.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

martedì 27 giugno 2017

Io non taccio.

COMUNICATO STAMPA
“Io non taccio. L'Italia dell'informazione che dà fastidio”, libro corale opera di 8 cronisti, edito da CentoAutori, sarà presentato lunedì 3 luglio, alle ore 10.30, presso il Castello Ducale di Ceglie Messapica, alla presenza di uno degli autori, Marilù Mastrogiovanni. 
L’evento è inserito nella 3^ edizione della rassegna letteraria “Libriamo”, organizzata dall’Associazione di promozione sociale “Gioia”, con il Patrocinio del Comune di Ceglie Messapica ed in collaborazione con Assostampa Puglia e il Forum Giulia Giornaliste. 
Ingresso libero.
Farà da cornice alla presentazione, il Seminario formativo dal titolo: “Diritto di cronaca, querele temerarie e libertà d’informazione”, che vedrà tra i relatori: 
Bepi Martellotta, Presidente Assostampa Puglia;
Marina Castellaneta, docente di Diritto Internazionale dell’Università di Bari.
Modera Vincenzo Sparviero, Capo redattore “La Gazzetta del Mezzogiorno”.

Il libro. Otto racconti, tutte in prima persona, che tratteggiano i confini di un Paese, che da Nord a Sud, resta ancora lontano dal potersi definire realmente civile. Otto voci, dietro le quali non è raro trovare il volto di un lavoratore precario, raccontano di un' Italia sconosciuta ai più, dove un giornalista può rischiare la vita alla stregua dell'inviato spedito sul fronte di guerra. Un Paese che indigna, ma che è necessario conoscere anche da questa prospettiva, se lo si vuole realmente cambiare. Se ancora crediamo che la libertà d'informazione sia un diritto e non una concessione. Sono centinaia i giornalisti e i blogger che ogni anno, subiscono minacce e intimidazioni in Italia, a causa di inchieste coraggiose, che senza censure raccontano di verità scomode, spesso inconfessabili. Come Marilù Mastrogiovanni, direttrice del web-magazine "Il tacco d'Italia" di Lecce che ha subìto minacce e altre vessazioni dopo la pubblicazione di alcuni reportage sui rapporti tra politica e criminalità organizzata nel Salento.
Il volume, pubblicato da Cento Autori per omaggiare il coraggio di chi difende la libertà d’informazione a caro costo: vite sotto scorta, minacce e intimidazioni, violenze fisiche e psicologiche, ha vinto il Premio Borsellino 2015.

L’evento è valido per la Formazione obbligatoria dei Giornalisti e da diritto a 5 crediti. E’ già possibile effettuare l’iscrizione sulla piattaforma Sigef. 

lunedì 26 giugno 2017

Nuovo parroco in Chiesa Madre

Il 23 giugno scorso il nostro vescovo ha reso noto che a guidare questa parrocchia Maria Ss. Assunta in Ceglie M.ca sarà il mio confratello ed amico don Domenico Carenza finora parroco nella chiesa matrice di Erchie e originario di Francavilla Fontana. Dal 1 settembre subentrerà di diritto presso la parrocchia. Faremo il passaggio di consegna dopo l'estate. Accoglietelo con affetto e stima perché dalla misura in cui amate i vostri parroci possiate gioire delle loro singolari qualità mentre giungono tra voi nel nome di Gesù.
Parrocchia Maria Ss. Assunta Ceglie M.ca

don Lorenzo Melle

don Domenico Carenza

domenica 25 giugno 2017

Buona domenica


ore 10:30 - 12:30,  16:00 - 19:00
Museo Archeologico e di Arte Contemporanea

ore 10:30 - 12:30,  16:00 - 19:00 
Biblioteca "P. Gatti" e Pinacoteca "E. Notte"

Grotte di Montevicoli
CHIUSE info: 3271909148


CAMPIONATI ITALIANI DI CICLISMO SU STRADA UNDER 23 
58^ COPPA MESSAPICA – Giro della Valle d’Itria.
Clicca qui





-----------------------------------------

Farmacia di turno
Farmacia Galante
Viale Moro Aldo, 14
Telefono: 0831-377167

sabato 24 giugno 2017

Tutto sul campionato


CAMPIONATI ITALIANI DI CICLISMO SU STRADA ÉLITE ED UNDER 23 - 58^ COPPA MESSAPICA – Giro della Valle d’Itria.

Date di svolgimento: 24 e 25 giugno 2017.

SABATO 24/06/2017 - CATEGORIA ÉLITE
DOMENICA 25 GIUGNO 2017 – CATEGORIA UNDER 23

dalle ore 11.30 alle ore 12.30: VIA SAN ROCCO, FIRMA FOGLIO DI PARTENZA;
ore 12.35: VIA SAN ROCCO, RADUNO DI PARTENZA;
ore 12.45: VIA SAN ROCCO PARTENZA UFFICIOSA;
ore 13,00: SP 22 CEGLIE-OSTUNI Km.1 PARTENZA UFFICIALE.

PROGRAMMA COMUNE
TRASFERIMENTO:

Largo San Rocco Partenza Ufficiosa (Arrivo), trasferimento via Martina, a SX Via Petracca, Largo  De Gasperi, via San Lorenzo da Brindisi, Via Fedele Grande, a SX Via Tratturo Moretto (immissione contro mano), a SX via Aldo Moro (superare la rotonda ESCLUSIVAMENTE nel senso di marcia, impegnando esclusivamente la corsia di destra), Largo Don Minzoni, a DX Via Sant’Aurelia, rotonda (con ex SS581) diritti (immissione contro mano); SP 22 Ceglie - Ostuni km. 1.

