possibili essendo esse un colabrodo, oppure destinare quelle somme ad iniziative nel campo sociale. Solitamente una amministrazione scrupolosa, da buon padre di famiglia, cerca di accantonare parte di quell’avanzo per eventuali sopravvenienze. 
Secondo noi la ristrutturazione del campo sportivo, per quanto possa portare consenso elettorale, non rappresenta una priorità amministrativa atteso che, non essendoci una squadra che militi in categorie professionali quello esistente era sufficiente a venire incontro alle esigenze attuali. Non avremmo distrutto la pista di atletica, semmai avremmo messo nelle condizioni i cittadini di usufruire di essa, con apertura anche pomeridiana. 
Speriamo adesso che ci siano somme sufficienti per la manutenzione del campo sportivo (perché costerà effettuare manuntenzione) e non sia ennesima opera inaugurata e rimasta li come accaduto per ex mercato coperto.

domenica 23 aprile 2017

Buona domenica


ore 10:30 - 12:30,  16:00 - 19:00
Museo Archeologico e di Arte Contemporanea
Ritratti e figure dal MAP

ore 10:30 - 12:30,  16:00 - 19:00 
Biblioteca "P. Gatti" e Pinacoteca "E. Notte"
Il Carella in Puglia.

Grotte di Montevicoli
info: 3271909148

ore 8:30 - ore 11:30 Ospedale
Giornata del Donatore
AVIS di Ceglie Messapica

ore 18:30 Auditorium Comunale di Via Istria
CEGLIE SMART CINEMA
"SE DIO VUOLE" 
con Marco Giallini, Alessandro Gassmann, Laura Morante.

ore 20:00 Teatro Comunale
XXIII STAGIONE CONCERTISTICA CAELIUM 
ENSEMBLE DI CLARINETTI “MOGAVERO” 
in “C'era una volta un pezzo di legno”

-----------------------------------------

Farmacia di turno
Farmacia Ricci
Francesco Bellanova, 32
Telefono: 0831-377118
-----------------------------------------------

U vangele di iosce
Otto giorni dopo venne Gesù.
 (Gv 20,19-31)
Clicca qui.

Nu dittèrie
Kunsigl' di vulp, povr iaddin'
Consiglio di volpi, povere galline.
E' meglio lasciar perdere i consigli di persone troppo interessate!
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi

Na fotografije
Ceglie Bella? Sì


Foto Giuseppe Piccoli

A terra meje

BASILICO ROSSO

Una pianta aromatica molto decorativa e ricca in antiossidanti che non dovrebbe mancare in nessun orto primaverile-estivo. Se non avete la fortuna di avere un piccolo orticello - cosa che per me sarebbe un dramma -, potete sempre coltivare questa aromatica in vaso sul balcone. Non sono necessarie particolari cure, se non quelle della coltivazione del "classico" basilico. Una pianta bella ma anche utile che, grazie ai suoi principi, si rivela un ottimo antisettico. Nell'orto, invece, ci aiuta a mantenere alla larga gli ospiti indesiderati, soprattutto se utilizzata in consociazione col Tagete lucida, altra pianta molto interessante. Il profumo è davvero intenso e persistente e un dubbio mi rimane. Come utilizzarlo in cucina? Sono certo che Valerio Tanzarella avrà in serbo per noi qualche buon suggerimento.
Angelo Giordano 


E qui non può che entrare in gioco il gusto che è soggettivo e personale. Il basilico rosso è infatti particolarmente aromatico, intenso e persistente, come ha detto Angelo. Quindi occorre assaggiare e testare le foglie di questa pianta abbastanza inusuale prima di consumarle “a scatola chiusa”.
Da notare che le foglie vanno consumate rigorosamente fresche perché cotte o addirittura secche perdono quasi totalmente il loro aroma.
In conclusione una chicca: pare che il decotto di foglie di basilico rosso sia capace di attenuare fino a far scomparire il mal di testa. Sarà vero? Provare costa poco o quasi nulla, perché non farlo?
Valerio Tanzarella

venerdì 21 aprile 2017

... avevamo visto giusto...

