.

Na strende m'agghje 'ndise atturne o core / de fueche. Na u fa cchjù, ca pozze more. Da “Nu viecchju diarie d'amore” di Pietro Gatti

a

lunedì 29 febbraio 2016

Associazione di Volontariato KAILIA

Comunicato stampa
Tesseramento 2016 dell’Associazione di Volontariato KAILIA aperto alla cittadinanza.

Si informa la cittadinanza che è aperto il tesseramento 2016 per far parte dell’Associazione di Volontariato KAILIA operante nell'ambito di Protezione Civile.
Per info o per iscriversi inviare la richiesta al seguente indirizzo e-mail: asskailiaprotciv@gmail.com

                                                              Il Consiglio Direttivo

Il paese senza parole

Il posto delle favole
Il paese senza parole
Domenica 6 marzo ore 18:00
Teatro Comunale Ceglie Messapica


Nel paese dove vivono Philéas e Cybelle non si parla quasi mai: qui le parole vanno comprate e mica tutti i bambini possono permetterselo. Così Philéas, quando si innamora di Cybelle, non ha abbastanza soldi nel salvadanaio per dirglielo. Tre parole riesce a rubarle al vento, e poi ha con sé una parola speciale. Ma un giorno quel vento torna, più forte e...

Uno spettacolo di narrazione e danza, un racconto sull'importanza delle parole e delle storie da poter raccontare, dove gli occhi e le orecchie possono immaginare mondi nuovi, emozioni che non sono visibili se non attraverso il corpo e il movimento.

Testo di: Roberto Anglisani e Alessandro Rossi
Con: Marianna Batelli e Alessandro Rossi
Musiche originali: Marcello Batelli
Coreografie:Marianna Batelli
Costumi: Mirella Salvischiani
Regia: Roberto Anglisani
Genere:Teatro di narrazione e danza
Età consigliata:dai 6 anni

Inizio ore 18.00 apertura porte ore 17.30
botteghino dalle 16.00

ingresso 5€, omaggio per ogni nonno che accompagna un nipotino
per info e prenotazioni 3892656069

Pallacanestro del lunedì

Pallacanestro Serie D Regionale
4a Giornata ritorno
 N.P. CEGLIE - CISTERNINO 
64 - 51
Parziali:  28-11 / 15-12 / 8-15 / 12-12
Nuova Pallacanestro Ceglie 2001
Basket Corato 42,  N.P. Ceglie 40,  Murgia Santeramo 30, Pall. Molfetta, S. Rita Taranto, AP Monopoli 26, Cestistica Barletta, Angiulli Bari 24,  Pall. Lecce 16, Virtus Taranto, Club Giganti Cisternino, Basket Calimera, Mens Sana Mesagne 14, Aurora Brindisi, Assi Basket Brindisi 12, Olympia Rutigliano  2.
La prossima: 7a giornata di ritorno
Bari - N.P. Ceglie 


domenica 28 febbraio 2016

Buona domenica


Centro Documentazione Archeologica
Chiuso

Galleria d'Arte Moderna Emilio Notte
Chiusa

ore 8.30-11.30 Ospedale  
Giornata del donatore

ore 19.00 Teatro Comunale 
XXII Stagione concertistica "Caelium"New Made Ensemble

-----------------------------------------

Farmacia di turno
Farmacia Carparelli
Via Cristoforo Colombo, 3/C
Telefono: 0831-388347

-----------------------------------------------

U vangele di iosce
Se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo.
(Lc 13,1-9)
Clicca qui.

Nu dettèrie
Disc' u fafalur': 
ku tiemp t'agghi-ffa u buk.

Dice il verme della fava: 
col tempo ti farò il buco.

Con la costanza si arriva dappertutto
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi
Na fotografije
Ceglie Bella? Sì




venerdì 26 febbraio 2016

Gianfranco Menzella Trio



Gianfranco Menzella trio live
Petra Live Music Club

Sabato 27 febbraio "Gianfranco Menzella Trio", con al contrabbasso Tommaso Scannapieco, alla batteria Giovanni Scasciamacchia e Gianfranco Menzella al sax. I musicisti vantano collaborazioni da alcuni anni con artisti come Eric Marienthal, Mario Biondi, Jerry Bergonzi, Steve Grossman, Randy Brecker, Fabrizio Bosso e Michael Rosen. Con la presentazione del nuovo disco "My favourite songs" eseguiranno brani della tradizione Americana, lo stile è sobrio ed allo stesso tempo moderno e fresco. 
start ore 22.00 ticket 10,00€

giovedì 25 febbraio 2016

L'opinione: "Aravano stamani..."