PARTENZA UFFICIALE: ore 13,00 SP 22 (altezza retro Stazione FSE), proseguendo per SP22 direzione Ostuni.

PERCORSO: Partenza ed arrivo in Ceglie Messapica.

EXTRAURBANO:

1° giro: CEGLIE MESSAPICA, SP (SP 29) direzione OSTUNI [SP 22, (immissione contro mano), su rotonda di ingresso (incrocio con SP 28), Via Giovanni XXIII, Via Pola, strada Panoramica, ex SS 16. Proseguirà per Montalbano di Fasano], ex SS 16 per Montalbano di Fasano [Ex SS 16], Speziale [Ex SS 16],, SP 9 per CISTERNINO [SP 9 rotonda campo sportivo (immissione contro mano), SP 91 (circonvallazione Cisternino) – Viale Valle d’Itria], SX Sp 13 direzione Martina Franca, SP 13 (BR) / SP 61 (TA) limite Provincia BR/TA, MARTINA FRANCA [Via Valle d’Itria, Via Alcide De Gasperi, Corso Messapica e Pizza M. Magno,], SS 581 dal limite provincia di TA/Brindisi direzione CEGLIE MESSAPICA.
2°-5° giro: CEGLIE MESSAPICA, SP 22 Ceglie - Ostuni km. 1; a SX per SP 16 direzione Cisternino (immissione contro mano). SP 16 Chiobbica a SX (immissione contro mano); per SP 14, SP 14 a SX, SC Galante Palazzo Minzella, CEGLIE MESSAPICA


CEGLIE MESSAPICA (transiti urbani)

1° giro: proveniente da MARTINA FRANCA, Via Don Rocco Gallone, Largo Amendola, Via Roma, Via Umberto I°, Via Dante, Piazza Plebiscito, Corso Garibaldi, Piazza S. Antonio, Via San Rocco, Via Martina, Via Petracca, Largo De Gasperi, Via San Lorenzo, Via Fedele Grande, immissione CONTRO MANO su Tratturo Cappelle, Via Aldo Moro (superare la rotonda ESCLUSIVAMENTE nel senso di marcia, impegnando esclusivamente la corsia di destra), Via A. Moro, Largo Don Minzoni, Via Sant’Aurelia, immissione CONTRO MANO su Rotonda (ex SS 581), SP 22 e poi SP 16 per Chiobbica.


2° - 4° giro: proveniente da SC Galante Palazzo Minzella, a SX per Via Don Rocco Gallone, Largo Amendola, Via Roma, Via Umberto I°, Via Dante, Piazza Plebiscito, Corso Garibaldi, Piazza S. Antonio, Via San Rocco, Via Martina, Via Petracca, Largo De Gasperi, Via San Lorenzo, Via Fedele Grande, immissione CONTRO MANO su Tratturo Cappelle, Via Villa Castelli, Via Aldo Moro (superare la rotonda ESCLUSIVAMENTE nel senso di marcia, impegnando esclusivamente la corsia di destra), Largo Don Minzoni, Via Sant’Aurelia, immissione CONTRO MANO su Rotonda (ex SS 581), SP 22 e poi SP 16 per Chiobbica.


5° giro e ARRIVO: proveniente da SC Galante Palazzo Minzella, a DX per Via Don Rocco Gallone , a SX Via Martina, Via Petracca, Largo De Gasperi, Via San Lorenzo, Via Fedele Grande, immissione CONTRO MANO su Tratturo Cappelle, Via Villa Castelli, Via A. Moro, Largo Don Minzoni, Via Sant’Aurelia, immissione CONTRO MANO su Via Francavilla, Largo Amendola, Via Roma, Via Umberto I°, Via Dante, Piazza Plebiscito, Corso Garibaldi, Piazza S. Antonio, Via San Rocco
ARRIVO: Largo San Rocco.

PREMIAZIONI: Largo San Rocco.

Planimetria percorso



Tabella di marcia
Clicca qui.

TV: Rai Sport canale 57 (HD) e 58 del digitale terrestre sintesi delle due giornate domenica 25 giugno alle 21:30.



Nella città dei ragazzi...