COMITATO CITTADINO VOLONTARIO PER LA TRASPARENZA E LEGALITA’ DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CEGLIE MESSAPICA

COMUNICATO STAMPA

L’attività ispettiva da parte del Ministero dell’Economia e Finanze, effettuata presso il Comune di Ceglie Messapica dal 20 aprile 2016 al 10 giungo 2016, in seguito a diverse segnalazioni da parte di questo Comitato Cittadino e dal precedente Collegio dei Revisori, ha indotto il nuovo responsabile dell’Area Finanziaria dell’ente a rideterminare e sospendere le somme che erano state impegnate per pagare le prestazioni del precedente funzionario dell’Area Finanziaria. Gli ispettori del MEF, al punto 5 della loro relazione, evidenziavano un “indebito riconoscimento dell’indennità ad personam” ed “esorbitante il quantum” relativo all’indennità di Posizione Organizzativa per il Funzionario. Il precedente responsabile di Area prestava la sua opera in seguito ad una discutibile convenzione tra il Comune di Ceglie e quello di Atella (PZ). Infatti, presso il comune lucano il Funzionario era stato assunto con un contratto fiduciario a tempo determinato, legato alla durata del mandato del Sindaco. Il nuovo Responsabile di Area del Comune di Ceglie Messapica, dott. Zurlo Giuseppe, prendendo atto delle osservazioni degli Ispettori del MEF ha dovuto rideterminare quanto dovuto al Comune di Atella per il 2016, arrivando ad un sostanziale riduzione delle somme e recuperando  parte di quelle assegnate per gli anni 2013, 2014 e 2015. Inoltre, saranno riviste le indennità percepite e quelle richieste per il 2016 per le spese di viaggio ed avviata la procedura per il recupero di somme illegittimamente percepite a titolo di incentivo. Le indicazioni degli Ispettori del Mef, a nostro parere, sono state molto chiare e pertanto riteniamo che provvedimenti urgenti dovranno essere assunti dall’ente anche nei confronti di situazioni riferite ad altri Funzionari. A sostegno di questa necessità è intervenuta nei giorni scorsi la Corte dei Conti che  ha disposto ,in seguito a degli accertamenti istruttori in ordine ad un eventuale danno erariale , di ottenere copia di tutti gli atti riguardanti tre funzionari dell’ente in riferimento alle somme da loro percepite. Questa situazione riguarda solo una parte delle problematiche legate al cattivo andamento amministrativo che sta condizionando in maniera negativa l’attività sociale ed economica della città. Purtroppo, e lo possiamo ribadire ancora una volta,  avevamo visto giusto quando decidemmo di dare vita ad un Comitato Cittadino capace di porre un argine all’azione amministrativa del Sindaco Caroli, carente in trasparenza e per tanti versi illegittima. 
Ceglie Messapica 19.04.2017

Tommaso Argentiero
Presidente Comitato Cittadino Volontario  per la trasparenza e legalità degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica

U Parrinu... a S. Rocco


Domenica 23 aprile 2017 ore 20
Parrocchia San Rocco 
U Parrinu 
La mia storia con don Pino Puglisi ucciso dalla mafia
di e con Christian Di Domenico

Padre Puglisi fu assassinato perché, sottraendo i bambini alla strada, li sottraeva al reclutamento della mafia. Ma se Don Pino fu giudicato dai boss di Cosa Nostra un fastidioso intralcio di cui liberarsi alla svelta, il suo assassinio fu soltanto il mostruoso epilogo di una lunga catena d’incomprensioni, inadempienze e silenzi da parte di tutti.
L'attore protagonista è personalmente legato alla figura del prete scomodo, don Puglisi, grazie a sua madre, siciliana di nascita, che ebbe don Pino come guida spirituale, confessore, insegnante di religione e, soprattutto, come amico. "Quelli che pensano troppo prima di muovere un passo, trascorrono la vita su un piede solo": questa è una delle celebri frasi del sacerdote coraggio che è rimasta impressa nella mente dell'attore e che gli è servita da monito per dedicarsi, anima e cuore, a questo progetto di promozione della legalità in Italia attraverso il teatro.