A
ravano stamani. Sulla collina e anche il mio vicino di campagna. Gli uni nel centro abitato, l'altro in contrada Seppunisu. Sulla collina, proprio ai piedi degli uffici dei dirigenti e degli assessori, tutti vista mare, il marrone
appena rivoltato a nuovo delle zolle bagnate faceva da contrappunto al grigio delle pietre appena recuperate nella loro veste regale di muri a secco e paretone, quel che ne rimane. Il mio vicino da tempo ha già piantato fave, finocchi altre rape; la nostra amministrazione va in ritardo anche nelle semine primaverili.
Pare ci sia una protesta in atto dei lombrichi. Sono mesi che la collina è in balia degli eventi, terrorizzata dai politici che seminano solo terrore e disorientamento quando ci si aspettava un recupero totale dell'intera zona che guarda a mare e non si sa se tale progetto sia ancora un obiettivo o anche quello è in alto mare! Una zona che negli intenti doveva essere panoramica, ospitale con panchine passeggio teatro lampioni e siepi colorate e profumate ed invece è rimasto un campo da arare! Gira ancora l'idea balzana
dell'orto in progress, una idea dell'ambientalismo sinistroide che non ha mai capito la parola recupero e valorizzazione; idea fatta propria da questa amministrazione che non sa cosa fare, neanche una, se non l'altra stramberia di portarci i bambini a togliere i bruchi dalle foglie dei peperoni, guardare le zucchine della terra e le zucche vuote dei politicanti scambiando il tutto per pedagogismo e ambientalismo, di cui francamente se ne potrebbe fare a meno perchè l'orto rimane un orto, nemmeno un'isola che non c'è, da cui si potrebbe partire per imparare qualcosa di serio. Potrebbe rimanere tale e valorizzato se qualche dirigente tornasse alla zappa invece che alla penna e alle delibere che non capisce e copia e ancor più se ad ogni assessore fosse assegnato un terrazzamento su cui impostare il suo lavoro futuro. 
La collina è una incompiuta, pari a una delle tante di epoca democristiana; rimane brutta perchè nuda e senza anima e le pietre unite nel coro di un muro non bastano più perchè ciò che risalta agli occhi è una immagine di abbandono
e di desolazione. Si deve decidere: ai turisti continuerete a offrire la vista di peperoni e melanzane, pomodori e cocomeri, prezzemolo e insalate varie o ci mettete su un bel giardino con fiori e alberi e siepi meditterannee? Volete unire il corpo della collina al centro storico con armonia e tanto verde o continuerete ad arare ad ogni inizio di stagione nella speranza di piantarci, quando verrà in mente, un'idea diversa e poi che cresca rigogliosa? Volete restituirla al paese dopo anni di abbandono o qualcuno vorrà costruirci il suo futuro continuando a zappettare, o magari darla ad una cooperativa costituita all'uopo per far arieggiare i lombrichi? Magari produrre a km zero e poi venderla nella piazza coperta quando sarà aperta, cioè mai?
Non capisco questa fissazione dell'orto: ma come non avete mosso un dito per cercare di aprire un parco archeologico e volete a tutti i costi coltivare pomodori e cocomeri, quando dall'amico fruttivendolo qualche cassetta pro domo propria o esigenze educative e scolastiche, la passa anche gratis? Si capisce poi della bontà della qualità culturale offerta, del perchè si preferisce l'orto al parco, del perchè nessuno legge e si inventano festival letterari, una sorta di legge di compensazione al rovescio. Non si può tenere una collina ostaggio di un ortaggio, come non si può tenere un paese senza alcuna idea di futuro che non siano pavimentazioni e mercatini.

Angelo Ciciriello 

E' tutta sua la colpa

Ieri c'era la gara a chi doveva prendersi i meriti per il finanziamento per l'ospedale, oggi di chi sarà la colpa? 

Trasferito al Perrino il centro Sla di Ceglie, la comunità protesta
di Maria GIOIA

Le promesse di finanziamenti per la riconversione dell’ex ospedale cittadino a Ceglie Messapica non mancano, anzi si sprecano. Ma nel frattempo i servizi di assistenza e prevenzione, che sono propri di un presidio territoriale quale deve o dovrebbe essere quello cegliese, vengono chiusi e trasferiti altrove per svariate ragioni.

A dimostrarlo è, per ultimo, il trasferimento del centro di ascolto - sportello per le famiglie di pazienti affetti da Sla e Sma e non autosufficienti gravissimi dell’Asl presso l’ospedale Perrino di Brindisi. Il provvedimento è stato disposto dai vertici dell’azienda sanitaria locale con una delibera, la 301 del 22 febbraio scorso, per riorganizzare il servizio e il gruppo di lavoro che se ne occuperà «a seguito della defezione di alcuni operatori».
Secondo quanto emerge nell’atto amministrativo, la rimodulazione è stata decisa dai vertici dell’Asl dopo aver preso atto delle dimissioni del responsabile dello sportello, del trasferimento dell’assistente sociale e del conferimento di diversi incarichi ad altri due componenti del gruppo di lavoro. Ma questo non è tutto, perché gli stessi vertici dell’azienda sanitaria brindisina hanno valutato anche la relazione finale per l’anno 2014-2015 sulle attività dello sportello presentato dalla referente provinciale “Aisla” e dal responsabile del centro.

mercoledì 24 febbraio 2016

Cinema Paradiso


giovedì 25 febbraio
CINEMA PARADISO
Compagnia La Luna nel Letto
Teatro Comunale Ceglie Messapica

regia luci e scene Michelangelo Campanale
con Giuseppe Di Puppo, Annarita De Michele, Erica Di Carlo, Paolo Gubello, Daniele Lasorsa, Salvatore Marci, Maria Pascale, Palmiriana Sibilia, Luigi Tagliente

assistente alla regia Antonella Ruggiero
supervisione coreografica Aline Nari
cura del testo Katia Scarimbolo
tecnico luci Tea Primiterra
costumi Maria Pascale
video omaggio agli addii Mario Bianchi
video Ines Cattabriga, Michelangelo Campanale


Esiste un luogo dove, se arriva il buio, ricomincia la vita; un luogo dove i sogni e gli incubi prendono sostanza; in cui la realtà e il desiderio, si confondono… un luogo affascinante e pauroso; attraente e respingente. È il cinema.