C'è qualcosa di più intrigante e meraviglioso che un paese - dove da anni giovani volenterosi insieme al Consiglio  Comunale degli adulti riscoprono alla grande i giochi antichi fatti di miseria di materiali e d'inventiva coraggiosa, per lo più caduti in disuso e soppiantati da ipad ipod,cell,tablet,computer tv,play station - riviva con un tuffo nel passato l'universo magico delle strade assolate animate fino a notte fonda dalle grida dei ragazzi che dalle strade ora siedono negli scranni di un consiglio comunale affiancando il mondo degli adulti? Passi da gigante e di responsabilità, di una cittadina di dotarsi di un consiglio comunale di ragazzi, tale che il mondo assuma uno sguardo diverso a dimensione dei ragazzi, degli adulti e dei vecchi, una volta bambini. Il sindaco dell'Amministrazione cittadina dei ragazzi  in realtà è una bambina, Anna, affiancata da suoi amici provenienti dalle altre scuole inferiori del comune.
Sembra una favola per ragazzi e per adulti e una felice congiunzione astrale, dove due pianeti, quello adulto che torna a fare il ragazzo, e quello dei ragazzi che difendono questa loro prerogativa coi denti,si deve crescere con il cuore del tempo, dicono sorridendo. La favola ricorda un po' La città senza genitori di Manfred Michael, ragazzi e figli che si trovarono alle prese di un allontanamento improvviso ma voluto dai genitori e quindi dover gestire il mondo degli adulti con le loro forze e con la loro meraviglia, la vita quotidiana senza perdere da conto il gioco e risolvere i problemi di ogni giorno di una comunità allargata, senza esperienza ma con la sapienza e la sfrontatezza ingenua tipica dei ragazzi e con qualche difficoltà ci riescono. Se si tratta poi di giochi inventarli e sperimentarli, nessun maestro o adulto li potrebbe mai sostituire.
L'anno scorso questa congiunzione astrale non si è verificata, a dire dei ragazzi, nemmeno verificata 
o peggio, cercata dagli adulti e potete capire la loro delusione e amarezza. Come è possibile, escludere i ragazzi dall'organizzare giochi antichi per ragazzi? Una vera e proprio bestemmia non solo letteraria, didattica o educativa, ludica principalmente; un esperimento da tentare tanto sicura sarebbe la certezza se non di un fallimento, di certo di uno snaturamento incomprensibile. 
L'anno scorso, i ragazzi, erano rimasti molto perplessi per essere stati tenuti in disparte ma fino all'ultimo giorno, avevano sperato in una chiamata dal mondo degli adulti, ritenuti più sensibili, a torto o a ragione, ma sbagliavano e potete comprendere il mare di delusione che li ha accompagnati per tutta l'estate.Ma gli adulti a volte non capiscono, non si rendono conto che basta un niente, anche se qui si trattava quasi di un vero e proprio esproprio di competenza e gioia, ma proprio un niente, per far perdere il sorriso a dei ragazzi, difficile poi da recuperare.
Ma, l'animo dei ragazzi ha un grande pregio: dimenticano subito i torti subiti, le parole grosse dal tono burbero,e ritornano lindi come un oceano profondo o come un cielo senza nuvole.Di questi giorni hanno ricominciato a sperare, con il cuore sempre attento e aperto, caso mai una voce d'adulto bussi e li chiami per essere accompagnata, per mano, non solo per partecipare come concorrenti ai giochi , magari come responsabili della città dei ragazzi, voluta proprio dagli adulti.
Ecco, tutto ritornerebbe ad avere un senso : i ragazzi che sognano e giocano con i loro coetanei, gli adulti che fanno gli adulti seri e che chiedano ai loro figli se magari possono fare anche loro un giro sui carrettoni, giusto per ritornare padri e figli e ridare una dimensione umana alla città che cambia. Meglio sempre divertirsi insieme.
angelo ciciriello

venerdì 23 giugno 2017

Fa caldo...

Raggiunta alle ore 15.14 la temperatura massima di 33.9 °C in questi giorni di caldo intenso a Ceglie Messapica. La temperatura è stata rilevata nella stazione meteo di masseria Nisi che fa parte della rete Meteo Valle d’Itria, associazione di volontariato  fondata da un gruppo di meteofili provenienti dai comuni della Valle (Cisternino, Locorotondo, Martina Franca, Ostuni, Alberobello).


Secondo gli esperti Giugno 2017 diventerà il mese più caldo mai registrato da 150 anni a questa parte, ossia da quando si effettuano le rilevazioni.
Per fronteggiare l'afa e il caldo, il ministero fornisce una serie di consigli, in primis quello di evitare l'esposizione diretta al sole nelle ore più calde, nello specifico dalle 11 alle 18. Si suggerisce poi di evitare le zone trafficate per il rischio ozono, di non svolgere attività fisica intensa all'aperto e di utilizzare correttamente il condizionatore. L'alimentazione, poi, sempre secondo le indicazioni del ministero della Salute, deve essere leggera ed è necessario bere molti liquidi (moderando bevande gassate o zuccherate, the e caffè). Attenzione, inoltre, alle eventuali terapie farmacologiche che potrebbero dover essere modificate. Infine, è importante la giusta conservazione dei farmaci.

giovedì 22 giugno 2017

Campionati italiani



FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANA – SETTORE STRADA

Con delibera presidenziale nr. 83 del 30/11/2016, sono stati assegnati i Campionati Italiani 2017.

La Coppa Messapica assegnerà la maglia di:
- Campione Italiano 2017 Under 23, sabato 24 giugno 2017;
- Campione Italiano 2017 Élite, domenica 25 giugno 2017.




mercoledì 21 giugno 2017

Filosofàndo


Lunedì 26 giugno alle ore 19.30 presso il castello Ducale, presentazione del libro "Filosofàndo - Siamo tutti saggi" di Vincenzo Saponaro a cura dell'associazione "MittAffett". Relazionerà la giornalista Agata Scarafilo, seguirà un intervento musicale de "La Gitane".

“Filosofàndo” è una carrellata di questioni quotidianamente filosofiche. È scritto da giovani, per giovani e con i giovani. Pretende di bussare alle vostre case e di essere sfogliato. Composto di dieci capitoli, tenta di aprire altrettante finestre sul mondo e sul lettore stesso. Spazia da argomenti come la felicità o la poesia, ad argomenti come il sacro ed il profano, tutto tenuto ben stretto da una riscoperta etimologia del concetto di Amore. L’insieme è sporcato a macchie di leopardo da aneddoti biografici dell’autore ed avvalorato da una leggerissima patina filosofica che riveste la totalità. Siate disposti a chiacchierare con questo saggio e ne trarrete benefici, oppure no; ma certamente qualcosa in voi si muoverà.




