.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

lunedì 16 ottobre 2017

Conferenza Stampa



CONFERENZA STAMPA DEL SINDACO LUIGI CAROLI.

Martedì 17 ottobre, alle ore 16.00, presso la Sala Istituzionale del Municipio (in via De Nicola) si terrà una Conferenza Stampa del Sindaco Luigi Caroli.

La stampa, le televisioni, i blog, i tecnici e tutti i cittadini sono invitati a partecipare.






Pallacanestro: la classifica.

Pallacanestro Serie C Silver
4a Giornata Andata
 PetrolMenga Ceglie - Vieste
90 - 77
Parziali: 21-21 / 19-21 / 25-21 / 25-14



CLASSIFICA
Monopoli 8,
Mola, Francavilla, Corato, Altamura, Ruvo di Puglia 6,
Taranto, Manfredonia, N.P. Ceglie,  Lecce, Castellaneta 4,
Martina Franca, Ostuni, Vieste 2,
Monteroni, Santeramo 0.
La prossima: 5a giornata andata 21 ottobre
  Manfredonia - Ceglie


domenica 15 ottobre 2017

Buona domenica



ore  16:00 - 19:00
Museo Archeologico e di Arte Contemporanea

ore 16:00 - 19:00 
Biblioteca "P. Gatti" e Pinacoteca "E. Notte"

Grotte di Montevicoli
CHIUSE info: 3271909148



ore 18:00 Palasport 2006
Pallacanestro Serie C Silver
    Ceglie - Vieste






Farmacia di turno
Farmacia Carparelli
Via Cristoforo Colombo, 3/C
Telefono: 0831-388347


U vangele di iosce
Tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze. 
 (Mt 22,1-14)
Clicca qui.

Nu dittèrje
Agni pizzik' agnorik'
Ogni pizzico annerisce
Ogni granello di sabbia forma la spiaggia.
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi

Na fotografije
Ceglie Bella? Sì

Foto Gianni Leo

A terra meje


FAVA DI SAN FRANCESCO



Quella che in alcune regioni d'Italia potrebbe sembrare una blasfemia, dalle nostre parti altro non è che un legume. Nota in alcuni comuni col nome di fava di San Francesco in altri - come a Mola, suggerisce il maestro Passalacqua - diventa la fava di Sant'Antonio. I semi che potete ammirare in foto provengono da un contadino di Cisternino, ma questo legume, indipendentemente dal nome attribuitogli, è presente un po’ ovunque in tutta la Puglia. Curioso notare che in alcune province è considerata una varietà di serie B, mentre in altre, come nel Brindisino, è molto apprezzata ed è ritenuta una cultivar che non favorisce lo sviluppo dell'orobanche. Vero o falso? Sarà questa la discriminante che la fa apprezzare là dove le orobanche non sono considerate un alimento e, viceversa, la rende detestabile nei comuni in cui le orobanche sono considerate una prelibatezza? Al momento non possiamo far altro che ipotesi e provare a coltivare questo legume. In cucina, invece, come da prassi, possiamo seguire i consigli del nostro chef dell'orto Valerio Tanzarella.
Angelo Giordano 


Dovrò attendere la primavera per assaggiare le fave fresche di San Francesco. Quindi, prima di allora, non potrò dare un parere. Sul secco, però, qualcosa posso dirla. Le ho testate fritte. Non conosco la dinamica chimica del processo ma questa varietà, una volta fritta, rimane poco intrisa di olio e si presenta croccante e friabile ma mai dura. Insomma, lo snack perfetto da gustare davanti al camino con un buon libro fra le mani non appena arriverà il freddo, quello vero. Anzi, se me lo permettete, oggi vi consiglio "Intelligenza emotiva" di Daniel Goleman. Un testo suggeritomi da Angelo Giordano qualche anno fa e che potrà essere utile in molti aspetti della vita di tutti i giorni.
Valerio Tanzarella



venerdì 13 ottobre 2017

Ancora pochi giorni...


Ancora pochi giorni per visitare “La culla delle Albe” la mostra di Uccio Biondi nella Palazzina Belvedere sul lungomare di Brindisi, ideata e organizzata dall’associazione culturale Arte Antica e Contemporanea “Le Colonne” e dalla spin off CRACC dell’Università del Salento, con la collaborazione culturale dell’Associazione Amici dei Musei di Brindisi
La mostra è stata prorogata fino al 16 ottobre vista l'altissima affluenza di visitatori sino a fine settembre, data prevista per la chiusura, attratti dal binomio reperti archeologici e arte contemporanea, un’esclusiva proposta che ha caratterizzato la stagione culturale del territorio.


-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

 L'ANTEPRIMA presentata nello studio del maestro il 16 aprile 2014 a Ceglie Messapica.