Il piccolo Totò vive nel cinema, sospeso come in un “intervallo”. Tra visioni e citazioni imparate a memoria, Totò fa ripartire la pellicola della sua vita, e sono le immagini dei film tesserne la trama. "C’avevo una testa enorme, sembravo una palombella rossa. Aspettavo sempre che il campanello facesse King Kong, perché si sa il postino suona sempre due volte. E dicevo, c’ho il sesto senso contro i soliti sospetti…”

BIGLIETTO
- PLATEA: intero 10€ - ridotto under 30 7€
- GALLERIA: unico 7€

INFO E PRENOTAZIONI al numero 3892656069

Gli spettacoli inizieranno alle 21.00 - l'apertura delle porte è prevista alle 20.30
Servizio di Babysitting gratuito su prenotazione

"Gioia" e la giornata della donna

MARZO, MESE DELLE DONNE: TANTE LE INIZIATIVE PER CELEBRARE LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA, PROMOSSE DALL'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE “GIOIA”, CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI CEGLIE MESSAPICA, IN COLLABORAZIONE CON LE ATTIVITÀ COMMERCIALI E LE ASSOCIAZIONI LOCALI. 

Non solo 8 Marzo, ma “L'Otto Marzo” perchè, nonostante i passi avanti, è importante fermarsi a riflettere al fatto che le donne ancora oggi continuano a guadagnare di meno rispetto agli uomini, hanno difficoltà ad accedere a posizioni di responsabilità e sono le prime ad abbandonare il lavoro per dedicarsi alla famiglia e ai figli, quindi i cambiamenti degli ultimi cinquant'anni non sono ancora sufficienti. 
Le donne rappresentano una importante risorsa per la società, per il mondo del lavoro e soprattutto il fulcro e la colonna portante della famiglia, per questo l'APS “GIOIA” ha voluto dedicare all’universo femminile più momenti. Libri, musica, sport e salute: cinque appuntamenti per declinare la donna in tutte le sue sfaccettature.

Nel dettaglio gli appuntamenti:
Venerdì 4 marzo, alle ore 19, nella Sala Convegni della Med Cooking School, avrà luogo l'incontro con Isabella D'Attoma che presenterà il libro "Mia madre non mi ama. Istruzione per l’uso dei comportamenti adolescenziali” ( Falco Editore). È il primo libro della psicologa e psicoterapeuta ostunese dove l’autrice racconta trent’anni di esperienza lavorativa e attraverso le storie dei ragazzi giunti in psicoterapia, il libro dà validi spunti per migliorare il benessere degli adolescenti più sensibili e dei genitori ansiosi, i quali hanno bisogno di sempre più sostegno per raggiungere una maggiore serenità.
Venerdì 11 marzo, alle ore 18.30, presso l'Art Cafè (via Muri), Gabriella Genisi, la Camilleri della Puglia, presenta il giallo “Spaghetti all'assassina” (Sonzogno Editore). Nel romanzo si possono scoprire le nuove avventure del commissario Lolita Lobosco attraverso una scrittura semplice ed efficace. Un mix tra la vita poliziesca e quella reale, che esalta anche la prelibata cucina tipica di una Bari ricca di colori, suggestioni e tradizioni. Seguirà una degustazione di spaghetti all'assassina preparati con i prodotti biologici offerti dall'Azienda “Le Terre dell’Oasi-Torre Guaceto”, Presidio Slow Food.
Venerdì 18 marzo, alle ore 19, nella Sala Convegni della Med Cooking School, appuntamento con la salute e la prevenzione nell'incontro “Il cuore delle donne”. A relazionare Giovanna Rodio, di Ceglie Messapica, Cardiochirurgo presso l’Ospedale SS. Annunziata di Taranto. Già Dirigente Medico di Cardiologia al P.O. “Umberto I” di Altamura (Ba), la Dottoressa Rodio parlerà dei rischi e dell’individuazione precoce dei sintomi relativi alle malattie cardiovascolari, un problema spesso trascurato nel sesso femminile.
Sabato 19 marzo, dalle ore 21, il Petra Live Jazz Club (Castello Ducale) presenta “Elica” (Florestano Editore) di e con Chiara Liuzzi, cantante e docente Jazz. Il libro propone una ricerca sull’improvvisazione, forma di composizione istantanea, che grazie al personale bagaglio esperenziale, guidato dalle attività sensoriali, permetterebbe un profondo ascolto del proprio essere. A seguire una Jam Session per plasmare diverse arti,ben oltre l’orizzonte della musica.
Domenica 20 marzo, dalle ore 9.30 alle ore 12.30, le vie di Ceglie Messapica si tingono di rosa con la “Camminata Rosa”, una camminata a sostengo della ricerca sul tumore al seno. L’evento è volutamente non competitivo, così che tutti possano prendervi parte, singolarmente o in gruppi, con la famiglia, con le amiche, con il proprio cane, a piedi o in bici. I percorsi di 2 km (pedonale) e 3 km (ciclabile) si snoderanno in zona centrale. La quota di iscrizione di 5 euro sarà devoluta alla LILT – Sezione Provinciale di Brindisi.

Si ringrazia:
Comune di Ceglie Messapica, Assessorato alla Cultura – Assessorato alla Viabilità
Amici del Borgo Antico
Art Cafè Wine Bar
Atletica Ceglie Messapica
Bicilona
DOK Supermercati
Med Cooking School
La Torre dei Sapori
LILT – Brindisi
Petra Live Jazz Club
Rotaract Club – Terra dei Messapi
MEDIA PARTNER: IDEA RADIO

martedì 23 febbraio 2016

Mal di pancia

Nessuno è mai fuggito al mal di pancia: ogni persona, almeno una volta nella vita, ne viene infatti colpita. Fortunatamente, nella stragrande maggioranza dei casi, il mal di pancia si rivela un dolore passeggero e fugace, che si smorza spontaneamente nell'arco di una manciata di ore o regredisce rapidamente attraverso semplici accorgimenti dietetico-comportamentali. 
Nonostante quanto affermato, il mal di pancia non dev'essere sottovalutato: in alcuni casi (fortunatamente in una minima percentuale), il dolore può nascondere una patologia più o meno grave. In simili circostanze, il mal di pancia non regredisce attraverso semplici interventi farmacologici, né tantomeno guarisce da sé. Quando il dolore alla pancia assume una connotazione crampiforme, è acuto, inarrestabile, invalidante e difficilmente localizzabile, non resta che chiamare immediatamente i soccorsi, dato che potrebbe essere in atto un'infiammazione grave come appendicite, pancreatite o quant'altro.