Introduzione
Caro lettore, fermati a leggere questa introduzione. Te lo chiedo
perché io stesso, spesso, tendo a saltare le introduzioni nella lettura
di un testo, perché accade che non ne siano altro che un breve riassunto.
Ma questa no. La mia introduzione vuole essere di scopo
pratico.
Si cercherà con questo testo di filosofare insieme su temi molto
quotidiani e ammaccati da varie considerazioni, danzando in maniera
molto semplice tra le varie questioni filosofiche che ruotano
intorno a questo tema. Ho cercato di fornirti note molto semplici,
così che tu abbia un’elementare base anche su aspetti non propri
della tua vita quotidiana. Abbandona tutto ciò che conosci sulle
tematiche che ti imbatterai ad affrontare, dimentica tutto. Ti chiedo
questo perché si rischia con il tempo di stravolgere il significato
del termine e avere considerazioni diverse su stesse tematiche. Non
che questo sia un problema, la varietà di considerazioni ci offre
uno spettro più ampio su un tema, ma ci fa chiamare con un nome
sbagliato qualcosa alla quale noi diamo quel significato. Ti
consiglio quindi di scrivere, dove preferisci, anche su queste pagine
prima di ogni capitolo la concezione che hai di quel tema. Il primo
capitolo parlerà dell’amore, tu scrivi ciò che è per te l’amore. Fatto
questo, dimentica tutto quello che sai, liberati da ciò che ti vincola
a esso e al suo significato mettiti in una predisposizione di ascolto,
tieni con te una matita, un evidenziatore, dei segnalibri colorati,

Il programma del Festival dei giochi



DAL 28 GIUGNO AL 2 LUGLIO, STATE LUDICI PER FAVORE!

MERCOLEDI' 28 “Aspettando il Festival”
B.B. SANT’ANNA
h17 “La merenda armonica” – Giochi e letture animate a cura di Nuela
Camposeo “Pensiero Bambino - libreria”.
CASTELLO DUCALE
h 19 “Presentazione del Progetto Papagna Experience-percorso ArtisticoTuristico – Centro Storico.
Nuovo Progetto di Casarmonica, Patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministero della Gioventù
Una città “Invisibile” e un po’ folle raccontata con i linguaggi della Realtà Aumentata.

GIOVEDI' 29 “La Cerimonia Inaugurale”
PER LE VIE DELLA CITTA’
h 19 Corteo del Piccolo Popolo
animato da 500 bambini e 200 figuranti in collaborazione con Armamaxa
Teatro.
PIAZZA PLEBISCITO
h 21,30 Cerimonia Inaugurale
a cura di Casarmonica - Armamaxa Teatro - Zona 167, Scuola di
danza Tonia Bellanova, Urupia.
h 23,00 La cuccagna dei piccoli, ricoperta di cioccolata a cura de Les Folies
Pasticceria.
24,00 Danze Francesi a cura di Jules Ferrè

VENERDI' 30 “La Città che Gioca”
dalle h 17 alle h 20.00
In tutte le piazze del Centro Storico, nei Palazzi Storici, nelle Chiese e nel Castello Ducale saranno installati campi di gioco di tutti i tipi (Bocce, Tiro con l’arco, Gara dei Fischi, Rugby, La Stanza delle Favole, Giochi tradizionali, Laboratorio di Circo, Gara di Briscola e scopa, Torneo di FIFA PSP, Laboratori di danze popolari, letture per bambini, ecc, ecc, ecc.).
PIAZZA PLEBISCITO
h 21 La Partita della Salvezza – ispirata a Don Tonino Bello
Partita a calcetto dei Preti delle parrochie cegliesi e le Suore di Villa
Aurora.
LARGO OGNISSANTI
h 22,30 La Cuccagna dei Maggiori
h 23.30 “Caora Dhubh” in concerto – Musiche Irlandesi
h 00.30 “Danze Francesi e danze Africane”

SABATO 1 “La Città che Gioca”
dalle h 17 alle h 20.30
In tutte le piazze del Centro Storico, nei Palazzi Storici, nelle Chiese e nel Castello Ducale saranno installati campi di gioco di tutti i tipi (Bocce, Tiro con l’arco, Gara dei Fischi, Big-Biglie, Rugby, La Stanza delle Favole, Giochi tradizionali, Gara di Briscola e scopa, Torneo di FIFA PSP, Laboratori di danze popolari, libri animati, ecc, ecc, ecc.).
CORSO GARIBALDI
21.00 Il Grande Tiro alla Fune
LARGO OGNISSANTI
h 22.00 DeepFood – (Un piatto realizzato e offerto al pubblico dalle donne somale di Villa Aurora)
22.30 “La Battaglia dei Cuscini”
h 23 “Jant Africa” in concerto - Musiche Africane
h 24.30 Danze Africane e Francesi

DOMENICA 2 “Il Gran Finale”
LARGO MONTERRONE
h 17.00 Il biliardone Umano (un calcio balilla fatto di persone vere!)
PIAZZA SANT’ANTONIO
h18.00 Il Volo degl’Aquiloni
Partita di Cricket
CIRCUITO MUNICIPALE
h19,00 “Gran Premio dei Carrettoni”
h21.00 “Il Ballo della scopa” un vecchio Gioco di coppia. Chi rimane con la scopa in mano, paga un pegno.
H21.30 “Finale di Dama-Sushi”- Chi mangia… mangia!
a cura di Hastag Sushi
LARGO OGNISSANTI
h 22.00 “La Cuccagna dei Maggiori”
Finali
h 23 “Skaddìa” in concerto con i musicisti de “La Notte della Taranta”
h 24.00 Finale del Torneo di FIFA con Tifoseria vera!
h 1.00 Consegna della Chiave della Città.