LA CULLA DELLE ALBE di UCCIO BIONDI è un progetto che inizia nel 2012 con l'altopittura 4,48 | BANG e, mutuando da un testo drammaturgico di Sarah Kane, pone la domanda sul senso della vita che è di tutti. Come dire si nasce per morire. Da qui il rifugio e la tana da cui ripartire: la culla e l'alba, luoghi del non detto, del non visto, dell'inascoltato, del non avvenuto. Le storie vissute, il mito, le superstizioni, le fiabe, le paure, il delirio di una terra che diventa odio amorevole, la fede, l'incanto della memoria, la natura stessa e la sua mediterraneità, la donna, la femmina madre e matrigna, si racchiudono in forme tridimensionali sotto forma di maschere. Biondi ha chiesto e ottenuto volti veri, non terrecotte o mosaici raffiguranti chimere, centauri, sirene o arpie, bensì calchi in gesso. Donne sotto forma di maschere misteriose, coloratissime apparenze fantasmine fluorescenti, simulacri benigni ma esplosivi di una contemporaneità a volte disumana. Non hanno lo sguardo che pietrifica ma esorcizzano le ansie e i timori della sfera quotidiana. Sono insomma le compagne di strada messe a protezione dell'arte e dell'artista suo disincantato interprete . 
 LA CULLA DELLE ALBE è una installazione composta da due alto pitture di grandi dimensioni e quattordici maschere\ apparenze di varia dimensione.

 L'ANTEPRIMA sarà presentata nello studio del maestro
 MERCOLEDI 16 APRILE 2014 alle ore 19,30
 via bottega di nisco, 21- 23 _ Ceglie Messapica ( Brindisi )

Domenica si gioca in casa


giovedì 12 ottobre 2017

Il comitato si scioglie.

COMITATO CITTADINO VOLONTARIO PER LA TRASAPRENZA E LEGALITA’ DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CEGLIE MESSAPICA.

Comunicato stampa.

Oggetto: Scioglimento del Comitato Cittadino Volontario per la Trasparenza e Legalità degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica.