Mal di pancia... cegliesi
Sarà un dolore passeggero e fugace? I due principi attivi faranno fuori la causa (secondo loro) del mal di pancia? L'unione fa la forza? E se fossero loro la causa? Ci sarà un vuoto e chi lo riempirà oppure chi lo Convertirà? E se la testa decidesse di prendere un bel purgante e così via tutto? E poi la testa chiamerà i soccorsi o piano piano ricostruirà con le proprie forze? Si potrebbe anche morire...
Uffa quante domande ho un mal di testa... altro che mal di pancia. 
Ahi Ceglie...

Caelium


XXII STAGIONE CONCERTISTICA
CAELIUM
TEATRO COMUNALE - Ceglie Messapica

DOMENICA 28 FEBBRAIO ore 19.00
NEW MADE ENSEMBLE
Ensemble in residence del Centro Musica Contemporanea di Milano
Raffaele BERTOLINI - clarinetti 
Rephael NEGRI - violino
Musiche di: A. Bruzzese, M. Capuzzo, M. Gianfreda, A. Nicoli, S. Pierini, G. Platini, P. A. Polito, P. Ricci, R. D. Rusconi, R. Spinosa, A. Talmelli, M. Viel

Direzione Artistica: Massimo Gianfreda

Rassegna stampa 4° Concerto Ass. Caelium – Ceglie Messapica

NEW MADE ENSEMBLE
L’ENSEMBLE IN RESIDENCE DEL CENTRO MUSICA CONTEMPORANEA DI MILANO

Domenica 28 febbraio 2016, ore 19,00

Ancora intense emozioni musicali all’Associazione Caelium di Ceglie Messapica. Domenica 28 febbraio, alle ore 19,00 presso il Teatro Comunale di Ceglie Messapica si esibirà il duo, Raffaele Bertolini (clarinetti) e Rephael Negri (violino), il New Made  (NEW Music And Drama Ensemble) concertisti dell’ensemble in residence del Centro Musica Contemporanea di Milano. Il New Made si è esibito nei Festival  e nelle Stagioni concertistiche delle principali città italiane, nonché in tournèe in Giappone e in Sud America, realizzando prime esecuzioni assolute di Roberto Andreoni, Louis Bacalov, Sonia Bo, Silvia Bianchera, Aldo Brizzi, Maurilio Cacciatore, Giorgio Colombo Taccani, Pasquale Corrado, Ivan Fedele, Maurizio Ferrari, Federico Gardella, Giuseppe Giuliano, Carla Magnan, Giacomo Manzoni, Riccardo Panfili, Marcela Pavia, Carla Rebora, Valerio Sannicandro, Rossella Spinosa, Roberta Vacca, ecc.
L’ensemble ha sviluppato progetti in collaborazione con i principali enti italiani per la musica contemporanea e ha realizzato diverse registrazioni discografiche per varie etichette. Il New Made Ensemble porta avanti un’attività continuativa di esecuzione e promozione delle opere di compositori iscritti al Centro, nonché registra  e pubblica i propri progetti per la Collana discografica del Centro Musica Contemporanea ARCHIVI DEL  XXI° SECOLO. Questo concerto si avvale della collaborazione del "Centro Musica Contemporanea di Milano" e ha come scopo quello di offrire al  pubblico una selezione di opere della musica "colta" di oggi scritte da compositori contemporanei italiani.
Il progetto ha previsto una serie di concerti dal vivo presso importanti Istituzioni e Associazioni di città italiane tra cui: AVELLINO - Auditorium del Carmine, MILANO - Museo del Novecento, LOVERE (BG) Accademia di Belle Arti Tadini, COMO -  Spazio Sinestesie, CAGLIARI - Conservatorio di musica, TRIESTE - La Stanza, LASPEZIA - Conservatorio di musica.
In programma l’esibizione di CEGLIE MESSAPICA (Br) Associazione Caelium - Teatro Comunale del 28 febbraio e quella di MILANO - 22 marzo - Festival 5 Giornate. Il Programma della serata prevede l’esecuzione di musiche di alcuni maestri tra cui: Angelo Bruzzese, Maura Capuzzo, Massimo Gianfreda, Andrea Nicoli, Stefano Pierini, Giacomo Platini, P. Alessandro Polito, Paolo Ricci, Roberto David Rusconi,Rossella Spinosa, Andrea Talmelli, Massimiliano Viel.


Giornata del donatore




Vi aspettiamo al consueto appuntamento ricordavo che è preferibile fare una leggera colazione a base di thè, biscotti secchi ed evitare assolutamente latte e derivati. Per chi si appresta a donare per la prima volta si prega di contattare il 3396149697.