Festival dei giochi 2016





Quanto ci costa



[...]
dell’inserimento del Comune di Ceglie Messapica nella programmazione : INCOGNITO “special event GHIRONDA summer festival 2017, con il concerto del gruppo musicale INCOGNITO, previsto per venerdì 28 luglio c.a. Per un importo complessivo di €. 34.160,00 IVA inclusa, con pagamento in n. 3 rate, di cui la prima pari al 50% entro il 30 giugno, la secondo del 25% entro il 28 luglio ed il saldo entro il 31 Agosto 2017;
[...]


[...]
la procedura diretta ad individuare un soggetto per la realizzazione della manifestazione “Ceglie Food Festival 2017”, espletata mediante procedura di R.D.O. sul MEPA, si è positivamente conclusa [...]

CONFERAMRE e rendere definitivo l’impegno precedentemente assunto di € 36.000,00 così come prenotato con determinazione n. 379 del 01.06.2017;
[...]

Clicca qui



martedì 20 giugno 2017

Musica e mostra fotografica


"FESTA DELLA MUSICA" :
CONCERTO ED INAUGURAZIONE MOSTRA

Martedì 20 giugno alle ore 19.30 presso la Med Cooking School
* Festa della Musica
   Concerto di Chitarra del Maestro Lapo Vannucci
   Omaggio ai Campionati Italiani di Ciclismo
    (a cura del Conservatorio "Tito Schipa" - Sede di Ceglie Messapica).
* Inaugurazione Mostra "15 anni e oltre"
   La Coppa Messapica nei manifesti e nelle fotografie

Rassegna degli elaborati degli alunni delle Scuole Medie cegliesi sulla Coppa Messapica.


lunedì 19 giugno 2017

Campionati dei Piccoli



In occasione dei Campionati Italiani di ciclismo per la categoria Elite e Under23, il GSC Orazio Lorusso organizza i “Campionati dei Piccoli”, manifestazione di Gioco ciclismo per bambini che si svolgeranno nella mattinata di sabato 24 giugno in Piazza Plebiscito a Ceglie Messapica (Br), con la partecipazione di tutte le scuole di ciclismo pugliesi.
La manifestazione è aperta a tutti i bambini e i ragazzi dai 5 ai 15 anni.

Iscrizioni
venerdì 23 dalle 16:00 alle 18:00 presso il Comune 
sabato dalle 8:00 alle 9:30 in Piazza Plebiscito

Programma:
8:00-9:00 Riscaldamento e lezione aperta a cura delle scuole di ciclismo pugliesi
8:00-11:30 Gioco ciclismo 
11:30-12:30 Sfilata per accompagnare gli atleti che prenderanno parte alla competizione agonistica al foglio firma in Via San Rocco.

La partecipazione è gratuita
Porta con te la tua bicicletta!

Ricorda bici e caschetto= binomio perfetto



domenica 18 giugno 2017

Buona domenica


ore 10:30 - 12:30,  16:00 - 19:00
Museo Archeologico e di Arte Contemporanea

ore 10:30 - 12:30,  16:00 - 19:00 
Biblioteca "P. Gatti" e Pinacoteca "E. Notte"

Grotte di Montevicoli
CHIUSE info: 3271909148

4° Vespa Day Tour Città di Ceglie Messapica
Ore 08.00: Accoglienza dei Vespa Club partecipanti in Piazza Plebiscito, iscrizioni, colazione, gadget.
Ore 10.45: Chiusura iscrizioni e preparazione carovana per il giro turistico.
Ore 11.00: Partenza giro turistico (60 km. circa).

dalle ore 8:30 alle ore 11:30 Ospedale di Ceglie Messapica
AVIS Giornata del donatore


-----------------------------------------

Farmacia di turno
Farmacia Messapia
Via S. Paolo Della Croce, 55/57
Telefono: 0831 093380
-----------------------------------------------

U vangele di iosce
La mia carne vero cibo, e il mio sangue vera bevanda.
 (Gv 6,51-58)
Clicca qui.

Nu dittèrie
Ci maneggi'
fisteggi'
Chi maneggia
festeggia

E' sempre festa per il factotum.
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi

Na fotografije
Ceglie Bella? Sì


Foto Domenico Demitri

A terra meje

CAROSELLO PELOSO DI FRANCAVILLA FONTANA

Ricordate il mitico Franchino che fece ingelosire il ragionier Ugo nel film “Fantozzi subisce ancora”? Ebbene, era un tipo peloso quasi quanto il Carosello che vi presentiamo stasera con la differenza però che il nostro Carosello ha un buon odore e non fa l’autostop. Stiamo parlando di un ortaggio il cui nome scientifico è Cucumis melo, cultivar – appunto - di Francavilla Fontana (BR). Tra le sue caratteristiche segnalo il fatto che ha una tendenza a conservare il suo classico sapore anche quando è cresciuto per dimensioni ed ha raggiunto una certa maturazione, ciò a differenza di altri suoi simili. Facile da coltivare, richiede irrigazioni costanti e un po’ di spazio nel senso che, avendo andamento tappezzante, si estende per terra un bel po’. Come sapete la Puglia è la culla di questo ortaggio. Il carosello è in buona compagnia visto che esistono numerosi tipi locali e ci vorrebbero giorni per descriverli tutti. Volete una curiosità legata a questo ortaggio? Ne parlavamo poco fa con Valerio Tanzarella. Sarà lui a raccontarvela.
Angelo Giordano 