Festa per don Lorenzo


La parrocchia di S. Rocco è in festa per il XXV anniversario di ordinazione sacerdotale del parroco don Lorenzo Elia con una serie di appuntamenti iniziati ieri sera e che si concluderanno il 25 aprile alle ore 19.00 con la Celebrazione Eucaristica del S.E. Mons. Vincenzo Pisanello.

giovedì 20 aprile 2017

I Concerti del Conservatorio

Venerdì 21 aprile, alle ore 19.00, nel Salone del Castello Ducale di Ceglie Messapica, si terrà il secondo appuntamento con “I Concerti del Conservatorio di Ceglie Messapica”, in occasione della Stagione 2016/2017 del Conservatorio di Musica “Tito Schipa” Lecce - Sezione Staccata di Ceglie Messapica.
Dopo il “Sestetto d’Archi del Conservatorio Tito Schipa di Lecce” del 28 marzo u.s., è la volta dei sassofoni con l’esibizione del quartetto “Musikè”.
La formazione nasce dall’esigenza e dal piacere di affrontare l’esperienza della musica d’insieme nell’ottica di una formazione musicale più completa. Affrontando una letteratura ‘inevitabilmente’ contemporanea, d’avanguardia, popolare, jazz, il repertorio che si proporrà è quello così detto “profano” che va dalla trascrizione e arrangiamenti di brani dal carattere  popolare sino a brani di grandi musicisti dei nostri giorni e non. 
La formazione, composta da Francesco Macrì – Sax Soprano e Sax Alto, Alessandro Malagnino – Sax Alto, Federico Tarantino – Sax Tenore, Nicola Palmadei – Sax Baritono, presenterà un importante repertorio tratto dalle composizioni di : R. Di Marino, S.  Bechet, J. Gade, S. Joplin, A. Piazzolla, P. Iturralde, D. Boario, G. Gershwin. 


mercoledì 19 aprile 2017

e la pista non c'è più ...




Cegghije ete na puisije

CONDIVISIONE
Care e cari vi passo la chiusa del mio nuovo libro "Paese mio vivrai". Dedico questa poesia ai ragazzi e alle insegnanti Antonella Carlucci e Marisa Maggiore del Corso di Poesia della Scuola Media Vinci che hanno voluto invitarmi a trascorrere con loro qualche ora a chiacchierare della bellezza e della poesia.

Cegghije ete na puisije

Cegghije addò nasce a purugghijazze
cu a mentàscene sobbe u palazze.
Cegghije de frasche di lore
ca ti fasce murì pì l'ardore.

Cegghije ete come la nnammurate
ca chiante u basinicole pu fidanzate.
Cegghije ca tene nu castiedde
ma pure fore tanta casiedde.

Cegghije ca tene tanta puvuriedde
ca pa fame si sònnene lauriedde.(1)
Cegghije pure chiene de uappe
ca na so bbuene a luvà nu tappe.

Cegghije ca tutte li vòlene bene
ì po' la ijenghijene de velene.
Cegghije ch'ete coma a lusce
tu a vuè zziecche ì quede fusce.
Cegghije ete come na puisije
ì la tegne ijnde a lu core mije.

Mu ca u fatte ì furnute
Gesù Criste si na sciute
ì te diche come disceve Bassicchije(2)
ridenne o cumpàresa Micchije:
gire ì vote,gire ì vote
a uè cuntata nata vote?

Ceglie è una poesia

Ceglie dove nasce la porcellana/ con la mentuccia sul palazzo./Ceglie dalle frasche dell'alloro/ che ti fa morire per il profumo.//Ceglie che tiene un castello/ ma anche in campagna tanti trulli./// Ceglie che tiene tanti poverelli/ e che per fame sognano laurieddo./ Ceglie pure piena di guappi/ che sono incapaci di togliere un tappo.//Ceglie a cui tutti vogliono bene/ma poi la riempiono di veleni./Ceglie ch'è come la luce/tu la vuoi prendere e se ne scappa./Ceglie è come una poesia/ e la tengo dentro il cuore mio.//Adesso che il fatto è finito/Gesù Cristo se n'è andato/ e ti dico come diceva Bassicchio/ridendo al compare Cosimo:/ gira e volta,gira e volta/ la vuoi raccontata un'altra volta?

1- spirito folletto
2- Soprannome per indicare un uomo di corporatura bassa.


Le processioni dell'Addolorata

I testi e le foto pubblicate nella mostra organizzata dall'Archeoclub di Ceglie sui Riti della Settimana Santa.