Domenica 28 febbraio dalle ore 8:30 alle ore 11:30
Ospedale Ceglie Messapica

domenica 21 febbraio 2016

Buona domenica


Centro Documentazione Archeologica
Chiuso

Galleria d'Arte Moderna Emilio Notte
Chiusa

ore 16.00 Corso Garibaldi 
Scascia Pignata

ore 17.30 Teatro Comunale 
Il posto delle favole
La regina delle nevi

ore 20.00 Largo S. Rocco 
Il Pignatone

ore 20.00 Centro anziani 
Ce pacienze ca ngi vole
Commedia dialettale
G.T.A. Maria SS. Assunta 

-----------------------------------------

Farmacia di turno
Farmacia  Lagamba Galante
Viale Moro Aldo, 14
Telefono: 0831-377167

-----------------------------------------------

U vangele di iosce
Mentre Gesù pregava, il suo volto cambiò d'aspetto.
(Lc 9,28b-36)
Clicca qui.

Nu dettèrie
Pekr’ zopp’ o luat’ t’aspett’
Pecora zoppa in fondo al viottolo t’aspetto.

Chi è abituato a commettere errori facilmente vi ricasca.
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi
Na fotografije
Ceglie Bella? Sì


Foto Francesco / Flickr: 23174201@N06

sabato 20 febbraio 2016

Pineta Ulmo

Domenica 21 febbraio p.v., alle ore 10.00, sarà riconsegnata alla cittadinanza la Pineta Ulmo, al termine dei lavori di riqualificazione finalizzati alla “Realizzazione di percorsi naturalistici e aree per la mobilità lenta”. Durante la mattinata e fino alle ore 16.00 sono previste attività per bambini, famiglie e sportivi.
La riqualificazione della Pineta Ulmo è stata finanziata dalla Regione Puglia mediante i fondi del  P.S.R. Puglia FEASR 2007/2013 (Programmi di Sviluppo Rurale) – Asse II “Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale” – Misura 2.2.7./2013 “Sostegno agli investimenti non produttivi – foreste” e cofinanziata da risorse proprie dell’Ente.
Con tale finanziamento che riguarda l’Azione 3 “Valorizzazione turistico-ricreativa dei boschi” sono stati realizzati diversi interventi di riqualificazione complessiva in tutta l’area della Pineta Ulmo. In particolare è stata ripristinata la staccionata in legno lungo tutto il perimetro dell’area verde e lungo alcuni percorsi interni. Inoltre sono state posizionate nella pineta : alcune bacheche divulgative, tavolini da pic-nic, panchine, cestini porta rifiuti, stalli porta biciclette, alcuni giochi di diverse tipologie ed una casetta in legno con annessi servizi. I lavori sono stati eseguiti dalla ditta ZION Società Cooperativa Sociale.


 Pianta topografica dell'ing. Francesco Ortona del 1863 del fondo denominato “Ulmo” appartenente al demanio comunale di Ceglie.

venerdì 19 febbraio 2016

M'illumino di meno


Comunicato Stampa

Oggetto: La Città di Ceglie Messapica aderisce a “M’illumino di meno”.

La Città di Ceglie Messapica aderisce anche quest’anno alla Giornata del Risparmio Energetico, partecipando a “M’illumino di meno”, la più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sui consumi energetici e la mobilità sostenibile (giunta alla 13^ edizione) ideata da Caterpillar, storico programma in onda su Radio2.
Venerdì 19 febbraio la nostra città aderirà spegnendo simbolicamente i 4 lampioni principali della pubblica illuminazione di Piazza Plebiscito, dalle ore 18.00 alle 20.00.
L’invito è rivolto anche a privati cittadini, aziende, negozianti, scuole, ristoranti e associazioni : ciascuno interpreterà a proprio modo l’invito, spegnendo vetrine, computer, apparecchiature elettriche, ma sopratutto i LED degli elettrodomestici che solitamente vengono lasciati accesi anche quando sono in stand-by.
In particolare si invitano gli esercenti a spegnere le insegne e le luci esterne delle proprie attività e i cittadini a contribuire con un gesto simbolico, dalle ore 18.00 alle 20.00 di venerdì 19 febbraio.
Le buone pratiche previste per l’edizione 2016, oltre allo spegnere le luci, sono : andare al lavoro in bicicletta, cucinare a basso impatto ambientale, diffondere il messaggio.
L’edizione di quest’anno è legata in modo particolare al tema della mobilità sostenibile con la grande operazione Bike the Nobel, la campagna etica di Radio2 promossa da Caterpillar in cui viene candidata la bicicletta al Premio Nobel per la Pace.
Pertanto l’Amministrazione Comunale invita tutti i cittadini a rinunciare per un giorno all’automobile e ad utilizzare, per quanto possibile, la bicicletta o qualsiasi altro mezzo a basso impatto energetico come simbolo di pace e di rispetto per l’ambiente.
Si coglie l’occasione per comunicare alla cittadinanza una iniziativa di prossima realizzazione, “Una BICICLETTA  per AMICA”, per promuovere l’uso della bicicletta e dei mezzi ecosostenibili in particolare tra le nuove generazioni. E per potenziare ulteriormente questa campagna di sensibilizzazione si sta predisponendo l’installazione di rastrelliere per bici presso gli istituiti scolastici ed in alcune zone della città.

Ceglie Messapica, 18 febbraio 2016  
       
                                                                                  L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE                                                                                          
     


giovedì 18 febbraio 2016

Investimenti per l'ex ospedale di Ceglie

“Siamo ad una vera svolta che non ci consente alcun altro tipo di ragionamento, né di campanile né di altra natura, se non quello ispirato a criteri di territorialità, solidarietà ed economicità. Con l’ultimo piano di riordino sono state chiuse in Puglia molte strutture ospedaliere con l’intesa, con i territori, che sarebbero state riaperte con funzioni non ospedaliere ma sociosanitarie, soprattutto medicina del territorio. Molte cose di straordinaria importanza che prima venivano scaricate sugli ospedali, ad altissimo costo, ora potranno essere gestite in modo diverso, direttamente sul territorio”.

Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano presentando in conferenza stampa, martedì mattina presso il Consiglio regionale, il piano di investimenti (programmazione 2014/2020) di Fondi europei (FESR), per un totale di 404 milioni di euro, che permetterà alla Regione Puglia di sostenere il miglioramento e il potenziamento dei servizi di assistenza e cura extraospedalieri. 

La prima fase, avviata già a fine dicembre per una ricognizione dei fabbisogni,  in sintonia con gli organi tecnici dell’Assessorato al Welfare e del Dipartimento Salute, le Direzioni generali delle Asl e le are tecniche, ha consentito l’individuazione di 139 progetti, di cui 66 hanno una priorità alta e ammontano a più di 230 milioni di euro, 52 sono stati definiti con una priorità media e ammontano a circa 200 milioni di euro e 21 hanno una priorità bassa e si assestano sui 60 milioni di euro.

Tra quelli ritenuti prioritari per la provincia di Brindisi ci sono la riconversione degli ospedali di Mesagne e di Ceglie Messapica in Presidi territoriali di assistenza (Pta), con investimenti previsti rispettivamente di 8 milioni e di 7,5 milioni di euro.“
Fonte 1. Fonte 2.


+++COMUNICATO STAMPA+++

FONDI EUROPEI SANITÀ, GENTILE: NULLA DI NUOVO SOTTO IL SOLE.


Squilli di tromba, rulli di tamburo per annunciare quello che già era stato programmato e avviato con la definizione del piano operativo 2007-2014 e confermato con la programmazione del settennio 2014-2020 approvata in quel di Bruxelles all'inizio dell'estate scorsa quando ancora la giunta Emiliano cominciava a muovere i primi passi.
Dunque nulla di nuovo accadrà nella nostra sanità che non sia stato ampiamente previsto nelle scelte del precedente Governo regionale.
Da Ceglie a Conversano, da Massafra a Triggiano, da Trani a Torremaggiore, da San Nicola a Monte Sant'Angelo (solo per citarne alcuni) sono a disposizione dei pazienti strutture territoriali (allocate prevalentemente in ex presidi ospedalieri) in grado di soddisfare la domanda di salute prevalente e la domanda di presa in carico delle persone (anziane e disabili) non autosufficienti.
Per non parlare delle tantissime strutture distrettuali nate ex-novo nei comuni più piccoli: da Accadia ad Ascoli, da san Nicola a Casamassima, ricordando anche gli hospice ed i centri risveglio già deliberati e non ancora realizzati per i ritardi nell'esecuzione di cui sono responsabili le Asl.
Il piano di riordino ospedaliero con le tipologie organizzative che oggi sono state ovviamente confermate e la rifunzionalizzazione dei nosocomi in strutture territoriali anche queste dimensionate per rispondere alla domanda di salute maggiormente rappresentata sono patrimonio della storia già scritta.
Insomma è bastato rovistare nel cassetto in alto a sinistra di quella che fu la scrivania degli assessori alla sanità per confermare, così come di fatto è avvenuto l'impianto complessivo del piano dei servizi nella nostra regione.
Parlare di investimenti in infrastrutture (di cui l'intero territorio regionale ha già beneficiato) che dovranno essere animate da nuove figure professionali tutte da reclutare con le procedure concorsuali relative alle ipotetiche deroghe che dovranno essere autorizzate così come avvenuto nel recente passato e che oggi sono state messe a concorso non significa aver cambiato il futuro delle politiche della salute.
Rivoluzione quella annunciata da Emiliano? Assolutamente no!
Piuttosto una resa, difficile da accettare (dopo l'annuncio reiterato di voler cambiare tutto) all'evidenza delle cose già fatte.
Buona fortuna dunque al presidente Emiliano con l'augurio sincero che i ritardi accumulati in questo scorcio di legislatura non facciano ritornare indietro la Puglia imbrigliandola in un nuovo piano di rientro del quale francamente vorremmo tutti farne a meno.

Vota il progetto



Il Festival dei Giochi e delle Tradizioni partecipa ad Aviva Community Fund. 

Aviva C.F. è un contest per sovvenzionare con una donazione i migliori progetti presentati. Il Festival dei giochi è in gara per ricevere una donazione massimale di 10.000 euro. Sono ammessi alle selezioni finali i progetti con il maggior numero di voti di gradimento da parte delle comunità. Le votazioni iniziano dal 18 febbraio e termineranno l'8 marzo. TI chiediamo di supportarci con il tuo voto. Vai su https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/vista/563, accedi con Facebook e dai il tuo voto da 1 a 10 per il Festival dei Giochi. Ci aiuterai concretamente a costruire la prossiama edizione. Grazie e passaparola!


Descrizione
Il progetto che vi chiediamo di sostenere è il Festival dei giochi e delle tradizioni. Il quale, da dodici anni, propone il gioco in strada come elemento aggregativo di comunità, di scoperta dell'altro, d'incontro fra bambini, adulti e anziani. Convinti che proprio dal gioco si possa partire per costruire relazioni fra le persone e fiduciosi che attraverso il gioco i bambini possano apprendere le regole del vivere sociale, abbiamo sposato dal 2012 la causa del Gioco sano, opponendoci all'uso inappropriato della parola gioco frequentemente accostata a VLT, SlotMachine etc. Abbiamo cercato in questo territorio, il brindisino, con una spesa procapite annuale per l’azzardo di 1089 euro, di riaffiancare alla parola gioco gli aggettivi libero e sano. Il festival è unico esempio in Puglia d’incontro multiforme fra gioco di strada e famiglie,insieme ai nostri partner (Armamaxa Teatro – residenza teatrale, Comune di Ceglie Messapica, Regione Puglia, Flic - Scuola di circo di Torino, Piccola scuola di circo di Cuneo, ed a tutte le associazioni che ci supportano vogliamo rendere questa città uno spazio permanente del gioco, sano, semplice e creativo.Il nostro pubblico diretto sono le famiglie ed i bambini. Ma il Festival accoglie singoli individui e molti anziani, che ritrovano nel gioco di strada quella che è stata la loro infanzia. Effetto del Festival è da tre anni la partecipazione come volontari spontanei di oltre 100 giovanissimi dai 16 ai 25 anni, che dedicano gratuitamente il loro tempo e i loro talenti alla realizzazione del Festival. 
Continua qui.