Eh sì, la racconto per interposta persona nel senso che riporto quanto ci ha raccontato un contadino di Francavilla, grande cultore di questo curioso ortaggio. Il signore dice che a casa sua è stato assegnato tacitamente alla moglie il compito di lavorare i caroselli nel modo curioso che descrivo. Occorre tagliare di netto e con precisione una delle due estremità in senso trasversale così da ottenere una parte che si può trasformare in base di appoggio per tenere fermo l’ortaggio stesso. Fatto questo, occorre sbucciare il Franchino, pardon, il Carosello, e praticare con un cucchiaio una profonda e ampia apertura sull’estremità rimasta integra. Al termine del complesso e meticoloso lavoro si avranno uno o più simil-bicchieri che, innaffiati con abbondante vino, faranno la gioia del contadino e dei suoi commensali. Prosit!
Valerio Tanzarella

venerdì 16 giugno 2017

Festival dei giochi

Quello con la barba è Giuseppe Balestra, quello senza è Ludovico. I due sono legati da un rapporto di sangue e inchiostro: il primo ha generato il secondo. 
Lo Spiritello dei giochi che dà il volto al Festival dei giochi è frutto di un illustratore di razza che non ama apparire se non attraverso le sue opere. Ma siccome è troppo bravo, noi gli abbiamo giocato un tiro mancino e ve lo presentiamo lo stesso.
Giuseppe, vive di base nella capitale dei giochi di strada (Ceglie, per l'appunto) da circa 25 anni, è un autodidatta. Generalmente disegna utilizzando pennini ad inchiostro con le classiche tecniche di Tratteggio e Puntinismo, rifacendosi ad autori come Virgil Finlay e Harry Clarke (non fate i pigri e andate su Wikipedia per scoprire chi sono, su!). I suoi soggetti sono spesso tratti dal Cinema, la sua grande passione. Alcune delle sue locandine sono presenti nell'artbook "PosterSpy'sAlternative Movie Poster Collection", edito in Inghilterra e Francia, mentre quest'estate sarà presentata al San Diego Comicon la raccolta "The Thing: Artbook", per omaggiare i 35 anni del capolavoro "La Cosa" di John Carpenter. 
Un'altra fonte di ispirazione per Giuseppe Balestra è la letteratura, da cui riprende le atmosfere gotiche di autori come Edgar Allan Poe e H.P. Lovecraft. La sua ultima pubblicazione è nell'antologia "Lovecraftian Tales" in cui ha illustrato il racconto "Discarded" di Sarah Walker.
"Sono affascinato da Fiabe, Miti antichi e Folklore, ed è per questo che qualche anno fa Ludovico, lo Spiritello dei Giochi, mi ha scelto per essere la sua matita", ci ha detto Giuseppe. Ed ecco la splendida locandina del Festival dei giochi di quest'anno. Letteralmente, un capolavoro.
Segnatevi questo nome, sentirete parlare di lui. E salvate le date: dal 28 giugno al 2 luglio si gioca forte.


La X fiera magica



MittAffett: Scegli tu il film



MittAffett, ospitati nella bellissima Masseria di Facciasquata, organizza per questa estate due serate cinema nell'affascinante cornice della nostra campagna cegliese. La novità non si limita solo a questo, ma anche al fatto che sarete voi stessi a scegliere il film. In questa prima serata potete scegliere, votando con le relative reazioni, uno tra i cinque film proposti dal nostro direttivo. Mentre per la seconda serata, sarete voi stessi ad indicare il film che vorreste vedere! Ovviamente entrambe le serate avranno ingresso gratuito e saranno aperte a tutti.
Non vi resta altro da fare che votare! 😊
ps: un ringraziamento in anticipo va all'Amministrazione di Ceglie Messapica per averci concesso il patrocinio e a Pietro Giannetto per averci dato l'opportunità di proiettare nella sua bellissima masseria.





giovedì 15 giugno 2017

4° Vespa Day Tour Città di Ceglie


Il Moto Vespa Club Ceglie Messapica A.S.D. vi da appuntamento in Piazza Plebiscito a Ceglie Messapica, domenica 18 giugno 2017, per assistere al 4° Vespa Day Tour Città di Ceglie Messapica e festeggiare insieme i 10 anni di attività del Club. Gadget e premi per i partecipanti.

PROGRAMMA
Ore 08.00: Accoglienza dei Vespa Club partecipanti in Piazza Plebiscito
(Coord. GPS: 40° 38’ 45.9” N – 17° 31’ 01.2” E), iscrizioni, colazione, gadget.
Ore 10.45: Chiusura iscrizioni e preparazione carovana per il giro turistico.
Ore 11.00: Partenza giro turistico (60 km. circa).
Ore 13.00: Previsto arrivo presso ristorante “Lo Smeraldo” a Cisternino per il pranzo
(Coord. GPS: 40° 45’ 34.8” N – 17° 27’ 13.3” E).

INTRATTENIMENTO e PREMIAZIONI
Premi: Vespa Club più numeroso; Vespa Club più distante; Vespa Club con più donne; Vespista più giovane e più anziano; Vespa più anziana; riconoscimento a tutti i Club partecipanti.
Chiusura della manifestazione per le ore 16,00 circa.