Il   Comitato cittadino si costituiva durante un’assemblea pubblica, il 20.12.2015,  presso l’atrio “scoperto” del Comune di Ceglie Messapica . In quella occasione l’assemblea  , vista la gravità delle problematiche amministrative, decise  di impegnarsi nell’evidenziare e contrastare la mancanza di trasparenza e rispetto delle norme in  riferimento agli atti e procedure amministrative prodotte  dall'amministrazione comunale del sindaco Caroli e dalla sua maggioranza.
La necessità di costituire il Comitato trovava ulteriore giustificazione nella evidente mancanza di una attenta e  consistente opposizione consiliare disposta ad espletare, fino in fondo, il proprio ruolo di controllo. In sede di costituzione del Comitato cittadino ci  fu subito la consapevolezza della straordinarietà  e  inusualità dell’iniziativa , di conseguenza  si decideva  che il Comitato doveva durare   solo per il tempo necessario a sollecitare la politica locale  ad appropriarsi del  proprio ruolo e per richiamare l’attenzione e l’intervento degli organi di controllo per   porre rimedio ad una attività amministrativa irresponsabile che rischiava di creare problemi  seri per la città.
In questi mesi di attività il Comitato ha prodotto ,in maniera puntuale e motivata, diverse istanze, informative e richieste di interventi di verifica  a diversi organi di controllo. Alla luce dei riscontri che in questi giorni abbiamo avuto modo di leggere(dopo il solito e colpevole ritardo nella pubblicazioni degli atti  da parte del Comune sull’Albo Pretorio), sembra che nessuna segnalazione del Comitato è stata ritenuta infondata. Corte dei Conti, Autorità Anticorruzione e Ispettorato Generale di Finanza  hanno evidenziano negli atti amministrativi dell’ente : l’assenza dei presupposti necessari nei tanti  affidamenti diretti e senza gara di servizi e forniture ; mancanza dei  preventivi impegni di spesa; artificiosi frazionamenti degli appalti per evitare l’evidenza pubblica e   superare la somma determinata dalla soglia comunitaria; irregolari assunzioni di Funzionari , irregolarità negli affidamenti a cooperative sociali; irregolari proroghe nei contratti; mancanza di motivazioni nella realizzazione di perizie di varianti; eccessive anticipazione di cassa presso la Tesoreria, irregolarità negli incarichi esterni e tanto altro ancora.
 Vogliamo  evidenziare la nostra grande delusione nei confronti dell’operato  del Collegio dei Revisori, nominato ad ottobre del 2015, e del Segretario Generale.  Quello che doveva essere il primo livello interno di  garanzia e controllo  si è dimostrato, per essere buoni, inefficace. Basta ricordare che i Revisori, per poter dare risposte a problematiche sollevate dal Comitato, aspettano da mesi chiarimenti da parte di alcuni funzionari. Chiarimenti che,ovviamente, non arriveranno mai. 
In questi giorni siamo venuti a conoscenza che l’Autorità Nazionale Anticorruzione, oltre a continuare le proprie verifiche,  ha trasmesso, per le rispettive competenze, le proprie determinazioni alla Procura della Repubblica   e alla Corte dei Conti . Questo, ancora una volta,  dimostra la fondatezza delle osservazioni di questo Comitato e dei gruppi di opposizione  del precedente Consiglio Comunale. 
Arrivati a questo punto, in sede di riunione del 09.10.2017 ,abbiamo preso atto che quello che era l’impegno assunto in sede di assemblea costituente è stato portato a termine . Pertanto abbiamo  deciso  lo scioglimento del Comitato Cittadino Volontario. 
Questo   per dare spazio e responsabilità  e non continuare  ad offrire un alibi a chi, per mandato istituzionale e politico, è preposto a gestire questa nuova  situazione.
Ricordiamo ai consiglieri comunali che ci sono appalti e servizi che sembrano non dover trovare mai  fine : come quello della pubblica illuminazione , l’impianto di videosorveglianza, la gestione del Mac 9 cento , dell’ex piazza coperta ecc..
Il Comitato, nonostante sia stato oggetto di insulti e minacce (“Per controllare il Comitato ci vuole l’acido muriatico” diceva il Sindaco Caroli), non ha mai perso la calma e non ha mai espresso o assunto posizioni che non erano riferite esclusivamente alla  gestione  e realizzazione degli atti amministrativi. Mai un intervento contro le persone o le scelte di indirizzo  amministrativo. E’ evidente a chiunque che, alla luce di quanto sta emergendo dal lavoro ispettivo degli enti di controllo e alle deboli controdeduzioni dell’amministrazione comunale , si riscontra quello che noi abbiamo sempre sostenuto:  a Ceglie Messapica, con questa amministrazione comunale, non ci sono  le condizioni di una corretta vivibilità amministrativa. Risulta evidente  ,così come riportato dalle singole e varie relazioni ispettive ,  al di là dei singoli provvedimenti amministrativi , viene a galla un quadro generale e diffuso di “carenza in ordine all’applicazione della normativa” in definitiva siamo in  presenza di un “metodo Ceglie” di diffusa mancanza di  rispetto delle norme che regolano l’azione amministrativa. Questa situazione, a nostro avviso, va fatta presente con forza, urgenza  e responsabilità a S.E. il Prefetto. E’ auspicabile che le forze politiche i consiglieri comunali e la rappresentanza parlamentare del territorio si facciano promotori di questa iniziativa.
Nel chiudere questa esperienza civica e di responsabilità desidero ringraziare tutti coloro che hanno aderito e lavorato  al Comitato cittadino. Desidero ringraziare per la sua vicinanza e per l’impegno istituzionale l’on. Nicola Ciraci.
 Sono rammaricato e deluso da  coloro che dovevano e potevano partecipare a questa esperienza. E’ evidente che hanno perso una grande occasione.
  Un grazie particolare agli organi di stampa e ai blog che hanno dato visibilità al Comitato e informato i cittadini.
Il Comitato cittadino volontario per la trasparenza e legalità termina qui il proprio lavoro. Siamo pienamente convinti  di aver agito nel solo interesse e bene della  città .  Siamo inoltre certi che gli amici che  hanno vissuto questa intensa e impegnativa esperienza  avranno accumulato  esperienza e un bagaglio di educazione civica e amministrativa che sarà certamente  utile per continuare  ad impegnarsi all’interno di  partiti politici ,  associazioni  o   da semplici cittadini. 
  Ad maiora ! 

Ceglie Messapica 12.10.2017
                    Tommaso Argentiero


Riprendono le attività


Dopo la pausa estiva il Teatro Comunale di Ceglie Messapica riprende le attività a cura della Residenza Teatrale Armamaxa.

Il "POSTO DELLE FAVOLE", la rassegna teatrale per famiglie, inizia il 29 ottobre 2017.

SUL PALCO "Brunch", Rassegna di teatro contemporaneo è una rassegna teatrale, inizia il 19 novembre 2017, per un numero limitato di spettatori, che ha lo scopo di aprire le porte del retropalco al pubblico per renderlo partecipe dell’atto creato nel luogo stesso dove l’atto creativo si compie: il palcoscenico.

Il 23 ottobre riprendono i LABORATORI TEATRALI con Ni Na, Natascia e Mariangela per bambini e ragazzi. E' possibile partecipare ad una lezione prova gratuita.

LA STANZA DELLE FAVOLE, la ludoteca teatrale per bambini dai 4 ai 6 anni, inizia a ottobre.
Accolti dalla lettura di una storia i bambini saranno guidati a “rappresentarla” prima disegnandola e poi “giocando al teatro” con travestimenti ed improvvisazioni.


mercoledì 11 ottobre 2017

Dopo tanta nebbia

Torna LibriamoOff365 con “Dopo tanta nebbia” di Gabriella Genisi
Giovedì 26 Ottobre alle ore 18.30 alla libreria “Pensiero Bambino” di Ceglie Messapica