Ce pazienze ca ngi vole


Notedanzanti 2016


Concorso tra scuole di danza con esibizione dei ballerini Francesca Cecchini, Giorgio Albanese, Mattia Tuzzolini che saranno anche giudici della serata.


mercoledì 17 febbraio 2016

Scascia pignata: Omaggio a Raffaele



DOMENICA 21 FEBBRAIO!!! Vi aspettiamo numerosi per un pomeriggio all'insegna del sorriso e del gioco! la "SCASCIA PIGNATA!" in Corso Garibaldi ore 16,00!! Poi alle 18,00 tutti a Teatro per la "Regina delle Nevi" di Armamaxa Residenza Teatrale e per concludere alla fine dello spettacolo: IL PIGNATONE Chiesa di San Rocco!! NON FATEVELO RACCONTARE!!!! ‪#‎cosebelle‬ ‪#‎cegliemessapica‬ ‪#‎ioceroemisonodivertito‬

Il ricordo di Raffaele su Ceglie Bella? Sì

Petra Live Music Club


Raffaele Casarano & Mirko Signorile 
live @Petra Live Music Club
Sabato 20 febbrasio ore 22:00
Petra Live Music Club
via Pietro Elia, 72013 Ceglie Messapica


Siamo lieti di contribuire alla presentazione di questo lavoro di due Pugliesi DOC, Con l’uscita di “Medina" Raffaele Casarano non solo torna a firmare un disco denso di narrazioni e sfumature, melodico e ricco di svariate tessiture sonore, ma dona maggiore linfa e spazio creativo al duo con Mirko Signorile, che ha visto l’inizio ideale con il successo del precedente “Noé” (Tǔk Music, settembre 2013).Dopo anni di collaborazione nel quartetto Locomotive, i due si muovono adesso su equilibri perfetti ed efficaci e con un’intesa musicale profonda, che non conosce quasi paragoni, tanto da rendere questa piccola formazione una delle più amate e richieste in Italia. Sabato 20 febbraio sul palco del Petra. Possibili pacchetti con cena presso Ristorante Cibus e dopo cena al Petra.
start ore 22.00 ticket 10,00€

per info e prenotazioni 
333-2743505 333-8054450 
Web: www.petralivemusic.com
www.ristorantecibus.it

La regina delle nevi


La Regina delle Nevi 
Domenica 21 febbraio 
Teatro Comunale - Ceglie Messapica

con GIUSEPPE CICIRIELLO, DEIANIRA DRAGONE
musica di scena LED ZEPPELIN
regia ENRICO MESSINA

costumi LISA SERIO
disegno luci FRANCESCO DIGNITOSO
elaborazioni musicali MIRKO LODEDO
macchinista PIERO SANTORO

inizio ore 18.00 apertura porte ore 17.30
botteghino dalle 16.00
ingresso 5€ - omaggio per ogni nonno che accompagna un nipotino
per info e prenotazioni 3892656069

La Regina delle Nevi è una della più conosciute fiabe di Hans Christian Andersen e, forse, anche la più bella; certo la più complessa e sfaccettata. Racconta di un’amicizia, tenerissima e strettissima, tra due bambini: Gerda e Kay. E di come la piccola Gerda, resasi conto della “perdita” del suo caro e amato compagno di giochi tra le rose del loro piccolo giardino, sia pronta a mettersi in cammino per cercarlo. La “crisi” provocata dalla scomparsa dell’amico diventa l’occasione per lei di mettersi in viaggio, di abbandonare il mondo protetto dell’infanzia per avventurarsi in quello incerto e conflittuale dell’adolescenza.
Un viaggio fantastico in cui la bambina sarà capace di superare ogni ostacolo, inoltrandosi in situazioni imprevedibili e impreviste, incontrando figure straordinarie, e accettando qualunque sacrificio pur di “salvare” Kay.

Un percorso interiore di crescita e costruzione della propria identità; un lungo e complesso cammino emotivo che condurrà la piccola Gerda a ritrovare l’amico Kay e a liberarlo “dall’incanto” della Regina delle Nevi grazie solo al calore delle sue lacrime. Mai Gerda dimentica e sempre ricorda il motivo del suo essersi messa in viaggio: perché l’esperienza dell’amicizia è quella di un dono di sé gratuito. E al termine di questo lungo cammino i due amici ritorneranno cambiati, cresciuti. “...stavano li seduti entrambi adulti eppure bambini, bambini nel cuore. Ed era estate, fiorivano le rose”.

C’è il silenzio.
Ci sono i giochi.
Ci sono un bambino e una bambina.
C’è un incontro straordinario che ti turba e t’incanta.
Ci sono le paure. C’è una perdita.
C’è il suono dello stereo che risuona una musica ribelle, che t’incoraggia. C’è un’amicizia senza condizioni. Forse un amore.
Per questo per raccontare questa storia abbiamo scelto:
La neve. Un’altalena. Gerda e Kay. La Regina. Lo specchio. I Led Zeppelin. Petali di rosa, bianchi.

da un'idea di Enrico Messina

martedì 16 febbraio 2016

Cessidisce... open web tv


Open Web Tv racconta il vostro paese attraverso le vostre facce!
Open Web Tv è nata dall'idea di un gruppo di giovani pugliesi tutti con background diversi, ma accomunati dalla voglia di dar voce ai fermenti culturali del territorio, alle problematiche, ponendo sempre l'accento sulle soluzioni creative e semplicemente di promuovere un luogo dove confrontarsi, esprimersi e mettersi in gioco.