REGOLAMENTO
Art. 1 Tutti i mezzi iscritti al raduno dovranno essere in regola con il vigente codice della strada.
Art. 2 Gli organizzatori declinano ogni responsabilità civile e penale per eventuali incidenti e/o danni che dovessero accadere a cose, terzi e partecipanti durante tutto il periodo della manifestazione.
Art. 3 Con l’iscrizione alla manifestazione i partecipanti accettano tutte le norme contenute nel presente regolamento.

ISCRIZIONI AL RADUNO
La quota di iscrizione è di 10,00 € e comprende: gadget e colazione.
La quota di iscrizione con ristorante è di 25,00 € e comprende: gadget, colazione e pranzo.

ISCRIZIONI A NUMERO CHIUSO: (max 300 veicoli)

INFO: cegliemessapica@vespaclubditalia.it – Giuseppe 3394393010 – 0831382166


mercoledì 14 giugno 2017

Successo strepitoso

Successo strepitoso di "Na t'paj.."


Ha suscitato risate a crepapelle la commedia teatrale "Na t'paj.." portata in scena, domenica 11, dai giovani del neonato gruppo teatrale "Vico dei Miracoli". Una rappresentazione teatrale, patrocinata dall’Amministrazione Comunale, che ha suscitato un grande consenso di pubblico.
L’idea progettuale, nata in seno alla parrocchia di San Rocco, è stata supportata dal parroco don Lorenzo Elia e dal vice parroco don Antonio Dell’aquila che, tra l’altro, hanno messo a disposizione dei giovani attori (Mattia Faggiano, Sara Pepe, Sara Balsamo, Emilia Urgesi, Daniele Gallone, Pietro Vitale, Marco Elia, Francesco Spagnolo, Flavio Ligorio, Pierpaolo Lenoci, Giuseppe Specchia, Emanuele Lubes, Gianmarco Caroli, Angela D'Aversa, Giulia Formato, Luana Caroli, Cataldo Elia, Gianvito Chirico, Vito Leo e Danilo Nacci) i locali della parrocchia. Inoltre, i ragazzi sono stati capaci di coinvolgere alcuni loro ex docenti (prof.ssa Concetta Ancona, prof.ssa Emilia Castellana, prof. Nicola Dione, prof.ssa Cosimina Milone e prof.ssa Marinella Rughi) che, rendendo un servizio ammirevole di volontariato, li hanno supportati nella realizzazione di questo loro sogno. Inoltre, in questa avventura, i giovani sono riusciti a trascinare anche Vito Girardi, per la parte tecnica, e l'ex dirigente scolastico Giulio Simoni che, in qualità di regista, ha adattato la celebre commedia "Non ti pago" di Eduardo De Filippo con dialoghi originali che sono stati tradotti in vernacolo cegliese. 
La rappresentazione è stata arricchita, poi, dalla bellissima scenografia che è stata tutta realizzata con materiale di riciclo come carta e cartone. 


Donazione AVIS


Domenica 18 giugno 
dalle ore 8:30 alle ore 11:30
presso l'ospedale di Ceglie Messapica

Con l'arrivo dell'estate aumenta il fabbisogno di sangue pertanto, l'Avis di Ceglie Messapica organizza una raccolta straordinaria.
Vi ricordiamo che è preferibile fare una leggera colazione a base di thè, caffè e biscotti succhi mentre non è consentito assumere latte e derivati.



Una corale Festa della Musica


Il 17 giugno prossimo si terrà nella Chiesa del Convento dei Padri Passionisti di Ceglie Messapica la manifestazione “Una corale Festa della Musica”. Promotrice dell’iniziativa è l’Associazione Musicale “Cantus firmus” di Crispiano (Ta), che aderisce all’Associazione Regionale dei Cori Pugliesi (ARCOPU) e, tramite essa, alla Federazione Nazionale delle Associazioni Regionali Corali (più semplicemente FENIARCO). 
Tutte queste istituzioni hanno aderito anche per il 2017 all’invito del MIBACT - Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo - per promuovere la Festa della Musica, la grande manifestazione resa istituzionale dal ministro Veltroni nel 1994. Questa festa è nata originariamente per essere celebrata il 21 giugno di ogni anno, in coincidenza del solstizio d’estate, ma l’evento è diventato di anno in anno più grande e partecipato, toccando centinaia di luoghi in tutta Italia ed includendo tutti i generi musicali. Quest’anno, per la XXIII edizione, si è allestito un cospicuo programma che copre tutto il territorio nazionale dal 17 al 25 giugno: la serata organizzata a Ceglie fa parte, quindi, della manifestazione di apertura di tutto il cartellone. Ampio risalto viene conferito con questa serata alla coralità amatoriale, un’arte che proprio in Puglia ha fatto registrare negli ultimi anni una crescita di livello dimostrata sia dal numero di cori presenti dal Salento al Gargano che dalla qualità che molti di loro possono vantare. Tre saranno i cori che si esibiranno in questa circostanza, che si esibiranno in un breve ma intenso programma che metterà in evidenza aspetti comuni e spunti di diversità nella musica corale sacra.
Comincerà il Coro “Angeli Cantores” di Villa Castelli diretto da Giuseppe Ciracì, che  proporrà un programma basato essenzialmente sul Canto gregoriano, genere sacro fra i più antichi e di carattere più mistico, ancora oggi fonte di ispirazione anche per tanti autori contemporanei, come lo stesso Ciracì (di cui si potrà ascoltare un “Totus tuus”) e Liberto, ex Direttore della Cappella Sistina. A seguire sarà la volta del Coro “Harmonici Concentus” di Crispiano diretto da Palmo Liuzzi e accompagnato all’organo da Daniele Dettoli: il repertorio approntato per questa serata offrirà al pubblico l’interpretazione di alcune pagine di autori dal Movimento Ceciliano a oggi, con il capostipite Perosi affiancato da Cervi e Soresina. La terza esibizione sarà a cura del Coro “Laeti Cantores” di Ceglie Messapica diretto da Graziano Semeraro (docente Titolare di organo e Composizione organistica presso Conservatorio Nino Rota di Monopoli), il cui programma è basato sulla varietà di forme della polifonia dal ‘500 ai giorni nostri, con la proposta di alcune pagine ottocentesche di Gounod e Haller che sono oggi di abbastanza rare da ascoltare, in quanto provenienti da un secolo in cui l’attenzione dei compositori era attratta più dall’opera lirica che dal canto sacro. 
L’orario di inizio del concerto è fissato per le 20:00 e l’ingresso è libero e gratuito.