Gabriella Genisi torna a Ceglie Messapica con il nuovo noir “Dopo tanta nebbia” (Sonzogno editore), un nuovo capitolo della vita lavorativa e sentimentale di Lolita Lobosco, la commissaria “più bella del Mediterraneo”. Giovedì 26 Ottobre presso la libreria “Pensiero Bambino” sita in via A. Petrarca, 1 (nei pressi della Chiesa di San Rocco) alle 18.30, Gabriella Genisi racconterà delle nuove indagini della commissaria Lobosco che si snodano tra Padova e Bari. La passionale poliziotta barese questa volta indagherà alle due estremità della penisola, tra panzerotti,  pettole e biscotto cegliese. Il suo inizio a Padova, in qualità di Questore, non è stato affatto facile: l’ambiente si è rivelato più intollerante del previsto, la nebbia confonde i pensieri e mortifica i capelli, l’orizzonte d’acqua di Bari è troppo lontano per curare la solitudine. Anche il lavoro stenta a decollare, e poi, con i nuovi colleghi, proprio non riesce a legare. Solo grazie all’aiuto e ai consigli di Giancarlo Caruso, affascinante vicequestore di origini siciliane, le cose migliorano, mentre un caso di bullismo mette a dura prova il talento investigativo di Lolì. Dopo tanto freddo, però, la commissaria riesce finalmente a farsi richiamare nella sua amata Puglia, dove pure l’attende un mistero da risolvere: una sensuale arpista è stata massacrata in un appartamento.
Converserà con l’autrice Giuseppe Belcastro, luogotenente dei Carabinieri, in servizio presso la sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, dove si occupa, prevalentemente, di reati di violenza sessuale, maltrattamenti e stalking.
Gabriella Genisi è risultata essere, da un sondaggio del Corriere della Sera, la giallista vivente più amata insieme a Camilleri ed i diritti televisivi per la serie di Lolita sono stati opzionati da Luca Zingaretti per la ZOCOTOCO Produzione.
Dopo la presentazione seguirà la degustazione del Biscotto Cegliese.

 L’ingresso all’evento è libero e gratuito.
LibriamoOff365 è organizzato con il Patrocinio del Comune di Ceglie Messapica, in collaborazione con Idea Radio (Media Partner) e la libreria Pensiero Bambino di Ceglie Messapica.
Tutte le informazioni su:

lunedì 9 ottobre 2017

Pallacanestro

Pallacanestro Serie C Silver
3a Giornata Andata
Monopoli - PetrolMenga Ceglie 
72 - 69
Parziali: 



CLASSIFICA
Mola, Monopoli,  Francavilla 6,
Taranto, Ruvo di Puglia, Manfredonia, Corato, Altamura 4,
 N.P. Ceglie,   Lecce, Castellaneta,  Ostuni, Vieste 2,
 Monteroni, Martina Franca, Santeramo 0.
La prossima: 4a giornata andata 15 ottobre
   Ceglie - Vieste


Tolleranza zero

“TASK FORCE” CONTRO CHI NON RISPETTA LE REGOLE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA. PARTONO LE VERIFICHE A TAPPETO SUL TERRITORIO COMUNALE :
IN AZIONE GLI AGENTI DELLA POLIZIA LOCALE E GLI OPERATORI DELLA COGEIR.

A partire da lunedì 9 ottobre 2017 ci sarà “tolleranza zero” per chi non rispetta le regole della raccolta differenziata e del conferimento dei rifiuti.

domenica 8 ottobre 2017

Festa nazionale dello scambio dei semi

Si è svolta questa mattina, nel castello ducale di Ceglie Messapica, la terza Festa nazionale dello Scambio dei semi un occasione per donare e ricevere semi e altro materiale di propagazione di varietà antiche. La festa è stata preceduta ieri sera dal convegno “Biodiversità, bene comune”in cui si è parlato di biodiversità agraria, degli usi e tradizioni delle piante in Valle d’Itria, dell’importanza di un’alimentazione “biodiversa” e dei grani antichi.

Curiosando tra i banchetti


Intervista a Angelo Giordano - Società benefit Ex Terra


Intervista a Maurizio Semeraro - Amici del Borgo Antico 







Buona domenica



ore  17:30 - 20:30
Museo Archeologico e di Arte Contemporanea

ore 16:00 - 19:00 
Biblioteca "P. Gatti" e Pinacoteca "E. Notte"

Grotte di Montevicoli
CHIUSE info: 3271909148

dalle 9:00 alle 13:30 Castello Ducale
Festa dello scambio dei semi

dalle 17:30 alle 20:30 MAAC
Giornata nazionale delle Famiglie al Museo






Farmacia di turno
Farmacia Ricci
Francesco Bellanova, 32
Telefono: 0831-377118


U vangele di iosce
Darà in affitto la vigna ad altri contadini. 
 (Matteo 21,33-43)
Clicca qui.