Open Web Tv è:
#informazione
#promozione locale
#storytelling
#format
#produzionevideo
#comunicazione

Promo #CESSIDISC
#CESSIDISCè il primo format creato da OPEN WEB TV in cui siete voi a parlare!Come si fa a partecipare? Semplice: manda un messaggio a questa pagina contenente un #videoselfie di max 2 minuti;Puoi parlarci del tuo umore durante la giornata; condividere un problema/soluzione della tua città; promuovere una iniziativa culturale o semplicemente far sapere che ci sei!NOI uniremo settimanalmente tutti i vostri video che potrete vedere e rivedere ogni volta che vi va!Allora CE SSI DISC?
Pubblicato da OPEN Web Tv su Martedì 9 febbraio 2016
#CESSIDISC
è il primo format creato da OPEN WEB TV in cui siete voi a parlare!
Come si fa a partecipare? Semplice: manda un messaggio
a questa pagina contenente un #videoselfie di max 2 minuti;
Puoi parlarci del tuo umore durante la giornata; condividere un problema/soluzione della tua città; promuovere una iniziativa culturale o semplicemente far sapere che ci sei!

NOI uniremo settimanalmente tutti i vostri video che potrete vedere e rivedere ogni volta che vi va!
Allora CE SSI DISC?

L'abito non fa il conte 2 - Trailer
Siete anche voi impazienti del ritorno del L'abito non fa il Conte - Il film?Prossimamente sui vostri schermi#staytuned
Pubblicato da OPEN Web Tv su Giovedì 11 febbraio 2016

Siete anche voi impazienti del ritorno del L'abito non fa il Conte - Il film? Prossimamente sui vostri schermi #staytuned

lunedì 15 febbraio 2016

Pagliacci

Martedì 16 febbraio ore 17,00 presso la sede Unitre in via Ospedale Vecchio 12, incontro con l'avv. Augusto Conte. Sarà tratteggiata la figura dell'illustre Avv. Piero Calamandrei . Si parlerà anche del diritto nell'opera lirica: "Pagliacci" e "Cavalleria rusticana".



Pagliacci è un'opera lirica in due atti su libretto e musica di Ruggero Leoncavallo.
Fu rappresentata per la prima volta al Teatro dal Verme di Milano il 21 maggio 1892, con Fiorello Giraud, Adelina Stehle, Victor Maurel, Mario Ancona e la direzione di Arturo Toscanini.
Si ispira a un delitto realmente accaduto a Montalto Uffugo in Calabria, quando il compositore era bambino, del quale il padre, magistrato, istruì il processo che portò alla condanna dell'uxoricida.




Cavalleria rusticana è un'opera in un unico atto di Pietro Mascagni, su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci, tratto dalla novella omonima di Giovanni Verga.
Andò in scena per la prima volta il 17 maggio 1890 al Teatro Costanzi di Roma, con Gemma Bellincioni e Roberto Stagno.
La storia è ambientata in un paese siciliano di fine ‘800. È il mattino del giorno di Pasqua: il giovane Turiddu, prima di partire per il servizio militare, giura il suo amore a Lola. Al suo ritorno (circa un anno dopo) però scopre che Lola s'è sposata con Alfio, il carrettiere del paese. È un duro colpo per Turiddu, che l'ama ancora.

Pallacanestro del lunedì

Pallacanestro Serie D Regionale
4a Giornata ritorno
 N.P. CEGLIE - SANTERAMO 
89 - 71
Parziali:  16-20 / 26-24 / 23-5 / 24-22


Nuova Pallacanestro Ceglie 2001
Basket Corato 38,  N.P. Ceglie 36,  Murgia Santeramo 26, Pall. Molfetta, AP Monopoli 24, Cestistica Barletta, S. Rita Basket, Angiulli Bari 22, Pall. Lecce 16, Club Giganti Cisternino 14,  Aurora Brindisi, Virtus Taranto,  Basket Calimera, Mens Sana Mesagne 12, Assi Basket Brindisi 10, Olympia Rutigliano  2.
La prossima: 5a giornata di ritorno
Lecce - N.P. Ceglie 


domenica 14 febbraio 2016

Buona domenica


Centro Documentazione Archeologica
Chiuso

Galleria d'Arte Moderna Emilio Notte
Chiusa

ore 18.00 Palasport 2006 
Pallacanestro
Ceglie - Santeramo

ore 19.00 Teatro Comunale 
XXII Stagione concertistica "Caelium"
Duo violino chitarra
Ferdinando Trematore
Luciano Pompilio

-----------------------------------------

Farmacia di turno
Farmacia  Conte
Via Martina Franca
Telefono: 0831-377084

-----------------------------------------------

U vangele di iosce
Gesù fu guidato dallo Spirito nel deserto e tentato dal diavolo.
(Lc 4,1-13)
Clicca qui.

Nu dettèrie
Quann si disc' na kos'
ci nè-ttott' j menz'

Quando si vocifera un fatto
se non è tutto vero, quasi.

Specialmente riferito ai pettegolezzi.
Fonte: Per le parole antiche, Proverbi cegliesi
Na fotografije
Ceglie Bella? Sì

Foto Niki GD Dirnt

.