Nell'inferno

Saranno  il caporalato e lo sfruttamento dei lavoratori i temi al centro del secondo appuntamento in programma per la terza edizione di "Libriamo", la rassegna letteraria organizzata dall'associazione "Gioia", con il Patrocinio del Comune di Ceglie Messapica e in collaborazione con Istituti e realtà associative del territorio. Media Partner: Idea Radio. 
Giovedì 15 giugno, alle 18, nella sala conferenze del MAAC (Museo Archeologico e di Arte Contemporanea), Enrica Simonetti presenta il suo libro dal titolo Morire come schiavi. La storia di Paola Clemente nell’inferno del caporalato (Imprimatur Edizioni). A dialogare con l’autrice sarà la giornalista di La7, Lucia Portolano, con gli interventi della Sen. Rosa Stanisci e di Angelo Leo (FLAI-CGIL). Sono previste le testimonianze dei parenti delle vittime del caporalato di Ceglie Messapica. L'ingresso è libero.
Paola Clemente è morta a 49 anni nei campi di Andria in un’estate piena di sole, sotto una cappa di silenzi e omertà che ha permesso a qualcuno di utilizzare le sue braccia per troppo tempo, con la ricompensa di due euro all’ora e nessun diritto. Paola. Ma anche molti altri: uomini e donne, braccianti stagionali sfruttati in modo vergognoso da caporali e mediatori capaci di produrre contratti fasulli.
Il libro. 
In questo viaggio on the road, o meglio in the fields, dal Gargano alla Calabria, si raccontano le storie di tante donne pugliesi, calabresi, lucane, di numerosi immigrati africani o romeni, arrivati in Italia con la promessa di un lavoro sicuro. Chiamati per “fare l’acinino” ai grappoli d’uva, raccogliere pomodori, olive, arance, mandarini, per necessità sono costretti a condizioni di lavoro stremanti. La precarietà fa accettare di tutto. E se questo accade al Sud, non si può dire che il Nord sia indenne, perché non c’è una geografia dello sfruttamento e dove c’è una campagna o un cantiere, spesso si “assume” manodopera in questo modo. Le pagine di questo libro vogliono essere un viaggio sociale utile a scuotere le coscienze.

"Una bracciante agricola. In realtà è la prima volta che ne incontro una; viviamo in mondi solo apparentemente contigui e questa sensazione è avvilente, ora che siamo tutti qui, cronisti e inviati, a raccontare una tragedia che non è sola, una vita che appartiene a migliaia di lavoratori come Paola: donne, immigrati, persone che ogni notte hanno un "capo" che li porta nei campi su un pullmino, attraversando chilometri di strade piene di curve e vuote di umanità. Così partiva anche lei, Paola, ogni notte alle tre, da San Giorgio Jonico, dalla Puglia tarantina verso nord, verso quelle campagne tra Canosa e Andria, profumate di uva dorata dal sole. Faccio i conti di quel viaggio al buio, che doveva essere amaro: centocinquanta chilometri ogni volta, trecento in tutto ogni giorno, dopo sette ore almeno di lavoro, con le braccia alzate, con quegli acini d'uva da selezionare che sfioravano il viso. Provo a immaginare il viaggio di ritorno, a dodici ore di distanza dalla partenza, con Paola che forse continuava a sentire sfregare sul suo volto le foglie della vigna. Che strano, per un attimo mi siedo al suo fianco nel piccolo pullman carico di almeno venti persone e mi sembra di vederla, con la testa appoggiata al finestrino e il sudore che lascia l'alone sul vetro; intorno a me e a lei, dormono tutti. Anche Rosa, che è una di quelle che non smetterebbe mai di parlare, che avrebbe un dialogo persino con le pietre della Murgia. Dorme il ragazzo marocchino di cui nessuno sa il nome: abbandonato sul sedile con la bocca semiaperta sembra aver perso tutto, anche la sua notoria diffidenza." 

L'autrice. 
Enrica Simonetti è laureata in Scienze politiche ed è giornalista della «Gazzetta del Mezzogiorno», dove cura le pagine culturali. Ha scritto tre libri, editi da Laterza, sul mare e sui fari (Lampi e splendori, Fari d’Italia, Luci sull’Adriatico) che documentano un viaggio lungo le coste e le isole, tra le storie degli ultimi guardiani di lanterne. In quest’opera percorre il suo primo itinerario nelle campagne, tra il fascino del paesaggio e l’orrore dello sfruttamento.