Nu dittèrje
Na-ffà nient'
ka na-ssì sap' nient'
Non fare niente / che non si sa niente
Altrimenti le notizie si propagano.
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi

Na fotografije
Ceglie Bella? Sì

Foto Antonio Conserva

A terra meje

------------------------------

Giornata nazionale delle Famiglie al Museo


Domenica 8 ottobre, dalle 17:30 alle 20:30 il MAAC - Museo Archeologico e d’Arte Contemporanea - farà da cornice ad un percorso: dalla scoperta delle radici messapiche alla realizzazione di una personale scultura nel laboratorio creativo della galleria di arte contemporanea.
Saranno proiettate 2 avventure della coppia Matì e Dadà.
Laboratori e visite guidate, ideati e gestiti dagli operatori di Imago, sono completamente gratuiti.

sabato 7 ottobre 2017

Dimettetevi tutti


Eh sì, le controdeduzioni alle osservazioni degli ispettori dell'ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) (clicca qui) sono state presentate, ma non sono state ritenute sufficienti tanto che Raffaele Cantone, presidente dell'ANAC, ha disposto:
"Dà mandato agli Uffici di trasmettere la presente delibera alla Stazione appaltante, per le eventuali iniziative di competenza, nonché all’esponente;
Dà, inoltre, mandato agli stessi Uffici istruttori di inviare la presente delibera alla competente Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti per i possibili ed eventuali approfondimenti in relazione agli aspetti di rispettiva competenza."

Visti i ritardi e la mancata pubblicazione di tutti i documenti citati, con i consiglieri comunali non informati sul susseguirsi degli eventi, e, a quanto sembra, vista la carente sorveglianza della macchina amministrativa, qualcuno, forse, dovrebbe chiedere le dimissioni di questa Amministrazione.

Aggiornamento
Di seguito il documento del Circolo PD di Ceglie sulla Nota ANAC relativa alle irregolarità dell'Amministrazione Caroli.

Il quadro che emerge dalla Nota dell’Autorità Nazionale Anticorruzione del 3 ottobre è desolante e drammatico. La quasi totalità dei lavori e delle forniture che sono stati analizzati dagli ispettori sono risultati, per un profilo o per un altro, irregolari. L’affermazione dell’ANAC, seppur in linguaggio burocratico, non lascia dubbi: è emerso “il ricorrere di profili di carenza in ordine all'applicazione della normativa in materia di contrattualistica pubblica”. Vi è la conferma che l’Amministrazione Caroli ha agito in totale disprezzo delle leggi che sono poste a tutela della buona amministrazione. Tale è la gravità dei fatti, che l’ANAC ha inviato gli atti alla Procura della Repubblica e alla Corte dei conti: non sappiamo ancora se emergeranno responsabilità penali e contabili. 
Quel che più allarma è che gli ispettori hanno analizzato solo dei contratti a campione e la quasi totalità è risultata irregolare. A questo punto chiediamo che si accendano i riflettori anche sugli altri contratti, per verificarne la regolarità, come ad esempio quello sulla pubblica illuminazione e quello sulla raccolta dei rifiuti. 
Analizzeremo con attenzione tutti i rilievi e le irregolarità emerse. In prima battuta ne vogliamo segnalare di due tipi, che descrivono bene la cattiva gestione dell’Ente e lo sperpero di soldi pubblici.
1) Innanzitutto, emerge l’uso illegittimo del frazionamento delle gare. Com’è noto se i lavori o le forniture sono sotto una certa soglia di valore possono essere affidati direttamente ad una ditta, che viene scelta senza gara. Ovviamente è illegittimo frazionare artificialmente un appalto per poterlo affidare senza la gara, magari alla ditta che sta più “simpatica”. È bene tenere a mente che lo svolgimento di una gara garantisce all’Ente di scegliere la migliore offerta e, quindi, ottenere un lavoro fatto meglio e ad un prezzo inferiore, con risparmio per i cittadini. 
2) In secondo luogo, vi è stato l’abnorme ricorso ad una società di lavoro interinale per l’impiego di manodopera. Questa gestione dei rapporti di lavoro e di collaborazione è molto preoccupante. Il Partito Democratico aveva in più occasioni stigmatizzato tale pratica, anche perché usata in molte occasioni a soli scopi elettorali. La Giunta Caroli ha usato in modo irregolare i contratti di somministrazione di lavoro: non solo in molti casi non poteva utilizzare tale strumento, ma non c’è stata trasparenza sui criteri utilizzati per individuare i soggetti beneficiari. Il dubbio di favoritismi è più che legittimo.
Non è più accettabile che la Città di Ceglie sia gestita in totale disprezzo della legge e con continuo spreco del danaro dei cittadini. I responsabili diretti e indiretti delle gravi irregolarità devono essere individuati prontamente e messi nella condizione di non nuocere più all’Ente.
CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DEL SINDACO CAROLI E DELLA SUA GIUNTA! 
Delle due l’una: o il Sindaco sapeva di questa gestione irregolare e, quindi, deve dimettersi perché corresponsabile; oppure tutto è avvenuto sotto i suoi occhi “chiusi” e allora deve dimettersi per inettitudine e totale incapacità di controllo della macchina amministrativa.
I singoli cittadini e tutte le forze politiche, sociali ed economiche, che hanno a cuore le sorti della nostra Città devono unire gli sforzi perché termini quanto prima questa disastrosa amministrazione Caroli.