Anni '40 - Processione dell'Addolorata dei Cappuccini in via Umberto I
(fototeca "Michele Ciracì")
Restauro a colori di Francesco Moro

Le processioni dell'Addolorata nella tradizione del Giovedì Santo cegliese
di Francesco Moro, Oronzo Suma e Giuseppe Lodedo

I riti del Giovedì Santo costituiscono una delle nostre più importanti tradizioni religiose, cancellate dallo scorrere del tempo, ma presenti nella memoria delle persone anziane e nella documentazione storica, musicale e fotografica. Come segni tangibili di tali riti , tra l’altro, restano 5 delle 6 statue raffiguranti la Madonna Addolorata, portate un tempo in processione tra il Giovedì e il Venerdì Santo, una delle "unicità" dei riti della Settimana Santa della città di Ceglie Messapica rispetto ai comuni vicini e altre località del Sud Italia.
I riti del Giovedì Santo erano sicuramente l'elemento caratterizzante della Settimana Santa Cegliese; infatti, per le vie della città tra le ore 10:00 del Giovedì e l'alba del Venerdì Santo sfilavano ben sei cortei sacri.
La peculiarità della tradizione cegliese è da individuarsi proprio nel numero delle processioni dedicate all'Addolorata, come detto 6, e alla loro durata temporale di quasi 24 ore, alle quali l'intera popolazione partecipava con grande devozione. Tutte le statue erano adornate con preziosi oggetti donati dai fedeli come ex voto.  
La devozione del popolo cegliese nei confronti della Madonna Addolorata è ancora oggi testimoniata dalla presenza in alcune case cegliesi di campane di vetro, contenenti questo simulacro. Nelle case di alcuni notabili era possibile vedere statue, raffiguranti la Madonna Addolorata ad  altezza naturale.

martedì 18 aprile 2017

Stagione concertistica Caelium

XXIII STAGIONE CONCERTISTICA CAELIUM - TEATRO COMUNALE - CEGLIE MESSAPICA
DOMENICA 23 APRILE 2017 ORE 20 - ENSEMBLE DI CLARINETTI “MOGAVERO” 
in “C'era una volta un pezzo di legno”
e
SABATO 22 APRILE 2017 ore 11 - TEATRO COMUNALE - CEGLIE MESSAPICA 
ENSEMBLE DI CLARINETTI “MOGAVERO” - STORIA DEL CLARINETTO in
“C’era una volta un pezzo di legno”
LEZIONE CONCERTO PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE

Doppio appuntamento con Caelium sabato 22 aprile (ore 11,00) e domenica 23 aprile (ore 20,00); si esibirà una formazione di giovani professionisti, l’ensemble di clarinetti “Mogavero” che prendono il nome dal musicista di origine francavillese Antonio Mogavero, vissuto nel 500’, con l’intento di promuovere e valorizzare il ruolo della musica nell’educazione e nel sociale. L’ensemble di clarinetti nasce grazie all’entusiasmo di sei clarinettisti che hanno voluto mettere insieme le molteplici e mature qualità professionali. Lo scopo che ha determinato la nascita del complesso è stato il desiderio di far conoscere e valorizzare uno strumento versatile come il clarinetto. Tale strumento, ad oggi, assume un ruolo d’importanza in tutti i generi dal classico al moderno, dal romantico al sacro, dal contemporaneo al jazzistico. Protagonista di vari ed esclusivi concerti nei teatri e nei castelli delle città pugliesi, l’ensemble ha affascinato per la compattezza del suono e omogeneità espressiva, proponendo un repertorio vasto e adatto a diversi tipi di platee.
I componenti dell’Ensemble “Mogavero” sono Giovanni Di Lorenzo al clarinetto piccolo mib, Cosimo Spinelli, Giordano Muolo, Giacobbe Doria, e Caterina Santoro al clarinettosib, Antonio Saracino al clarinetto basso. Ogni componente svolge attività concertistica sia come solista che in varie formazioni da camera e orchestrali, collaborando con diverse enti ed associazioni del circuito nazionale. Sono altresì impegnati nel settore didattico in qualità di docenti di clarinetto presso i Licei Musicali e le Scuole Secondarie di 1°grado ad Indirizzo Musicale funzionanti nelle provincie di Brindisi, Lecce e Taranto.
Nel concerto serale che passa dalle ore 19,00 alle ore 20,00, la guida all’ascolto sarà di Palmo Liuzzi.