Circolo PD di Ceglie Messapica

---------------------oooooooooooooooooo--------------------- 



L'Anac censura gli appalti del Comune di Ceglie dal 2013 a oggi: troppe violazioni di legge. Ciracì: «Con Caroli troppe violazioni di legge, deve dimettersi»

Nel corso della sua diretta facebook di ieri sera dal titolo “Fatti e misfatti dell’Amministrazione Caroli”, l’On. Nicola Ciracì (Direzione Italia) si è concentrato soprattutto sulla relazione definitiva (allegata) dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) riguardo la gestione del Comune di Ceglie Messapica e, in particolare, circa le violazioni di legge degli appalti, dei servizi, delle forniture di beni e degli incarichi di progettazione. Il presidente Raffaele Cantone ha deliberato nel CdA dello scorso 20 settembre “in esito all’istruttoria espletata nell’ambito del procedimento di vigilanza in epigrafe, di censurare l’operato del Comune di Ceglie Messapica, sull’attività contrattuale svolta dal Comune stesso, oggetto dell’indagine ispettiva relativa all’attività negoziale a partire dal 2013 (anno del primo ribaltone)”.

«Di fatto – commenta Ciracì – abbiamo la prova degli abusi, dei favoritismi, delle violazioni delle leggi dello Stato commessi giornalmente negli uffici comunali da alcuni responsabili di Area legati, ovviamente, da rapporto fiduciario con il sindaco Luigi Caroli, primo responsabile di questa sorta di ecatombe politico-amministrativa».

«Questi sono i risultati di una battaglia condotta da me e dal Comitato per la trasparenza presieduto da Tommaso Argentiero – spiega il deputato – nonostante il silenzio complice di quasi tutti i consiglieri comunali cegliesi. Quella dell’Anac è una relazione – continua – che ci dà pienamente ragione e conferma, qualora ce ne fosse bisogno, che non eravamo pazzi quando denunciavamo le nefandezze delle due Amministrazioni ribaltoniste con a capo lo stesso sindaco. Insomma – sintetizza – l’Anac ha censurato diversi degli atti prodotti dall’Amministrazione Caroli e dagli uffici comunali e ha trasmesso le sue risultanze alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi e alla Procura presso la Corte dei Conti».

«Io credo – conclude – che un sindaco censurato e infangato abbia soltanto una cosa da fare per permettere ai cegliesi di riappropriarsi della loro dignità: dimettersi».


---------------------oooooooooooooooooo--------------------- 

"Tutti i nodi vengono al pettine”
Una sonora e pesante bocciatura è stata recapitata al Comune di Ceglie Messapica, da parte dell’Autorità Nazionale Anticorruzione che ha preso a bastonate il Sindaco Caroli e tutta la sua maggioranza. Infatti, l’ANAC presieduta dal presidente Cantone ha ribadito con una propria delibera, al termine degli esiti ispettivi, ciò che le forze di opposizioni hanno detto da anni: sono state continuamente violate le disposizioni in materia legislativa. L’indagine è stata condotta su un campione di 19 affidamenti in materia di lavori pubblici e 17 in materia di servizi e forniture di beni a partire dal 1-1-2013 ma questo modus operandi risale anche a prima, fin dall’inizio dell’esperienza amministrativa del Sindaco Caroli. L’ANAC ha censurato senza mezzi termini l’operato del Comune di Ceglie Messapica e ha dato mandato ai propri uffici di inviare la delibera alla competente Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti. Questa delibera è una bocciatura senza appello del Sindaco Caroli. Non si possono scaricare le responsabilità soltanto sui responsabili degli uffici, gli stessi sono nominati con atto fiduciario del Sindaco e poi c’è la responsabilità politica delle scelte che vengono effettuate e degli ordini che vengono impartiti. Dal verbale del giudice Cantone si evince il tragico sistema politico-clientelare che sta letteralmente distruggendo il tessuto socio-economico di questa città causando una bancarotta morale, etica e finanziaria. Il Sindaco Caroli e la sua maggioranza silente sono i maggiori responsabili di questa triste vicenda che sta coinvolgendo la nostra città. A questo punto è necessario che giovani, donne e uomini abbiano uno scatto d’orgoglio e facciano un passo in avanti assumendosi le proprie responsabilità perché bisogna riportare questa città nell’alveo del diritto amministrativo. Questa maggioranza si assuma le proprie responsabilità e ne tragga le dovute conseguenze!

ArticoloUno- MDP sezione Peppino Impastato

---------------------oooooooooooooooooo--------------------- 

Illegalità Diffusa
Dopo la diffusione della nota Anac con la quale è stato censurato il modo di Amministrare il Comune di Ceglie Messapica, ci sono alcuni che tentano di far passare il tutto come se le forze di opposizione buttano fango sulla maggioranza o come il Sindaco che in modo vigliacco scarica le responsabilità sui funzionari comunali. Chiaramente è del tutto evidente che tutto quello che è stato portato all’attenzione dei cittadini, è frutto della censura effettuata dall’Anac su alcune irregolarità nella gestione degli appalti e dell’assunzione del Personale. Tale situazione è determinata da atti amministrativi sottoposti ad ispezione Ministeriale. Gli Ispettori, quindi, non hanno nessun interesse ad infangare l’Amministrazione Cegliese. Se si leggono le carte risulta evidente che l’amministrazione comunale, per usare un termine alla Di Pietro, “non poteva non sapere”. Prova evidente che l’Anac, in merito alla somministrazione del personale, chiarisce che le assunzioni non furono per niente richieste ne dai responsabili di Area ne evidenziati nella delibera di fabbisogno del personale che periodicamente l’amministrazione effettua. Dunque se nessuno dei funzionari ha fatto richiesta di personale, chi poteva avere interesse a richiedere di deliberare in merito? Una cosa è certa, tutto ciò era a conoscenza degli amministratori e del Sindaco che insieme al Segretario Generale dell’Ente hanno il dovere, anche morale, di controllare la condotta dei propri funzionari, soprattutto quando più volte sia singoli consiglieri, cittadini e autorità preposte, fanno rilevare irregolarità. Oltre tutto qualcuno deve spiegare quali siano le reali Ragioni per cui si omette di pubblicare per mesi e mesi, nella sezione “Trasparenza” del sito comunale, atti degli organi di controllo, Anac e corte dei conti? Cosa si vuole tenere nascosto? Il nostro auspicio che si chiarisca al più presto la situazione venutasi a creare affrontando l’argomento anche in un Consiglio Comunale monotometico e la si smetta di cercare in tutti i modi di far passare dei fatti politicamente e amministrativamente gravi, come fango buttato dagli avversari. Chi ha responsabilità su queste questioni deve quanto prima chiarire a se stesso la propria coscienza e nel caso, prendere atto di un fallimento che è sotto gli occhi di tutti e trarne le dovute conseguenze ..LIBERANDO CEGLIE DA QUESTO TORPORE AMMINISTRATIVO.
Angelo Gasparro

Presidente Associazione La Bussola

giovedì 5 ottobre 2017

Accertamenti ispettivi


È stato pubblicato, con notevole ritardo, nei giorni scorsi sul sito del Comune (clicca qui) l’esito degli accertamenti ispettivi eseguiti presso il comune di Ceglie Messapica a cura dei Servizi Ispettivi di Finanza Pubblica in attuazione del protocollo di intesa ANAC-MEF RGS. L’indagine ispettiva è stata condotta a campione sull’attività contrattuale svolta dal comune in materia di lavori pubblici e di servizi e forniture di beni. L’analisi condotta dagli ispettori “ha consentito di riscontrare significativi profili di carenza in ordine all’applicazione della normativa in materia della contrattualistica pubblica” come l’assenza di presupposti necessari alla effettuazione di affidamenti diretti, l’assenza di requisiti per proroga contrattuale, la non conformità ai criteri per l’individuazione delle imprese da invitare a procedure negoziate, ecc.
Secondo il regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza in materia di contratti pubblici il Comune può comunicare le proprie controdeduzioni sui rilievi formulati e chiedere istanza di audizione.
Il documento dell’Autorità Nazionale Anticorruzione ha la data di protocollo in uscita del 13 marzo 2017.
Sono state presentate le controdeduzioni? 
Ci sono ulteriori sviluppi? Sembra di sì...

Ricevo e pubblico
"Fatti e misfatti dell'Amministrazione Caroli", diretta facebook per l'On. Ciracì (Direzione Italia)

Domani, venerdì 6 ottobre, a partire dalle 18,30, l'On. Nicola Ciracì (Direzione Italia) terrà una conferenza stampa cui si potrà assistere in diretta sul suo profilo e sulla sua pagina personale facebook.
L'oggetto del live sarà: "Fatti e misfatti dell'Amministrazione Caroli". Si parlerà, dunque, della grave situazione amministrativa di Ceglie Messapica, con il Comune finito prima nel mirino degli ispettori del Ministero dell'economia e delle finanze, mentre oggi dell'Autorità nazionale anticorruzione. Nelle relazioni di Mef e Anac sono evidenziati abusi e illegalità diffusi negli affidamenti di servizi, lavori, appalti, incarichi e, dunque. Insomma, sono gettate inquietanti ombre sugli ultimi anni di governo cittadino. 

Sarà, questa, anche un'occasione per rivolgere domande al deputato e/o per confrontarsi con lui grazie alla possibilità di commentare in tempo reale.



mercoledì 4 ottobre 2017

Perso il secondo...


Perso il secondo finanziamento per il potenziamento dello Iat
Ancora una volta il nostro comune non partecipa al Bando Regionale per il potenziamento dello Iat (Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica). La seconda parte delle domande doveva essere inviata entro il 30 agosto 2017 per il periodo B riportando nell’oggetto la seguente dicitura “Qualificazione Uffici Info-Point Turistici della Rete Regionale 2017” .
Nei giorni scorsi sul sito di Puglia Promozione è stata pubblicata la graduatoria dei Comuni ammessi al finanziamento , ancora una volta il Comune di Ceglie Messapica non ha partecipato al bando. 