Di seguito il programma del matineè:
PROGRAMMA
1. EVOLUZIONE TECNICA E COSTRUTTIVA
2. MOSTRA PROTOTIPI CLARINETTI ANTICHI
3. MOZART E IL CLARINETTO
4. IL FLAUTO MAGICO
5. LA FAMIGLIA DEI CLARINETTI
6. QUINTA SINFONIA DI BEETHOVEN (SORPRESA CON CONTAMINAZIONE DI ALTRI TEMI)
7. INGRESSO ALLIEVI DI CLARINETTO CON “TEQUILA” – COLLEGAMENTO MUSICA NELLA PUBBLICITA’
8. HABANERA DALLA CARMEN DI BIZET (SUONATA DA ALLIEVI)
9. MUSICA E FILM (SISTER ACT E MISSION IMPOSSIBLE)
10. AFFINITA’ CLARINETTO E SAX (ESECUZIONE TAKE FIVE E SIGLA SIMPSON)
11. IL CLARINETTO PROTAGONISTA NEI GENERI: “BLUES DA UN AMERICANO A PARIGI” + PEZZO KLEZMER
12. IL CLARINETTO E IL VIRTUOSISMO: IL VOLO DEL CALABRONE
13. COINVOLGIMENTO DEL PUBBLICO PER CANTARE “NEL BLU DIPINTO DI BLU” E “SOFIA” SUONATI DA ALLIEVI
14. EVENTUALI CONSIDERAZIONI FINALI.

Di seguito il programma del concerto serale:
Programma:
Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791) Il flauto magico- sinfonia
Ludwig van Beethoven (1770 – 1827) Sinfonia n. 5 - allegro con brio
Gioachino Antonio Rossini (1792 – 1868) Il Barbiere di Siviglia –sinfonia
Giuseppe Verdi (1813 – 1920) La Traviata – preludio e brindisi
Johann Strauss (1825 – 1899) On the Beautiful Blue Danube, Waltzes
Johann Strauss (1825 – 1899) TrischTrasch Polka
---------------------------------------------------------
George Gershwin (1898 – 1937) Blues da “Un Americano a Parigi”
Edward Kennedy Ellington (1899 – 1974) Duke’s Suite
Alton Glenn Miller (1904 – 1944) In the mood
Astor Piazzolla (1921 – 1992) Libertango
Paul Desmond (1924 – 1977) Take five
Danny Flores (1929 – 2006) Tequila

Welcome

Sono aperte le iscrizioni per il corso di Inglese organizzato dalla Pro Loco rivolto a tutti i cittadini.
INFO:
prolococegliemessapica@gmail.com

Giornata del Donatore


L'AVIS di Ceglie Messapica
organizza

Giornata del Donatore
Domenica 23 aprile 

dalle ore 8:30 alle ore 11:30
presso l'ospedale di Ceglie Messapica.

Vi ricordiamo che è consigliabile effettuare una leggera colazione a base di thè, caffè, biscotti secchi, fette biscottate; da evitare latticini e derivati. Al termine della giornata verrà effettuata un'estrazione, tra tutti coloro che hanno donato, con in palio un buono spesa dal valore di 30,00 euro offerto dal supermercato A&O.

Per gli altri
Un gesto di consapevolezza e solidarietà

Donare il sangue può davvero salvare una vita o addirittura più vite. Se nessuno lo facesse, molti bambini malati di leucemia non potrebbero sopravvivere, così come le persone in gravi condizioni dopo un incidente. Inoltre, il sangue offerto può servire ai pazienti che subiscono un'operazione chirurgica; nel corso di qualsiasi intervento può diventare necessario, a giudizio del medico anestesista e dei chirurghi, trasfondere al paziente globuli rossi concentrati o plasma o talvolta piastrine

Per te stesso
Sotto controllo la tua salute, attraverso visite ed esami
Donare sangue periodicamente garantisce a noi, donatori potenziali, un controllo costante del nostro stato di salute, attraverso visite sanitarie e accurati esami di laboratorio. Abbiamo così la possibilità di conoscere il nostro organismo e di vivere con maggiore tranquillità, sapendo che una buona diagnosi precoce eviterà l'aggravarsi di disturbi latenti