Ci domandiamo come mai anche questa volta il nostro comune non ha partecipato, come mai si continua a non partecipare a Bandi Regionali per lo sviluppo turistico?
Questa è la politica turistica che vogliono continuare a sostenere?"

Articolo UNO MDP Peppino Impastato Ceglie Messapica


UNITRE: iscrizioni

Sono aperte le iscrizioni al XVII anno accademico dell'UNITRE - UNIVERSITA’DELLE TRE ETA’ di Ceglie Messapica. Non è richiesto alcun titolo di studio. Gli insegnamenti spaziano dalle lezioni più tradizionali alle attività manuali, dagli studi storici e filosofici, allo spettacolo e alla musica, dalla cucina alla prevenzione sanitaria, dai corsi di inglese alla ginnastica dolce, dalle visite guidate alla presentazione di libri e altro ancora. L'inaugurazione dell'anno accademico si terrà sabato 28 ottobre presso il Castello Ducale.
L'associazione ha sede in via Ospedale Vecchio 12 a Ceglie Messapica.



martedì 3 ottobre 2017

Biodiversità, bene comune



Torna a Ceglie, il 7 e l’8 ottobre 2017, la Festa nazionale dello Scambio dei semi, iniziativa giunta alla 3a edizione.
 
- Si inizia sabato 7, alle 18:00, presso la sala conferenze del castello, con il Convegno “Biodiversità, bene comune”.

Il professor Pietro SANTAMARIA (docente presso l’Università di Bari e coordinatore del progetto BiodiverSO), l'etnobotanico Giovanni SIGNORILE (curatore dell’Erbario Orto Botanico dell’Università di Bari), la dottoressa Palma FEDELE (medico chirurgo, specialista in Oncologia, dirigente medico UOC Oncologia, Ospedale Perrino), il maestro Angelo PASSALACQUA (studioso, salvatore di semi ed esperto di biodiversità agraria), parleranno di biodiversità agraria, degli usi e tradizioni delle piante in Valle d’Itria, dell’importanza di un’alimentazione “biodiversa” e dei grani antichi.
Porterà i saluti dell’Amministrazione comunale l'assessore Antonello LAVENEZIANA; modererà l’agronomo Angelo GIORDANO (società benefit Ex Terra).

- Si prosegue domenica 8 nel castello, dalle 9:00 alle 13:30, con la Festa dello scambio dei semi, occasione per donare e ricevere semi e altro materiale di propagazione di varietà antiche.
L’atrio della struttura sarà attrezzato con banchetti e sedie. In caso di pioggia l'evento si terrà nella adiacente sala conferenze.
Sarà possibile effettuare tour gratuiti del centro storico grazie all’Associazione Amici del Borgo Antico. Inoltre, in vista della costituzione di un’associazione locale per la tutela degli animali randagi, si potrà aderire all'iniziativa recandosi presso il relativo banchetto.

L’evento è organizzato dalla Società Benefit Ex Terra col patrocinio dell’Amministrazione comunale di Ceglie Messapica (BR).
Web: http://www.facebook.com/events/1994800420740857/
Info: 3332805760
  

lunedì 2 ottobre 2017

Un cegliese a "Tu si que vales"

Un cegliese, Teodoro Carriero, batterista, ha partecipato sabato scorso come concorrente nel programma di Canale 5 "Tu si que vales".
Il programma, presentato da Belen Rodriguez, ha la giuria composta da Maria De Filippi, Gerry Scotti, Rudy Zerbi e Teo Mammucari a cui si aggiunge un giudice popolare rappresentato da Mara Venier.




Dario Pinelli, chitarra, e  Federica Caroppa, voce, di Manduria,
Michele Biancofiore kazoo, chitarra e coro,
Teodoro Carriero, xilofono, Cd contro il cruscotto e coro,
Mattia Di Francesco basso e coro.

10 lezioni sulla giustizia




Presentato sabato 30 settembre nel Salone del Castello Ducale di Ceglie Messapica il libro "10 lezioni sulla giustizia per cittadini curiosi e perplessi" di Francesco Caringella che è stato intervistato dalla giornalista Sonia Gioia.

I video trasmessi in diretta



Pallacanestro

Pallacanestro Serie C Silver
2a Giornata Andata
 PetrolMenga Ceglie - Mola
53 - 71
Parziali: 24-18, 11-26, 10-14, 8-13



CLASSIFICA
Mola, Monopoli, Taranto, Francavilla 4,
Manfredonia, N.P. Ceglie, Altamura, Ruvo di Puglia, Lecce, Castellaneta, Corato, Vieste 2,
 Monteroni, Martina Franca, Santeramo, Ostuni 0.
La prossima: 3a giornata andata 8 ottobre
   Monopoli - Ceglie